sabato 22 set
  • Palermo Capitale italiana della Cultura 2018

    Palermo Capitale della Cultura? Lo sa un italiano su cinque, la visiterà meno di uno su tre

    Secondo un sondaggio realizzato dalla Findomestic in collaborazione con la Doxa soltanto un italiano su cinque (il 20,3%) sa che Palermo è la Capitale italiana della Cultura 2018.

    Il 39,7% pensa che sia Matera, l’11,4% che sia Firenze, il 4,5% Torino e il 4,1% Ferrara.

    Soltato il 13,5% dei residenti al Sud sanno che Palermo è Capitale contro il 17,8% di chi vive al Centro e il 19,1% di chi vive al Nord.

    L’8,8% (in prevalenza 45-64enni) è certo che visiterà Palermo nel 2018 e il 24,3% lo ritiene probabile.

    Palermo
  • 10 commenti a “Palermo Capitale della Cultura? Lo sa un italiano su cinque, la visiterà meno di uno su tre”

    1. Le inutili medagliette del sindaco Orlando.

    2. Non c’è da meravigliarsi! I media non ne parlano completamente, al contrario non fanno altro che sponsorizzare Matera e Parma! Chi di dovere dovrebbe farsi sentire! Al contrario, per gratificarci, ci sarà una serie in 12 puntate in Tv sulla mafia!!!! BASTA!!

    3. Spetterebbe anche al comune pubblicizzare l’evento in modo da attirare più turisti e far conoscere la nostra città.

    4. L’8,8% sono oltre 5.000.000 di persone

    5. scusate.. ma chi cacchio va a vedere una città sol perchè è stata nominata capitale italiana della cultura? quanti di voi l’anno scorso sono stati a Pistoia?

    6. Sig. Trash mio nonno diceva “una chiddu chi avi abbannia”, e devo dire che questo proverbio calza a pennello per Pistoia, infatti l’anno scorso Pistoia, piccola città situata nella parte nord della Toscana fra Lucca e Firenze, ha avuto un buonissimo apporto di turisti legati alla nomina a capitale italiana della cultura, anche se la potenziale offerta culturale di Pistoia non è minimamente paragonabile alla enorme e variegata proposta (potenziale) che può vantare Palermo. I numeri parlano chiaro, e su questo sito ci sono due percentuali importanti http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=260252.
      Ora se uno ha poco ma è bravo a vendere anche il fumo della lampa, riesce a sopperire alle mancanze con una buona pubblicità e una ottima organizzazione, viceversa se uno ha moltissimo e butta tutto sulla baciare senza un minimo di programmazione e di marketing adeguato, non vendi una benamata.
      Il mio parallelismo economico finanziario può sembrare azzardato ma in fin dei conti è più facile far capire le cose utilizzando queste metafore.
      Se si va a ricercare anche la capitale italiana del 2016 che era Mantova, si denota un aumento del flusso turistico importante, ma anche Mantova è una bellissima cittadina piena di cultura, ma non potrebbe reggere il confronto con Palermo, con una capitale di regno, una città più che millenaria, insomma ci siamo capiti.

    7. http://www.repubblica.it/viaggi/2017/04/14/news/pistoia_capitale_cultura_cose_da_fare_cose_da_vedere-162946227/
      Allego un link su Pistoia perché ho l’impressione che se ne parli senza mai esserci stati.

    8. Sig. Zelig io ci abito a Pistoia.
      Non capisco il perchè del link, ma chiedo senza polemica, vorrei solo capire.
      Io mi divido fra Palermo e Pistoia, quindi conosco bene le due realtà.
      Sono qui per capire

    9. Gentile Antonino, nel suo post si ha l’impressione che consideri l’offerta di opere d’arte di Pistoia minima nei confronti di Palermo. Siccome io vivo a pochi km da Pistoia ,che conosco, posso dire che non mi sembra paragonabile minimamente un ipotetico percorso di un turista fra i palazzi storici di Pistoia e quello di un analogo percorso a Palermo, per esempio, corso dei mille, per raggiungere il ponte dell’ammiraglio o per raggiungere il castello di maredolce attraverso brancaccio.

    10. Sig. Zelig, anche io vivo vicino Pistoia e conosco bene la realtà di questa città, chiaramente il corollario culturale di Palermo è parecchio più ampio rispetto a Pistoia, sia in architettura che in letteratura, in arte in generale, ma se non altro per le diverse culture che sono passate da Palermo e che ne hanno lasciato testimonianze importanti. Non volevo sminuire minimamente la città di Pistoia, anche perchè se si conosce si capisce che è un piccolo gioiello, che è collocato in un più ampio territorio di straordinaria valenza culturale, comprendente Leonardo da Vinci, o Firenze, o Lucca con le sue Mura, ma anche Collodi con Pinocchio, insomma Pistoia ha avuto tanto da far vedere e lo ha “venduto” bene a mio avviso, quando è stata Capitale della cultura. Palermo avrebbe anche di più se vogliamo, da proporre, e senza polemiche varie dico, che sta facendo poco per valorizzare e incentivare il turismo culturale, quello che per citare il suo link, è quello più lento, meno mordi e fuggi.
      Comunque sia il confronto di idee è sempre piacevole quando avviene in questi termini, e di questo sig. Zelig la ringrazio, e inoltre fa piacere trovare un altro palermitano in trasferta così vicino alla propria città anche se lontano fisicamente.
      Magari la contatto per un caffè.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.