12°C
domenica 15 dic
  • Battello Citta dei Ragazzi

    Palermo città grapi e chiui

    Palermo, più che città cool (come la definì anni fa Panorama), io oserei definirla città grapi e chiui ma non nel senso che si chiui una porta e si grapi un purtuni…no! Nel senso che gira e firria si inaugura (grapi) una cosa che già si era chiusa e a sua volta s’avia graputa. Parissi un discorso confusionario ma io ce l’ho chiaro quindi, cercherò di spiegarvelo come meglio posso e ricorrere ad un esempio che serve sempre in questo grapi e chiui. Primo, non per importanza ma perché oltre me coinvolse pure i miei due amatissimi cani, Vita e Martina, con i quali spesso vado a passeggiare a Villa Giulia belle tranquille, anche perché non c’è quasi mai nessuno, ma questo è un altro discorso perché magari la gente, le mamme con i bambini preferiscono i centri commerciali perché, come mi disse una signora, «a Villa Giulia ‘un c’è niente d’accattari!»…allora andiamo al discorso di cui sopra, non divaghiamo, di solito oltre i “lavoratori” di Villa Giulia (che arrassano una foglia morta! e si siedono sulla panchina…perché certo spostare una foglia morta un poco uno si stanca, magari si impressiona picchì è morta! Comunque…) e i pappagallini che volano liberi e tranquilli quella mattina di qualche anno fa vediamo (io, Vita e Martina) gente in giacca e cravatta mai visti, senza cani! Insomma, ci informiamo e veniamo a conoscenza che da lì a poco sarebbe arrivato il signo’ sindaco Orlando non per parlare con i pappagallini (perché sicuro iddu s’a fira!!!) ma per inaugurare l’apertura di un cancello che da Villa Giulia dava l’accesso direttamente all’Orto botanico! E siccome noi non eravamo in abiti adatti per l’occasione, visto ‘stu via vai di eleganza e celebrità ninni iamo. Per noi Villa Giulia è un posto bello assai e siccome preferiamo per tanti motivi, quando possiamo, non acquistare ci andiamo spesso. Rissi io, il giorno dopo, la prima cosa che devo andare a vedere è ‘stu cancello aperto su un altro luogo di Palermo incantato: l’Orto botanico. Cerco cerco e sorpresa!…’un trovo il cancello chiuso?! (che è una frase affermativa). Mi informo e mi dicono che per motivi di sicurezza ‘stu fatidico cancello era stato chiuso dopo l’inaugurazione.

    Una cosa simile, ma non c’entrava la sicurezza, successe per il prato del Foro Italico. Credetemi, almeno almeno fu inaugurato quattro volte (e se non mi credete cercate notizie su Internet che, secondo me, pure Aranzulla che sapi tutti cuosi di Internet ‘stu riscursu ‘u sapi di sicuro). Ma l’inaugurazione del suddetto prato seguì la par condicio perché due volte lo inaugurò il sindaco Orlando e due volte il sindaco Cammarata, non ricordo bene in che frequenza grapi/chiui…chiui/grapi… Tradotto: inaugura = grapi poi chiui = chiudi ed ecc. ecc. QUA! funziona così…si chiude e si riapre. Insomma certe volte una dice: ma ni stanno pigghianno in giro??? (questa è una domanda retorica).

    Proprio oggi (è successo il 23 maggio 2019) leggo «è stato inaugurato il battello della città dei ragazzi». Ve lo giuro – cercate e vedete se vi cuntu fissarie – ‘stu battello fu inaugurato circa 15 anni fa…

    Ora dici…ma perché ‘stu discursu? Ci staiu pinsannu ora…perché a forza di grapi e chiui mi cunfunnivu!!!!

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram