giovedì 17 ago
  • Li Bassi a Parigi in “Uno scultore”

    L’attore palermitano Giorgio Li Bassi ha debuttato ieri al Théâtre de la Cartoucherie – Epée du Bois di Parigi con Uno scultore nell’ambito del festival Un automne à tisser diretto da Jean-Claude Penchenat. Le repliche proseguiranno fino a mercoledì 5 settembre.

    Uno scultore è opera del drammaturgo italoamericano William Mastrosimone. La regia è di Fulvio Ianneo. Gli interpreti, oltre a Li Bassi, sono Anna Amadori ed Eugenio Allegri.

    La storia parla di un vecchio scultore muratore di origine siciliana che, armato di fucile e barricato nella casa da lui costruita, impedisce alle ruspe di spianare l’area destinata alla realizzazione di uno svincolo autostradale. Nel tentativo di convincerlo a lasciare l’abitazione arrivano il figlio, un uomo affermato in procinto di avviarsi alla carriera politica, e la sua fidanzata. Quest’ultima, con grande umanità, sosterrà il suo compagno nell’impresa che appare da subito impossibile. La tessitura fitta e coinvolgente dipana lungo la sua trama momenti di tensione e di scontro in cui emergono i valori del vecchio padre italoamericano, irriducibile e selvatico, e quelli di un figlio ormai maturo, inserito nella società americana. Solo un memorabile duello di boxe tra i due e l’accorata promessa della donna di una nuova “terra” dove coltivare l’orto, convinceranno l’uomo a lasciare la casa espropriata.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)