17°C
sabato 19 ott
  • Gabriele Marchese

    Marchese (ex comandante Vigili): “Cassonetti lasciati pieni, carte in Procura”

    Dopo la diffusione della lettera dell’ex comandante della Polizia municipale Giuseppe Marchese sul servizio scadente di raccolta dei rifiuti in città e sui numeri delle multe e la replica di Giuseppe Norata, amministratore unico della Rap, Marchese è tornato sull’argomento con una nuova dichiarazione: «I controlli sul conferimento dei rifiuti spettano agli agenti di Polizia municipale, la raccolta e il mantenimento del decoro in città alla Rap. I vigili urbani hanno fatto il loro dovere come dimostrano le tante indagini fatte, consiglio all’amministratore unico della Rap Giuseppe Norata di occuparsi di far funzionare l’azienda e garantire ai cittadini la pulizia che meritano. I miei uomini hanno controllato da sempre il corretto conferimento dei rifiuti. Non solo ma gli agenti della polizia municipale hanno controllato anche lo svolgimento del lavoro degli operai della Rap. Sono stati seguiti gli autocompattori ed è stato accertato e verificato che alcuni cassonetti vengono lasciati pieni. Forse perché così si formano le discariche che vengono ripulite con costi maggiori e in regime di straordinario? Sono tante le cose che abbiamo notato in questi mesi. I fondi per lo straordinario della Rap si trovano, ma per gli agenti della Polizia municipale mai. Comunque gli atti che necessitano di attenzione da parte della Procura sono stati già trasmessi».

    Palermo
  • Un commento a “Marchese (ex comandante Vigili): “Cassonetti lasciati pieni, carte in Procura””

    1. L’ex comandante della Polizia Municipale , Gabriele Marchese, silurato dal sindaco Orlando dopo il fallimento della task force dei vigili urbani, non ci sta a essere additato come “massimo” responsabile di tale “emergenza” e ha annuncia di avere presentato un esposto in procura.
      “I miei uomini hanno controllato da sempre il corretto conferimento dei rifiuti…… Sono stati seguiti gli autocompattori ed è stato accertato e verificato che alcuni cassonetti vengono lasciati pieni “
      Ma l’ex comandante Marchese non si limita a mettere in evidenza tale “stranezza” ma va oltre :

      “ Forse perché così si formano le discariche che vengono ripulite con costi maggiori e in regime di straordinario? Sono tante le cose che abbiamo notato in questi mesi.”

      Ormai appare evidente che la “ verità” del sindaco Orlando che in una recente conferenza stampa aveva dichiarato:
      “ Siamo in presenza di un organizzazione criminale …… la città non può essere consegnata al crimine organizzato”
      Tale tesi ” fantasiosa”non regge.
      Certamente i comportamenti di certi “cittadini” devono essere combattuti con durezza e decisione , e forse la Polizia municipale qualche responsabilità c’è la, ma forse c’è dell’altro.

      L’ex comandante Marchese lancia una pesante accusa alla RAP e al Comune

      La città viene “scientificamente “ tenuta sporca “ Forse perché così si formano le discariche che vengono ripulite con costi maggiori e in regime di straordinario?

      Lo sfogo dell’ex comandante termina con una costatazione:
      “ I fondi per lo straordinario della RAP si trovano, ma per gli agenti della Polizia municipale mai “

      P.S. .Francamente appare evidente che in questa vicenda c’è qualcosa di poco chiaro e le accuse del ex comandante Marchese non possono essere “archiviate” come un … semplice sfogo.
      Forse è giunto il momento che la Magistratura finalmente cominci ad indagare per capire se ci troviamo di fronte a una semplice “incapacità” amministrativa o c’è qualcosa di più .
      Per cose meno gravi le Prefetture hanno a sciolto amministrazioni comunali .

      Forse la salute pubblica non è una priorità ?

      20

  • Lascia un commento (policy dei commenti)

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram