16°C
martedì 24 nov

Archivio del 14 Agosto 2018

  • Favignana

    Decalogo per il visitatore isolano

    Quest’anno un sacco di amici mi hanno detto che saranno in Sicilia per le vacanze. Per loro e anche per tutti gli altri ho scritto questo piccolo elenco.

    1. Preparati allo stupore: sì amico mio. Perché la Sicilia stupisce, lasciando tutti a bocca aperta. Nel bene e nel male: toccherà a te decidere.
    2. Dimentica la puntualità. In Sicilia il tempo non esiste. Un vero siciliano non ti dirà mai «ci vediamo alle 20!». Ti dirà invece «ni videmo a ‘dda via di l’ottu», una finestra temporale che spazia tra le 19:45 e le 20:45. Il primo che arriva, aspetta gli altri.
    3. Non rifiutare mai il cibo. Siamo figli di greci, capisci a me. L’ospitalità è sacra, l’ospite è una divinità. Il cibo da noi è un modo per dire “ti voglio bene”. Più il piatto è pieno, più amore ti stanno dimostrando. Anche se questo vuol dire 3 Kg in più sulla bilancia in meno di 24 ore.
    4. Lo spazio è una convenzione. La tavola è apparecchiata per dieci? Sarete almeno una quindicina. Un ombrellone va bene per due persone? Noi ci accampiamo sotto intere famiglie. La frase che sentirai più spesso quando sarai giù è «che problema c’è: ci stringiamo!». Che se ci pensi ha un significato bellissimo: stiamo più stretti, ma stiamo anche più vicini.
    5. Ognuno è il “compare” di qualcun altro, anche se non ci sono legami di parentela. Ti sentirai chiamare ‘mpare dal parcheggiatore abusivo, dal panettiere, persino dal venditore ambulante di collanine sulla spiaggia. Perché a noi, popolo di emigranti, non ci importa da dove vieni: Polentone, africano, giapponese, aborigeno: quando arrivi tu per noi sei già di famiglia.
    6. Continua »

    Palermo, Sicilia
  • Passante e Anello ferroviario di Palermo

    Il passante ferroviario di Palermo: come saranno le nuove stazioni

    In questi giorni abbiamo assistito finalmente alla corsa del primo treno sul Passante ferroviario, avvenuta giorno 11 agosto scorso, come preannunciato con largo anticipo dalla pagina Facebook Palermo in Progress. Si tratta, per il momento, di convogli destinati alle verifiche tecniche, mentre l’apertura all’esercizio viaggiatori è prevista per il prossimo 9 settembre. Da quel giorno i cittadini potranno finalmente usufruire di un servizio destinato a cambiare la mobilità dell’intera area metropolitana, grazie ad un totale di 21 stazioni. In realtà, la maggior parte di esse, destinate esclusivamente alla sosta dei treni, rientra nella categoria delle “fermate”. Le stazioni vere e proprie, infatti, permettono il “movimento”, ovvero manovre fra i convogli, come le precedenze: ciò che avviene quando un treno si ferma e si fa sorpassare da un altro nella stessa direzione. Utilizzeremo comunque per tutte il termine “stazione” come, d’altronde, è in uso fare anche la stessa RFI. Continua »

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram