venerdì 18 ago
  • 49 commenti a “Video ufficiale del secondo flash mob a Palermo”

    1. ribadisco che il flashmob non mi convince. lo trovo assolutamente inutile, adatto a chi vuole perdere tempo credendo di fare qualcosa di innovativo. Se il flashmob assumesse aspetti realmente interessanti, utili e servisse a qualcosa parteciperei anche io, fino ad allora la banana me la mangio a casa, a tavola con la mia famiglia. aspetto domenica che ci riuniamo tutti quanti così facciamo numero! 🙂
      baci a cuè’gghiè!

    2. Quello che l’occhio vede e l’orecchio sente…..la mente crede!

    3. “Lo trovo assolutamente inutile, adatto a chi vuole perdere tempo credendo di fare qualcosa di innovativo.”
      *Piccola nota bibliografica: (da ideazione.com)
      Folle intelligenti, smart mobs: è il titolo dell’ultimo libro di Howard Rheingold, guru acclamato della rivoluzione connettiva. “Smart Mobs – The Next Social Revolution”, tradotto in Italia da Raffaello Cortina Editore, prosegue il lavoro di ricerca cominciato nei precedenti lavori sulle comunità virtuali e il cyberspazio, alla ricerca delle implicazioni sociali delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, approfondendo l’analisi sulle nuove modalità di azione dei movimenti sociali determinate dai cambiamenti tecnologici. Non più folle inerti, dominate dalle ideologie e dai capi carismatici; ma folle dinamiche, innervate da fibre ottiche e in perenne contatto grazie a Internet e ai telefoni cellulari, capaci di attivarsi in tempi ristretti e di mobilizzare migliaia e migliaia di persone. Folle intermittenti, che si coagulano, compiono le azioni decise collettivamente e si disperdono per aggregarsi nuovamente, sempre più numerose. Folle che diventano attori decisivi della lotta politica, capaci di ribaltare i rapporti di forza esistenti: come in Indonesia contro Wahid, come nelle Filippine contro Estrada.

      Ma il ruolo più direttamente politico delle folle intelligenti non ne deve oscurare le forme d’azione più innovative e destabilizzanti. Come il “flashmob”, la mobilitazione-lampo, fenomeno mediatico transnazionale e internettiano di quest’estate. Folle di centinaia o poche migliaia di persone convocate in un punto preciso della città attraverso siti web e posta elettronica, informate sulle modalità d’azione da fogli consegnati a mano, attive in spazi pubblici come piazze e negozi. A New York, i mobbers hanno cercato di comprare, tutti insieme, un inesistente “tappeto dell’amore” in un grande magazzino; a Parigi, sono crollati esanimi sotto le piramidi del Louvre, per poi rialzarsi, applaudire per qualche secondo e correre via; ad Amsterdam, hanno fotografato e filmato i clienti all’uscita di un supermercato; a Mosca, hanno sfogliato il giornale sulle scale del Bolshoi per cinque minuti; a Roma, hanno chiesto in libreria la seconda parte mai scritta di Pinocchio, oppure hanno inscenato una partita di rugby, contendendosi un rotolo di carta igienica, sul sagrato di Santa Maria Maggiore.

      Apparentemente un gioco; o meglio, una beffa stile candid camera: per stupire i passanti, scioccare i commessi, lasciare con un palmo di naso poliziotti e addetti alla sicurezza che immancabilmente arrivano a flashmob già terminato. Un’azione priva di obiettivi politici immediati, che ha nel divertimento dei partecipanti il criterio di valutazione per la sua riuscita. Ma a meglio riflettere, un potenziale significato politico appare in controluce: la contestazione delle cadenze rigorose e dell’iper-razionalismo che caratterizzano la nostra società attraverso l’improvvisazione e il gesto disinteressato. Il flash mob come parentesi, come intermezzo in cui le regole e le norme sociali, così pressanti soprattutto negli agglomerati urbani, vengono a cadere, sostituite da riti collettivi che non travolgono ma al contrario valorizzano la creatività dei singoli. Folle intelligenti: in cui gli individui svolgono ruoli attivi, in cui le informazioni alternative circolano in tempo reale, in cui ognuno agisce in base alle proprie personali motivazioni, in cui lo spirito d’iniziativa si prende una bella rivincita contro la propaganda politica e commerciale, contro gli opprimenti conformismi sociali.

    4. e bastaaaa, quanto la fate lungaaaa.
      E’ stato un passatempo sano, i ragazzi si sono divertiti (io sono la mamma), si sono vissuti per un paio d’ore la città, non hanno sporcato per terra (come solitamente avviene con “il passìo” del sabato in centro), non hanno inneggiato a nessuna bandiera, non stavano nè a destra nè a sinistra (se non fisicamente sui marciapiedi). magari si fosse sempre così uniti e concordi nel fare qualcosa in questa benedetta/maledetta città!!!

    5. Sinceramente anch’io non riesco a trovare questo come altri flashmob utile o divertente! Ma a che serve? E poi se nel nostro paese essere “uniti e concordi” significa mangiare tutti assieme appassionatamente una banana siamo messi proprio bene…

    6. Il primo flash mob serviva ad aiutare l’Amministrazione comunale nella pulizia delle piazze cittadine.
      Il secondo ha favorito i rapporti diplomatici tra Sicilia e Somalia, incrementando il PIL somalo mediante una politica che ha favorito l’esportazione di frutta.
      Dopo la mia partecipazione al primo flash mob una commissione, formata da endocrinologi di fama mondiale, ha misuarato i miei livelli di adrenalina ed endorfina ed ha dichiarato: “Sì il flash mob è divertente!”

    7. Simpaticamente: “andate a lavorare!”. Secondo me chi passava si chiedeva soltanto: “ma unni a’rialano sti banane?”
      Altro che psicologia…

    8. MarcoMOBBER credi davvero che il flashmob vada contro gli opprimenti conformismi sociali?
      nel caso non te ne renderai conto diventerà un conformismo sociale anche questo..è solo questione di tempo.
      sono d’accordo in parte con Vertigo e aggiungo nel dire che per il malucchifare si trova sempre il massimo appoggio!
      propongo un flasmob utile: la prossima volta invece di uscire la banana usciamo la scopa e ci mettiamo a spazzare i marciapiedi del centro. Un modo simpatico e ironico per dimostrare che amiamo la nostra città e che la vogliamo tenere pulita. Ci starei anche io!

    9. Ho visto e rivisto la scena.
      L’ho pure fatta vedere a familiari ed amici, il commento è stato unanime:
      “….oh, ma cinnè MIN _ _ _ _ NI ‘n Palermo”.

      Posso solo supporre che questi Einstein hanno moto tempo libero, dato che riescono così bene a non fare un C.

    10. Io una volta ho espresso il mio dissenso sul cosiddetto flash mob, liberatorio, acuto, intelligente, etc, etc…. In effetti riecheggiava un po’ troppo da vicino analogo giudizio di ben altro nume, sulla “corazzata cotionchi”. Ahimè, sono stato coperto di anatemi e insulti dai flashmobbers (si scrive accussì) liberi, democratici, acuti, etc, etc…. Stateve accuorte perciò 😉

    11. Anch’io avevo in mente la “corazzata cotionchi”! 🙂

    12. Ci devo riflettere. Sono però sicuro che a breve verrà utilizzato dalle aziende per attività di guerrilla marketing.
      Mi pare di aver visto un padre con il figlio, assolutamente fuori target rispetto a tutta l’altra folla.
      E poi non siamo “La Repubblica delle Banane”?

    13. Nelle migliori sale cinematografiche:

      I Luocchi i Via Ruggero Settimo.

    14. Rido di tanta intolleranza.

    15. Tony, rido con te…per non piagere, sob!

    16. Caro Tony, sorrido (non mi permetterei mai di ridere, da personcina col senso della buona educazione quale sono) della tua intolleranza nei confronti di un parere diverso dal tuo che bolli come “intolleranza”.

    17. Caro Roberto, non sono intollerante ma mi fa ridere l’intolleranza. Non saprei come chiamare diversamente uno che pensa che chi compie dei gesti senza senso come un flash mob per il puro gusto di divertirsi senza fare del male a se stessi e agli altri sia un fannullone («andate a lavorare») e così via. Se pensi che ridere sia maleducato allora mi autoproclamo fieramente maleducato. 😉

    18. Stritta ‘un ci veni e larga ‘un ci trasi.
      🙂

    19. Rido pure io per i risi e i sorrisi di chi è intollerante all’intolleranza.
      Amunì, chi continua? Pare attipo alla fiera dell’est.

    20. “…chi compie dei gesti senza senso come un flash mob per il puro gusto di divertirsi senza fare del male a se stessi e agli altri sia un fannullone…” lo dici pure tu, Tony, che è una cosa assolutamente inutile. Allora aspettati un SANO “vai a lavorare”. Sulla polemica del ridere dell’intolleranza ti ha già risposto(posato) alla grande Roberto. Annoto una cosa, nell’estrarre parte del mio intervento hai volutamente(?) eliminato il “simpaticamente” che precedeva l'”andate a lavorare”, basso tentativo di etichettarmi intollerante nella tua difesa. Ciò nonostante, io, non rido di te neppure adesso.

    21. Se fossi sociologa più che al Flashmob guarderei alle conseguenze del gesto.Pochi minuti di aggregazione scatenano giorni e giorni di polemiche, sterili tanto quanto mangiare una banana per la strada. Che ne dici Siino? 🙂

    22. A.A.A. CERCASI urgentemente spaventapasseri, zona campagna siciliane. Tipo di contratto a tempo determinato. Euro 1200 più provviggioni.
      Necessaria esperienza nel settore: rincoglioniti, alluccuti, flash-mob, ecc.

    23. Inutili polemiche sull’utilità di un gesto per definizione inutile.. Chi lo ha fatto lo avrà certamente concepito come una performance più o meno artistica e quindi fine a se stessa, immagino.
      Diciamo che il senso di queste polemiche è pari al senso del flash mob.
      La cosa che fa tristezza e non mi fa per niente ridere è che qui ha riscosso più partecipazione il flash mob piuttosto che la fondazione dell’associazione Liberofuturo

    24. Liberissimi di criticare o dissentire con il flash mob e con chi lo organizza. Liberissimi di dirci di andare a lavorare, di avere un sacco di tempo libero per organizzare c***ate e quant’altro (fini commentatori, complimenti, che giudicano senza CONOSCERE le persone in questione..e poi sono quelli – professionisti(?), giornalisti(?) – che predicano la tolleranza, la conoscenza prima del parlare, che respingono i pregiudizi..e sono i primi che ne fanno uso, a gò gò). Si, Puglisi, è un chiaro riferimento a te. Permettimelo, visto che tu ti sei permesso – senza averne completamente il diritto – di accusarci (compresi noi, organizzatori) di averti ricoperto di insulti. Trovami una sola parola che ti ha offeso nella precedente “diatriba” sul 1°flash mob e mi andrò a nascondere dalla vergogna. Trovane una da attribuire a me, ovviamente: delle azioni e delle parole degli altri non posso rispondere.
      Detto ciò concordo pienamente con Stanton. “Pochi minuti di aggregazione scatenano giorni e giorni di polemiche sterili tanto quanto mangiare una banana per la strada”. Tutto ciò è semplicemente MERAVIGLIOSO!

    25. il FMOB è DIVERTENTE?

      Si lo è!

      IMPAZZISCO DALLE RISATE a pensare che c’è gente a Palermo che giudica fannulloni , min**oni, tutte le persone che spendono 10 minuti del loro tempo LIBERO a fare un flash mob.

      Cos’è che vi turba? Che problemi avete con i mobbers? Perchè tanto astio?

      Per voi il divertimento, il tempo libero, cos’è??
      E qui sicuramente ci sarà gente che pensa ” di certo nn mangiare banane in via ruggero settimo”.

      Ok ma voi oltre a lavorare (spero tutti), cosa fate per appianare il desiderio UMANO di BENESSERE, per divertirvi insomma?

      Andrete a ballare, a mangiare una pizza, vi ubriacate, giocate a calcetto, alla PLAYSTATION etc…
      BENE
      IO PER DIVERTIRMI OLTRE A FARE LE COSE CHE HO SCIRTTO SOPRA…..FACCIO I FLASH MOB.

      E CREDETEMI CHE MI FA IMPAZZIRE BUTTARMI A TERRA AL POLITEAMA COME SE MI AVESSERO “SPARATO” CON UNA FOTOCAMERA oppure ADORO MANGIARMI UNA BANANA IN VIA RUGGERO SETTIMO CON ALTRE PERSONE…dopo essere stato immobile per 60 secondi.

      Mi giudicate fannullone? FATELO PURE….NN MI OFFENDO e poi tornate a CA**EGGIARE DAVANTI AL COMPUTER, continuate a bloccarvi su YOUTUBE, insomma poi tornate a DIVERTIRVI!

      Saluti

    26. Il mondo va a rotoli e vi scaldate tanto per un gruppo di persone che si diverte facendo una cosa di gruppo senza la violenza che contraddistingue la nostra epoca!!

    27. Giogi!!!Dici vero???
      Ti prego dimmi di si!
      Davvero vorresti uscire la scopa e metterti a spazzare per terra?!
      Ma allora ti sei perso un evento fatto apposta per te!
      Sabato abbiamo fatto proprio questo in v.L’Emiro e domenica all’Arenella,in totale abbiamo raccolto 25 sacconi ri munnizza e non sai quanto ci avrebbe fatto comodo avere due braccia in più per spazzare e raccogliere il tutto!
      Siamo in fase di individuazione della nostra terza tappa e non puoi certamente mancare!
      Se sei interessato veramente tieniti informato sul meet up di Beppe Grillo di Palermo e anzi se hai qualche zona da segnalare faccelo sapere pure!
      Voglio specificare che questa iniziativa non ha come scopo quello di sostituire l’Amia… ma è una forma di protesta attiva per dimostrare che al palermitano non va bene sempre tutto e ogni tanto oltre a lamentarsi si rimbocca anche le maniche…

      Allora ti aspettiamo!!!
      altro che banane….

    28. Sarò di parte ma mi sembra che si scaldino maggiormente i sostenitori di questo nuovo passatempo. Detto ciò potrei rispondere a Belli e Dannati facendo presente come uso il poco e prezioso tempo libero della mia giornata ma gli dedicherei troppo tempo e questo mi infastidierebbe. Faccio notare che se ho replicato più volte dopo il mio primo commento, per nulla derisorio, è perchè sono stato tirato in ballo come profusore di commenti poco democatrici. Quindi non perchè volessi beffeggiare chi spende il tempo in maniera lontana dal mio. Noto cmq che con il passare dei commenti la filosofia-flash-mob si è trasformata nel passatempo-flash-mob. :-S

    29. ….Fabio non ti sentire tirato in ballo, io nn c’è l’ho con nessuno!
      Ma poi scaldato? 🙂 MAGARI CU STU FRIDDO
      Siamo in un blog libero, ognuno esprime la sua idea, l’argomento che leggo in alto è FLASHMOB….e quindi mi interessa. Io dico la mia, senza dare del fannullone alle persone, perchè penso che chiunque possa esprimere la sua opinione tranquillamente e soprattutto, ho il massimo rispetto di tutti coloro che criticano il fmob;
      Non mi interessa nemmeno saperlo cosa fai nel tuo poco tempo libero (senza offesa naturalmente), perchè sono sicuro che lo occuperai nel modo più giusto (per te) possibile. Come del resto tutti!

      Ho risposto a chi mi ha dato del fannulone o del mink**ne etcc.. con educazione…stop.

      Nel mio caso specifico, non ho chiamato in causa nessuno, a meno che qualcuno leggendo non si sia sentito “colpito dalle mie parole” e quindi si sia AUTOchiamato….ma nn credo quindi….

      Bye Bye

    30. se da 2 anni qui sotto (zona chiamata “Acapulco”, all’Addaura) http://farm3.static.flickr.com/2361/1812500047_7d3a4e1a54_o.jpg
      non ci sono + tubi e copertoni è merito mio 😉

      (pic taken by me)

    31. un’altra (sempre fatta da me) http://farm3.static.flickr.com/2097/1813255148_b3f8749bc8_o.jpg
      la bellezza del posto dove abito giustifica le mie attenzioni 😉

    32. prima la ritenevo una ciclopica stronzata,, adesso mi devo ricredere: è DAVVERO DIVERTENTE 😀

      PS. dove posso trovare la tshirt con la “F”????????

    33. il flash mobb mi ha contagianto totalmente. oggi, durante la mia settimanale maratona all’interno della Favorita, cambiando traccia nel lettore mp3 ho involontariamnete pigiato “pause” E MI SONO FERMATO ANCH’IO ASPETTANDO CHE QUALCUNO PASSASSE CON LA SCRITTA “PLAY”!!

    34. Giogi!!!Dici vero???
      Ti prego dimmi di si!
      Davvero vorresti uscire la scopa e metterti a spazzare per terra?!
      Ma allora ti sei perso un evento fatto apposta per te!
      Sabato abbiamo fatto proprio questo in v.L’Emiro e domenica all’Arenella,in totale abbiamo raccolto 25 sacconi ri munnizza e non sai quanto ci avrebbe fatto comodo avere due braccia in più per spazzare e raccogliere il tutto!
      Siamo in fase di individuazione della nostra terza tappa e non puoi certamente mancare!
      Se sei interessato veramente tieniti informato sul meet up di Beppe Grillo di Palermo e anzi se hai qualche zona da segnalare faccelo sapere pure!
      Voglio specificare che questa iniziativa non ha come scopo quello di sostituire l’Amia… ma è una forma di protesta attiva per dimostrare che al palermitano non va bene sempre tutto e ogni tanto oltre a lamentarsi si rimbocca anche le maniche…

      __

      ^
      bravi!! è quello che faccio anch’io 😉 all’addaura da attivista ecologista. non raccolgo schifezze di queste proporzioni (ciè i vostri 25 sacchett) ma solo modesti quantitativi

    35. CIRASINA m’accuollo!
      a raccogliere munnizza ci sarò pure io!

    36. Ma dai a me a fatto ridere vedere questo video, ora nn fate capire che siete tutti iperimpegnati!

    37. Belli e Dannati ci siamo un pò fraintesi. Non sei stato tu a tirarmi in ballo, non mi riferivo a te…se leggi i miei vecchi post capisci… Invece quando parlavo di “scaldati” mi riferivo al precedente post di Marcella. A te rispondevo sul tempo libero perchè non avevo tanto gradito il tuo “tono”. Ognuno, come dici anche tu, fa quel che vuole, senza accampare però scuse o eleggersi moralista in un blog di intolleranti quali non siamo. Anche ora non mi riferisco a te. 😉

    38. Stanton il flash mob HA rilevanza sociologica…relativamente alle dinamiche di gruppo, a smart mobs, alla comunicazione mediata dal computer e dal telefonino ecc. ecc.
      F@bio respingo al mittente il «vai a lavorare» perché io lavoro moltissimo e vado ai flash mob e del mio tempo libero voglio fare quello che mi pare.

    39. è bellissimo sto flash-mob, io pure voglio cazzeggiare.. con chi parlo? secondo me c’è qualcosa di geniale e c’è da divertirsi, qui c’è gente che vive ragazzi! pro flash

    40. Tony, l’importante è che non usi le mie parole, estrapolandone solo qualcuna(e quindi cambiando il senso) per giustificare una tua uscita largamente intollerante già ripresa da altri.
      Poi, per quanto mi riguarda, buttato per terra a p.zza Politeama ci puoi passare pure il Natale.

    41. Niente fiere autoproclamazioni, Tony, nessuno ti ha dato del maleducato. Personalmente penso che il flashmob sia una scelta legittima, come è ovvio. E che sia altrettanto legittimo dire che è solenne una cavolata, a parere di chi la pensa così.

    42. Il flash mob è una gran cavolata … non si tratta di essere intolleranti caro tony ma di non essere dei min—oni. comunque ti vedo molto bene in questo ruolo

    43. Perfetto Giogi, allora ci conto sul serio!
      Se Fabri vuole contribuire con la sua esperienza in merito…sarebbe splendido!Complimenti!
      Dobbiamo ancora decidere la zona e la data, speriamo entro i primissimi di dicembre.
      Spero di fare mettere l’avviso da Rosalio quando sarà il momento, cmq intanto veniteci a trovare sul meet up così ne possiamo discutere direttamente se volete!

    44. Questo è l’indirizzo specifico della discussione!
      A presto!
      http:/beppegrillo.meetup.com/29/messages/boards/view/viewthread?thread=3811909

    45. Ehm….scusate credo di aver fatto un casino col link…chiedo perdono!

    46. ok. Teniamoci in contatto!
      Grazie Cirasina.

    47. Giggetto sei pregata di essere rispettosa nei confronti degli altri commentatori.

    48. Dio mio quante polemiche!Cioè,tutto sta confusione per un sabato passato diversamente?
      Ok dire la propria su quello che si è fatto,ma quanta intolleranza!
      Un consiglio:Se proprio dovete dire la vostra,fatelo almeno con rispetto oppure,avete letto?Ciao e cambio pagina..è così semplice.Perchè sprecare il vostro preziosissimo tempo davanti ad un pc a giudicare di qua e di là?Evviva la mentalità Siciliana eh..

    49. siete grandissimi!
      la prossima volta scendo da milano per l’occasione!

    Lascia un commento (policy dei commenti)