12°C
martedì 5 mar
  • Riapre il Nuovo Montevergini con le "Orestiadi Palermo", alcune iniziative al Museo Riso

    Riapre il Nuovo Montevergini con le “Orestiadi Palermo”, alcune iniziative al Museo Riso

    Riapre oggi il Nuovo Montevergini (piazza Montevergini). Era stato uno dei centri culturali più attivi negli ultimi anni in città prima che venisse eletto Leoluca Orlando. Grazie a un protocollo d’intesa siglato dalla Fondazione Orestiadi con l’Assessorato alla cultura del Comune di Palermo insieme al Teatro Massimo, Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, Teatro Biondo, Conservatorio Alessandro Scarlatti di Palermo, Accademia di Belle arti, ma anche confermando un’importante collaborazione con il Museo Riso e l’Assessorato ai Beni culturali della Regione Siciliana si svolgeranno degli spettacoli nell’ambito delle Orestiadi.

    Il direttore artistico del festival è Alfio Scuderi, che aveva già curato la direzione artistica del teatro in passato.

    L’1, 2 e 3 dicembre si svolgerà la performance itinerante, tra parole e musica, omaggio a Italo Calvino nel centenario dalla sua nascita, Città invisibili e mondi possibili, progetto realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura.

    Lo spettacolo in due parti, che andrà in scena venerdì 1 con replica il sabato 2 dicembre alle ore 21:00 (ingresso 10 euro), inizierà attraverso il racconto di quattro “Città invisibili” di Italo Calvino affidato alle attrici Silvia Ajellli, Beatrice Barillà, Stefania Blandeburgo e Giuditta Perriera. Mentre la seconda parte, a seguire, sarà affidata alle voci di Claudio Gioè e Filippo Luna che leggeranno due “Cosmicomiche”, le musiche degli Akkura faranno da colonna sonora alla performance che si trasformerà in un concerto finale.

    Domenica 3 dicembre, alle ore 19:00 (ingresso libero fino ad esaurimento dei posti), spazio a Calvino e la Sicilia, testimonianze, ricordi, letture per raccontare il rapporto tra Calvino, Sciascia e Vittorini, con le letture a cura di Luigi Maria Rausa e Roberto Salemi. A seguire, Suoni e visioni dalle Città Invisibili, con immagini e musiche a cura di Roberto Nicastro.

    Sabato 9 e domenica 10 dicembre il Nuovo Montevergini entrerà in relazione con un altro luogo simbolo del contemporaneo, ovvero il Museo Riso per accogliere l’iniziativa realizzata con il Sostegno dell’Assessorato Beni culturali e dell’identità siciliana Laboratorio Orestiadi – tra arte e teatro, un percorso che si svilupperà coinvolgendo contemporaneamente i due spazi, tra arte e visiva e teatro, per raccontare proprio quell’identità unica che ha segnato la storia delle Orestiadi. In mostra, a cura di Enzo Fiammetta, alcune opere della collezione delle Orestiadi, che tra arte e teatro, racconteranno la storia del Festival (inaugurazione alle 18:00). Dalle 19:00 (ingresso libero fino ad esaurimento posti, in replica domenica 10 dicembre), in scena negli spazi museali del Riso il progetto Itinerante “Pezzi da museo, storie di donne su tela”, con Silvia Ajelli, Federica D’amore, Eletta Del Castillo, Aurora Falcone e Fabrizio Romano. Sempre sabato 9 dicembre, al Nuovo Montevergini, alle ore 21:00 (ingresso 10 euro) andranno in scena due spettacoli di narrazione di e con Marco Baliani: sabato 9 Corpo Eretico, dialogo in tempo presente con Pier Paolo Pasolini, e domenica 10 Opposti flussi.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram