venerdì 18 ago
  • Zone blu, operative P19 e P20

    Sono operative da ieri due nuove zone blu denominate P19 (zona Cavour) e P20 (zona Papireto-Tribunale) che si vanno ad aggiungere alle zone P2 (zona Monte di Pietà-San Domenico) e P4 (zona Massimo-Politeama).
    La ditta Apcoa gestirà circa 70 fra strade e piazze, nelle quali tariffe e agevolazioni saranno in linea con gli standard applicati nelle altre zone blu che già sono gestite dall’Amat per conto dell’Amministrazione comunale.

    Nella zona P2 si pagheranno 75 centesimi di euro per ogni ora di sosta, negli altri tre settori tariffa di un euro (la sosta tariffata sarà in vigore nei soli giorni feriali). Possono ottenere il pass per parcheggiare gratuitamente i residenti (massimo due permessi per ciascun nucleo familiare) e i dimoranti o domiciliati (non più di uno). È escluso il cumulo di pass di diverse tipologie. I cittadini già titolari di pass potranno continuare a utilizzarlo fino alla loro scadenza naturale. Ciò vale innanzitutto per l’area P4, ma pure chi possiede un pass relativo all’area P5 potrà utilizzarlo fino al 31 agosto nella nuova area P19, che è nata da un frazionamento della vecchia P5 (chi è residente in P19, poi, dovrà far sostituire il vecchio tagliando con quello Apcoa, ma l’operazione sarà gratuita e verrà confermata la data di scadenza del pass originario).

    Per il rinnovo dei pass scaduti e per il rilascio di quelli richiesti ex novo, modalità e tempi saranno resi noti nei prossimi giorni. In ogni caso, gli utenti dell’area P2 potranno continuare a esporre sul cruscotto dell’auto, fino al 31 agosto, gli stessi contrassegni scaduti lo scorso 15 luglio. Gli aventi diritto al pass per le aree P2, P19 e P20, nelle more e fino al 31 agosto, potranno esporre sul cruscotto la carta di circolazione del veicolo, che riporta il luogo di residenza, o altri documenti dai quali si evinca il domicilio, come la copia dell’atto di proprietà dell’appartamento, del contratto di locazione, della dichiarazione sostitutiva del proprietario o delle utenze intestate al diretto interessato (in pratica, gli stessi documenti accettati dagli sportelli comunali per il rilascio del pass).

    Dei posti auto complessivamente assegnati, circa un terzo (891), in corrispondenza di aree con maggiore presenza di servizi pubblici e commerciali, sarà esclusivamente a rotazione: qui pass non validi e pagamento della tariffa oraria obbligatorio per tutti. Tuttavia, soltanto 460 diventeranno subito operativi. Gli altri, invece, saranno in vigore dal 1° gennaio 2007 e fino a quella data sarà possibile utilizzarli anche esponendo il pass.

    Le schede gratta e parcheggia della Apcoa potranno essere acquistate, nelle zone interessate, presso esercizi commerciali convenzionati (la raccolta delle adesioni è in progress). Inoltre, in alcune strade gli utenti potranno utilizzare i parcometri automatizzati (attualmente ce ne sono 41) in grado di funzionare sia con l’inserimento delle monete, sia con una speciale tessera prepagata da 25 euro dotata di un microchip per la decurtazione del credito. I permessi a pagamento possono essere acquistati soltanto presso la sede Apcoa di piazza Vittorio Emanuele Orlando 37/38 (tel. e fax 091333139; e-mail), nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30.

    Palermo
  • 38 commenti a “Zone blu, operative P19 e P20”

    1. E pensare che il mio colore preferito è (ops…era) il blu! 🙂

    2. A Firenze, dove vivo, la città è divisa in 7 zone. I residenti, per potere parcheggiare gratuitamente nella propria zona di residenza, fotocopiano la parte del libretto dove risulta targa ed indirizzo, la espongono sul cruscotto e ….saluti. Come può essere più semplice la vita!!

    3. alessandro, rigiro la cosa che hai detto al Comune di Palermo. Noi residenti paghiamo 10 euro l’anno + 2 euro circa di tasse bancarie. Ci facciamo le code nelle filiali dell’unica banca autorizzata a fare queste operazioni. E’ un piccolo calvario annuale. Ora, gentilmente, ci hanno permesso di dilazionare il calvario biennalmente. Almeno, risparmiamo un fatica.
      Comunque la verità é che qui non si fidano dei cittadini, oltre a tartassarli senza motivo.
      Una domanda, se uno ha più macchine per la stessa residenza?
      E per gli Studi o gli esercizi commerciali, come ci si regola?

    4. Teresa, conosco il calvario perchè l’ho dovuto subire per ottenere il pass per mia sorella. Oltre la coda mostruosa in banca una altrettanto mostruosa in via Roccazzo, sulla strada, senza numero e fra gente esasperata.
      Se si hanno più macchine non importa purchè riportino la residenza.
      Per studi, esercizi commerciali ecc. bisogna fare la richiesta ai vv.uu. Ma ti assicuro è semplice e si ottiene il contrassegno in giornata.

    5. Allora siamo davvero tartassati, Alessandro, mi rendo conto.

    6. Teresa Campisi hai molto a cuore questo blog chiamami se sei carina 😉

    7. Teresa, to rendi conto solo ora? Seconto te perché Palermo è tra le ultime città italiane per qualità della vita? Forse perché i continentali ci odiano e cercano in tutti i modi di screditarci? Per restare sullo spicciolo e non toccare i grandi temi dell’economia, della legalità etc, ti pare normale che i semafori a Palermo durino due minuti? Se realizzano il termovalorizzatore di Bellolampo che aria respireremo? La provincia si è opposta, il comune che ne pensa? Sai quante auto a norme euro4 (stima WWF) scaricano ogni giorno le stesse polveri sottili (le pm10, delle altre non si sa) del TV di Bellolampo? Circa 1 milione. Le diossine, i furani etc? Circa 13 milioni di auto, concentrate su pochi metri quadrati; con venti prevalenti da sud/sudovest, gas e polveri arriveranno direttamente su Palermo. Ti rendi conto? Dov’è l’amministrazione? Perché e come mai non chiede ad ARPA o ad un istituto universitario una stima sull’impatto climatico, chimico e fisico ambientale? Ti rendi conto?

    8. …ops, saltate delle righe. > Ciao

    9. …ops. Ti pare normale che i semafori a Palermo durino due minuti? A Milano le luci del semaforo si alternano ogni 50 secondi ed il traffico scorre fluido e se così non fosse l’aria sarebbe irrespirabiel (ok, già lo è). Ma Palermo, considerato il clima più ventoso, la viabilità limitata e il numero di auto, non si trova in condizioni tanto migliori di Milano. [Scusate, problemi di formattazione di dipendenti dai caratteri usati]

    10. sto cercando disperatamente la determina del sindaco con la quale affida la gestione delle zone blu ad APCOA, qualcuno mi può aiutare???

    11. questa mattina sono stato negli uffici APCOA e mi hanno comunicato che nella zona dove io risiedo ex P5 ora P19 a partire dal 31-12-06 i residenti non potranno piu posteggiare, trovo tutto ciò incredibile!!!!non saranno validi pass ed abonamenti.

    12. In tanto Giovanni, credo che a parte i semafori, i problemi di viabilità ed inquinamento di una città come Palermo che é la 5.a in Italia per numero di abitanti, non possono essere risolti con le targhe alterne, o semafori più efficienti.
      Ci vorrebbe un trasporto pubblico interrato (dicesi metropolitana), come esiste a Roma, Milano, ed anche, se parzialmente a Napoli (dove tuttavia esiste un buon sistema misto, fra metropolitana interrata, di superficie, funicolari e tram, non ché ovviamente autobus, che sono l’ultimo mezzo che io considero fra i pubblici).
      Tutto il resto diventa palliativo.
      E non si dica andate in bici, perché a parte il fatto che non esistono piste ciclabili ( e non ricordatemi quelle che finivano sulle edicole in Via Libertà, disegnate sui marciapiedi), e che non sempre in bicicletta puoi trasportare figli, spesa e carichi eventuali.
      Ci vorrebbe un serio programma di infrastrutture pubbliche, altro che domeniche no car o targhe alterne!

    13. essi, ti chiamerei, se avessi un qualche tuo riferimento, che non trovo.

    14. Teresa ti do immediatamente un riferimento
      3404005476 questo è il mio numero di cellulare .
      Adesso non hai più scuse 😛

    15. ancora non ho capito. avendo un abbonamento (AMAT) per lavoro dipendente in zona P4 posso ancora parcheggiare?
      c’è qualcuno che lo sa?

    16. Tiziana, se ho letto bene, non si parla delle zone P4, che quindi manterrebbero, credo (ma ti conviene chiedere all’Amia), le condizioni pregresse. Pare invece riguardi in parte la zona P5, perché in parte assimilata alla nuova P19, che é un frazionamento della prima. Per la P4 leggo che é a 1 euro di sosta tariffaria (non ho idea di quanto fosse prima), e cmq fino al 31 Agosto puoi utilizzarla.
      Ho anche visto il sito dell’AMIA, ma la P4 non é riportata. Mi sa che fai prima a farci un salto, nel dubbio.

    17. Teresa ed io sono ancora in attesa di tue notizie 🙂

    18. essi, siccome non ti ho mai visto su questo blog, con questo nick, scusami, non so chi9 tu sia e quindi le attenderai ancora per molto tempo.

    19. Io non comprendo cosa ci sia di male a socializzare un pò !
      Certo che riconscere una palermitana anche in chat è cosa abbastanza semplice basta leggere la risposta di Teresa per capire 😉
      Teresa campisi scrive:
      6 Agosto 2006 alle 21:40

      essi, siccome non ti ho mai visto su questo blog, con questo nick, scusami, non so chi9 tu sia

      Tradotto viene fuori la classica frase siciliana ” A cu Appartieni ? ”

      La prossima volta ti mando il mio curriculum vitae o gli estremi della mia carta d’identità 😀

      Evviva che sempre siculi siamo 🙂

    20. Chat?

    21. Teresa pare improntata alla massima cautela… La diffidenza la pervade… Ma che forse la voce di ESSI (contatto telefonico) potrebbe trasmettere un qualche virus??
      🙂
      🙂
      🙂

    22. Perchè i miei smiles non si trasformano in faccine? uffa…

    23. 🙂 😉 😛

    24. PERCHE’ TUTTI I PARCHEGGI DELLA CITTA’ NON SONO GESTITI DA UN’UNICA SOCIETA’?
      FORSE PER ACCONTENTARE PIU’ AMICI E COMPARI IN CAMBIO DI VOTI?

      PERCHE’ NON E’ IL COMUNE A GESTIRLI DIRETTAMENTE?
      FORSE PER SCAVALCARE I CONCORSI PUBBLICI E ASSUMERE FACILMENTE I FIGLI DI AMICI E COMPARI.

      PERCHE’ L’0PPOSIZIONE NON SI OPPONE VERAMENTE?
      FORSE PERCHE’ QUALCHE FETTA DI TORTA LA MANGIANO ANCHE LORO?

      PERCHE’ CHI PARCHEGGIA ABUSIVAMENTE NELLE ZONE BLU VIENE MULTATO, E SI PUO’ PARCHEGGIARE LIBERAMENTE SULLE STRISCE, SUI MARCIAPIEDI, IN DOPPIA E TRIPLA FILA?
      QUALCUNO MI AIUTI A RIVOLVERE QUESTI QUESITI, GRAZIE.

    25. Domani lunedì 11 alle ore 16.30 in via villafraca 54 si terrà la conferenza stampa di presentazione del comitato civico dei cittadini residento nelle zone p2, p4, p19, p20.

      il comitato chiederà il ripristino delle condizioni di parcheggio precedenti alla convenzione ed una maggiore attenzione alla questione del traffico, chiedendo che si trovino soluzioni alternative (percorsi alternativi e potenziamento dei mezzi pubblici) per normalizzare la situazione attualmente insostenibile.

    26. Salve, sono residente nella Zona P4 ed ho
      potuto constatare che il personale della
      società Apcoa il solo servizio che svolgono è quello di multare le auto che sostano nella zona “Gratta e parcheggia” senza interessarsi di controllare le zone dove i residenti muniti di pass dovrebbero potere parcheggiare, con il risultato che i posti riservati vengono occupati da auto che non espongono il tagliando gratta e parcheggia.

    27. Sono residente nella zona P2 e credo proprio che il personale APCOA non controlli assolutamente chi espone o meno il pass. Per non parlare di tutti quelli che continuano a posteggiare in doppia fila con tanto di posteggiatori “abbbusivi” vigilanti. Ma i vigili urbani dove sono?

    28. Trovo assurdo che i residenti/dimoranti di quelle rare viuzze, per lo più vicoli, che non sono stati trasformati in zona blu non abbiano diritto a chiedere il pass, pur trovandosi circondati da tutti i lati da zone blu. Come si può costringere un cittadino a cercare posteggio proprio sotto casa (seppure gratis) altrimenti niente? Trovo ragionevole che trattandosi di una situazione che penalizza tantissimo alcuni soggetti la soluzione sia quella di dare diritto al pass nella zona blu limitrofa a coloro che si trovassero circondati dalle zone blu pur abitando in una strada senza strisce blu.

    29. ho letto tutti i commenti su apcoa e sono in grado di descrivere una inedita porcata : sostando in zona apcoa ho cercato ovunque un gratta e sosta. Un bar e un tabacchino mi hanno chiarito che non ne tengono più dal momento che li tengono i posteggiatori abusivi i quali, tra l’altro, non li annullano, li posano solo all’ultimo minuto e li riciclano. Per il resto ho scritto ad “”altro consumo”” per conoscere il parere su questi fatti : 1 – il comune può diventare proprietario ed affittare porzioni delle strade ? ” – Il comune può imporre di cercare tanti gratta e sosta quanti sono i beneficiari appaltanti ? Inoltre scriverò al Ministro Barzani che stà lavorando contro gli iniqui balzelli. Ciao a tutti.

    30. Rik non é vero.
      io stessa li ho comprati dal tabacchino all’entrata di Piazza Politeama, e da Bar Bobuccio, quando mi servivano.
      Mai trovato questa clientela o riserva privata di cui parli.
      Ne Ho comprati 4, come ne Ho circa lo stesso numero per le altre zone, casomai mi dovesse capitare di parcheggiare in zona non mia (assurdità massima casomai questa).
      Prima di scrivere all’adiconsum, informati bene, se no fai la figura del pivello.

    31. io frequento molto la zona del centro per lavoro e devo riconoscere che quanto meno l’apcoa ha posizionato tantissimi parcometri quasi uno in ogni via che gestisce, risultato non mi rompo le palle a cercare le schede e sopra tutto ai parcheggitori abusivi non do più un soldo… ciao

    32. finalmente con questa nuova società (non ricordo il nome) un po si ragiona, devo dire che gli operatori sono educati, e al punto di vista tecnologico è una società avanzata, intendo i parcometri e quei siluri per chiamare gli operatori… sembra quasi il nord

      ciao a tutti

    33. bella “sembra quasi il nord!”
      peccato che al nord già si paga il parcheggio con un SMS!
      😉

    34. sms????
      al massimo la mandiamo ai parcheggiatori abusi gli sms….

    35. BUONGIORNO. DESIDEREREI AVERE SOLO UN’INFORMAZIONE. LAVORIAMO IN ZONA P19 E SINO AD ORA ABBIAMO PARCHEGGIATO NEGLI APPOSITI SPAZI PAGANDO L’ABBONAMENTO MENSILE. CI HANNO COMUNICATO CHE CI SARA’ TOLLERANZA SINO AL 31/8 P.V. PERCHE’ DA SETTEMBRE NON ESISTERANNO PIU’ QUESTI ABBONAMENTI, MA C’E’ QUALCUNO CHE SA DOVE SARA’ POSSIBILE PARCHEGGIARE? MA PERCHE’ TUTTO DIVENTA COSI’ COMPLICATO…
      GRAZIE

    36. Ciao Tiziana,
      anche io abito da quelle parti…la situazione (quantomeno scandalosa!) è in divenire: ancora non si sa nulla. Anche io vorrei avere qualche notizia a riguardo perché il 31 agosto è passato e non si sa cosa accadrà. Non so neanche se il mio vecchio pass dell’AMAT varrà qualche cosa, almeno fino a nuove disposizioni…boh…Forse, visto che, ovviamente, tantissime persone si sono “lamentate”, quelli dell’APCOA stanno temporeggiando per trovare la soluzione migliore, o quantomeno una soluzione che gli consenta di guadagnare di più senza incorrere in seri rischi di linciaggio…
      se sai qualcosa scrivimi a daniele.davola@yahoo.it. Se mi dai la mail ti faccio sapere anch’io. DANIELE

    37. errata corrige: scusami, volevo dire VALERIA!

    Lascia un commento (policy dei commenti)