sabato 19 ago
  • Il 384esimo “Festino” sarà “low cost”

    Iniziano a circolare indiscrezioni sul 384° Festino di Santa Rosalia. Anche quest’anno l’ideazione e la regia saranno curate da Alfio Scuderi.

    Sembra ormai certo che sfilerà per la seconda volta il Carro trionfale disegnato da Jannis Kounellis con una vela di cristallo alta 12 metri e tempestata di 50 metri quadrati di cristalli dal peso di mille chili di Swarovski, forse accompagnato da altri due carri di cui uno potrebbe essere pieno di rose rosse.

    Carro trionfale di Jannis Kounellis

    Non ci saranno sponsor privati e il costo della manifestazione potrebbe essere coperto in gran parte dalla Regione (con 800 mila euro). Potrebbero partecipare gli attori Paride Benassai, Gino Carista, Giacomo Civiletti e Giorgio Li Bassi.

    In occasione del Festino verrà illuminato da un faro Monte Pellegrino, così aderendo all’iniziativa Light to freedom per chiedere a Santa Rosalia un intervento per tutti gli uomini, le donne e i bambini sequestrati nel mondo.

    Il programma verrà ufficializzato il 9 luglio.

    AGGIORNAMENTO: il titolo del Festino sarà La Santuzza – Rosalia, rosa oltre le spine. La Giunta ha approvato la delibera.

    Palermo
  • 85 commenti a “Il 384esimo “Festino” sarà “low cost””

    1. risparmiarci sti soldi no eh? ah vero, la santuzza si offende

    2. Palermo sempre più internazionale…accorreranno turisti, artisti e intellettuali da tutto il mondo a vedere Carista, Civiletti, Benassai, Li Bassi e forse anche Gasparino Lo Cricchio.

    3. non c’è che dire, un cast d’ampio respiro internazionale. dai su,non fatemi mancare un corollario di cantanti neomelodici napulitani e sarà suicidio perfetto.

    4. Essendo una città in totale e grave dissesto finanziario, ritengo giusto un festino low-cost: Santuzza perdonaci.
      Tuttavia, riterrei anche corretto: i tagli agli sprechi, i tagli alle super-consulenze appaltate dal comune, lo stop ai mega viaggi dei consiglieri comunali con sindaco capofila, l’individuazione dei dirigenti che sono autori dei più grossi flop della storia amministrativa comunale (AMAT – AMIA e dulcis in fundo le ZTL), e così via.
      Per il resto, evviva tutti gli artisti siciliani e palermitani in particolare (almeno ci capiamo e non si “fottono” cachè da divi).
      SANTA ROSALIA, LIBERACI DA CAMMARATA E DAI SUOI.

    5. Ma come mai ‘sta fissa per gli Swarovski?

    6. Perchè sono cool!!!!

    7. non so che pensare.
      tanto ogni anno il festino è come san remo, se è bellissimo e scintillante c’è qualcuno che storce il naso per i soldi spesi, se è low cost altri diranno che il sindaco si manciò i picciuli e alla santuzza non gli ha riservato nulla.

      mah… forse è meglio un festino low cost, ma, per carità, togliete di mezzo sta barchetta con i cristallini, vi prego, non ha nulla di religioso, non ha nulla di trionfale, torniamo al barocco, almeno, anche se la festa sarà low cost, alla santa verrà riservata la postazione elegante che si merita.

    8. …che carro tascio…quanto meno l’anno passato era una novità!

    9. …Ma almeno lo puliranno??? E’ stato all’aperto per tutto l’anno!!..

    10. E pensare che ho preso il biglietto per scendere per le vacanze entro il 14 così potevo vedermi u’ fistinu…”chiamamulu fistinu” diceva il Totò che visse due volte di Ciprì E Maresco…

    11. si, torniamo al barocco e per risparmiare al posto degli svolazzi in stucco del Serpotta usiamo un po’ di chewingum masticate staccate dai banchi di scuola degli anni ’80 e oramai pietrificate

    12. VIVA PALERMO E SANTA ROSALIA
      VIVA PALERMO E SANTA ROSALIA !
      VIVA ALFIO SCUDERI MEGA DIRETTORE GALATTICO
      VIVA LA METRO !

    13. A tempo di CARESTIA anche la MINESTRA ARRIQUARIATA va bene…
      quindi…
      E Carro SWAROSKI sia…
      ma spero che non si rivedano le scene PATETICHE dello scorso anno con i miei Concittadini che urlavano ELEONORAAAAAAAAAAAAA… ELEONORAAAAAAAAAAAAAA…
      ma questa signora ELEONORA ABBAGNATO quanto tempo ha vissuto nella ns Palermo per essere messa sul carro della Santuzza a fare da TESTIMONIAL…
      I Cabarettisti Palermitani rivestono perfettamente i panni di rappresentanti… certamente più della ABBAGNATO…
      A sto punto preferirei il sindaco STEFANIA PETYX sul carro in doppia veste di TESTIMONIAL e SINDACO…
      almeno evitiamo a CAMMARATA l’ennesima MALA FIURA da FESTINO…
      le danze sono aperte…

    14. …attendo con ansia che il caro “Dieguccio” salga sul carro…ho già i pomodori pronti (ovviamente fradici) !
      In quanto all’esimia Eleonora…non capisco perchè ci sia certa gente che non gradisce la sua notorietà…sarà forse invidia 🙂
      Stefania Petix sindaco? Magaaariii!

    15. Avviso agli amici cortigiani: ragazzi, non c’è più una lira!!!!

    16. @Blusal
      Vedremo se l’avatar avra le …. di salite sul carro o si farà venire un impegno istituzionale inderogabile.
      Nel qual caso potrebbe delegare ad uno dei tanti tirapiedi che l’hanno compiaciuto nell’avventura che ha proiettato Palermo verso il traguardo della città più cool d’italia.
      Per conto mio farò le fotocopie dei pass delle mie ztl e le lancerò al carro della Santuzza al momento del “viva Palermo….”

    17. Mi ricordo che quando ero piccolo la sera del festino segnava l’inizio dell’estate.Sto parlando di circa 35 anni fa,ricordo che andavamo a casa di mia nonna che abitava nella zona della kalsa e dopo la tradizionale cena a base di caponata,babaluci,ed anguria freschissima
      si aspettava la mezzanotte per goderci i giochi pirotecnici con l’immancabile masculiata finale.Ricordo
      i commenti dei miei parenti e i confronti con i botti dell’anno precedente.Era molto divertente per noi cugini assistere a queste insignificanti discussioni.
      Ricordo negli anni successivi,diventato più grande e quindi più autonomo,di avere visto nella stessa giornata del 14 una semplicissima processione con un modesto carro che attraversava il Corso Vittorio Emanuele e la simpatica santuzza arrivava comunque alla marina dove il popolo bivaccava tra gelati calia e semenza.Questo era il nostro festino low cost che io ricordo,un misto di sacro e profano,festa religiosa e popolo in festa.Non credo si spendessero un miliardo e ottocentomilioni ( del vecchio conio) per quello che leggo oggi essere diventato il festino low cost.Ottocentomilaeuro di che?Orlando traformò il Festino in un evento di richiamo turistico ( soldoni a palate) e Rampello modello a sua immaggine e somiglianza un Festino milonariori che aveva perso la sua connotazione religiosa e popolare.Oggi chi ha preso in mano il festino piange lacrime di low cost e non si rende conto che tutto questo è comunque ridicolo.
      Il Festino deve tornare ad essere una sobria festa religiosa.Punto.Quando non ci sono i soldi si potrebbero chiedere alla Curia.Alrimenti nisba.

    18. …sarò retorico ma è ciò che penso…questi benedetti 800 euro…non potrebbero essere destinati ad opere sociali? Noi Palermitani ci possiamo accontentare di “Babbaluci e ghiochi ri focu” !

    19. se stanno facendo il festino in versione ridotta immagino che pure quest’ anno non ci sara’ il Kal’s art

    20. …un carro pieno di pass zona A, un carro pieno di pass zona B, un carro pieno di pass zona A + B…

    21. Sarò sicuramente impopolare, lo so, ma una città che spende tutti questi soldi mentre è in dissesto finanziario per una manifestazione pseudo-religiosa ancora oggi nel terzo millennio, quando invece dovremmo liberarci di questi retaggi culturali da medio evo, mi fa soltanto vomitare!!! Sono d’accordo con chi ha scritto che una parte di questi soldi (ma anche tutti) potrebbero andare ai senza casa (quelli veri!!!), ai tanti diseredati della città che vorrebbero sentirsi palermitani anche loro…ma soprattutto cittadini italiani, di uno stato che ha cura di loro….e invece, saranno sicuramente soddisfatti di vedere questi soldi andare ad una che la chiesa neanche riconosce come santa, con una storia che è soltanto leggenda popolare, e che anche ammesso (ma non concesso!)che sia tutto vero, questa santa preferirebbe 100.000 volte che i soldi vadano ai POVERI e non ad un feticcio!!!!!
      Io sono palermitano da generazioni ma francamente non mi riconosco in queste baggianate popolari!
      Amen

    22. Scusate ragazzi ma a voi 800.000 euro sembra una cifra low cost?Soprattutto se pensiamo a quello che si offre! Titola molto bene il post a mettere la cifra tra virgolette!
      Lanci di pass a parte (che comunque trovo un’idea ghiotta..a patto che siano tanti…ma tanti come coriandoli e che arrivino a pioggia da ogni dove),trovo che una forma di protesta davvero di impatto da parte dei palermitani potrebbe essere l’INDIFFERENZA che tanto bene sappiamo applicare in modi meno intelligenti. Indifferenza nel senso che si boicotta il festino,silenziosamente e su internet..organizzando la cosa per bene,la Santuzza mi perdoni,ma sono convinta che dato lo scempio in cui e’ ridotta la nostra citta’…sarebbe la prima a non presentarsi.
      I carri sfilano,gli artisti danzano,le musiche risuonano e…Corso Vittorio resta deserto,le persiane dei balconi che si chiudono sbattendo al loro passaggio…le tende che scorrono e coprono i vetri..nessuno che si presenta,il silenzio intorno a una festa che vuole ancora una volta fare finta di niente,il silenzio che faccia risuonare l’offesa che i palermitani sentono su di se’ per tutte le cose che potrebbero essere e non sono..per tutte le infrastrutture ed interventi sociali che non si fanno..nella citta’ piu’ tronfia e presuntuosa d’Italia…ma siccome vogliamo usare l’ inglese…ne approfittiamo e la cambiamo in cool.

    23. Ho un consiglio per il direttore artistico, secondo me dovresti fare suonare un giovane e talentuoso musicista palermitano, si chiama Dario Sulis, ha un gusto spiccato per rendere questo tipo di cose senza cadere in immagini stereotipiche, e col suo spleen romantico e tormentato può dare quella poeticità che manca al Festino da anni…
      Lo so che i soldi sono pochi, ma qualche spicciolo riservatelo a lui, vi prego!

    24. se fossi Dario, ringrazierei. ma non per la reclame gratuita, ma per il “giovane”!!!

    25. …togliamo tutti questi soldini a chi lavora per la cultura a palermo (che è anche tradizione, e quindi s’ammuccò pure il festino) e li diamo ai senza casa…poi magari ci diventano loro i “senza casa” e non abbiamo risolto niente! tra l’altro hanno l’alibi che quest’anno i soldini li ha messi la regione…e la regione ha pure stanziato i foindi della 328/00…che il comune ha conservato chissà dove e per chi….sarà che il festino lo stanno pagando con questi e c’è gente che lavora…anzi, mi correggo, ci sono professionisti che lavorano aspettando l’accredito del comune da 10 mesi!
      ma la colpa non è di chi fa il proprio mestiere, non è di chi è direttore artistico, dei tecnici, degli attori etc etc…e non è neanche di chi andrà al cassaro la notte del 14 “facendo finta di niente”. la colpa è della latitanza del buon senso!
      viva palermo e santa rosalia (e basta)!

    26. …leggete il post e non ci capite niente…è colpa del sangue al cervello…scusate per l’irruenza!

    27. @Robydik: daccordissimo sullo spreco di denaro che in questo particolare periodo potrebbe essere utilizzato diversamente, però per tutto il resto ho trovato il tuo post molto superficiale e qualunquista.
      Il festino di Santa Rosalia è una manifestazione che richiama diversi turisti in città ed ha un ritorno economico non indifferente, così come tante altre manifestazioni del genere in Italia.
      Non è certamente un retaggio medioevale dato che si riferisce alla peste del 1624.
      Non so chi ti abbia detto che Santa Rosalia non è riconosciuta come tale dalla Chiesa che ha fissato il 4 settembre come giorno per celebrarla.
      Il festino non è una manifestazione religiosa ne pseudotale, ma, e mi ripeto, serve a ricordare la liberazione dalla peste che colpì la città.
      Per ultimo ti ricordo che queste “baggianate popolari” interessano proprio quella parte di popolo che ha più difficoltà economiche.
      Ci sono altri motivi per vomitare in questa città.

    28. al signore che vuole vomitare dico che che se non si fa il festino torniamo indietro di circa 250 anni e partono le insurrezioni popolari…certo spendere si ma i picciuli nella nostra Palermo si l’annu manciatu sempre tutti…In ogni caso si tratta di tradizione e rinnegare le proprie origini è molto disonorevole…soprattutto per un palermitano…

    29. condiderando che forse devono dare indietro i soldi delle ZTL…che fa facciamo un letera unitari dicendo che rinuncimao a sti picicoli purchè la santuzza abbia i giusti festeggiamenti?

    30. @Virus: Ehm…veramente sei tu che sei un pò superficiale, infatti “S. Rosalia” visse nel 1100. Ti riporto un estratto dal sito dell’arcidiocesi di palermo (penso che ti fiderai un pò della fonte!) “… L’unica notizia specifica, raccolta dall’insigne storico siracusano Ottavio Caetani († 1620), che scriveva in latino, ci dice che essa fu “ancilla”, ossia dama di compagnia, della regina Margherita, dal 1149 sposa del re Guglielmo I,…E così il 4 settembre 1170 circa si addormentò nel Signore e, tra il compianto di una grande folla salita dalla città, le fu data sepoltura, come di consueto, nella grande grotta contigua, nella quale allora si poteva entrare soltanto da un piccolo buco in alto ancora esistente, la quale, dopo il 1624, ricevette l’attuale sistemazione (mons. P. Collura, La vita di Santa Rosalia, in M.C. Di Natale, S. Rosalia Patriae Servatrici, ed. Cattedrale di Palermo, 1994)”. Il fatto che la fine della peste a Palermo sia dovuta ad una sua intercessione è tutto da dimostrare e ci può credere soltanto un fervido credente di vecchio stampo! In realtà la peste terminò a Palermo come in tutte le altre città del mondo colpite da questo male oscuro per lo sforzo degli UOMINI di SCIENZA e MEDICINA, non certo per un miracolo cui ormai si fa riferimento per qualunque cosa di cui se ne ignora la vera essenza!!! Adesso chi è il qualunquista dei due? 😉

    31. @Nico83: ah, quindi il popolo insorgerebbe solo se si toglie un festino di una santa? Allora speriamo che Berlusconi annulli il festino così finalmente il popolo lo defenestra!!! Certo, perchè mai infatti insorgere se non per questi importantissimi problemi come una festa, piuttosto lasciamogli fare quello che c…o vuole con tutto il nostro paese, ma che non tocchi santi…se no…!!! Nico….svegliati….sei tu che sei rimasto indietro di 250 anni!! La tradizione palermitana è grandissima e coinvolge tantissime cose…ma forse tu non ne conosci neanche una….anzi…ne sono sicuro!!!
      Vai al festino…vai!

    32. @Robydik: non ti arrampicare sugli specchi. Una cosa è Santa Rosalia e la sua data di nascita, l’altra è il Festino e le motivazioni per cui è nato.
      Se poi vuoi credere al miracolo o meno, questo e ancora un altro discorso.
      Quantomeno sei andato un po’ a studiare!
      P.S. La risposta alla domanda finale è: TU.
      😉

    33. @Virus: ok, ma infatti ho parlato di “retaggio” culturale, che si trascina dal medioevo fino ai giorni nostri…

    34. @ Robydik: anche Milano (e parliamo della metropoli d’Italia)ha la sua festa patronale: Sant’Ambrus. Per questo giorno Milano si ferma, rosso nel calendario, negozi chiusi…parliamo di Milano dove la gente è contenta se lavora 24 ore al giorno. Detto questo: ma mi dai un motivo, neanche buono, che sia quasi decente per scrivere e pensare le cose che hai scritto? Ne deduco che non tu non sia un “palermitano da generazioni”. Prima dovresti scrivere dei soldi che si mangia la Regione, la Provincia, il Comune, gli Enti e tutto quantooooooo.
      Noi palermitani (e ti parla un palermitano verace da generazioni) siamo bravi a lamentarci, siamo “parlaciuna”, sappiamo solo andare contro. Ma invece cerchiamo di proporre idee costruttive e non di dire cose che appoggio seriamente e con il cuore ma che dette in questo contesto risultano frasi fatte: tipo dare i soldi a chi ne ha veramente bisogno. E poi hai toppato completamente la storia di S.Rosalia come ha sottolineato bene Virus…informati prima di risultare impopolare: magari riuscivi ad esprimere lo stesso concetto ma con un pizzico di credibilità in più! Detto questo: W S.Rosalia, che ci ha salvato il culo 400 anni fa (e ce ne servirebbe un’altra adesso di Santa che ci salvi)…e poi Rosali è anche il nome di mia madre!!!

    35. sei andato su Wikipedia? 😀

    36. “Panem et circenses” non l’ho inventato certo io…cmq a parte le accuse sul piano personale assolutamento poco educate vai a studiare tu che la terra tua manco te la meriti…in secondo luogo da palermitano io il festino lo vado a vedere e non me ne vergogno…che comporti spese ingenti o meno: quello è il problema…

    37. Se 800 mila euro vi sembra una cifra low cost allora
      abbiamo perso il senso della misura e del valore dei soldi in un periodo di emergenze sociali.
      Alfio Scuderi “Padrino”della sinistra culturale che fa affari da anni con il Sindaco Cammarata e la sua squadra di consulenti dei Grandi Eventi,piange lacrime
      di coccodrillo.Da molti giorni si affanna a dire che non ci sono soldi,che sta tagliando tutto,che è “stressato”per le pressioni.Io mi chiedo Alfio chi te lo fa fare?molla tutto una buona volta…e manda al diavolo tutti questi intrallazzi di finta cultura.
      Ma Alfio non molla!!e io mi chiedo il perchè?
      Potrei fare delle ipotesi:
      1)e’entrato in un gioco cosi vischioso di favori/cortesie/interessi privati che se si rifiuta di fare quello che gli chiedono di fare gli tolgono tutto
      (compreso il Montevergini)
      2)I guadagni per la sua società(adesso diventata associazione) sono comunque così alti che rinunciare
      sarebbe da idioti.
      3)rinunciare al Festino per Alfio significa anche non garantire certi interessi personali di chi aspetta questo evento per lavorare.Sono sempre gli stessi che lavorano ad esempio ai carri ( da Fabrizio Lupo ai ragazzoni della Kalsa)
      4)comandare e meglio che “fottere”e questo per un uomo che incarna il fallimento dei suoi stessi ideali e quello della sinistra che continua a proteggerlo è un buon motivo.
      Ma Alfio Scuderi(statalista,comunista affarista)è come sempre capita da noi uno sopravvalutato.Uno che fuori da Palermo sarebbe un niente mischiato con il nulla.Ma qui lo pompano e lo portano avanti,soparvvalutando il suo lavoro e quello dei suoi uomini.Così un festino da 800 mila euro si trasforma in un festino low cost e ci dobbiamo sentire in colpa pure per lui.Sopravvalutato il lavoro di questo Fabrizio Lupo scenografo allestitore che farebbe buona compagnia ad Alfio fuori da Palermo.Il niente mischiato con il nulla.Eppure li sopravvalutano e li strapagano e mai nessuno che va a controllare quanto costano questi carri,questi attori e tutto il resto.
      Se avessero fatto veramente un serio esame di coscenza e non delle proprie tasche questo Festino si poteva fare ( se proprio si doveva fare) con pochissimi soldi.Bastava per i carri coivolgere gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti, lo avebbero fatto gratis per amore dell’arte e della città.Ne conosciamo tanti bravissimi.E sono certo che la maggior parte degli artisti che hanno aderito all’iniziativa “Estate a Cappello”avrebbero partecipato con entusiamo all’evento. Ma le cose che non hanno un costo non producono affari. Bisogna sempre aggiungere costi per fare dei buoni affari con questo Comune.
      Allora va bene tutto ma vi prego risparmiatemi i Tinturia che come dice qualcuno con questa festa non ci azzeccano nulla….ma gli affari sono affari e se l’estate come si dice insistentemente rischia di saltare non è giusto che non diamo un premio consolatorio al “catanese”
      manager dei Tinturia che certamente non può rimanere a bocca asciutta.
      w Santa Rosalia

    38. Brave le care pecorelle…

    39. ragazzi già siamo messi male, non ci mettiamo contro pure i santi!

      VIVA PALERMO E VIVA SANTA ROSALIA.

    40. Sapevo di essere impopolare e l’ho detto al primo post, so che al popolino non si tocca s. rosalia, so che questa città, la mia città, ha ancora tanta strada da fare, che cambiare la cultura di questo popolino è tanto difficile e che probabilmente ci vorranno altri secoli (tanti), ma non per questo mi rassegno e nel mio piccolo cerco di contribuire allo sviluppo futuro della civiltà, nella speranza di liberarci dai falsi miti e dalle leggende, dalle madonne che piangono ai padri pii, dalle cartomanti ai chiromanti, etc. etc. etc.
      Cmq, buon festino a tutti e…non mangiate troppi babbaluci e melllone!! 🙂

    41. Stefania Petyx perchè non fai una reale inchiesta sui costi del festino degli ultimi 5 anni.Magari mi togli il sospetto che anche tu pur essendo una bravissima giornalista facendo parte della scuderia Mediaset non
      approfondisci abbastanza.Anche nella tua validissima inchiesta sulle ZTL mancavano i nomi e i cognomi.
      Molto approfondimento tecnico,molti dati,molti fatti.
      Nessun nome.
      Vai Stefania vai….stupiscici se puoi.
      Ma non farne un servizio da striscia la notizia
      piuttosto vai a Matrix.

    42. Per me il Festino va bene così.

    43. Forse ad alcuni non va bene il Festino nella sua parte “profana”, ma riguardo alla venerazione della Santa credo che non ci siano commenti da fare.
      Non vi è devozione di serie A o B.
      Chi è devoto a Santa Rosalia, lo è a priscindere dagli eventi culturali o meno, che il Comune riesce ad organizzare.
      Da sempre preferisco seguire la processione, che è il vero Festino.
      Viva Santa Rosalia sempre!

    44. Paride Benassai, Gino Carista, Giacomo Civiletti e Giorgio Li Bassi secondo me sono pure troppo st’anno.
      Per quanto mi riguarda Paride Benassai, Gino Carista, Giacomo Civiletti e Giorgio Li Bassi sono molto, ma molto meglio assai di più tantissimo di ‘na puocu di spasciati che ci sono stati gli anni passati.

    45. Petrolio, sono sicura che Stefania Petyx si sappia difendere da sola ma, in attesa che lo faccia, ti espongono il mio punto di vista sulla tua (non tanto) velata accusa di parzialità nei suoi confronti.
      A mio avviso non sta a Stefania fare i nomi, primo perchè sappiamo bene che tante volte in affari poco chiari ci sono regie “occulte” quindi mettere alla gogna il Pincopallino che ha firmato un documento non servirebbe, secondo perchè si esporrebbe immediatamente a querele e contestazioni che la distoglierebbero dall’ottimo lavoro di approfondimento ed informazione utili a rendere noi cittadini consapevoli di quello che combina chi ci amministra e che è poi uno spunto per gli inquirenti che a seguito di ulteriori indagini, al momento e nelle sedi opportune, renderanno noti i nomi di coloro che si è ACCERTATO abbiamo commesso degli illeciti.
      Per quanto attiene al Festino, non ci rinuncerei per niente al mondo, ma anche a me si accapona la pelle a sentir dire che con OTTOCENTOMILIONI di euro si farà un festino low-cost, è solo un’offesa alla povertà.

    46. @low cost
      una sola domanda: ma le tue sono opinioni o fatti?
      perchè ci sei andato pesante…
      credo sia più nesto fornire dati, riferimenti, numeri.

      e poi non puoi impotizzare il successo o l’insuccesso di due persone (che non mi vengono nulla) solo da tue supposizioni.
      questo è un pò scorretto quando “la ratio” del tuo commento non era eccellente.

    47. @ low cost
      scusa l’errore: “la ratio ” era eccellente.
      .

      @pieruzza mi associo alla difesa.
      p.s guarda che non sono 800 milioni….ma mila!

    48. Grazie Sara… 🙂 Mi sento un’idiota, il mio lapsus “milionario” credo sia dipeso dal fatto che sono comunque troppi secondo me.

    49. Accidenti!!! ho 47 anni e sono palermitanissima, anche se vivo a Messina da 37 anni. In tutta la mia vita ho visto il festino 1 sola volta e vorrei tanto rivederlo. Ma perchè tante polemiche? Queste sono feste che uniscono il popolo e che il popolo vuole, anche se poi muore di fame per i restanti 364 giorni dell’anno! Mi manca tanto la mia città e vorrei poterci tornare per un pò: chissa, magari proprio per il festino. VIVA SANTA ROSALIA

    50. approvo totalmente l’opinione espressa da lowcost@festino, tanto vera che infatti i frequentatori di Rosalio cui la cosa brucia parecchio preferiscono stare zitti e nemmeno replicano, si dedicano solo ai post contro i loro “nemici”…e quei famosi artisti di sinistra “protetti” che non perdono tempo ad attaccare sindaco giunta (in teoria con buona ragione, lo sappiamo)e poi si gettano alla mercè di “certi” mammasantissima della cultura si facciano un bell’esame di coscienza e se vogliono dirla tutta la dicano tutta attaccando i mandanti di un festino ormai al tramonto…E ANCHE “GLI ESECUTORI” CHE NON SONO “POVERE VITTIME”, altrimenti RIMANGANO i poveracci di parte che sono.

    51. Che inutile spreco di soldi!e poi scusatemi 800.000€ sarebbe un festino low-cost..?? aaahhh come spende i soldi dieguccio cammarata nessuno..

    52. @Robydik, sapere che ci sono persone che la pensano come te mi rincuora…siamo almeno in due! 😉
      inutile dire che condivido in pieno.

    53. salve a tutti
      per caso qualcuno sa se per il festino cercano comparse o ballerini ? e se si a chi bisogna rivolgersi?
      grazie per la vostra attenzione
      beso

    54. Grazie stalker, io penso che quando la mia opinione è condivisa da molte persone, forse è venuto il momento di rivederla! Siamo in pochi, ma buoni.
      A presto.

    55. Ma con tutti i soldini che vanno e vengono e noi nemmeno vediamo, con tutti gli sprechi ai quali quotidianamente assistiamo, ci impressionano 800 mila euro(che non sono una gran cifra benchè io personalmente nn li possiederò mai spesi per una festa che, di religioso ha poco ma che è tradizione ed è molto sentita dalla stragrande maggioranza dei palermitani?
      Io sulla storia dei darli ai poveri o ai senza tetto chiederei, a chi lo ha scritto, se invece non avrebbero preferito pagare meno tasse. Se li dovreste tirare fuori voi stessi dalla busta paga xdarle in beneficienza lo fareste?Voglio credere di si!Tra regione e comuni di soldini ne circolano tanti, di appalti presi e mai conclusi… di tutto ciò che nn vediamo non ci importa.. Personalmente, quando rimango bloccata a quello che i palermitani chiamano il “motel agip” mi innervosisco molto di più. Sono anni ormai che vedo quelle transenne migrare da un posto a un altro.. Un cantiere è rimasto.. ed è un incubo. Soldi ben spesi quelli eh?
      Robydik, vorrei chiederti..tu che speri di “contribuire allo sviluppo della civiltà futura” in che modo vorresti procedere? Cancellando quello che è la storia, la tradizione di un popolo? I miei complimenti.
      Miti e leggende simili nascono dalla disperazione e si tramandano attraverso lo stesso mezzo. Chi chiede grazia? Per lo più gente che chiede il miracolo per familiari stretti e per questioni di salute pensi sia ignoranza? pazzia? O forse, forse come ultima spiaggia magari un pensierino ce lo faresti anche tu? certo si sa che a convenienza diventiamo tutti credenti..
      Santi e santutti si festeggiano ovunque. Personalmente ritengo che questa festa sia ancora molto sentita a Palermo e vada festeggiata ed in merito agli 800 mila euro non ci pensate.. che senza festino avrebbero già trovato il modo per spenderli peggio..
      Ah pensateci a tutte queste che vi danno noia quando vi chiudete nelle famose urne 🙂

    56. @Monica
      “Miti e leggende simili nascono dalla disperazione e si tramandano attraverso lo stesso mezzo.”
      appunto!
      “Chi chiede grazia? Per lo più gente che chiede il miracolo per familiari stretti e per questioni di salute pensi sia ignoranza?”
      secondo me si, se ci fosse meno ignoranza e superstizione non si chiederebbero grazie, si lotterebbe per una sanità degna di questo nome e si investirebbe in ricerca.
      tenetevi la santuzza ed i miracoli, mentre i nostri migliori cervelli fuggono all’estero.

    57. 800.000€…low cost? Beh…certo…dato che gli anni passati si parlava di 2-3 milioni di €! 800.000€ che in una città “boccheggiante” come Palermo potevano (e DOVEVANO, imho) essere spesi per cose più urgenti!
      Però è storia vecchia…al palermitano medio “u’ Fistino un ce l’ha tuccari” pena una rivolta! Che poi la città anneghi nei debiti, nella munnizza e nel degrado…beh…a questo ci pensa la Santuzza (con tutto il rispetto)…ma finiamola vah! Che facciano un festino REALEMNTE low cost, rispristinando (anche se io, come robydik, le abolirei) le VERE ed ANTICHE tradizioni di questa festa! Le ballerine danzanzi e “sfulazzanti”, il carro “tutto tmpeshtato di pietre preziose” (ma al comune lavora qualche discendente degli Swarosky?) potrebbero BENISSIMO essere evitate con buona pace dei conti, del popolo e della Santuzza!

      La vera verità, imho, è che il festino è l’ennesima occasione per chi ci mangia di speculare e di portarsi i megghio piccioli ‘nta sacchietta!

      @Paolo84 non ti sembra di esagerare un pelino con le scomuniche e gli anatemi?

    58. @Monica: Chiaramente non mi sogno nemmeno di cancellare la storia e le tradizioni, infatti, come ho già avuto modo di dire, qua si tratta di leggenda popolare costruita sull’antica credenza (da medioevo) che le virtù di una donna virtuosa in vita ed eletta a santa (sempre dall’uomo) hanno potuto far cessare la peste. Ora, questo atteggiamento non solo è offensivo verso tutti gli uomini di scienza che hanno veramente debellato il male oscuro, ma anche negativo per lo sviluppo della ricerca stessa (perchè mai dare stanziamenti economici alla ricerca quando basta una pregierina che tutto risolve??). Io credo che sia tu che i tuoi familiari vi rivolgete al medico ed andate in farmacia quando soffrite di qualcosa (almeno mi auguro!). Se il progresso fosse dipeso da persone come te a quest’ora ci dovevamo rivolgere ai preti (possibilmente non pedofili) ed agli stregoni!
      Le tradizioni popolari che non hanno in sè un significato pseudo-religioso dannoso come questo (e ce ne sono tanti) ben vengano, tutti gli altri dovremmo trasformarli o dimenticarli con buona pace del popolino a cui si dovrebbe garantire più informazione, pluralità di pensiero e cultura, a partire dalle scuole.

    59. Caro Robydik, ma che c’entra tutto questo con il tema del post? La discussione è basata sull’importo destinato ai festeggiamenti e non certo sulla religione.
      Stiamo discutendo di una manifestazione folcloristica come può esserlo il palio di Siena, non cercare motivazioni che non esistono. I veri credenti festeggiano Santa Rosalia il 4 settembre con l'”acchianata di Monte Pellegrino”.
      E quali sono questi uomini di scienza cha hanno debellato il male oscuro nel 1600?
      Non continuare ad inventarti la storia.
      Se poi vuoi spostare a tutti i costi l’attenzione sul tema religione allora sfondi una porta aperta, se vogliamo parlare del papa, del degrado della chiesa cattolica, delle menzogne, delle invenzioni chiamate dogma, dell’adorazione di uomini, di statue, di pezzi di carta, del commercio, dei privilegi e di tutti i sepolcri imbiancati che formano il vaticano, allora telefonami!

    60. robydik, probabilmente non avevi ancora letto il mio commento in fase di approvazione.
      questo mi conferma la piena sintonia visto che abbiamo toccato gli stessi temi. 😉
      ciao

    61. Io caro Robidyk non credo che la gente che percorre quei km ci vada per il raffreddore. Parlavo di qualcosa dello stile “ultima spiaggia”, cosi ti è più chiaro? E non farmi fare esempi cruenti che possano ledere la sensibilità di chi legge, per favore quindi evita risposte spiccie.
      Ma probabilmente tu sei un pò confuso.. Dici che non ti sogni di cancellare le tradizioni.. la leggenda popolare non è tradizione? Anche il cattolicesimo ed ogni altra religione per come la vedi tu è offensiva agli uomini di scienza.. che vogliamo fare? Se il progresso e soprattutto la buona educazione dipendessero da persone come me, probabilmente non ci sarebbero persone che offendono gratuitamente perchè privi di argomentazione. Come hai fatto tu con me (magari ti sfugge anche questo).
      Poi cos’è che ci vedi di dannoso in santa Rosalia? Ma che t’ha fatto?
      Sei sicuro di voler affermare che i devoti o chi rispetta questa “festività” e la vuole mantenere tale appartiene al popolino? Ovvero “lo strato della popolazione più arretrato culturalmente e socialmente? E poi inneggi alla pluralità di pensiero alle scuole e alla cultura.. E di rispetto ne hai mai sentito parlare?
      I miei più sinceri complimenti.

    62. Che io sappia nel 1600 non c’era cura per la peste ed il miglir rimedio era considerato l’aceto balsamico con delle erbe odorose in infusione… più per combattere la puzza della putrefazione che altro. I pochi cerusici andavano in giro con le maschere dal lungo naso a becco, appunto per tenere nel becco queste infusioni… non credo che esistesse già il dottor House.

    63. Caro robidyk,ke sei un ateo ci é chiaro a tutti da un pezzo…ma se non credi tu,nn puoi trascinare gli altri nelle tue assurde convinzioni(apparte qualke ateo
      come te).Santa Rosalia è il cuore della fede di questa città dal 1624 e nn puoi arrivare tu dal nulla per cercare di dirci ke la nostra santuzza sia una leggenda…se tu non credi allora fatti i fatti di casa tua e non ti immiskiare.Per quanto riguarda il miracolo ,è scritto e testato ke al passaggio delle reliquie della santuzza x le vie di palermo la peste svaniva…non ti inventare ridicole fandonia e vit ke non ti interessa la fede dei palermitani te ne sarei grato se tu faresti le valigie e te ne andresti da Palermo…(te ne srebbe grata anke santa rosalia)…

    64. se tu facessi e se te ne andassi….scusate l’errore nel post d prima!!!!!!!

    65. niku, dimentichi un piccolo particolare, gli 800 euro (pare di più)li sborsa la regione, quindi sono soldi della comunità, anche di chi non crede nella tua santuzza.
      soldi che alcune persone, magari una minoranza, vorrebbe fossero investiti in qualcosa di più utile alla cittadinanza, specialmente in una città disastrata come palermo.
      permetti che anche chi non crede possa dire la sua visto che paga le tasse?
      vabbè che tu oltre a parlare in nome dei palermitani parli anche in nome della santuzza!!!

    66. Stalker vacci piano con la città disastrata, che chi vive in città disastrate potrebbe offendersi..
      Certo con queste 800 mila euro potevano versare un acconto per il ponte Palermo/Genova. E potremo anche accontentare il popolino palermitano emulando Lisbona e mettendo al posto del Cristo Rei una bella effige di Santa Rosalia, che ne pensate? Tutti contenti?

    67. @Stalker: allora non facciamo organizzare più concerti in piazza perchè a molta gente non piace la musica, non diamo fondi ai teatri perchè a molta gente non piace la commedia, non diamo fondi alla lirica perchè a molta gente non piace, non organizziamo più mostre perchè a molta gente non interessa l’arte, etc. etc. etc.

    68. @virus, nei casi da te citati si parla, o si dovrebbe parlare, di arte e cultura, è ben diverso.
      qui stiamo parlando di feste religiose e credenze popolari che secondo me dovrebbero essere realizzate con le offerte dei fedeli, e visto che santa rosalia guai chi ve la tocca, non dovrebbero mancare! 😉
      imho
      @monica, se il termine di paragone è afragola, palermo è una vera città europea dove tutto funziona.

    69. Infatti gli 800.000 euro sono offerti dai palermitani. Scrivi al comune di Palermo e fatti rimborsare la tua quota. (insieme ai 15 euro del pass ZTL).

    70. Stalker non andare così lontano, di termini di paragone ce ne sono a migliaia.. Palermo essendo una grande città sicuramente è mal gestita e poco organizzata, io ti correggevo solo il termine : “disastrata” che mi pare un tantino esagerato..
      Poi mi chiedevo, ma se non vi piace.. che ci state a fare? Come già giustamente qualcuno obiettava..
      Mi piacerebbe leggere commenti propositivi non gente capace solo di lamentarsi perchè fa fiko.

    71. guarda che io non mi sto lamentando, sto solo portando un punto di vista diverso dal tuo.
      e dire che palermo “ha parecchi problemi” non vuol dire che non mi piace, credo sia solo un dato di fatto. non vederli per non essere “lagnusi” non porterà mai nessun cambiamento.
      credo di essere stata propositiva parlando dell’utopia di un cambiamento culturale, meno festini e più politiche sociali, ma guuuaiii a toccarvi la santuzza che vi fa il miracolo!!! contenti voi…
      per il resto tranquilli…non ho mica detto che vengo lì a bruciarvi il carro e prendere a martellate tutti gli swarovskini!!!
      comunque se vuoi un commento positivo eccoti accontentata:
      W Palermo e Santa Rosalia!
      Amen

    72. stalker
      Scusa se in conseguenza al termine che hai usato ho dedotto non ti piacesse. Sai in genere faccio affidamento al vocabolario italiano.
      Cmq inutile parlare con chi, dopo tutte queste chiacchere, asserisce che difendiamo la santuzza.
      Non c’è peggior sordo di colui che non vuole ascoltare, varrà la stessa regola anche per chi legge?

    73. ok monica, l’ultima e poi la chiudo, tanto mi sembra ormai evidente come la pensiamo.
      queste cose le hai scritte tu, facendo affidamento al vocabolario italiano:
      “Tra regione e comuni di soldini ne circolano tanti, di appalti presi e mai conclusi… di tutto ciò che nn vediamo non ci importa.. Personalmente, quando rimango bloccata a quello che i palermitani chiamano il “motel agip” mi innervosisco molto di più. Sono anni ormai che vedo quelle transenne migrare da un posto a un altro.. Un cantiere è rimasto.. ed è un incubo. Soldi ben spesi quelli eh?”
      potrei allungare il tuo elenco a dismisura ma non voglio accupare altro spazio.
      io questi, facendo affidamento al mio vocabolario, li chiamo “disastri” culturali e politici di una mentalità che forse non cambierà mai, da qui una città disastrata che chissà quando alzerà veramente la schiena.
      proseguo:
      “Miti e leggende simili nascono dalla disperazione e si tramandano attraverso lo stesso mezzo”
      allora vogliamo continuare a tenere la gente nella disperazione e nell’ignoranza aggrappata a dei feticci o dargli mezzi e cultura per affrontare in maniera diversa la propria vita ed avviarci verso la civiltà?
      secondo me sarebbe bello più scuole con docenti preparati e più ospedali all’avanguardia e meno periferie degradate e santi.
      iniziamo ad affrancarci dalle superstizioni e dal peso delle religioni.
      con questo vi saluto, grazie della compagnia e dell’interessante scambio di vedute.

    74. Anch’io vorrei chiudere la discussione con un motto di un grande UOMO del passato, rivolto a chi mi vorrebbe tacciare solo perchè la penso in maniera diversa da lui. La frase è: «Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perchè tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente.» firmato Voltaire.
      P.s.: Niku, picchi un tinni vai tu, ca respiramu nanticchia megghiu!!!

    75. Io sventolo la bandiera bianca anzi no, di swaroski per restare in tema!
      Cmq sempre per citare il dizionario “disastrare, disastrarsi
      2 agg. CO distrutto, rovinato: case disastrate | che ha subito un danno grave, un disastro; anche s.m.: i disastrati del terremoto .”
      Scusa Stalker è evidente, che abbiamo studiato su vocabolari diversi.
      Bye Bye

    76. fatti un giro dalla cala a salire, passando per la vucciria e poi ancora a salire, se non hai visto ancora abbastanza allarga fino in periferia passando per la kalsa, vedrai quante ne vedi di…”case disastrate | che ha subito un danno grave, un disastro”
      abbiamo DECISAMENTE studiato su vocabolari diversi!
      scusa monica, è evidente che i nostri occhi non vedono le stesse cose.
      e occhio alla punteggiatura “miss vocabolario”.
      saluti a te e allo zanichelli.

    77. Ok Stalker, hai ragione tu. Qui tutti possono solo constatare quanto disastrata sia Palermo.
      Infatti camminando per la Vucciria non respiri storia e folklore, solo disagio. I turisti ci vengono proprio perchè poi vanno a raccontare in giro quanto devastata sia. Anzi, non serve sai perchè?Basta che prima di venirci a Palermo cerchino su google per trovare post come i tuoi e cambiare programma(poi con la firma di uno dei blog più visitati di Palermo). Bene, brava.
      Cara Stalker, mi spiace tu non abbia compreso che non volevo certo farti passare per ignorante(inquanto non penso tu lo sia) ma solo farti notare quanto il tuo termine sia stato “esagerato”.
      Ma questa ormai è una guerra no? E tra poco mi parlerai delle guerre di mafia, trovando chissà quale strano collegamento!
      Io starò attenta alla punteggiatura e tu ricorda che dopo il “.” si inizia con la MAIUSCOLA 😛
      Ah, non ho usato lo Zanichelli ma il De Mauro-Paravia. Va bene lo stesso?
      Scusate il fuori tema, non leggerò più questo post per non cadere in tentazioni.

      P.S. Alle balate della vucciria potremi passare la cera.
      Intorno alla Maggione buttiamo tutto giù e costruiamo una serie di case popolari.
      E poi non so si accettano suggerimenti..

      Stalker che ci siano zone “fatiscenti”, non lo mette in dubbio nessuno. Ma quelle vanno restaurate.. Le case disastrate si buttano giù e ne abbiamo anche di quelle.. Ma fai una proporzione e poi mi dici se forse non è il caso di ammettere che si sta esagerando un pò.

      Credo che, se seriamente, il comune proponesse ad ogni singolo cittadino di rinunciare al “festino” in pompa magna, al fine di finanziare progetti culturalmente più edificanti, io per prima e con me tanti altri almeno per una volta direbbero “proviamoci!”.
      Vista la possibilità remota che ciò accada.. (Dato che è più semplice speculare su una serata di festa piuttosto che su un progetto serio, specie se hai l’impegno di portarlo a termine) lasciamola in pace sta santa o santuzza che dir si voglia.

    78. @”Io starò attenta alla punteggiatura e tu ricorda che dopo il “.” si inizia con la MAIUSCOLA”
      cara monica, sui bolg non è legge, se mi dai il tuo indirizzo ti mando una lettera scritta a penna con tutte le maiuscole del caso. 🙂
      comunque non sono in guerra con te e vedo con piacere che alla fine troviamo dei punti in comune.
      ciao

    79. E perchè oltre al festino non eliminare anche la palermo calcio? Così questi poveri ignorantoni si toglieranno dai piedi e torneranno sotto terra. E’ evidente che chi scrive di popolare non ha proprio niente, magari una bella villa e la cabina a mondello quella sì.
      D’accordissimo con i temi sociali da sviluppare, con le scuole gli ospedali e magari un mio sogno sarebbe quello di non andare a bivaccare 36 ore al pronto soccorso in attesa che qualcuno si accorga di me! Ma che c’entra tutto questo con il festino di s.rosalia che dura ormai tra alterne fortune da quasi 400 anni. Signori quì nessuno vuole imporre la religione o le credenze popolari a nessuno, semplicemente chi non è d’accordo che passi avanti. Non si vive di sole lauree. Io sono un operaio GESIP e guadagno €800,00 al mese e il festino non me lo deve toccare nessuno,magari se qualcuno mi volesse aumentare lo stipendio quello sarebbe bene accetto.
      A proposito i politici sono tutti uguali non c’è nessuna differenza tra la destra e la sinistra; avete presente il bavaglino? e coltello e forchetta?
      Un altra cosa mia sorella disabile aspetta da sette mesi di passare la visita per l’invalidità; quanto pensate che potrà resistere?
      Un ultima cosa: io ho solo la terza media inferiore per esser precisi.

      W Palermo e S.Rosalia; quelli veri però!

    80. una sincera risposta a gino che denigra gli attori palermitani , ma forse lui non sa che la “lingua siciliana” è l’espressione di una antica e raffinatissima cultura, il suono della’anima della proria terra.Studi un pò di più e approfondisca. Senza rancore Paride Benassai
      Un grazie invece a Totò, lui sa che non può esserci futuro se non si ha affetto e rispetto del proprio passato, della propria memoria. A parere dello scivente e per amore della verità: VIVA PALERMO E SANTA ROSALIA. Paride Benassai

    81. Ma godetevelo và….. io lo adoro il festino… vedo una palermo viva e frizzante…. ke pulsa di…. vita!!

    82. per Paride Benassai
      salve siamo due studentesse laureande e avremmo il piacere di invitarla alla nostra laurea in quanto la tesi si basa anche su un film in cui lei ha recitato, Il 7 e l’8. Vorremmo contattarla ma non sappiamo come fare, potrrebbe mettere un indirizzo e-mail in modo da comunicare con lei direttamente? Grazie attendiamo la sua risposta entro la settimana…grazie

    83. per le due studentesse laureande che m’invitano alla loro tesi di laurea e per coloro che hanno piacere di scambiare pareri e opinioni sulla raffinatissima cultura della “lingua siciliana”.Il mio indirizzo di posta è paridebenassai@alice.it. Grazie per la vostra curiosità.Diceva il nostro grande poeta Ignazio Buttitta: ” un popolo addiventa povero e servu quannu c’arrobbanu a lingua ri patri, è persu pi sempri. Nuatri l’avevamu la lingua matri e ni l’arrubbaru, avia minni a funtani ri latti ci vippiru tutti e ora ci sputanu….però na’arristò a vuci r’idda,l’andatura , i gesti, i lampi nta l’occhi…”Paride Benassai

    84. Sono contento per Paride, però mi raccomando: i manu o puosto, dopo la laurea ognedduno i so case…

    Lascia un commento (policy dei commenti)