22°C
giovedì 19 set

Archivio del 26 Luglio 2007

  • Amazzonia

    Immaginate di atterrare su un nastro di palme e mangrovie, sorvolando infinite distese di verde alternate da disegni spiralici di un serpeggiante fiume: benvenuti in Amazzonia.
    Quando si apre il portellone dell’aereo si viene subito investiti da quel profumo tipico del clima equatoriale. Dopo venti minuti ci si abitua e quel profumo svanisce pian piano, ma lo si ricorda per sempre…
    Il bacino Amazzonico comprende un’area di quasi 7 milioni di km², che si estende dal Brasile al Venezuela, Colombia, Perù, Ecuador, Bolivia e Guyana. La foresta tropicale, che rappresenta un terzo delle foreste dell’intero pianeta, oggi è in pericolosa diminuzione a causa del costante disboscamento degli ultimi anni.
    Ma si sa: l’uomo deve sbattere la testa milioni di volte prima di capire le cose…

    Dal versante peruviano, il volo da Lima a Iquitos è letteralmente terrificante.
    Se da un lato si sopravvive al terrore di uno schianto contro le Ande, dall’altro si rischia il trauma psicologico nell’atterrare in un micro-aeroporto nel cuore della giungla.
    L’aeroporto di Iquitos ha una sola pista, dalla quale atterrano e decollano non più di 5 aerei al giorno, dopodiche…chiude! E quando metti piede a terra, e baci il suolo per essere sopravvissuto, non puoi fare a meno di notare due carcasse bruciacchiate di due aerei precipitati in Amazzonia 10 anni fa…e lasciati in bella vista a mo’ di monumento al terrore umano. Continua »

    Sicilia
  • Il piccione

    Parliamoci chiaro, ormai è un problema serio e va affrontato.
    Ma come? Dico io, manco neanche 48 ore da casa, dimentico solo una finestra aperta e…trovo…uno scempio?
    Il problema va affrontato!
    Io non sono in grado adesso, con la mia ira, di trovare soluzioni, del “soggetto” non so tesserne le lodi, ma la mia emotività suggerisce di scrivergli una ODi (licenza poetica).

    N.d.P. (nota del POSTeggiatore): il post non è consigliato ai minori per il linguaggio scurrile, ed agli animalisti estremi, tutti indistintamente comunque, vogliate cogliere l’aspetto “comico” del POST. Grazie.

    No al piccione

    OD”i”E al PICCIONE

    O piccione che siedi e risiedi sulla mia finestra,
    gli ingenui bambini ti chiamano “colomba” e fanno festa.

    Colomba simbolo di pace, immagine di spirito capace.

    Piccione sulla mia finestra, non essere felice, perché sto già arrivando…all’appendice.

    La poesia…è finita, ora…È GUERRA! Tu devi sparire dalla faccia della terra! Continua »

    Ospiti
  • Appaltato rifacimento delle caditoie

    È stata aggiudicata per un importo netto di oltre 464 mila euro la gara per sostituire o rimettere a nuovo le caditoie obsolete e mal funzionanti per migliorare lo smaltimento delle acque piovane nelle strade della città. L’importo complessivo dell’opera è di 500 mila euro, con finanziamento a mutuo.
    Tutti i nuovi manufatti saranno dotati di un sifone a doppia tenuta idraulica, con meccanica anti-ratto, e di un cestello-contenitore estraibile che faciliterà la rimozione dei materiali solidi nella successiva manutenzione ordinaria. Si utilizzeranno, inoltre, speciali materiali per l’impermeabilizzazione e per proteggere le strutture dagli agenti corrosivi. Nel piano dei lavori è compreso anche l’allacciamento dei nuovi tombini alla rete fognaria per le acque bianche.

    Palermo
  • Affidati lavori fognari per Arenella-Vergine Maria

    L’ufficio Opere pubbliche del Comune di Palermo ha affidato per un importo netto di circa 5 milioni e 347 mila euro i lavori per la realizzazione del nuovo sistema fognario delle borgate Arenella e Vergine Maria. Il budget complessivo dell’opera è di 9 milioni e 300 mila euro, finanziati attraverso un mutuo.

    I lavori dovranno essere portati a termine entro 900 giorni dall’apertura del cantiere.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram