sabato 18 nov
  • I Precari dello spettacolo occupano lo Spazio Zero

    È prevista per oggi l’occupazione del capannone Spazio Zero ai Cantieri culturali alla Zisa da parte del collettivo Precari dello spettacolo. Il collettivo raggruppa giovani compagnie teatrali e artisti palermitani. L’occupazione durerà fino a domenica 6 e prevede dibattiti, spettacoli, concerti, video e musica. Stasera ci saranno una performance di teatro e musica alle 21:00 con Davide Enia e Giovanni Sollima e un concerto con Gente Strana Posse e altri gruppi.

    L’azione intende puntare i riflettori sui problemi di cui la cultura e la città sarebbero afflitte: «assenza di spazi per artisti e pubblico, inesistenza dell’Assessorato alla Cultura e di un relativo progetto culturale, costante omologazione e impoverimento dei prodotti artistici, ridotti a mero altare pubblicitario» – afferma il collettivo – «Infatti, riteniamo l’occupazione urgente e necessaria: lo straordinario fermento culturale che oggi sta vivendo la città di Palermo non è stato né compreso né sostenuto dalle amministrazioni, col risultato che gli artisti si ritrovano senza uno “spazio” in cui poter materialmente produrre i propri lavori, anche se le strutture preposte a questa funzione esistono e, abbandonate a loro stesse, versano in condizioni drammatiche».

    Viene proposto un progetto sperimentale che mira alla creazione di uno spazio auto-organizzato dalle giovani compagnie presenti con una sala prove aperta, la programmazione di rassegne e festival, uno spazio pubblico aperto a residenze e ospitalità, un luogo d’incontro tra le compagnie e tra le diverse generazioni teatrali, un luogo di produzione, di promozione e diffusione dell’arte che sia da stimolo alla ricezione del “nuovo” pubblico e che crei cultura dando vitalità all’economia del settore e dell’indotto.

    Palermo
  • 21 commenti a “I Precari dello spettacolo occupano lo Spazio Zero”

    1. Occupare si, ma partecipare al forum sul Piano strategico (in costruzione)di sviluppo della città, non sia mai.
      Ma almeno si è a conoscenza che il comune di Palermo sta costruendo un Piano strategico della città (2008-2009) e che tra i nove assi (le nove vision) c’è quello della cultura ?
      I Precari dello Spettacolo sanno di questo strumento programmatorio che pemetterebbe loro di avere una rappresentanza ufficiale in questo Piano Startegico della città ?
      I Precari dello Spettacolo sanno che il Piano Strategico della città di Palermo si alimenta con i fondi del nuovo POR Sicilia 2007-2013 e che si potrebbero fare tante ma tante iniziative pluriennali ?
      I precari dello Spettacolo sanno tutte queste cose, perchè se le sanno possibilmente potrebbero interagire con l’amministrazione e creare progettualità visto che il POR 2007-2013 sara’ generoso per quelle città siciliane che si sono dotate di un Piano Strategico (e Palermo ci sta lavorando)!!!
      Ma sanno tutto qusto i Precari dello Spettacolo ???
      Mi auguro di sì, ma se non lo sanno….? Magari piu’ tardi glielo vado a dire ai cantieri che stanno occupando !!! Sperando che mi credano !!!

    2. FINALMENTE!!! Verrò a sostenervi.

    3. Evvai, la prima buona azione dell’anno è partita.

    4. ahahah il piano strategico di sviluppo i nove assi,la cultura…
      senti enzo ste minchiate valle a raccontare a qualcun’altro!o sei uno di quelli che crede che “palermo: la città più cool d’italia!””tram o metro ? tutte e due!”… la giunta cammarata ha fatto solo rotonde pure riuscite male(vedi via leonardo da vinci…)!L’unica soluzione??? Okkupazione!

    5. i precari dello spettacolo sanno che in ogni caso, in tutti questi progetti altisonanti tipo piani quinquennali della grande russia, gli artisti del nuovo fermento palermitano non verrebbero coinvolti nè ascoltati. com’è sempre stato, dear enzo76.

    6. Che atteggiamento inutile, cari Fabietto e Tsu tano.

    7. … che dirvi … okkupate SOLTANTO … mentre altri artisti (?!) si sbaferanno le risorse del POR Sicilia 2007-2013 per la cultura ….
      … a metà 2008 (circa) ci saranno i primi forum comunali con i portatori di interessi locali, tra cui anche quello sull’asse cultura (con gli stakeholders della cultura palermitana).
      Statevene alla larga da quei forum, okkupate spazi anche in quel periodo (per la gioa dell’amministrazione che si vede davanti meno stakeholders da gestire) !!! Mentre altri al posto vostro stringeranno accordi col comune per sfruttare al meglio le succose risorse del POR Sicilia 2007-2013 nel settore cultura !!!
      In pochissimi stanno capendo che questo Piano Strategico della città e’ un occasione unica della citta’ per costruire partenariati pubblici-privati!!!
      E mi dispiace che una genuina Palermo si sta lasciando sfuggire questa occasione.
      Dopo il POR Sicilia 2007-2013 arriva la lunga carestia …
      Allora apriro’ un blog dal titolo “Palermo dopo il POR 2007-2013” per contare i pianti quotidiani degli addetti alla cultura e della società civile di questa città !
      Ma che addetti alla cultura ci sono in questa città se non si capisce che cosa sono i fondi del POR 2007-2013 e che cosa è un Piano Strategico e che cosa sono i forum di questo Piano … ?
      Si frequentano i blog ma non si leggono le news e i bandi del comune …
      non so se piangere o ridere sinceramente… non credevo che a Palermo si potesse toccare questo fondo così basso !!!
      Ora capisco chi mi scrive per email e mi dice, enzo io ci ho provato come te a stimolare e lanciare input, a fare rete, ma ora vendo la mia arte fuori e vivo bene con la mia arte, non sono piu’ PRECARIO, diversamente da quanto succede a Palermo. Ora capisco queste persone che comprendono la mia rabbia ! Ho capito che chi resta in questa terra perchè vuole fare arte e generare attività culturali dinamiche, puo’ solo okkupare e lamentarsi e ritenersi precario a vita, perchè un amministrazione locale non li degna di un pugno di migliaia di euro.
      Ora comprendo che è un fatto di dna, chi resta frigna anzicchè comprendere come interagire ufficialmente con l’amministrazione, chi va via si realizza.
      OKKUPATE MA NON INTERAGITE CON L’ASSE CULTURA DEL PIANO STRATEGICO !
      Roba da farci una rappresentazione teatrale !
      Ma un giorno di questi verro’ ai cantieri e ve lo gridero’, perche’ ho tanta rabbia dentro !

    8. sta saltando fuori su Balarm che l’occupazione dello spazio zero sarebbe APPOGGIATA da Cammarata, almeno così scrive un utente: allora vorrei sapere, è vero e dunque questa è la ennesima manovra per prenderci in giro, far finta di essere vittime quando poi si lavora assieme ad una amministrazione che però si attacca per sembrare i riformisti, oppure è tutta una buffonata messa in mezzo da questo utente “MARCO” ??
      ditemi pure….

    9. Io la penso proprio come Sergino,vorrei capire chi sono quelli che protestano e magari sottosotto hanno lavorato anche con questa amministrazione a differenza di quegli artisti che a Palermo sono e rimangono sconosciuti.

    10. Se tutto ciò fosse vero sarebbe molto triste!!
      Come triste è pure continuare a dividersi.
      Per me è lodevole (solo se sincera) l’iniziativa che in queste ora è iniziata presso i Cantieri, cosi come è speciale e importante l’attiva iniziata da enzo76 (che spero non si arrenda) nei scorsi mesi. Non per forza l’una è meglio dell’altra. Si tratta di diversi tipi di energie. Perchè non unirle? Rete significa prima di tutto non litigare.

    11. enzo76 ma perché t’incazzi tanto? Certo dispiace, ma è troppo presto, troppo prsto. Forse tra un cinquantina d’anni, forse. Intanto chi vuol cambiare sa bene cosa fare. Via, via, vieni via di qui,niente più ti lega a questi luoghi, neanche questi fiori azzurri… via, via, neanche questo tempo grigio pieno di musiche e di uomini che ti sono piaciuti… It’s wonderful, it’s wonderful, it’s wonderful, good luck my babe, it’s wonderful, it’s wonderful, it’s wonderful, I dream of you…
      chips, chips, du-du-du-du-du.

    12. sergino, giuseppe… ma che dite? io ho partecipato personalmente a riunioni dei precari di qualche settimana fa e vi assicuro che sono tutte persone davvero umiliate da questa amministrazione.
      se poi cammarata sta provando a cavalcare la cosa a suo favore non lo so, ma mi sembrerebbe paradossale.
      ma perchè a palermo si ha così tanto la mentalità del “chista è paista chi sairde”?

      @ enzo: personalmente io vivo bene con la mia “arte” che mi sta dando da mangiare e che mi porta tanto in giro, come adesso che mi trovo in un altro continente, pur abitando rigorosamente a palermo. sono uno che si fa un tappo così pur di sfangarla e di cercare di fare questo lavoro ancora a lungo. e sono anche uno che appoggia questo tipo di azioni perchè mi sembrano sacrosante e volte a farsi sentire. quindi come vedi l’uno non esclude l’altro. la maggior parte di quelli coinvolti sono persone che si stra-muovono nell’underground culturale italiano, riconosciuti anche dalla critica e che solo in patria non riescono ad essere profeti.
      la vecchia idea per cui si lamenta solo chi non si muove è totalmente fuori contesto. è proprio chi aspetta e spera che non raccoglie nulla.

    13. non dico che i Precari dello Spettacolo stanno facendo male ad okkupare. Parla uno che okkupo’ il Montevergini (CSA autogestito) alla fine degli ’80 !
      Ma si deve anche capire cosa succede nei meandri del comune, degli enti locali. Non si puo’ stare lontani dalle attività del comune, perchè si perdono occasioni ! Quella del Piano Strategico e dei Forum del 2008 con i portatori di interessi per i 9 assi del Piano sono argomenti-opportunità sui quali stare sopra senza per un attimo calare l’attenzione !
      Voglio dire ai Precari dello SPettacolo, ai vari attori culturali che da tempo, o da poco, si muovono a Palermo, di monitorare questo Piano Strategico e i FORUM prossimi. A gennaio la società che ha vinto il bando comincierà a stilare il documento intermedio e questo documento verso APrile, Maggio, Giugno verra’ sottoposto all’attenzione dei portatori di interessi locali (tra i quali anche quelli della cultura) per ricever input, per formare i primi partenariati pubblico-privati per sfruttare i fondi POR 2007-2013 !
      In quei Forum, anche se nessuno vi chiamerà, vi inviterà, ci dovete andare e dovete presentare ufficialmente i votri progetti. Portatevi telecamere e la stampa appresso, fate SKRUSCIO, quella è un occasione PUBBLICA (APERTA) per fare vedere che a Palermo ci siete ed operate dignitosamente e professionalmente ! Se siete in tanti ed uniti sara’ ancora meglio !
      Questo voglio dirvi e spero che lo capiate. Spero comprendiate che è un momento che non si ripete ogni anno. Giocate questa carta !
      Non avete niente da perdere !

    14. ok enzo, grazie mille delle informazioni, che in parte già conoscevo. e mi scuso anche per le incomprensioni precedenti: anche in questo caso, l’uno (appoggiare l’iniziativa dei cantieri, proprio per un discorso di skruscio) non esclude l’altro (presentare i progetti a tutti i bandi previsti).

    15. In sintesi, potenziali portatori di interessi o stakeholder, dovete lavorare come una filiera produttiva, concordare preventivamente cosa fare e come in modo non solo da non ostacolarvi ma anzi da agevolarvi a vicenda, se possibile, andare nel dettaglio quanto basta per evitare sovrapposizioni e inutili competizioni nell’accesso a delle risorse sicuramente consistenti ma certamente non illimitate, a questo serve un forum online, è un pensatoio, uno strumento di brainstorming che fa risparmiare un sacco di tempo e di energie perché permette di separare l’inutile dall’utile prima di iniziare le riunioni fiume per decidere e progettare. Certo se poi ‘sti milioni di Euro possono anche sembrare un miraggio, fatto sta che qualcuno li acchiapperà.

    16. già… qualcuno li acchiappera’ !
      Chi sara’ ?
      Saranno anche i Precari dello Spettacolo ?
      Io me lo auguro, come me lo auguro per tante cellule artistiche locali !
      Ma se okkupano soltanto senza unirsi in progettualità pluriennali da presentare ai tavoli del Forum del Piano Strategico di Palermo dei prossimi mesi, beh… sara’ difficile, se non impossibile usufruire di quei fondi !!!

    17. scusate, solo per curiosità, io non sono riuscita ad entrare, c’erano volanti della polizia ed un omone che metteva il lucchetto ai cancelli, tuttavia dentro si svolgeva regolarmente il concerto… ma Enia, Sollima & Co. ne sono usciti ???

    18. Ciao a tutti.
      La serata si è svolta magnificamente, con pochi momenti di tensione: alla fine sono entrati tutti (quelli che hanno aspettato).
      Enzo76 sei ufficialmente invitato a dirci tutto quello che sai qui ai Cantieri.
      Questo è il comnuicato che stiamo diramando oggi.
      Giorno 4 gennaio
      Una delegazione dei Precari dello Spettacolo – Palermo ha incontrato alle 9.30, dopo una convocazione richiesta dal medesimo, l’Assessore alla Cultura Avv. Mario Milone a Villa Trabia: si è ulteriormente esplicitato il progetto “Casa Teatro” presentato e protocollato ieri mattina.
      Ci riteniamo soddisfatti dell’apertura mostrata dall’Assessore nei riguardi del nostro progetto per cui si è mostrato disponibile a collaborare alla ricerca di uno spazio adeguato, sottolineando ancora una volta la sua sensibilità ai bisogni delle nuove realtà artistiche e delle esigenze culturali palermitane.
      Per sollevare il comune dall’imbarazzo di un’occupazione di uno spazio dichiarato inagibile, abbiamo occupato lo “Spazio Nuovo” (completamente abbandonato), individuato dopo nostri personali sopralluoghi e considerato ottimale per la continuazione della programmazione della tre giorni “Spazio Zero”.
      Oggi alle 12 durante il dibattito “Necessità di un’occupazione”, in merito ad alcune dichiarazioni rilasciate da alcuni esponenti politici su quotidiani, accogliendo la loro manifestazione di solidarietà, abbiamo sottolineato l’indipendenza del Collettivo da alcuna sigla partitica.
      Solidarietà da parte anche di C.S.O.A. Ex Karcere e dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti.
      La serata di ieri ha visto centinaia di persone affollare i “Cantieri” fino a notte fonda manifestando solidarietà alla nostra azione e confermando il bisogno di nuovi spazi culturali.
      La raccolta delle adesioni al progetto “Casa Teatro” ha raggiunto quota duecentocinquanta firme.
      ciao a tutti e venite a trovarci.

    19. Il capitolato speciale d’appalto del PIANO STRATEGICO di Palermo:
      http://www.comune.palermo.it/Bandi_di_gara/bandi_2007/bando_571_capitolato.pdf

      La relazione scientifica del Piano Strategico:
      http://www.comune.palermo.it/Bandi_di_gara/bandi_2007/bando_571_allegato1.pdf

      Il cronoprogramma dei lavori del Piano Strategico:
      http://www.comune.palermo.it/Bandi_di_gara/bandi_2007/bando_571_allegato2.pdf

      Tra i 9 assi (chiamate VISION) del Piano c’è la :

      “La città della cultura”
      Le città più dinamiche nel panorama internazionale sono quelle che hanno fondato il loro sviluppo sulle politiche culturali: ricerche e sperimentazioni nazionali e internazionali mostrano che una città è più vitale se ha alti livelli di produzione e fruizione culturale, considerati come indicatori prioritari del nuovo “rinascimento urbano”. Obiettivo è quindi l’attivazione di filiere culturali particolarmente significative, quali le stagioni teatrali e musicali, i sistemi musei e le mostre, l’editoria, il sistema delle biblioteche e degli archivi, gli itinerari e gli eventi internazionali (soprattutto legati all’identità mediterranea), anche in un’ottica di creazione di “cluster culturali” (si veda più avanti la riflessione sui cluster strategici della città).

      passatevi un po di tempo a leggere questi documenti che ho linkato e quando parlerete con l’assessore chiedete di essere inseriti tra gli STAKEHOLDERS (cioè portatori di interessi) della cultura e chiedete formalmente di essere invitati ai FORUM fisici che l’amministrazione comunale organizzerà nel corso del 2008 (dopo la realizzazione del documento intermedio del Piano Strategico) che sarà all’incirca a metà 2008.

      Studiatevi bene quei documenti e capirete di cosa parlo. Dimostrate ai rappresentanti istituzionali del comune che conoscete sia l’esistenza del Piano Strategico che dei fondi POR SICILIA 2007-2013 !!! Avrete maggiore possibilità di negoziazione !!!

      La fruizione dei fondi POR Sicilia 2007-2013 per la città di Palermo dipenderà dai partenariatii pubblico-privati che si creereanno a Palermo.

      Questa è la dotazione finanziaria del POR 2007-2013 per la cultura e turismo:

      VALORIZZAZIONE IDENTITA’ CULTURALI E PAESAGGISTICHE E AZIONI PER MIGLIORARE LA ATTRATIVA TURISTICA:
      22,5% delle risorse (1.471 milioni di Euro) !

      e questo è un altro ASSE del POR 2007-2013 col quale si potrebbe anche lavorare:

      SVILUPPO IMPRENDITORIALE E COMPETITIVITA’ DEI SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI:
      13% delle risorse (oltre 850 milioni di Euro) !

      sul Piano Strategico di Palermo e sui fondi del POR 2007-2013 si giocheranno le sorti (non solo culturali) di questa città !!!!!

      buon lavoro …

    20. Il Collettivo Precari dello Spettacolo – Palermo indice un’assemblea cittadina sulla situazione culturale a Palermo domenica 6 gennaio alle ore 18 Cantieri Culturale alla Zisa – Spazio Nuovo. Sono invitati ad intervenire il Sindaco Diego Cammarata e l’Assessore alla Cultura Avv. Mario Milone.
      Si tratterà di cultura e illegalità, della proposta “Casa Teatro”, dell’assenza di pianificazione culturale in città, in generale di emergenza cultura.

    21. Ma il discorso non è chi ha preso i soldi.
      il discorso è che ci vuole un criterio nuovo per quanto riguarda la cultura.
      ci vuole un occhio particolare per la cultura.
      e anche chi ha “lavorato” per questa amministrazione può dirlo.
      la cultura purtroppo ha bisogno di un appoggio “disinteressato”. perchè la cultura (gran parte di essa) non può essere gestita come un’azienda (con profitti e perdite)
      ma neanche come un’alcova clientelare.
      (con i soldi che si spendono tra concerti di cantantucoli vari gigi d’alessio e vari che non me ne vengono in mente sai quanti spettacoli si fanno?)

    Lascia un commento (policy dei commenti)