16°C
martedì 24 nov

Archivio del 9 Agosto 2007

  • Chi protegge il testimone?

    Un imprenditore edile non ci sta. Non paga e denuncia. In sé la notizia è ottima, di quelle che fanno sperare nella mutazione del virus dell’antiracket: che colpisca cioè commercianti e imprenditori, non solo intellettuali e teorici del ramo.
    Ma mi chiedo: perché il nome dell’imprenditore viene taciuto dagli organi di informazione? Per proteggerlo? E da chi? Dalla mafia? La mafia non lo conosce, forse? E allora? Io, come consumatore consapevole, sarei interessato a conoscerlo: devo ristrutturare casa e mi piacerebbe rivolgermi a uno che non mi ricarica sul conto il costo del pizzo.
    Ma si vede che il cretino sono io.

    Ospiti
  • Retata a Boccadifalco-Passo di Rigano

    La Polizia ha arrestato 14 tra affiliati, imprenditori, liberi professionisti e due funzionari pubblici legati al mandamento mafioso di Boccadifalco-Passo di Rigano. Quattordici le ordinanze di custodia cautelare: tra gli arrestati anche imprenditori, liberi professionisti e due funzionari pubblici, accusati di concorso esterno in associazione mafiosa per il rilascio, ritenuto “compiacente”, di alcune licenze edilizie.

    Tra gli arrestati, Calogero Caruso, 70 anni, ritenuto il boss di Torretta; Rosario Bordonaro, 55 anni, impiegato dell’Ufficio tecnico del Comune di Torretta; Gaspare Caravello, 41 anni; Antonio Di Maggio, 35 anni; Benedetto Dragotta, 58 anni, funzionario del Comune di Torretta; Salvatore Ferranti, 36 anni; Matteo La Barbera, 34 anni; Pietro La Barbera, 32 anni; Andrea Licata, 47 anni, architetto; Stefano Mannino, 58 anni; Rosario Mignano, 43 anni, imprenditore; Francesco Sirchia, 69 anni; Francesco Spinelli, 49 anni, imprenditore.

    Palermo
  • Parte “Mondellindo”

    Prende il via oggi a Mondello il gioco a premi Mondellindo, nato da un’idea della società Mondello immobiliare Italo-Belga e promossa dalla Provincia Regionale di Palermo con il supporto tecnico di Amia, Palermo Ambiente, Arpa e dell’Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque.

    Sarà sufficiente portare nei tre punti di raccolta allestiti lungo il viale Regina Elena tre copie di quotidiani o sei bottiglie di plastica (da un litro, da un litro e mezzo o da due litri) o sei lattine per ricevere immediatamente un tagliando “cancella e vinci”. Grattando la vernice dorata si potrà ritirare il premio indicato o, in caso di mancata vincita, compilando il retro del tagliando e inserendolo nell’apposito contenitore, si potrà partecipare all’estrazione finale. I premi quotidiani messi in palio sono oltre 7500 su 20000 tagliandi in distribuzione; a questi vanno aggiunti le 13 mountain bike e i tre weekend per due persone che verranno assegnati nel corso dell’estrazione finale, che si terrà il 14 settembre.

    Il gioco è rivolto prevalentemente ai più giovani

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram