lunedì 20 ago

Archivio del 4 giugno 2018

  • Fiume Oreto

    Il fiume Oreto luogo del cuore

    Vi invito ad uno scatto di orgoglio ed appartenenza per la nostra città.

    Ogni due anni il FAI, Fondo per l’Ambiente Italiano, lancia la campagna I Luoghi del Cuore. È un concorso nazionale che ha come obiettivo quello di puntare l’attenzione su luoghi importanti del nostro paese per varie ragioni dimenticati, sottoutilizzati, trascurati.

    La graduatoria consente di beneficiare di contributi economici per iniziative specifiche fino a 50000 euro senza trascurare il fatto che arrivare in testa alla selezione garantisce una interlocuzione con il FAI e con il sistema bancario che supporta l’iniziativa e dà rilievo nazionale al luogo vincitore.
    Ma è anche e soprattutto un modo per attivare le istituzioni su un progetto che da troppi decenni langue nei cassetti di assessorati e politici fin troppo distratti: il Parco dell’Oreto. Continua »

    Palermo
  • "La mafia uccide solo d'estate"

    “La mafia uccide solo d’estate”, la serie – capitolo 2

    Finalmente è arrivata la tanto attesa seconda stagione de La mafia uccide solo d’estate – la serie – e giovedì abbiamo seguito l’ultima puntata.
    Questa seconda stagione ancor di più non vuole raccontare di un luogo ben preciso e nemmeno della terra stereotipata delle fiction e dei film nonostante resti fedele alla cronologia storica.
    Non ha alcun senso delimitare fisicamente e culturalmente un’intera regione e finire magari per comunicare implicitamente ed automaticamente che quello è un problema o una colpa che si deve accollare solo quella terra.
    Si deve eliminare ogni barriera di razzismo ideologico ed indifferenze sociali perché il problema vive nelle coscienze di ogni singolo uomo e riguarda un intera società e la sua crescita morale e legale.
    Insomma qui non si vuole commiserare questa terra o far scorrere su di essa rimpianti e dolori che universalmente sembrano endemici ed inevitabili.
    E nemmeno vuole raccontare della presenza invadente della mafia, il peso di una mafia che sembra incollata ad ogni siciliano piuttosto che essere un disturbo esterno che si abbatte su esso.
    E poi non c’è davvero bisogno di riproporla in tutte le sue salse ataviche o miticizzate, no, qui la mafia è un percorso sbagliato di una parte della società, la mafia è un modo distorto ed immorale di vivere la realtà sociale che viene dal di fuori di essa, dalla vita di tutti i giorni seppur il suo puzzo aleggi tutto intorno. Continua »

    Palermo, Sicilia