21°C
mercoledì 20 ott
  • Centro direzionale della Regione a Palermo, scelto il progetto vincente

    Centro direzionale della Regione a Palermo, scelto il progetto vincente

    Il Centro direzionale della Regione Siciliana che sorgerà in via Ugo La Malfa e sarà sede degli uffici degli assessorati regionali sarà realizzato secondo il progetto della mandataria Tekne S.P.A. di Milano, società indipendente di ingegneria e consulenza, che opera sia nel settore pubblico che in quello privato, a livello nazionale e internazionale, realizzato dagli studi di architettura Leclercq Associés, Nicolas Laisne, e Clément Blanchet, di Parigi. Il costo sarà di 425 milioni di euro.

    Il primo atto formale che riguardava la volontà di realizzarla è stato assunto con una delibera della Giunta Musumeci nel maggio del 2018, diventata Legge nel 2019 per volontà dell’Assemblea Regionale Siciliana.

    Palermo, Sicilia
  • 5 commenti a “Centro direzionale della Regione a Palermo, scelto il progetto vincente”

    1. Come sempre,ci vantiamo di essere i migliori in tutti i campi e settori,ma poi (come sempre) diamo i lavori “fuori”così che le nostre maestranze compresi architetto, ingegnere, geometra ecc guardano il salario che prendono quelli di fuori. Dire chi non (esce riesce)è ancora in atto?,ti amo Palermo.

    2. Era la volta buona.. per realizzare finalmente dei grattacieli belli e funzionali….se questa selva di palazzi squadrati e bassi rappresenta il meglio perché altrove (vedi Milano, da dove viene il vincitore) si fanno bei grattacieli dalla forma classica intorno ad una bella piazza avvolgente?!
      …di gran lunga più bello per me il progetto iniziale…

    3. Progetto da brividi vecchio in partenta! In facoltà di architettura di Palermo, decisamente regionalista, saranno contenti dei cubetti decontestualizzati offerti per questo progetto che, secondo me, era già pronto per un altro contesto, non certo per Palermo e le sue temperature!!!

    4. insisto …..guardate gli altri progetti pubblicati su alcuni siti, il terzo è bellissimo! E così direi anche di altri scartati ancora prima, non si capisce perché i grattacieli vadano bene solo a Milano, Napoli (centro direzionale progettato negli anni 70 e realizzato dal 1982) o Torino, e noi dobbiamo accontentarci di scelte estetiche peggiori… questi cub,i o conglomerati che dir si voglia, ricordano più vecchi stereotipi costruttivi che la modernità a cui, invece, per il bando, avrebbero dovuto ispirarsi. In più occupano interamente lo spazio a disposizione, altri progetti prevedevano piazze avvolgenti e tanto verde…. E’ forse Palermo stessa che non merita la bellezza che altrove si realizza? Meritiamo solo casermoni? Stavolta ci sono i soldi, c’è volontà quasi unanime, l’esigenza di raggruppare in poco spazio migliaia di dipendenti ed utenti, cosa impedisce di realizzare dei grattacieli come in altre città? Sono convinto che chi ha effettuato la scelta quando va altrove ammira i grattacieli, ammira il carattere simbolico ed iconico di certi edifici….solo qui non funzionano? Cosa abbiamo di meno?

    5. https://youtu.be/0F9m93MzIes

      guardate questo progetto…scartato! E’ o no più bello? E ce ne sono altri simili scartati…appena verranno pubblicati li vedrete…
      Non critico l’aspetto funzionale, non sono un esperto, ma mi limito all’impatto iconico ed estetico…a voi il giudizio. Qualcuno è contro i grattacieli, ma solo in Sicilia.

  • Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram