domenica 21 ott
  • Il finto Diego Cammarata su facebook

    Il finto Diego Cammarata su facebook

    Qualche buontempone ha creato un finto profilo di Diego Cammarata su facebook.

    Gli aggiornamenti di status lasciano intendere che la vita del (falso) sindaco sarebbe un peregrinare tra pub cool, ubriacarsi, compiacersi della propria bellezza, non essere pienamente coscienti di essere sindaco e riparare ai propri errori con aumenti della Tarsu.

    Ciò lo rende palesemente un fake, no? Si vergogni chi ha creato il finto profilo! 🙂

    AGGIORNAMENTO: il profilo è stato rimosso.

    Palermo
  • 37 commenti a “Il finto Diego Cammarata su facebook”

    1. Però fa ridere, dai! 😀

    2. eh eh….è tra i miei contatti
      che onooooreeeeeeeeeee l’amicizia du sinnacu!!!!! 😀
      ci presentai pure un “proggettino”…

      sarò scema ma mi fa troppo ridere, chi ha crato la pagina è un genio!

    3. *creato

    4. E’ divertente senza dubbio, mischino però l’autore. Se Cammarata sporge denuncia lo incocciano tramite indirizzo ip e si può cominciare a ipotecare la casa per pagare il “risarcimento danni per diffamazione su facebook”.
      La prima condanna di questo tipo è avvenuta nel Marzo 2010 ed è stata emessa dal tribunale di Monza…(Sentenza 2 marzo 2010, n. 770) “il conseguente pregiudizio morale o, comunque, non patrimoniale era suscettibile di essere liquidato nella misura di € 26.000,00 ovvero in quella ritenuta di giustizia.”

    5. Si vergogni invece il vero Diego Cammarata ad essere sindaco di Palermo!!!!

    6. ma è una pagina spudoratamente satirica! 🙂
      esiste il diritto di satira, quindi, in caso, se la può discutere….

    7. Se così fosse non esisterebbero più le offese. Sarebbe tutta satira.

    8. belliiissimo!

    9. Sarebbe satira se si fosse chiamato in un altro nome che richiamava il vero nome, se avesse aggiunto un disclaimer e roba così. Se dici di chiamarti D.C. e ci metti anche la foto allora è diffamazione. (Anche se fa ridere!)

    10. (AGI) – Palermo, 24 lug. – “Facebook tolga subito l’account fasullo col nome del sindaco Cammarata”. E’ questo l’invito lanciato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianfranco Micciche’ nell’ultimo post del suo blog ‘Sud’. “Sul profilo, con la foto di Diego, qualcuno – scrive Micciche’ – spacciandosi per Cammarata, scrive cose di pessimo gusto, del tipo: ‘sono fatto’, ‘sono ubriaco’, ‘sono il piu’ bello’ e simili. Voglio esprimere tutto il mio dissenso, la mia ferma disapprovazione per queste forme volgari e vigliacche. Certo – aggiunge – non e’ lotta politica, non e’ opposizione, non e’ protesta, non e’ dissenso. E’ solo squallido decadimento. E’ spazzatura, mille volte piu’ puzzolente, piu’ schifosa di quella che deturpa le nostre strade e che suscita le legittime grida di protesta di un’intera citta’”. Legittime, continua Micciche’, “come tutto cio’ che, pur nell’asprezza della contrapposizione politica o nella diversita’ di vedute, si mantenga nell’alveo della civile dialettica, non oltrepassi il limite del civile confronto, ancorche’ duro e serrato. Oltre quel limite non e’ consentito andare, perche’ oltre quel limite ci sono le calunnie, le offese, la violazione della sfera personale, l’oltraggio della dignita’, l’odio. Oltre quel limite – conclude Micciche’ – e’ solo spazzatura”.

      Ho i miei dubbi sulla sua idea di spazzatura e ancor più dubbi sulle “legittime grida di protesta di un’intera citta’”(?)

    11. Sig.Miccichè, e che cos’è delitto di lesa maestà?
      “Ma a finissi puru lei”!

    12. “E’ spazzatura, mille volte piu’ puzzolente, piu’ schifosa di quella che deturpa le nostre strade…”
      *
      non hanno ironia…e neanche pudore!

    13. dal momento che deve “recuperare” 200 mila euro è probabile che lo denunci…

    14. ieri mi ha fregato!:-)

    15. Si tratta solo di una goliardata che la dice lunga sulla pessima reputazione (meritata) dell’attuale sindaco, ma che non ha alcun effetto concreto per migliorare le condizioni della città. Ecco perché questo “fakebook” mi pare, nel migliore dei casi, uno sfogo, ma di certo non una soluzione ai problemi cittadini… Purtroppo Cammarata e compari sono sempre al loro posto e Palermo sta regredendo sempre più.

    16. se veramente ci fosse il grido di un’intera città loro avrebbero cambiato mestiere da molto tempo. E poi, parla dell’immondizia come se loro non fossero i cattivi amministratori colpevoli che dovrebbero dimettersi tutti dalla vergogna. Si informi micciché su guignols e chansonniers (non vuol dire quello che si pensa erroneamente, chansonnier non c’entra niente con la canzone), sulla loro tradizione, e sulle risate che si fanno i politici presi di mira, anzi quelli che non lo sono si sentono inferiori.

    17. anche io penso che un pò rischi e non durerà… però se notate il nome è Diego Canmarata… leggete lettera per lettera! 😀

    18. Gigi in Italia una sorta di guignols fu un flop senza precendenti :D. Non c’è la cultura della satira anche se, lo dico sinceramente, non mi sento di scomodare Guignols o Woody Allen o che ne so per questa “cosa”. Questa a me non pare proprio satira ma quattro battutacce facili facili, trite e ritrite; mi pare una cosa da buontempone che nasce e muore qui e di cui nessuno si ricorderà.
      Ah, ma è vera l’Agi di Micciché? Questa sì che la trovo divertente!!!!

    19. ma dai su….è solo un cazzeggio!
      non appesantiamolo e non scriviamoci saggi.
      spero solo che dopo che non sono partite querele NECESSARIE che tutti aspettavamo, non partano per un babbìo in rete.
      e poi come argutamente notava il passante, di caNmarata si tratta…avrà messo quella foto tutta denti perchè gli starà simpatico il sindaco…! 😉

    20. rimane il fatto che miccichè e il sindaco avrebbero monnezza ben più maleodorante e insalubre di cui occuparsi, che almeno quella virtuale non puzza e basta non cliccare per non vederla, lo stesso non si può fare per le strade di palermo…

    21. L’autore del falso accaunt ha fatto una “repentina variante in corso d’opera”: nella foto che Rosalio ha messo sopra si vede chiaro che l’accaunt è registrato a nome di Diego CaMMarata… se invece lo si va a cercare su FB non lo si trova più in tale maniera bensì come Diego CaNmarata…
      Chissà, forse all’autore è venuto il sospetto che qualche rischio lo sta correndo!!! o magari, sono 2 accaunt completamente diversi fatti da autori diversi….

    22. però è fa ridere…

    23. a leggere michele uno che babbia su fb corre rischi, perché sfotte quelli che IMPUNEMENTE – loro non corrono rischi per cose gravissime – hanno affossato Palermo e la denigrano agli occhi del mondo intero per l’immondizzaio a cielo aperto che hanno provocato; aggiungiamoci i servizi da terzo mondo per non dire quarto.
      Per informazione: circa 2 mesi fa la Sicilia pur non essendo un Paese ma una regione è entrata nel top ten dei Paesi inaffidabili per il CDS – credit default swap – e invece di scapparsene lontano dalla vergogna i colpevoli si sentono offesi per un po’ di babbio ?

    24. è successo: non c’è più…

    25. l’account era lo stesso che aveva cambiato nome…
      ora è misteriosamente scomparso.
      addio Diego CaNmarata, ci mancherai

    26. (Per brevità, da Wikipedia)
      “Pasquino è la più celebre statua parlante di Roma, divenuta figura caratteristica della città fra il XVI ed il XIX secolo.
      *

      Ai piedi della statua, ma più spesso al collo, si appendevano nella notte fogli contenenti satire in versi, dirette a pungere anonimamente i personaggi pubblici più importanti. Erano le cosiddette “pasquinate”, dalle quali emergeva, non senza un certo spirito di sfida, il malumore popolare nei confronti del potere e l’avversione alla corruzione ed all’arroganza dei suoi rappresentanti.”
      *
      La statua di pasquino è ancora lì, e invece nell’era di internet 2.0, le pasquinate non sopravvivono 24 ore.

      C’è poco da stare allegri!
      Ho riso di quella pagina che sbeffeggiava il potere, e carnevalescamente se ne travestiva…moderno pasquino di pixel.
      Spiace constatare che oggi il potere sia più incattivito – e più spaventato – di quanto lo potesse essere secoli fa….

    27. Gigi, uno che sfotte chi impunemente ha affosato Palermo non corre alcun rischio… purchè lo faccia non nascondendo la propria idendità e con ironia (ciò significa non valicare il confine al di là del quale c’è la calunia). La satira è questa, no?
      Ma l’autore dell’accaunt falso ha fatto ben altro: si è spacciato per un’altra persona utilizzandone nome, cognome e addirittura la foto… e tutto ciò è reato a prescindere che la persona alla quale sia stata “rubata” l’identità sia un Sindaco, un falegname, un delinquente, un gentiluomo, un contadino, un parlamentare ecc ecc ecc…
      In Italia è un reato penale (mi riferisco al “mondo reale” e non a FB) regolato dall’Art 494 del C.P. e si rischia fino ad un anno se il furto d’identità non ha come conseguenze altri reati. Per quanto riguarda il “mondo virtuale”, non so se la legistazione italiana si sia messa a passo con i tempi introducento il reato di furto di identità informatica… però, che io sappia, ci sono numerose sentenze che hanno creato dei precedenti interessanti…
      Ne allego una delle tante:
      http://www.italiainformazioni.com/giornale/media/4836/internet-reato-spacciarsi-persona-diversa-reale-stabilito-corte-cassazione-condannato-ragazzo-toscano.htm

      Gigi… premesso ciò non vorrei che tu pensassi che sto in qualche modo difendendo il sindaco (appositamente minuscolo)… lungi da me un tale fine! Sono perfettamente d’accordo con te quando dici che “loro” non corrono alcun rischio pur commenttendo cose gravissime e che paradossalmente corre più rischi quel poveretto che “babbiava” su FB… ma le cause di questo stato di cose sono da ricercare altrove (leggasi sistema giudiziario che fa schifo).
      Ogni giorno vedo le stesse immondizie che probabilmente vedi tu… vado la nostra città affondare e non posso non pensare che chi ci amministra non abbia nessuna responsabilà!

    28. magari mi sbaglio, ma spiace vedere il nick Michele in nero e non in rosso e senza la P, sarà che il labrador mi piaceva, almeno quello….

    29. Stalker ciao, sono un assiduo lettore e saltuario, anzi… molto molto saltuario “commentatore” di Rosalio. Ho letto i tuoi commenti in molte occasioni in passato ed ho capito perfettamente per chi mi equivochi.
      Ti assicuro che siamo persone diverse… mooooolto diverse….

    30. (michele, in tal caso le mie scuse)

    31. Certo iniziare la giornata parlando di Cammy è la cosa più innaturale che si possa fare …….
      dietro questa barzelletta si celano cose gravissime, il degrado di una città anche agli occhi del mondo, una crisi economica senza precedenti e una puzzaaaaaaaaaaaaaaa……….

    32. Ma siamo sicuri che non era il vero profilo?
      Mi pareva preciso preciso.

    33. E’ vero quello che’ dici Michele, l’autore del falso profilo avrebbe potuto usare un anagramma e una caricatura (tanto basta mostrare solo i denti).
      Il problema sorge quando si parla di leggi giuste in italia, nel migliore dei casi fa ridere come una barzelletta, purtroppo quasi sempre si tratta di “perturbare” la vita degli italiani.
      Il padrone di televisioni nazionali viste dal 50% dei cittadini, di giornali, e riviste, e case editrici non deve fare il politico e se la legge glielo consente vuol dire che è un paese sottosviluppato ed è assurdo parlare di legge in un paese siffatto.
      Poi tutti gli inquisiti o condannati al parlamento, come sopra; anzi, in questo (simil)paese sembra un vanto, un attestato per fare carriera.
      Più terra terra: spacciatori e pirati della strada che tutti i giorni uccidono persone e se ci vanno in galera è per pochi giorni, quando ci vanno.
      Io non lo so se quello che scriveva il buontempone è vero, perché non conosco cammarata e se lo incontrassi per strada cambierei marciapiede (per antipatia lo preciso, e perché è co-responsabile della vergogna di Palermo agli occhi del mondo; munnizza etc.), ma se ci fossero elementi veri, come dirli in pubblico per informare?
      Io in questa censura ci vedo una difesa di casta, perché era un precedente scomodo; si comincia a scherzare su uno della casta e chissà su quanti altri, della casta, altri buontemponi avrebbero proseguito nello stesso scherzo.

    34. …e dico di più,il profilo di Dieghito su fb sarà finto , ma i cani e i gatti che vengono continuamente avvelenati sono veri, perchè le istituzioni non tutelano nè gli animali nè i privati che se ne fanno carico …è una continua estenuante battaglia che non trova soluzioni.
      Cosa faremo !?! …quattro risate su fb mentre loro se la ridono alle nostre spalle !

    35. …e se tutti ci facessimo un secondo profilo face,con il pseudo canmarrata sorriso durbans compreso,elencando le cose cool di Palermo?
      che ci fanno?

    36. Caro Tony,
      C’è qualcun’altro che dovrebbe vergognarsi qui!
      E’ meglio lasciare perdere su ciò che è dignitoso dire.

    37. Esistono tantissimi finti profili di gente famosa…solo lui si sta lamentando…chissà perkè!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.