26°C
domenica 22 set

Archivio del 25 Giugno 2007

  • Istantanea dal Sahara

    Stamattina Dio si è lavato i capelli e per asciugarsi ha acceso lo scirocco.

    È così che lo sento alle sette meno dieci – mi alzo presto io – quando apro la finestra della cucina. È come se ci fosse uno là fuori con un asciugacapelli accesso, però di grandi dimensioni.

    Qui a questo tempo ci siamo abituati, ma non mi ricordo l’ultima volta in cui camminando per strada, controvento, mi sono bruciati gli occhi. Alle sette e mezzo sono per la via dell’asilo con mia figlia che frigge sul passeggino. Per le strade incontro gente stranita. Gli ambulanti di via Sant’Agostino montano le bancarelle con qualche esitazione. Ammutolito dal caldo in quell’ora in cui ancora di solito c’è frescura, un venditore locale allarga le braccia a uno cinese, il quale sorride abbassando la testa. Non è soltanto un gap linguistico, è che con questo caldo non c’è proprio niente da dire. Continua »

    Palermo
  • Temperatura elevata e incendi

    Il vento caldo proveniente da sud sud-ovest mantiene da ieri la temperatura in città attorno ai 40 °C.

    Diversi incendi stanno impegnando i Vigili del fuoco e il Corpo forestale. Nella notte l’hotel Torre Normanna e diverse villette sono state evacuate ad Altavilla Milicia. Evacuazioni necessarie anche a Trabia, in contrada Dragone. Altri incendi si sono sviluppati a Buonfornello, a Partinico in contrada Raccuglia, a Bagheria e a Terrasini in contrada San Cataldo. Stamattina è toccato all’autostrada Palermo-Trapani nei pressi di Alcamo e alla SS 113 nei pressi di Villagrazia di Carini.

    AGGIORNAMENTO: dall’1:00 alle 15:00 i Vigili del Fuoco hanno effettuato più di 250 interventi. Sono stati spenti o sono in via di spegnimento focolai all’Addaura, a Capaci, Termini Imerese, Trabia, Partinico, Lercara Friddi, Polizzi Generosa, Carini e Cefalù. Alcuni black-out hanno colpito diverse zone della città e della provincia. Le trasmissioni televisive e radiofoniche non hanno avuto regolare svolgimento in alcuni casi per interruzioni della linea elettrica dovute al surriscaldamento dei cavi a Monte Pellegrino. Gli operai della Fiat di Termini Imerese addetti alla verniciatura e lastratura non hanno effettuato il turno.

    Palermo
  • No alle cabine a Mondello!

    Segnaliamo una petizione sottoscrivibile online e diretta alla Regione Sicilia, al Comune di Palermo e al sindaco Diego Cammarata.

    Nel 2011 scadrà il contratto secolare con la Società ItaloBelga per la concessione della spiaggia di Mondello!
    Noi palermitani siamo stufi di vedere la nostra bellissima spiaggia invasa di cabine e riservata (a eccezione del bagnasciuga) solo ai soci delle stesse. Inoltre in estate la nostra spiaggia è “ingabbiata” da una lunga cancellata verde impedendo così la vista del mare.
    Quindi chiediamo alla Regione Sicilia, al Comune di Palermo e al sindaco Diego Cammarata di non rinnovare il contratto con la società ItaloBelga e di ridare, a partire dal 2011, la spiaggia a tutti i palermitani e senza tutte queste baracche azzurre che da molti decenni occupano tanti metri quadri di spiaggia.
    Solo un sogno? Tutti insieme ce la possiamo fare, Mondello senza cabine si può!!
    Firmate e fate girare questa petizione e spargete la voce ai vostri amici e conoscenti di questa iniziativa!

    N.B. Per coloro che volessero firmare questa petizione, ricordate di inserire anche il vostro cognome e un vostro indirizzo e-mail valido per rendere il tutto più credibile!
    Quando inserite il vostro indirizzo e-mail, se lo desiderare, potete cliccare sulla voce “Available to Petition Author” così non sarà visibile a tutti ma solo all’autore della petizione in modo tale che quando la petizione andrà in stampa per essere consegnata sarà visibile insieme alla vostra firma.

    Petizione No alle cabine a Mondello!

    Palermo
  • La cabbina

    Si è aperta ufficialmente la stagione balneare e se c’è una cosa che ci fa palermitani è…“la cabbina”.
    Quand’ero “schietto” me la facevo scogli scogli e che fossero assolutamente “free” (‘nchia come parlo moderno, où); da quando arrivarono “ i picciriddi” mi accostai ad un’elemento che ritenevo odioso, “la rina” (nel caso assai raro ci fosse qualcuno che non capisse è la sabbia, ma se non lo capisce…è inutile che legga tutto il resto).
    La “rina” a Palermo è associata ai “lidi”, i lidi a Palermo c’hanno le cabbine.
    Ho scoperto quindi un universo nuovo, molto più complesso di quel che credevo.
    Questo primo wikèn, di solito, è caratterizzato dalle “operazioni preliminari”.
    Ci si accosta con la machina il più vicino possibile all’entrata del lido, si apre il bagagliaio e si scarica una mole impressionante di roba, infatti solitamente, ci vogliono 2 viaggi.
    Il masculo scende con borsa da carpentiere, la fimmina coll’attrezzatura di taglio&cucito; i figli se sono grandicelli collaborano con ombrelloni e vari; se sono “nichi” ci si mette il salvagente a tracollo e si ci dice: almeno portati il secchiello! Continua »

    Ospiti
  • “Marginalità narrate” a Brancaccio

    Oggi alle 17:30 presso l’auditorium Di Matteo (via San Ciro, 15; quartiere Brancaccio) verrà presentata la ricerca Marginalità Narrate condotta dall’Istituto di formazione politica Pedro Arrupe sulla realtà associativa della seconda circoscrizione. La ricerca evidenzia alcuni nodi problematici presenti sul territorio e individua nel collegamento associativo la sinergia capace di rigenerare un territorio caratterizzato da degrado e marginalità.

    La ricerca sarà presentata dal prof. Antonio La Spina, ordinario di Sociologia presso l’Università di Palermo e da padre Gianni Notari, direttore dell’Istituto Arrupe e curatore del volume.

    Saranno presenti i rappresentanti delle associazioni coinvolte nella ricerca.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram