26°C
martedì 15 giu

Archivio del 10 Luglio 2008

  • Imbuti

    Ciò che è evidente non avrebbe bisogno di dimostrazioni, ma non diamo mai nulla per scontato a Palermo! Vogliamo rendere meno caotico un tratto di un asse viario importante quale quello che, dalla Stazione Centrale (piazza Giulio Cesare), porta a piazza don Bosco attraverso via Roma, via Isidoro Carini, via Pasquale Calvi, via Gen. Dalla Chiesa, Via Marchese di Villabianca e, per l’appunto, via Marchese di Roccaforte? È infatti di quest’ultima intasatissima strada che vorrei parlare avanzando un banale suggerimento a chi di dovere.

    Rispetto alla strada che la precede per senso di marcia, via M.se di Roccaforte si presenta più stretta di via M.se di Villabianca che dispone di due corsie per mezzi pubblici di cui, però, solo una prosegue per via M.se di Roccaforte. Per rendere perciò meno ad “imbuto” l’imbocco della stessa per chi proviene da via M.se di Villabianca o da via Filippo Cordova, perché non eliminare le strisce blu, sul lato sinistro della stessa, consentendo un più scorrevole passaggio di due file di auto oltre che dei mezzi pubblici sulla corsia preferenziale?

    Gli incassi che verrebbero meno, per l’eliminazione delle strisce blu, non potrebbero essere – più che adeguatamente – rimpiazzati dalle multe a chi sostasse nonostante il divieto? Mi sfugge forse qualcosa? Voglio sperare che l’inconfessabile motivo per cui si tollera una tale congestione e inquinamento da traffico veicolare non sia quello di non “disturbare” i commercianti della zona e i loro clienti!!!

    Palermo
  • Affittasi monumenti

    Sembra quasi uno sketch di Ficarra e Picone ma non lo è. Il merito di questa brillante idea infatti, è da attribuire al nostro assessore ai Beni culturali Antonello Antinoro, il quale ha avanzato la proposta di privatizzare la Valle dei Templi di Agrigento. Cosa vuol dire privatizzare? Semplice, si pensa ad un affitto trentennale, in questo caso della Valle dei Templi, dietro pagamento di un vero e proprio canone di locazione.

    Antinoro ha dichiarato che si potrebbe anche ipotizzare qualcosa del tipo: io ti cedo i templi e tu mi risistemi la strada provinciale che da Palermo porta ad Agrigento. Beh non c’è da meravigliarsi, se i comici fanno “politica spiccia”, perché non dovrebbe accadere il contrario?

    A questo, a parer mio, strampalato progetto, l’assessore ci sta lavorando seriamente, aiutato per altro da Adele Mormino, sovraintendente dei beni culturali di Palermo, nonché capo di gabinetto dello stesso Antinoro. Pare infatti, che verrà presto proposta alla giunta Lombardo, una relazione contenente una lista di cosuccie da piazzare. Indiscrezioni parlano di teatro antico di Taormina, Selinunte o la Cappella Palatina che, pare sia ben quotata visto che è stata appena restaurata. Continua »

    Ospiti
  • E biri chi manci (III)

    Tre minuti
    Olive insapori?
    Padella, filo di extravergine, due spicchi d’aglio, che appena biondi toglieremo, una manciata di prezzemolo, servire calde.

    Tre minuti
    Solita fettina?
    Filo di extravergine, la giro su un piatto, la pano, senz’uovo!, metto in padella. La carne più dura diventerà tenera…

    Tre minuti
    Solita fettina?
    Sulla fettina distendo una sottiletta o una fettina sottile di formaggio dolce, due tre pachini spaccati a metà e una spruzzata giusta di origano. Cucino in padella con il solito filo di extravergine. Servire caldo. Continua »

    Ospiti
  • Si presenta Cittadinanze

    Alle 10:00 verrà presentato nella sala consiliare di Palazzo delle Aquile (piazza Pretoria, 1) il mensile Cittadinanze, interamente dedicato alle popolazioni immigrate che vivono nel territorio del capoluogo siciliano.

    Il giornale è realizzato dalla casa editrice palermitana Mito Press in collaborazione con il Centro studi e documentazione sulle Migrazioni del Comune di Palermo e con il contributo di Banca Nuova.

    Cittadinanze

    Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram