giovedì 17 ago
  • Lavori nell’area di via Meli

    Da oggi nell’area di via Meli sono attive limitazioni al transito per i lavori di riqualificazione del basolato, delle fognature e dell’impianto d’illuminazione che dureranno un anno.

    Stamattina si inizierà a delimitare e ad allestire la zona di cantiere che nei primi mesi interesserà, progressivamente, il tratto di via Meli compreso tra via San Sebastiano e piazza San Giacomo la Marina e quello successivo che si estende fino a piazzetta Meli. Le auto provenienti da piazza San Domenico per raggiungere il lungomare dovranno svoltare a sinistra prima di piazzetta Meli, percorrere via dei Bambinai e poi le strade che da via Squarcialupo portano fino a via Castello (soltanto direzione Cala) e a via Cavour (direzioni Cala e Mondello). È stato disposto un riordino dei sensi di circolazione nei vicoli adiacenti alla via Meli e sono stati istituiti divieti di sosta 0-24 con rimozione forzata dei veicoli in via Meli e nelle piazze Meli e San Giacomo la Marina.

    L’intervento ripristinerà il manto uniforme in basole di Billiemi della pavimentazione, presente fino a circa un secolo fa, e riguarderà anche piazza San Giacomo la Marina, via dei Coltellieri e discesa San Domenico.

    Palermo
  • 5 commenti a “Lavori nell’area di via Meli”

    1. signori e signori
      un’altro cantiere in pieno periodo turistico…
      i turisti di tutto il mondo potranno dire che Palermo si sta rinnovando… sta facendo di tutto per essere cuul

      addirittura per ovviare la magra di favignana nella mattanza, hanno creato una camera della morte in Via Ruggero settimo, le poche persone in giro per i saldi stipati come i tonni in corridoi della morte.

    2. Solo noi sappiamo come in….trattenere i turisti tra traffico e ostacoli di natura varia.
      Per quanto riguarda i lavori del basolato di via Meli, spero tanto che attuino un restauro della vecchia pavimentazione e non una bella colata di asfalto che copra tutto e che poi si sfalderà lasciando ‘pirtusi’ incresciosi

    3. I lavori si devono fare, bene, ma perche’ sigillare anticipatamente piazza meli e piazza san giacomo, creando lo scompiglio fra gli abitanti che non hanno piu’ dove parcheggiare? dove sono i parcheggi nei dintorni?. I lavori sono appena iniziati che gia’ si parla di chiusura per ferie, perche non iniziare allora a settembre, e perchè non chiudere gradualmente le vie a proseguimento dei lavori? i pub hanno chiuso i negozi avranno un notevole calo di vendite, il colloquio con il Sig ceraulo non c’è stato e tutto questo per un anno, per 300 metri di strada, ma lo sapete i cinesi quante coste fanno in un anno? ma qui siamo a Palermo, speriamo almeno che passino pure il metano dato che sono anni che aspettiamo

    4. come vi avevo gia’ anticipato il cantiere in via meli ha chiuso per ferie dal 9 al 24 agosto, ai residenti solo polvere e disagi, ai turisti uno spettacolo desolante. LE chiese chiuse, la piazza con le basole divelte e tutta recintata, la gente che discute
      per il parcheggio che non c’è piu’la polvere che riempie le abitazioni, speriamo che alla fine ne valga la pena.

    5. la regione siciliana non da i permessi per l’eolico
      a causa delle linee sature ma se supponiamo l’eolico
      che si dovrebbe fare a gela produrrebbe idrogeno
      per il polo industriale di Siracusa sarebbe un affare per
      tutti nessuno escluso .

    Lascia un commento (policy dei commenti)