giovedì 27 nov

Archivio del 19 luglio 2006

  • Fermata!

    Ore 16, Via Duca della Verdura angolo Via Libertà. Settimo platano a destra, quello piccoletto a ridosso della fermata di Piazza Alberico Gentile. C’è un’enorme anguria spatacchiata ai piedi dell’alberello. Lì per lì penso che un encomiabile cittadino, dispiaciuto per le condizioni pietose dell’alberello, l’ha concimato come poteva. La polpa, sgranata ma ancora succosa e rossa come sa essere la polpa di un melone maturo, è esposta alla vivida luce solare. Numerose macchie nere costellano il rosso: mi sento fissato da quelli che per un istante immagino essere i molteplici occhi di una creatura celeste. Ma altre macchie nere si spostano avanti e indietro! La mia vista non è più così buona come una volta … e nella frazione di secondo che trascorre tra la percezione dei semi e quella delle mosche io mi commuovo. Il disgusto che sale dalle mie viscere è sostituito nel mio cuore da una lode. Grazie al cielo si tratta di materia organica. Nutrimento per le mosche, l’anguria si spappolerà e la materia organica dissolta dai batteri aerobici colerà nel terreno e nutrirà l’esile alberello. Il sole farà il resto e forse tra un mese dell’anguria resterà solo il ricordo e una grossa macchia marrone-verdastra: sempre meglio di una bottiglia di plastica! Nel frattempo ho potuto abbronzarmi nell’attesa di un centouno, una ventina di minuti. Perché pretender di più da Palermo? ***

    Con questo post vado in vacanza. Per almeno tre mesi non disporrò di accesso internet per cui i miei interventi saranno meno che sporadici. Forse in autunno riprenderò a scrivere, chissà. Buone vacanze a tutti.

    Palermo
  • Ho scritto a Bernardo P…

    Qualche giorno fa ho scritto a Bernardo P. chiedendogli di contribuire come ospite a Rosalio. Non me ne vorrà se pubblico qui la sua risposta, considerato che la sua corrispondenza privata tanto privata non lo è più.

    Baciolemani caro T.

    compadibilmente col gabbio nel quale momentaneamente soggiorno, sono compiaciuto dal poter fare affari con voi.
    Di che affari si tratta? Contrabbando di parole? Diciamolanostrachedicolamia? Estorsione di verità scomode assai?

    Il mio cuore batte sempre a Palermo e mi ci piace di molto l’idea di arrivarci di penna se non di perzona fisica.

    Dite dite…

    Bernardo P.

    E gli ho risposto:

    Gentilissimo signore,
    gradiremmo averla come ospite occasionale nel nostro blog su Palermo che si chiama Rosalio il cui nome vuole onorare la Santuzza a entrambi cara.
    Io e gli altri autori siamo come una “famiglia” (senza nulla togliere a quella a cui lei appartiene) e avere un padrino d’eccezione come vossìa sarebbe per noi ottima cosa.
    Qualora dovesse accettare le richiediamo un pizzino ogni tanto da pubblicare in esclusiva da noi.

    Baciamolemani di ritorno.

    Tony Siino

    Aspetto un suo pizzino (elettronico, s’intende).

    Palermo
  • Pizzino e il miraggio della satira. Viaggi fuori dai retaggi 1/2

    COS’È PIZZINO
    Diciamo subito cos’è Pizzino: un mensile di satira made in Sicily, che esiste da fine maggio 2005. Un fogliaccio senza pubblicità né padrini, nato e soprattutto vivente grazie al sostegno di centinaia di abbonati sparsi in tutta Italia e non solo. Non ha certamente tirature da grande distribuzione, né si può dire che tutti quelli che lo conoscono o ne hanno sentito parlare ne abbiano mai avuto una copia in mano.
    Questa piccola premessa potrà servire a capire meglio il seguito di questa storia. Continua »

    Ospiti
  • La notte delle chitarre

    Notte delle chitarre

    Cosa meglio della musica può ravvivare un ricordo, un pensiero? Spesso proprio con la musica e le parole si riesce a riportare alla mente qualcosa di importante, associare ad esso un avvenimento o una persona.
    Ecco perché a Palermo, il 19 luglio alle 22:00, in via D’Amelio, nella giornata della commemorazione della morte di Paolo Borsellino, uno dei personaggi più amati e rispettati dalla città, si svolgerà un importante manifestazione musicale a cui parteciperanno grandi nomi della musica italiana. Continua »

    Palermo
  • Palermo ricorda Paolo Borsellino

    Paolo Borsellino

    Nell’anniversario della strage del 1992 in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cusina e Claudio Traina, il vicesindaco di Palermo, Giampiero Cannella deporrà alle 11:00 una corona di fiori in via D’Amelio.

    L’Associazione Nazionale Magistrati di Palermo commemorerà le vittime alle 11:00 nell’aula magna della Corte d’appello di Palermo e alle 15:30 si raccoglieranno in preghiera al cimitero di Santa Maria di Gesù.

    Alle 16:00 si svolgerà in via D’Amelio una manifestazione di Libera inserita in 48 ore per lo sviluppo e la legalità.

    Alle 19:00 il presidente della Provincia di Palermo Francesco Musotto deporrà una corona di fiori in via D’Amelio. La Provincia dedica un libro fotografico ai luoghi simbolo dell’antimafia dal titolo Alla memoria…. Alle 19:30 ci sarà la presentazione nella chiesa di S. Saverio (piazza S. Saverio) al termine di una messa solenne.

    Alle ore 20:00 partirà da piazza Vittorio Veneto la fiaccolata di Azione Giovani che si concluderà in via D’Amelio, dove si terrà il concerto Rock contro la mafia, con gli Iridyum, Maurizio Solieri, Max Cottafavi, Ricky Portera e le Custodie Cautelari.

    Palermo