martedì 22 ago
  • Oggi la proclamazione dei consiglieri

    La Segreteria generale del Comune di Palermo ha reso noto che oggi alle 11:30 nei locali del Solarium (via Messina Marine) avverrà in seduta pubblica la proclamazione dei consiglieri comunali eletti nelle elezioni amministrative del 13 e 14 maggio scorsi. Saranno resi noti i dati definitivi relativi ai voti di lista, ai seggi attribuiti e ai voti di preferenza.

    Palermo
  • 11 commenti a “Oggi la proclamazione dei consiglieri”

    1. Speriamo che svolgano il loro compito con competenza, correttezza ed onestà, nell’interesse dei cittadini che li hanno votati, almeno coloro che non sono stati “scelti” direttamente dal sindaco.
      Speriamo che Palermo possa con la loro opera crescere e progredire, diventando quella città che noi tutti vorremmo che fosse.
      Speriamo che… la nostra non rimanga solo una speranza.

    2. …la cosa bella e’ che viviamo nell’incertezza che alla fine se dovesse davvero paventarsi l’idea che ci sono stati brogli o cose simili tutto quello che verra’ detto o fatto in questa giornata potrebbe rivelarsi una farsa….palermo e i palermitani hanno bisogno di una spinta vera!w palermo e santa rosalia!!!!

    3. Purtroppo,ogni volta che si vota,appare il “fantasma”….broglio….se ne parla sempre ma,non si trova mai!!!!Se vince la dx la sn dice che ci sono brogli e viceversa….La gente si aspetta che almeno una volta si trovi questo benedetto broglio!La mia modestissima opinione è che ogni volta si riempiono le pagine dei giornali con accuse e contro accuse,così passa il tempo,poi è sempre colpa di qualcun altro se non si è riusciti a fare nulla per la città e i cittadini!!Credo che ormai abbiamo toccato il fondo….Girando la città si vedono delle belle opere “incompiute”ma non è mai colpa dell’attuale amministrazione…sempre colpa di altri…sono 30 anni che vivo a Palermo,e ogni volta che ci sono le votazioni si parla di lavoro,di miglioramenti, di risanamento del centro storio……Peccato che restano solo…parole…

    4. La cosa che piu’ mi rattrista e’ sentire le tue parole manuela…purtroppo sono condivise dalla quasi totalita’ dei palermitani…dico quasi e non tutti perche’ naturalmente per quella parte di palermo che preferisce non vedere le cose negative(tantissime),tutto va bene..tutto procede…il ritornello e’ sempre quello…

    5. ah, la proclamazione degli eletti con quei verbali tutti “arripizzati”…
      ma come facciamo a sopportare ancora questa situazione io non me lo spiego.
      vuol dire che alla maggioranza sta bene.

      a me chi vince vince non interessa, basta che lo faccia regolarmente.

    6. Ma perchè non approfittiamo di questo post per fare proposte e suggerimenti ai nuovi consiglieri in modo che sin d’ora possano tenersi occupati e svolgere nel migliore dei modi il loro compito?
      Se permettete, comincio io.
      A me sembra abbastanza ingiusto che chi è proprietario di un box o posto auto considerato come pertinenza dell’appartamento in cui risiede (quindi come prima casa), debba SOMMARE le 2 rendite catastali ai fini del pagamento dell’ICI (ma anche ai fini dell’imponibile IRPEF è così). Sarebbe più giusto invece SOTTRARRE la rendita del box da quella dell’appartamento, nella considerazione che l’auto in esso custodita non occupa spazio sulla pubblica via, lasciando libero un posto che il Comune invece di solito utilizza come zona blu a pagamento, lucrando quindi 2 volte.
      Non solo, secondo me lo stesso principio dovrebbe essere applicato anche ai fini dell’imponibile IRPEF, consentendo a chi paga un posto auto scoperto o un garage pubblico di poter detrarre la relativa spesa, magari con opportuni coefficienti correttivi. Che ne dite?

    7. Ciao a tutti,
      si parla di brogli..sinceramente non ci credo.Certo però, ho sentito che in una lista è stata eletta una candidata che a urne chiuse era seconda dei non eletti distaccata di circa 100 voti dal primo..com’è possibile?
      “spero” nell’incompetenza di chi ha fatto il primo conteggio.
      Ciao a tutti.

    8. Fabrix il tuo approccio lo trovo valido.
      Questo, come altri blog e siti di associazioni civiche di Palermo, possono essere i luoghi dove poter costruire proposte e petizioni da presentare “ufficialmente” al comune di Palermo!
      L’importante e’ essere consapevoli dei problemi che attanagliano da tempo questa città e quindi partire da questa constatazione per costruire proposte come quella che tu hai formulato.
      Quindi ben venga la tua proposta. Oltre alle proposte occorre che i gestori dei siti e dei blog palermitani si facciano portatori e sostenitori di queste proposte dei cittadini, se no’ a che servono se non per dare un contributo attivo al miglioramento della qualità della vita dell’ambiente in cui viviamo !
      Proponiamo le nostre idee e dopo domandiamo ai gestori di blog-siti di creare un apposita sezione dedicata alle proposte dei cittadini per migliorare la nostra città, quindi firmiamo le petizioni in tanti.
      Ci sono siti che già stanno lavorando in questo senso http://www.bispensiero.it , http://www.isolepedonali.org , http://www.legambiente.it (sicilia), http://www.casastatione.it e altri ancora che ora non mi sovvengono.
      Creiamo una rete di questi siti dove in ognuno si propongono iniziative tematiche.
      L’ICT, Information Communication Technology, ci puo’ dare una mano come è gia’ successo in altre realtà urbane italiane ed europee.
      C’è nel sito dell’ARS Sicilia anche la possibilità di proporre – da parte dei siciliani – idee di disegni di legge ai deputati regionali. Usiamo anche questo strumento.
      Cerchiamo di usare tutti i mezzi che internet ci mette a disposizione per fare rete. D’altronde chi ci guadagna siamo tutti i cittadini e i siti-blog ci guadagnano in termini di visibilità e ruolo civico svolto nel territorio.
      Speriamo che Rosalio sia ricettivo in questi termini !!!
      Auguri di buon lavoro a tutti noi !

    9. E allora, visto che chi tace acconsente (quando non è distratto), io continuo a lanciare proposte.
      La raccolta differenziata dei rifiuti, oltre che un “dovere” civico, potrebbe diventare un “interesse” civico, nel senso che potrebbe ricevere un notevole impulso se fosse incentivata adeguatamente. Ad esempio, si potrebbe immaginare un sistema di apertura-chiusura degli appositi contenitori mediante una tessera magnetica (tipo bancomat) contenente i dati di ciascun titolare di utenza ai fini della TARSU e collegata ad un sistema informatico.
      Un sistema automatico di pesatura “contabilizzerebbe” quanta plastica o carta o vetro l’utente di volta in volta conferisce e lo immagazzinerebbe come dato: ogni “tot” chili, scatta un bonus in euro da detrarre dall’imposta annuale totale.
      Naturalmente, i contenitori dovrebbero sorgere in aree presidiate, in modo da evitare possibili abusi… e poi ci sarebbe un altro aspetto positivo da non sottovalutare. Poichè il sistema non sarebbe in grado di distinguere la “mia” plastica da quella di “altri”, si potrebbe instaurare un meccanismo virtuoso per cui ognuno, pur di guadagnare bonus e pagare meno TARSU, magari sarebbe indotto a raccogliere bottiglie di plastica buttate a terra da qualche maleducato.
      Beh, che ne dite?

    10. premesso che esistono già metodiche per la raccolta differenziata (tipo sacchetti distribuiti dai comuni con codice a barre identificativo dell’utente e conseguente raccolta programmata), posto che questo, in genere, funziona bene nei comuni non troppo grandi, ma proporlo a Palermo mi pare pura fantascienza – fatta eccezione per un aspetto che è quello economico: se a tot chili corrispondessero tot euro allora vedremmo, come già vediamo per altre tipologie di rifiuti, un “raccolta differenziata” spontanea, autonoma, attrezzata con “lape”, un piccolo esercito che da tempi immemori nella nostra città ha fatto del riciclato una, ancorchè povera,attività.

    11. Per Maurizio Salerno: non ci sarebbe “movimento” di denaro. Tot chili di riciclato = tot euro in meno da pagare per la TARSU da parte del contribuente.
      La mia comunque era solo una proposta, certamente suscettibile di miglioramenti.
      Grazie per l’attenzione.

    Lascia un commento (policy dei commenti)