16°C
mercoledì 26 feb

Archivio del 13 Giugno 2008

  • Carico di bombole di gas esplode sulla A29

    Oggi pomeriggio il motore di un Iveco Daily che percorreva l’autostrada A29 ha preso fuoco all’altezza di Isola delle Femmine. Il furgone trasportava bombole di gas. Il conducente è riuscito a bloccare a debita distanza le auto in transito, a mettere in sicurezza alcune bombole trasportate e ad avvisare i Carabinieri che a loro volta hanno avvertito i Vigili del fuoco. Le fiamme, propagatesi a tutto il furgone, hanno fatto esplodere molte bombole che facevano parte del carico (in totale 40 bombole da 15 Kg e 15 bombole da 25 Kg; soltanto tre sono state recuperate intatte).

    Il traffico è stato dirottato sulla S.S. 113.

    Palermo
  • A proposito di Sex and the City…il film

    Sono andata a vederlo, in un cinema palermitano, ovviamente. L’atmosfera era quella dell’8 marzo: tanti gruppetti di 3-4 ragazze, vestite, a loro modo, alla “Sex and the City”. Presenti anche gruppetti gay: “Io sono Carrie!”. “No, IO sono Carrie!”… Non mancavano le coppie, in cui il ragazzo, immolato, si scambiava con gli altri maschi occhiate di desolazione, mentre le ragazze, petulanti, si avviavano al botteghino mezz’ora prima dell’inizio del film. Qualcuna poi, si è subito fiondata dentro la sala: “Amore, non è ancora finito, non entrare, altrimenti vedi la fin…” . Lei esce: “Uffa, sta finendo, me lo potevi dire di non entrare!”. Il tutto in un trionfo di ballerine azzurre stampate a fiori, gonne ampie verde smeraldo di “seta”, pinocchietti improbabili e risatine isteriche. Ora, sarebbe già difficile a Palermo uscire con gli abiti estrosi originali di Sex and the City, pur se di ottima fattura e firmati da Ruiz De La Prada, Gucci, Versace, Vivienne Westwood e così via (che volendo si possono trovare qui), ma immaginate quale deve essere il risultato con degli equivalenti (o presunti tali) di pessima qualità e a (troppo) buon mercato. Ciò nonostante, il tentativo di imitare lo street style di Manhattan, rivisitato al sapor di caponata, è comunque da apprezzare perché, come diceva Estée Lauder, non esistono donne brutte, ma solo donne pigre: insomma, non è importante che tu sia Carrie, Samantha, Miranda o Charlotte, l’importante è provarci.

    Palermo
  • Quei video dal Meli su YouTube

    Il nostro amico Vassily Sortino, giornalista de la Repubblica Palermo, ha scovato un po’ di video legati alla generazione YouTube e alle scuole palermitane. Il preside e i docenti del liceo Meli non devono aver gradito particolarmente le bravate degli studenti e, sembra, avrebbero imposto di scusarsi utilizzando lo stesso medium. 🙂

    Nei giorni successivi anche altri filmati sono stati rimossi e seguiti da scuse.

    Vassily non passare davanti al Meli per un po’. 😉

    Palermo
  • Cammarata chiede controllo sul conferimento dei rifiuti

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha chiesto al comandante della Polizia municipale Nunzio Purpura un maggiore controllo sul rispetto degli orari dei conferimento dei rifiuti solidi urbani allo scopo di ridurre i disagi determinati in questi giorni dal blocco del lavoro straordinario previsto da una vertenza nazionale a cui hanno aderito i lavoratori dell’Amia.

    Nello stesso tempo il sindaco ha chiesto all’Amia una dettagliata relazione per conoscere quali siano i provvedimenti che l’azienda sta mettendo in atto per riportare la raccolta dei rifiuti ad una situazione di normalità e quali provvedimenti intenda adottare per evitare che analoghe agitazioni possano determinare ulteriori disagi.

    Palermo
  • Micciché: “In sette anni tangenziale a Palermo”

    Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianfranco Micciché ha parlato ieri a Palermo in una manifestazione elettorale: «In sette anni Palermo avrà la sua tangenziale. Serviranno cento milioni l’anno, i soldi ci sono». Micciché ha detto anche che la sinistra «non ha speso niente per il Mezzogiorno» e, a proposito dell’impegno preso da Avanti (candidato alla presidenza della Provincia) per coprire la provincia con una connessione wireless, ha detto: «Su questo fronte il sindaco Cammarata è sordo, credo che non sappia nemmeno usare il computer».

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram