16°C
lunedì 30 nov

Archivio del 4 Agosto 2008

  • Repetita iuvant?

    Quanto segue lo scrissi un annetto fa.
    Lo lascio integrale, perché non è cambiato NULLA. Il pretesto era la cancellazione di kals’art. Quest’anno una rassegna estiva non è neanche stata prevista, ma il punto non cambia: in un anno non si è fatto niente ma, forse, la Giunta era troppo impegnata a partorire la grandiosa idea della ZTL.

    Poi, se a qualcuno piace questa Palermo così arida, chìsta non è una colpa che si deve accollare l’intera comunità.

    Una piccola precisazione sulla necessità di un piano culturale per la città: manca il lavoro, d’accordo, e manca pure il pane, certo.
    Ma l’anima? Non va nutrita? No? Beh, allora siete peggio dei marxisti più incalliti. E pure in malafede. Quindi non leggete ‘sto articoletto e uscite a godervi tra uno scippo e l’altro la vostra Palermo, che tanto vi piace. Magari incontrerete il sindaco senza ricorrere a “Chi l’ha visto?”, peccato che non ci sarà uno spettacolo, un concerto, una mostra, una rassegna di film da poter andare a vedere assieme.

    Buona estate.

    KULTURA

    “È stato nuovamente disdetto il programma (musicale) di Kals’art.

    Non so davvero se adesso serva una disamina.
    Di certo non serve nessuna scusa per l’impudicizia con cui è trattato quello che dovrebbe essere un necessario progetto Culturale per Palermo. Continua »

    Palermo
  • Il sultano dell’Oman a Palermo

    Qabus bin Sa'id al-'Bu Sa'id

    Arriverà oggi in città Qabus bin Sa’id al-‘Bu Sa’id, sultano dell’Oman. Già da qualche settimana c’è gran subbuglio. Non sarà troppo onorevole, ma ai palermitani non sono sfuggite le voci delle mance (si parla di 100 mila euro all’albergo pugliese dove hanno alloggiato i dignitari a maggio) e delle elargizioni (sempre a Bari, pare che abbia donato cinque milioni di euro per borse di studio e attrezzature mediche) e molti cercheranno di intercettare il corteo del capo di stato. E poi ci si chiede se sia soltanto in vacanza oppure in viaggio d’affari. E fioccano le ipotesi: dall’esportazione di equini (pare che in Oman ci siano razze molto pregiate) alla realizzazione di una mega struttura alberghiera in quel di Villagrazia di Carini. Continua »

    Palermo
  • “Le impronte si lasciano, non si prendono” di fronte al Teatro Massimo

    Il Servizio Civile Internazionale, associazione laica di volontariato che da quasi 90 anni organizza campi internazionali di volontariato come mezzo di scambio interculturale e strumento per la costruzione della pace e della comprensione fra i popoli, organizza in
    tutta Italia la campagna Lasciamo una traccia – Le impronte si lasciano,non si prendono.

    Si tratta di una colorata e allegra raccolta di impronte alternative che vengono raccolte su un unico lunghissimo striscione che sarà poi esposto a Roma contro la proposta di prendere le impronte agli immigrati.

    A Palermo sarà possibile aderire oggi dalle 16:30 nell’area pedonale antistante il Teatro Massimo con volontari provenienti da Francia, Irlanda, Italia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Russia e Ucraina.

    Palermo
  • EXPA va in “ferie” e lancia un appello

    Riceviamo e pubblichiamo.

    EXPA

    «EXPA dal 4 al 20 agosto per la prima volta in quattro anni di attività andrà in “ferie”…
    O forse è la cultura che è andata in ferie ed una città ne sta subendo le conseguenze. EXPA, spazio culturale totalmente auto prodotto, come pochi sanno, non gode di finanziamenti istituzionali e paga un affitto al comune di Palermo, suo padrone di casa, è Off della Triennale di Milano; sede della Biennale di Venezia architettura; ha all’attivo più di 30 mostre internazionali e centinaia di incontri di promozione culturale; una medaglia del Presidente della Repubblica Italiana all’alto valore culturale e molto altro ancora… ma oggi vede la propria esistenza fortemente minacciata e decide di prendersi una pausa di riflessione senza sapere se, allo scadere delle “ferie”, riaprirà o meno. Continua »

    Palermo
  • 50 bersaglieri da oggi a Palermo

    Fregio dei Bersaglieri

    50 militari del VI reggimento Bersaglieri di stanza a Trapani verranno impiegati da oggi e per i prossimi sei mesi nei servizi di perlustrazione e pattugliamento in città. La metà del contingente sarà assegnata ai Carabinieri per costituire dieci pattuglie miste a piedi al giorno formate da un carabiniere e da due soldati. Le pattuglie saranno impiegate soprattutto nelle strette vie del centro storico, anche in considerazione del numero dei borseggi, degli scippi e dell rapine, per la densità demografica e per la presenza di obiettivi di rilievo.

    I militari hanno svolto missioni in campo internazionale e avranno la qualifica di agenti di pubblica sicurezza. Potranno fermare, identificare persone e mezzi nel caso di sospetto di comportamenti che possano mettere in pericolo l’incolumità di persone o la sicurezza dei luoghi vigilati. I loro compiti saranno anche quelli di assistere i cittadini e prevenire reati contro il patrimonio.

    Palermo
  • I love Sicilia: colazione da Tiffany (a Menfi)

    È in edicola da qualche giorno il nuovo numero di I love Sicilia, mensile di stili, tendenze e consumi in Sicilia.

    I love Sicilia di luglio

    Si parla dei “siciliani d’adozione”, industriali e artisti che hanno preso casa o si ritrovano spesso in Sicilia, come il presidente di Tiffany Italia e vicepresidente di Tiffany Europa Cesare Settepassi, dell’editore di Class Paolo Panerai e di Luca Zingaretti.

    In questo numero anche un’inchiesta sul tradimento, con le testimonianze dei detective privati siciliani, e un ricordo della permanenza a Siracusa dell’ex premier britannico Winston Churchill.

    Sicilia
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram