venerdì 20 ott
  • 121 commenti a “Occupato il liceo classico “Umberto I””

    1. Adesso seguiranno certamente tutte le altre…

    2. Come al solito: Picciotti bordello!

      Ma cosa sarebbe successo se il decreto Gelmini fosse passato in giugno? Niente!

      Devo ammettere che in questo il Governo ha prestato il fianco a orde di mocciosi che si fanno manovrare allettati da qualche settimana di vacanza e prepotenza.

      Il mio pensiero!

    3. Ma quale bordello! Ma quale al solito! Si parla senza sapere nulla! In quel liceo ci sono i migliori ragazzi di Palermo e provincia; una spanna in più delle soubrettes dei politicanti nostrani, che non sanno nemmeno quanti licei classici ci sono a Palermo, quanti studenti e quanti succursali del cavolo. La smettessero tutti di sommergere i nostri ragazzi con la loro ipocrisia, sono nettamente migliori dei tanti soloni che li circondano.
      Ai maturandi piuttosto dovremmo dire di stare attenti a non perdere di vista i libri, perchè in agguato ci sono i soliti professori lunari,ex pseudo-comunisti ipocriti, che a giugno atterreranno sulle commissioni di esami, senza che nessuno li abbia avvertiti degli odierni avvenimenti, e pretenderanno ottima preparazione e programmi svolti.

    4. Minchia, il mio liceo, onorevolissimo Liceo classico di grande tradizione, usa , come altri Licei la scusa della contestazione per evitare di entrare a scuola?
      Un Liceo che si rispetti, lascerebbe invariata a programmazione, ma potrebbe chiedere alla scuola, laddove possibile, relativamente al personale presente di prolungare il tempo di permanenza nella scuola, per discutere, carte alla mano, dei DL e leggi sulla scuola.

    5. Allora ci sarebbe da aggiungere anche la succursale del Garibaldi…dove però lo sciopero è bianco…ovvero con il personale che può liberamente entrare o uscire. Anche questo durerà fino a lunedì. In ogni caso, credo, che quello dell’Umberto sia occupazione concordata col preside e i prof…ergo…tecnicamente non può essere definita tale. Poi io il liceo l’ho fatto al Don Bosco e non ci capisco molto 🙂

    6. NON PENSO CHE QUESTA OCCUPAZIONE SIA SOLO UNA SCUSA PER NON FARE SCUOLA..QUESTO DECRETO è UN ATTACCO ALLA CULTURA E BLOCCARE LE SCUOLE SECONDO ME è LA MIGLIORE RISPOSTA AL MINISTRO..

    7. Si chiarisca una cosa: il liceo classico statale umberto primo è stato occupato da una MINORANZA ASSOLUTA, che ha deliberatamente ignorato la decisione di non occupare della maggioranza assoluta degli studenti che hanno votato. Il fatto, tuttavia, che sia stato scelto un modulo semicurriculare con tre ore regolari e due a discrezione delle classi se partecipare o meno a seminari, è alquanto discutibile.
      Ci tengo, tuttavia, a precisare che il corpo studentesco dell’Umberto I NON HA DECISO DI OCCUPARE, MA L’OCCUPAZIONE E’ STATA UNA DELIBERATA PRESA DI POSIZIONE ANTIDEMOCRATICA DI UNA MINORANZA ASSOLUTA!

      Mattia Savorana, II liceo H, NON OCCUPANTE, Liceo Classico Statale UMBERTO I, Palermo

    8. Mattia sollecitate il preside a chiedere lo sgombero o chiedete voi stessi lo sgombero. L’ipotesi è che possano configurarsi ben due violazioni di legge: occupazione di suolo pubblico e interruzione di pubblico servizio.

    9. @ Mattia
      ha ragione Siino.
      Se siete veramente in maggioranza, fate valere le vostre ragioni.
      Una volta …….. funzionava così.

    10. Il mio vecchio Liceo…certo che la cosa deve essere decisa dalla maggioranza degli studenti, coordinata con i docenti e Preside.
      Non ha senso il bordello per il bordello, quando lo facemmo negli anni 75/78 c’era altre condizioni storiche.
      Però nessuno pensò a mandare forze dell’ordine o militari,l’ evento si esauriva nel giro di una decina di giorni, occupazione uno o due anni, poi con la forma di autogestione.
      E’ vero, a distanza di anni, che c’era chi approfittava de “L’ora” autorizzata e se la gestiva al Giardino Inglese o a passare la giornata a limonare con la picciotta/o dietro il Liceo stesso, ma è pur vero che per molti di noi fu la prima occasione per crearci de visu una nostra prima coscienza politica , un primo germe che per molti è cresciuto, sia a sinistra che a destra.
      L’ultimo assemblea di Istituto che avevo presieduto c’era gente fuori dall’Aula Magna che premeva per entrare, 5 o 600 persone.
      Oggi i rappresentanti di Istituto degli studenti concordano , a tutte le latitudini, la assemlee di Isituto con i Presidi per fare i ponti e alle assemblee in molte parti, obbligano almeno i rappresentanti di Istituto e di classe a a partecipare.
      Giuanni

    11. oddio…che cosa obrobriosa l’occupazione!
      piccoli ragazzetti che si barricano dentro la scuola a fare i comunisti…avete ragione sollecitate lo sgombero:questi delinquentelli vogliono solo abusare delle strutture pubbliche per fare i fatti propri.

      mariastella gelmini ha tanta ragione….

      sono allibbito…
      lasciate stare i ragazzi a crescere e protestare, lo stanno facendo anche per quelli che non capiscono. e poi da ex umbertino e pluri rappresentante d’istituto credo proprio che a voler l’occupazione sia la maggioranza…forza ragazzi continuate a gridare civilmente il vostro malessere contro questa riforma.
      umberto nel cuore!

    12. Il problema non è maggioranza o minoranza. Occupare è illegale. E i presidi che non denunciano la cosa, se vogliamo precisare, violano a loro volta la legge perché omettono di denunciare.

    13. Occupare è illegale. Per quel che ne sò è discussa l’applicabilità dell’art. 633 (occupazione di edifici pubblici) per ciò che concerne l’occupazione di edifici scolastici da parte di studenti e dipendenti in occasione di manifestazioni etc. ma non dell’art. 340 CP (interruzione di pubblico servizio)

      http://www.ricercagiuridica.com/sentenze/index.php?num=2469

      I presidi valutano se l’occupazione provoca danni alle cose, se l’attività corrente dell’istituzione scolastica viene ostacolata o interrotta, se la didattica viene pregiudicata in modo irreparabile etc.

    14. piero ld… il nome mi ricorda qualcosa… non personalmente… ma le voci rimangono (specialmente se hai avuto fratelli all’umberto) 😀

      [leggendo i vari commenti, ed essendo appena tornato dall’Umberto…]

      il preside al momento dell’occupazione ha chiamato i carabinieri, che sono arrivati… e successivamente è arrivata anche la digos… (quindi l’avrà denunciata la situazione)

      non mi sembra proprio una scusa per non studiare, considerando che la scuola è stata occupata il 31 pomeriggio (giorno di assemblea… in cui il preside SENZA avvisare nessuno ha deciso che si prendevano le presenze alle 8… cosa che da noi non succede MAI) e rimanere occupati per l’1 e il 2 (Giorni di vacanza…)

      da domani dovrebbe tornare tutto normale…

      Quindi, dove sta “la scusa della contestazione per evitare di entrare a scuola” ???

      dove stanno le “orde di mocciosi che si fanno manovrare allettati da qualche settimana di vacanza e prepotenza.” ?

    15. la mia ovviamente era una provocazione contro chi demonizza azioni collettive assolutamente leggittime, indipendentemente dalla legge. ovvio che occupare é illegale, ma comunicare il proprio dissenso con un’occupazione (a tempo) mi sembra oltre che una cosa molto sensata, anche una buona occasione per avere visibilità e per dare contenuti a una protesta giusta che sottolnea e ha sottolineato i rischi di una riforma che sputtana l’investimento pubblico nel mondo della scuola e dell’università.

      io ho i miei dubbi sulle occupazioni in generale. spero che questo momento di aggregazione e protesta possa essere proficuo per tutti, non occupanti compresi.
      contestare l’azione del governo é una cosa del tutto sensata…manifestare é il sale della democrazia, difendere il proprio futuro significa, anche, avere alto senso dello stato!

    16. Per favore, non siamo in Sud America ! Taluni auspicano interventi di forze armate o dell’ ordine per ogni cosa, lasciamo che sia il buon senso delle parti e il senso di responsabilità a chiarire una situazione che mi pare non necessiti interventi di forza.
      Leggo inoltre di commentatori che temono un nuovo avvento di forze neo comuniste, orde di giovanissimi davvero terribili, indottrinate in gran segreto e mandate per le scuole e le Università della nostra Patria a seminare il germe rivoluzionario del pensiero rosso….
      Mala tempora currunt !
      Giuanni

    17. limonare tutti, limonare duro!

    18. premetto che non sono berluscuniano,ne per il senso delle manifestazioni,ma l’occupazione pacifica di qualsiasi luogo che non dia nessun pericolo all’incoluminita’ della gente,per me non è illegale!
      Per manifestare bisognerebbe occupare casa sua???
      Viva la democrazia

    19. nissa, vediamo un po’, se occupiamo casa tua, ci organizziamo per passarci dentro un po’ di tempo senza preoccuparci dei tuoi bisogni, cosa ne pensi? ti infastidisce?

    20. i bisogni sarebbero (nel caso della scuola) sarebbero seguire le lezioni… e svolgere le varie attività scolastiche…. giusto?!?

      beh… abbiamo occupato in 2 giorni di festa…
      di quali bisogni non ci siamo preoccupati!

    21. Ricordo un’occupazione del Garibaldi nel lontanissimo 1968, non durò tantissimo, ma in quei giorni molti di noi misero da parte Ovidio e Cicerone e impararono davvero tanto… Imparammo che c’è chi la pensa così e chi la pensa colì e chi non pensa proprio nulla (la maggioranza). Imparammo dove sta la democrazia e dove sta la demagogia, ma imparammo soprattutto come riconoscere la falsa faccia pulita del potere, sempre pronto a far sua qualsiasi iniziativa che possa servire ai suoi loschi intrallazzi. Imparammo a riconoscere chi arrivava con spranghe e catene e a capire chi li mandava. Imparammo, troppo tardi ahimé, che quando arriva la violenza bisogna mettere da parte ogni orgoglio e scappare a gambe levate senza stare al gioco. Imparammo che nessun tempo speso nel confronto e nella discussione è mai perduto. E imparammo tanto altro ancora.

    22. Concordo con Federico e aggiungo che erano, e sono, momenti di aggregazione straordinari, dove magari i/le più timide escono fuori dai loro gusci, dove i più intraprendenti provano a farsi uomini, provano il loro carisma, certo è importante, anzi importantissimo esprimersi con i congiuntivi appropriati e conoscere la Storia e capire di Matematica.
      E’ appena il caso di ricordare il rispetto che si deve alle attrezzature e le strutture della scuola.
      Solo due parole, sul decreto Gelmini, che non è per nulla una riforma, ma sono solo tagli alle spese, riduzioni di personale maascherati da ristrutturazioni di facciata. Si può, e a volte si deve, decretare su qyestioni di gravità eccezionali e in tempi brevi.
      Una riforma scolastica si concerta tra tutte le componenti, tra tutte le varie scuole di pensiero, fermo restante che chi governa, questo è un principio democratico, ha i numeri per dire la propria e votare una serie legge di riforma.
      E’ una scelta gravissima quella di imporre dall’alto una mannaia che oltre i tagli, presenta ben poche ed irrilevanti misure nuove positive.
      Proprio perchè non è una riforma.Sic !

    23. Ricordi commoventi o no rimane il fatto: è illegale. E lede diritti altrui. Manifestino quanto vogliono ma legalmente. Quindi ben vengano gli sgomberi.

    24. @tony siino
      Anche il presidente del consiglio & camerati facciano pure quel che vogliono, ma LEGALMENTE, non espropriando il parlamento delle proprie funzioni imponendo tagli indiscriminati e spacciandoli per riforme inesistenti. Quindi ben venga ogni forma di resistenza.

    25. Federico se ti risulta che ci siano camerati in Italia o che la legge di riforma sia stata approvata in maniera illegale sporgi denuncia.

    26. Il mostro unico – 01/11/08
      di Stefano Benni – da stefanobenni.it

      Cari studenti facinorosi, sono la vostra amata ministra Gelmini. Dopo il cinque in condotta e il maestro unico, ho una nuova idea che potrà risollevare la scuola italiana. Da dove inizia l’istruzione? Dall’asilo. E proprio qui bisogna intervenire, perché i bambini diventino obbedienti e ligi al dovere. E le favole, con la loro sovrabbondante fantasia e il loro dissennato spreco di personaggi, li allontanano dal sano realismo e dal doveroso conformismo e alimentano il pericolo del fuori tema, della deboscia, della droga e del bullismo facinoroso.

      Perciò per decreto legge istituisco il Mostro Unico. Sarà proibito leggere favole che contengano più di un mostro o di un cattivo, con relativo aggravio per la spesa pubblica, e soprattutto si dovrà, in ogni fiaba, sottolineare la natura perversa, facinorosa e vetero-comunista di questo mostro.

      Secondo il DMU (decreto mostro unico) sono proibiti ad esempio Biancaneve e i sette nani, perché Grimilde e la strega sono un costoso e inutile sdoppiamento di personalità nocivo all’immaginario dei giovani alunni, per non parlare dell’ambigua convivenza tra Biancaneve e i sette piccoli operai, di cui uno, Brontolo, sicuramente della Cgil.

      Cappuccetto Rosso è ammesso, ma si sottolinei come il cacciatore è evidentemente della Lega e il lupo di origine transilvana e rumena.

      Proibito Ali Babà e i quaranta ladroni, ne basta uno. Abolito Peter Pan, troppi pirati che gravano sulle casse dello stato. Abolito Pinocchio, anche accorpando il gatto e la volpe in un unico animale, restano il vilipendio ai carabinieri e il chiaro riferimento a Mediaset del paese dei balocchi.

      Ammesso Pollicino ma dovrà chiamarsi Allucione ed essere alto uno e settanta, per non costituire un palese sberleffo al nostro amato presidente del consiglio.

      Proibito Hansel e Gretel, perché i mostri sono due, la madre e la strega, e inoltre si parla troppo di crisi economica.

      Proibito il brutto anatroccolo. Se uno è brutto, lo è per motivi genetici e tale resterà. Inoltre Andersen era gay. Parimenti proibito il gatto con gli stivali per la connotazione sadomaso.

      Proibita, anzi proibitissima Cenerentola. Le cattive sono tre e assomigliano tutte a me. Cioè alla vostra ministra superficiale, impreparata e ciarliera. Ma la vostra Ministra Unica.

    27. Nissa leggo soltanto ora il tuo commento. La legge non si presta a “per me” (è anche un po’ mafioso pensare che ci sia una legge “per me”): occupare è illegale. Consulta il codice se hai dubbi: artt. 340 e 633 del codice penale.

    28. siino, di camerati a piazza navona a roma, l’altro giorno ce n’erano un bel manipolo, con la complicità delle forze del (dis)ordine e l’omertà e la distorsione della verità delle forze di governo.
      un camion che staziona carico di spranghe e pugni di ferro all’interno di una manifestazione è cosa che ricorda il sud america o i giorni più bui della storia italiana del secolo appena trascorso.
      sulle riforme per decreto legge, lascio a voi le riflessioni sulla maturità democratica di questo paese.

    29. Stalker a me non risulta che in Italia sia stato ricostituito il Partito nazionale fascista e quindi non mi risultano camerati. Quanto a presunte complicità se hai le prove sporgi denuncia, è facile fare illazioni.

    30. « Ai tempi del fascismo non sapevo di vivere ai tempi del fascismo »,
      Hans Magnus Enzensberger .

    31. infatti non è stato “ricostruito”, non si è mai dissolto realmente.
      questi sono tempi bui per la democrazia, meno per loro, se perfino il “venerabile” pidduista ritorna in auge!
      bisognerebbe parlarne, ma mi rendo conto che è più facile stroncare ogni discussione e riflessione dicendo: “se hai le prove denuncia”.

    32. Stalker se dici un sacco di stupidaggini che cosa vuoi che ti dica? 😉

    33. Tony, la Corte di Cassazione ha messo in discussione l’art. 633 per quanto riguarda l’occupazione di studenti interni o dipendenti. Qui di seguito la sentenza e i motivi.
      http://www.ricercagiuridica.com/sentenze/index.php?num=2469

      Resta invece da considerare l’art. 340, ma se non sussiste l’interruzione l’illegalità è quanto meno discutibile. La valutazione sull’opportunità della denuncia spetta al dirigente scolastico che ha la responsabilità dell’Istituto, infatti l’occupazione può essere pacifica o meno, con effrazione o messa in atto da persone estranee, oppure effettuata durante lo svolgimento delle lezioni dagli studenti dell’Istituto senza però ostacolare l’attività amministrativa e didattica. E’ il dirigente che decide se denunciare o tollerare. Per quel che serve, secondo me l’occupazione non è il migliore dei modi per ottenere il consenso popolare.

    34. Pepè non vorrei che i tuoi contributi risultassero fuorvianti. È illegale malgrado quello che scrivi. Anni fa io dissi chiaramente a un preside (ero rappresentante di istituto) che l’avrei denunciato se non interveniva.
      Se vuoi dire che non è illegale scrivilo chiaramente e ti smentirò. 🙂

    35. “Stalker se dici un sacco di stupidaggini che cosa vuoi che ti dica?”
      .
      @Siino
      Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l’imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile. (Woody Allen)

    36. Stalker quindi scrivi cose intelligenti…e vere/verificabili. 😉

    37. Tony, c’è una sentenza della Corte di Cassazione al link di cui sopra, io non sono particolarmente esperto di affari legali, spiegamela tu.

    38. Tony, dico invece che c’è una sentenza della Cassazione che è riferita al caso in specie (istituto scolastico).
      -citazione dalla sentenza summenzionata

      E’ vero quanto afferma la Corte territoriale che la nozione di invasione non si realizza esclusivamente con il requisito della violenza, che può anche mancare, essendo sufficiente per integrare il reato l’introduzione arbitraria e cioè contra ius da parte dell’agente, in quanto privo del diritto di accesso: è altresì vero, però, che l’elemento soggettivo della fattispecie di cui all’art. 633 cod. pen. consiste nella finalità di “occupare” il bene che viene arbitrariamente invaso, finalità del tutto insussistente nella specie in cui le imputate hanno “invaso” al fine di “interrompere” o turbare la regolarità di un ufficio o di un servizio pubblico.

      Esiste dunque questa sentenza che esclude il reato di cui all’art. 633 ma conferma quello di cui all’art. 340, ed a ciò io mi riferivo. Se la pensi diversamente, dato che sei più competente di me, spiega.

    39. Tony mi pare che tu reagisca come se avessimo toccato nervi scoperti……
      D’improvviso scopri che le leggi vanno applicate e non interpretate ?
      Nel paese delle leggi ad personam ?
      Trovi scandalosa ed intollerabile l’occupazione pacifica di un Liceo ?
      Giustifichi, o quanto meno ti lascia indifferente un camion dell’estrema destra carico di spranghe e che queste vengano distribuite in tutta calma e davanti agli occhi di tutti ?

    40. giuanni, magari si trattasse solo della faccenda camion.

      http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/foto-navona/1.html
      http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2009-5/ltestimonianza-prof/ltestimonianza-prof.html

      Per le leggi ognuno pensa a modo suo, per me vanno interpretate, per un altro no. Per esempio, di cosa può essere accusato chi istiga alla violenza e alla devastazione per poter poi reprime nel sangue il dissenso fomentato? Artt. 280, 285 e 286 CP? Si procede d’ufficio o no? Possiamo anche interpretare ciò come libera espressione del pensiero? Queste sono le domande che mi pongo alle ore 7 mentre faccio la mia toilette mattutina:-)

    41. Toni Siino, questa è la strategia della tensione, il Cossiga pensiero, parole rilasciate in un’intervista.
      Che gli abbiano dato retta?
      Non ti viene nessun dubbio su quello che sta succedendo?
      .
      “Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand’ero ministro dell’Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perchè pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito… Lasciarli fare (gli universitari, ndr). Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell’ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì… questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l’incendio”.

    42. Pepè quella sentenza non basta a escludere le violazioni di legge. Rimane illegale occupare.
      Giuanni attenzione a non farmi dire cose che non ho mai detto. La legge va applicata e trovo scandaloso che in Italia ognuno se ne faccia una sua versione personale fino a far cadere la certezza di un sistema di regole e di sanzioni. Riguardo agli scontri di piazza Navona mi sembra chiaro che chi si presenta con le spranghe o lancia oggetti a una manifestazione ha torto.

    43. Certo che rimane illegale, però c’è differenza tra occupare una casa popolare per abitarla abusivamente e occupare un edificio pubblico per attirare su di sé l’attenzione della stampa. Tu sostieni che il dirigente deve agire d’ufficio, ma l’art. 633 prevede che sotto un certo numero di occupanti e in assenza di violenza etc si procede solo a seguito di querela di parte … insomma è una norma da interpretare. Insomma chiudiamola qui, secondo me oltre ad essere illegale, orto para meta non importa, è uno strumento poco efficace nel lungo termine e e chi è interessato alla vicenda dovrebbe capire che non è questione che si risolve in poche settimane, va impostato un piano strategico.

    44. Scusate, ma anzichè preoccuparci delle occupazioni delle scuole (che possono trovare buoni e cattivi motivi dal punto di vista politico e legale)
      preoccupiamoci piuttosto di tanti spazi pubblici in città OKKUPATI abusivamente da posteggiatori che domandano il pizzo.E non solo posteggiatori.
      Denunciate i presidi per le occupazioni?
      Ma siete capaci di applicare anche lo stesso metro di misura nei confronti dei posteggiatori abusivi???
      Un pizzico di coerenza?????

    45. Siamo alle solite: la verità è sempre di parte, a secondo come si vuole impupare agli altri. Entro solo ed esclusivamente per rispondere a tutti coloro che parlano degli incidenti di Piazza Navona farneticando su furgoni carichi di armi. NON E’ VERO: Il furgone era carico di altoparlanti e sistemi audio e quello che è successo lo potete vedere da soli in questo sito dove si vedono le immagini riprese proprio da sopra il famigerato furgone. Poi qualcuno mi spiegthi come mai 300 giovani di sinistra erano con caschi, catene e pezzi di legno. Finiamola di fare il vittimismo, la sinistra è bravissima a stravolgere la verità e creare vittime ed eroi (Giuliani insegna). La manifestazione di Roma, giustissima nel contenuto e nel principio, era e doveva rimanere apolitica: guardate il filmato e vi renderete conto chi ha stravolto tutto.
      Io mi ricordo le assemblee nelle scuole degli anni 70 (ero al Garibaldi). Me le ricordo perchè erano assolutamente democratiche: io non potevo intervenire perchè ero di destra e, se lo facevo, un colpo di catena non me lo levava nessuno!!! Evviva la democrazia

      http://www.youtube.com/watch?v=5wTeI_tatoY

    46. Scusa Salvo Coppolino, lo sai che rispetto la tu intelligenza anche se stai dall’altro lato del fiume. Certamente c’è gente di entrambi gli schieramenti che va attrezzata (non si sa mai, oggi domani un concorso) ma non ti seccare, non puoi attribuire agli “antagonisti” la responsabilità dei fatti, vedi il mio post odierno delle 7.33 (vedi link a Repubblica), semmai puoi dire che dopo aver attaccato e disperso a bastonate un gruppo di pacifici ragazzini e aver così guadagnato la propria porzione di piazza, i giovanottoni di destra sono stati assaltati da un gruppo di altrettanti giovanottoni di sinistra sopraggiunti successivamente … qualcuno dei ragazzini avrà chiamato rinforzi. Quel che chiedo è: dov’era la forza pubblica quando sono stati bastonati i ragazzini? Comunque, Salvo, cerchiamo di dimenticare il passato e di essere costruttivi tutti quanti abbiamo a cuore lo Stato, il paese sta andando i rovina e i topi ballano.

    47. Salvo Coppolino, non mi meraviglia che sul video di blocco studentesco non si vedono le mazze e gli attacchi e i pestaggi, potenza del montaggio.
      Il famigerato furgone è quello bianco, non quello col telone blu, ed è sempre ripreso strategicamente dal basso, tranne una frazione di secondo intorno al minuto 6:58, quando si vede un ragazzo del blocco che salta giù e afferra qualcosa, lascio a lei immaginare cosa!
      qui c’è il pezzo che manca e si vedono chiaramente le spranghe, “camuffate” da aste di bandiere, di cui il camioncino bianco è pieno, e l’uso che se ne fa.
      .
      poi c’è la testimonianza di Curzio Maltese che era lì…sarà pure un “comunista”, intanto questo è il suo resoconto:
      http://www.youtube.com/watch?v=ZqVr1l9fOdA&feature=related

      io di solito guardo ed ascolto più fonti…
      saluti

    48. e no coppolino

      ora ti smentisco

      alla grande
      sai perchè???

      perchè io C’ERO

      ED ERO DALL’ALTRA PARTE

      a difendere quei ragazzetti attaccati da voi con mazze circondato da tre colori schi-fosi verde bianco rosso

      mutu-mutu.

      Bugiardo

    49. la scuola è stata disoccupata come era stato detto…
      nessun danno è stato fatto…
      nessun giorno di scuola è stato perso..

      si doveva mandare la polizia?

    50. Salvo Coppolino, ho ricordi nitidissimi dei tuoi anni liceali perchè spesso veniva davanti all’Umberto e al Terzo Scientifico, con le persone con cui ti accompagnavi e che in questa sede non è il caso di nominare.
      Quando arrivavate, con la scusa di mettere un manifesto, ricordo la paura tra noi diciamo non estremisti perchè si scatenava sempre una rissa.
      Mi dirai dovevamo difenderci, ma senza entrare nel merito, ricorderai bene come iniziavate le provocazioni, come finivano e come passare davanti al Fiamma fosse pericoloso.
      Eravate sparuta minoranza eppure vi facevate sentire, specie fisicamente.
      Quello che accade oggi a distanza di anni e che non si deve più ricreare.
      Questo commento non deve apparire O.T., ma dobbiamo assolutamente evitare contrapposizioni estreme che non portano da nessuna parte.
      I ragionamenti, le ipotesi di riforma, le proposte si concordano nelle sedi opportune, senza caschi e bastoni e passamontagne, mi riferisco a entrambe le parti “estreme”, chiamiamole così.
      Chi si copre il viso, indossa caschi e porta bastoni, va preso, fermato e identificato. Non aspettiamo l’evento nefasto per poi scatenare la repressione.
      Sono scene purtroppo già viste, strategie di cui ci sarebbe da parlare per ore.
      Coppolino siamo nel 2008, non ragioniamo più come trent’anni fà, non ripetiamo errori e ricordiamoci come sono finiti tanti cattivi maestri, da entrambi le parti.
      Tony, mi sembra di conoscere il tuo “tasso” di imparzialità , di democrazia e di tolleranza e ne faccio pubblica lode.
      Mi è era sembrato che stavolta ti fossi puntato su alcune cose in modo molto deciso, quasi per partito preso.
      Prendo atto della tua precisazione e resto convinto che
      anche da un’accesa ma corretta analisi il più possibile obiettiva, pur nelle diverse posizioni, possa scaturire una sintesi positiva per tutti.
      Giuanni

    51. eppuru al fiamma ni pigghio… u sig coppolino

    52. Se mio figlio, liceale, torna a casa dicemdomi “Papà, oggi abbiamo fatto occupazione” io gli occupo la faccia e il culo di sberle. Mi rivolgo ai facinorosi scioperanti del cxxo “Se volete protestare lasciate in pace chi non ne ha voglia, chi vuole studiare, chi non crede nello sciopero come forma di protesta.

    53. Se mio figlio, liceale, torna a casa dicemdomi “Papà, oggi abbiamo fatto occupazione” io gli chiedo: “e per quale motivo?
      Se lui mi risponde con cognizione di causa e mi convince che il suo motivo è valido allora niente. Rimango sereno e fiero di avere un figlio che argomenta le proprie idee.
      Se comincia con: “niente papà c’erano…” a c’erano ha già abbuscato tre serie da 5 di timpulate amare a rovescio ntò mussu!
      Se alla domanda risponde semplicemente con: “boh chemminchianesò!” a nchianesò avrà le pàpole al culo per tutta la vita

    54. Rob, usi il metodo Montessori o quale ?
      Io gli chiederei perchè lo fa e valuto se il suo discorso è coerente e serio.
      Se è per fare l’ora o casino per il casino, cerco di farlo ragionare e agire secondo buon senso.
      Ma le legnate, Rob….mi deludi.
      Se c’è una maggioranza accertata che per gravi motivi decide di manifestare anche in forme estreme, sempre nel rispetto delle persone e delle cose comuni,la minoranza si deve adeguare.
      Questa è la democrazia, a tutte le latitudini.
      Ma se tu credi che abbuscando le persone le correggi, hai sbagliato secolo.
      Non sei snob neanche di sgriscio.

    55. Non ho mai dato uno schiaffo a mio figlio, non c’è ne stato mai bisogno e poi sono contro la violenza, le mie sono sberle figurate. Non preoccuparti. Per quanto riguarda la democrazia che tu decanti non sono d’accordo sulla tua frase “la minoranza si deve adeguare”. Questo principio è applicabile in altre circostanze non quando 4 bulletti facinorosi del c… occupano una scuola (tra l’altro volevo ricordare ai ribelli che è reato occupare un edificio pubblico)giusto per non fare scuola ed impedire a chi non crede negli scioperi di svolgere regolarmente le lezioni.

    56. Rob ti prego di utilizzare un linguaggio più consono (puntini o meno).

    57. Io rimango dell’idea che occupare è illegale , onde per cui mi piacerebbe che i ragazzi trovassero forme alternative di protesta, ma che protestino.
      Potrebbero entrare regolarmente e dare le spalle alla cattedra, potrebbero redigere un documento che attesti la formazione di una sorta di comitato di classe che di volta in volta decida democraticamente il comportamento d’adottare in classe, consegnarlo ai docenti e discuterlo.
      I ” crumiri” se è vero che sono così liggi al rispetto della democrazia se è vero che sono in maggioranza farebbero valere il loro volere, in caso contrario ( cosa che è molto piu propabile visto che questa maggioranza non la vedo) dovrebbero adeguarsi a quanto deciso dal comitato.
      Si potrebbe per esempio ( con l’accordo dei Prof), sospendere le interrogazioni, e nel caso in cui i “crumiri” dimostrassero di avere un “basso” senso democratico pretenderebbero l’interrogazione …… bè sai che spasso, Mi auguro che i Prof, le dedicassero 1 ora al giorno a torchiarli a dovere.
      ( sai che risultati? dimodtrare che la famigerata maggioranza silenziosa ( ma mazzaiola) non esiste.
      Dimostrare le “alte” capacità intelletive ogni giorno ).

    58. caro …Rob
      la mia banca è differente!
      ( sigh)

    59. Che banca è? ex Cassa di Risparmio? Banco Ambrosiano? No forse la IndyMac Bancorp americana?

    60. Tu si chiddu di babbaluci, un mu scuardu.

    61. e poi chi studia diligentemente non sa che farsene di professori frustrati che si divertono a torchiare i ragazzi con le interrogazioni.

    62. scusa siino ma tu vorresti smuovere le acque rispettando la “legalita’”?
      Nessun rivoluzione sarebbe nata se si fosse rispettata la “legalita”.
      Manifestare il propio dissenso,occupando luoghi publici non sara’ legale ma,per me, è legittimo.
      Se si deve rispettare sempre la “legalita’”,a che serve la “disubbidienza civica” in una democrazia?

    63. Ripeto il mio appello a tutti gli studenti: quando vedete spranghe e catene, mettete da parte qualsiasi forma di orgoglio e scappate a gambe levate, perché in ogni caso, se reagirete, anche solo per difendervi, avrete sempre torto e farete il gioco di chi ha mandato quei mascalzoni a provocarvi.

    64. Nissa siccome non sono un criminale per me la legalità è importante. E si può manifestare legalmente. Tu sei un criminale?

    65. Certo affibbiare “criminale” ad un’occupante pacifco di un luogo publico,mi sembra esagerato.
      Comunque onore ai nostri partigiani,che se avessero rispettato la “legalita’”,saremmo ancora..
      comunque ognuno ha il dovere di fermarsi dove il buon senso comune lo impone,questa è la mia filosofia

    66. Il codice penale non è un’opinione…ma ho imparato che per alcuni di voi lo è. Andiamo bene.

    67. Quando si porta avanti una causa “giusta” non c’è bisogno di andare a leggersi il codice penale; la tanto cara “ragione di stato” è valida solo per il legislatori?

    68. un’esempio su tutti,ma ce ne sarebbero migliaia…
      Nelson Mandela era illegale

    69. Ok Nissa, stoppati. Oltre che illegale occupare è immorale. È immorale perché calpesta il diritto altrui (costituzionalmente sancito come quello di sciopero) di andare a scuola. Chi ha più diritto? Chi vuole studiare o chi vuole protestare? La soluzione esiste: lasciare le scuole aperte e protestare altrove.

    70. Noto che la coerenza non c’è….

    71. Quindi scioperare e occupare una fabbrica ad oltranza per ottenere dei diritti è immorale?
      I docenti quando scioperano tolgono la possibilita’ a chi vorrebbe imparare, è illegale?
      Io vorrei capire ,cio’ che giusto è cio’ che illegale!
      Non tutto quello che è legale è giusto,o no?

    72. tony tu dici…
      La soluzione esiste: lasciare le scuole aperte e protestare altrove.
      ………..
      o.k. allora siccome credo che per il lavoro che fai(comunicare…) le idee non ti mancano ,mi piacerebbe,se ti va, che dicessi almeno 5 azioni EFFICACI che si potrebbero inventare PER PROTESTARE.
      Pequod

    73. Pequod io non sono contro la legge 133 (a dire il vero neanche pro) quindi mi viene un po’ difficile suggerire iniziative. Però hai colto nel segno: per essere efficaci bisogna evitare di mettersi contro gli altri come sta accadendo, visto che il 5 manifesta chi vuole studiare…

    74. Occupare? è illegale quando si ledono i diritti degli altri. Esempio? Occupare una scuola è illegale e non giustificato se l’iniziativa parte da una minoranza ottusa. Occupare una fabbrica da parte di tutti gli operai perchè il datore di lavoro se ne infischia delle norme di tutela sul lavoro è illegale ma giustificabilissimo perchè c’è in gioco la vita degli stessi operai.
      X Stalker.
      Amica mia, mi fai morire: tu stessa dici: “Il famigerato furgone è quello bianco, non quello col telone blu”. Bene, Repubblica ha basato tutta la sua campagna di stampa sulla presenza di questo furgone bianco che pareva una specie di carro armato, ma non una parola su quello con il telone blu, parcheggiato difronte. Sai perchè? perchè quello era legalizzato, quello era della sinistra antagonista e trasportava palme benedette e santine di Padre Pio. Ti prego Stalker, ti reputo una ragazza estremamente intelligente per non renderti conto della strumentalizzazione politica di tutta sta storia.
      X Giuanni:
      in un mio post di qualche giorno fa ho detto papale papale quello che tu dici: il pericolo è il ritorno alla violenza come forma di prevaricazione politica: non ci sono più nè i presupposti nè i motivi. La cosa che mi sconcerta è che una mobilitazione di massa come questa contro la Gelmini che vede scendere in piazza gli studenti al grido “nè rossi nè neri ma liberi pensieri” debba per forza essere strumentalizzata da forze politiche per trarne propri benefici. Non è giusto perchè si fa il gioco di chi, per motivi di ordine pubblico, decide di bloccare con tutti i mezzi una protesta generalizzata e generazionale (Cossiga docet). E questo succede a destra ed a sinistra, tra i neri ed i rossi. Possiamo avere punti di conflittualità sulle responsabilità storiche, ma siamo tutti daccordo che i governi che si sono succeduti negli ultimi 20 anni hanno dato colpi di picone mortali a tutto ciò che è cultura, ricerca e studio.
      X Nat-Roma: Io le ho prese e date in quel periodo (anni 70) e non me ne pento perchè sia noi che loro (i compagni) credevamo e lottavamo per un ideale vero. Dopo tanti anni, spesso mi capita di incontrare i miei vecchi avversari: finisce sempre con un caffè al bar, risate e pacche sulle spalle ricordando i “vastunati” di allora davanti le scuole, il tutto senza rancore e senza false retoriche.

    75. @ salvo coppolino e ad altri accecati dall’ODIO politico.
      Ecco qua da un organo d’informazione tutt’altro che bolscevico (il Corsera):

      http://www.corriere.it/cronache/08_novembre_04/destra_blitz_rai_652b77a0-aa55-11dd-b049-00144f02aabc.shtml

      …c’è ‘i schifiòrisi di fronte a tanta malafede…

    76. Coppolino
      su palermo su molto,e di caffè se ne consumano pochi
      ma rispondimi su roma dove io ero presente molto presente.
      nel camion c’erno o non c’erano le mazze??
      ed avevate pure la complicità delle forze del disordine.
      cppolino,io c’ero tu no
      io ho menato,tu no.
      saluti

    77. X Nat
      Eri a Roma ed hai menato? BRAVO, BRAVO BRAVO.
      Vuoi risposte? Ok
      Sul camion c’erano mazze nello stesso numero di quelle che c’erano nel vs. camion.
      Avevamo la complicità delle FF.OO? No perchè sono stati fermati solo i ragazzi del Blocco.
      Chi ha scatenato il tutto? Guardati il filmato ripreso dal carro armato dei ragazzi di destra e lo saprai.
      Nat, fai la persona seria: se eri presente sai benissimo come sono andate le cose e sai ancora meglio chi ha scatenato il casino. Ma ci riesci ad essere un pochino obiettivo?

    78. Coppolino, ma non ti arrendi neanche di fronte all’evidenza? eppure neanche tu sei stupido!
      qui non si tratta di furgoni legalizzati o meno.
      quello blu non trasportava mazze e pugni di ferro, quello bianco si, e le immagini che tutti abbiamo visto parlano chiaro, le avrai viste anche tu, te le ho linkate. inoltre la polizia non ha controllato e non è intervenuta, ha lasciato fare.
      ci sono filmati dove si vede un poliziotto che chiama per nome il ragazzo del blocco con la maglia a righe: “Francesco” (se vuoi te lo cerco).
      ovvio che tutte queste cose nel video di blocco studentesco non si vedono, altrimenti non sarebbe la loro campana, comunque stonata.
      ti ringrazio per la “ragazza”, ma sono abbastanza adulta per non cadere nelle strumentalizzazioni politiche. quando da liceale andavo alle manifestazioni ho sempre condannato chi, dalla mia “parte”, spaccava vetrine, faceva gli espropri proletari e inneggiava alla P38.
      hai ragione che la strumentalizzazione è politica, ma non come la intendi tu.
      Cossiga docet.
      mi aspetterei da te maggiore onestà intellettuale o almeno un minimo di obiettività di fronte all’evidenza dei fatti!

    79. Coppolino, non ti avevo letto.
      sul camion blu non c’erano mazze, solo amplificazione.
      il gruppo dei centri sociali è arrivato dopo le sprangate di blocco studentesco sugli studenti, sicuramente avvertito di quello che stava succedendo.
      solo dopo se le sono date.
      chi ha iniziato? chi ha coperto?
      ma che ti devo scrivere tutto o ti informi un po’ da solo senza farti “intortare” (ti do anche la buona fede)solo dai video del blocco???

    80. coppolino
      e la malafede (o la falsificazione della realtà, o il semplice ODIO per chi non l apensa come lui). Ecco perché il paese è quello che è.
      Nemmeno pietà, solo sdegno

    81. coppolino

      io parlo del prima
      della vostra invasione
      contro studenti inermi
      ora ti do una chicca
      ero li da genitore
      non ero ne con rossi ne con neri
      ho menato,preso dall’odio e schifo che ho provato per quell’azione cosi reprorevole
      che sme—rda il vostro tanto decantato ONORE.

    82. x Stalker
      In primis devo dirti che girando Rosalio Rosalio ho beccato le dichiarazioni di Santoro Stefano. nella Val Brembana dicono: arricciano le carni. Non si ci crede dove arriva l’indottrinamento politico. Scusami il prologo ma è chiaro il motivo per cui, da uomo di destra, ho deciso di uscire dal PDL.
      Ritornando al tema della discussione, io non riesco a sopportare la faziosità delle argomentazioni. Non capisco perchè è lecito che 300 pirla con i caschi e pezzi di legno in mano, debbano entrare in una piazza e scatenare il casino mentre non è lecito che 60 pirla si difendano da questo attacco. E sottolineo il pirla perchè gente che va ad una manifestazione pacifica con mazze nei camion e passamontagna in tasca, di destra o di sinistra che siano, si possono definire solo così. Poi c’è il risvolto della medaglia: chi lo dice che nel camion con il telone blu non c’erano mazze o catene? Chi è che ha cominciato a tirare tavoli e sedie? Dai Stalker, non è non volersi arrendere alla evidenza dei fatti, lo potrei dire pure a te, il fatto è che ognuno di noi, a secondo da che lato sta, percepisce la verità come gli torna utile, anche se la verità dovrebbe essere una e basta. Un esempio? Per me la ricostruzione dei fatti data da Curzio Maltese e da Repubblica è faziosa e di parte. La stessa cosa dirai tu della ricostruione dei fatti data dal sottosegretario agli Inerni nonmiricordocomeschifiosichiama data in Parlamento: cioè faziosa e filo governativa.
      Sei d’accordo con me?

    83. Scusa l’insistenza Coppolino, se guarderai le foto vedrai tu stesso chi ha aggredito chi per primo

      http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scuola/foto-navona/1.html

      Sicuramente qualcuno della sinistra ha chiamato rinforzi, gli antagonisti non erano delle pecorelle etc la violenza deve essere condannata da qualunque parte provenga etc ma i fatti sono quelli.

    84. coppolino,
      se dobbiamo prenderci per il CXXX, facciamolo.
      Hai fatto manifestazioni, si o no?
      Sai che per arrivare in piazza con un caminocino c’è bisogno del permesso della DIGOS? Si o no?
      Permesso della DIGOS, mica bruscolini.
      Connivenza tra neofascisti e DIGOS? No, non lo dico e no lo penso. Anche se.
      Poi.
      Sai che contromanifestare e trovare casualmente 30 mazze 30 ricoperte dal tricolore è un gra colpo di culo? Eppoi a pzza Navona?
      Coppolino, apri gli occhi, suvvia. Oppure taci. Ma non prenderci per i fondelli, che qua piccirìddi da indottrinare fassistamente, ce n’è pìcca

    85. Ho capito, Salvo Coppolino non ha guardato le foto che ho linkato prima. Sono le foto che ritraggono “l’entreé des gladiateurs” in Piazza Navona, prima dello scontro tra le squadre sportive, i rossi e i neri. In quelle foto si vedono i ragazzini delle medie scacciati a bastonate e cinghiate dai gladiateurs.

    86. pepè
      è stato li che mi è salito il sangue al cervello

    87. X il Dio Castigatore:
      siamo alle solite. Niente pietà solo sdegno. Ma che c..o dici, io non sono d’accordo con te e per questo merito sdegno? Un canci mai….
      X Pepè:
      Ripeto: io vedo un filmato girato da quelli del Blocco e poi vedo (e leggo) foto e testimonianze di quelli di sinistra. Ognuno dà la sua verità e, se ci permetti, è normale che debba pensare, per logica, che è fuori discussione che 60 persone comincino a caricarne 300. Se poi, fuori da piazza Navona, in precedenza, ci siano state aggressioni, questo non lo so, mi devo basare sulle dichiarazioni di giornalisti di Repubblica e testimoni oculari, ovviamente di parte. Una cosa te la posso dire però e lo voglio ribadire in maiuscolo (alla Stefano Santoro): E’ UNA CAROGNATA STRUMENTALIZZARE POLITICAMENTE (SIA DA DESTRA CHE DA SINISTRA) UNA MANIFESTAZIONE CHE DOVEVA ESSERE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PORTATRICE DI PROTESTA APOLITICA E APARTITICA.

    88. non si tratta di essere d’accordo con me,
      ma essere onesti con la realtà dei fatti.
      E tu sei più che disonesto.
      Sei in malafede.
      Cieco per odio politico.
      Allora, lo ripeto. Nessuna pietà, solo sdegno.

    89. Per la cronaca:
      all’interno di Piazza Navona c’erano tre furgoni: uno del Blocco, uno della sinistra antagonista ed uno di un’associazione di studenti (Nat, tu che eri là lo puoi confermare). Qualcuno è salito sugli altri furgoni? Qualcuno di voi può mettere la mano sul fuoco che negli altri mezzi non c’erano mazze, catene o caschi? Ma perchè mi devo stare zitto ed accettare le verità di parte? Perchè non posso pensare che ci sia dietro una falsa verità? Io nella mia vita, ho organizzato e fatto centinaia di manifestazioni e lo so io quante volte i fatti successi venivano stravolti da false notizie e falsi scoop giornalistici (il L’Ora ne era maestro). Qualcuno di voi vuole negare che la morte di Carlo Giuliani non è stata stravolta ad uso e consumo della sinistra? Beh, io non starò zitto.

    90. Dio castigatore, io la tua realtà non l’accetto e la rifiuto, perchè la tua realtà e perniata di faziosità politica allo stato puro. Sarò disonesto, ma se onestà significa accettare a scatola chiusa quello che per te è giusto, viva la disonestà. Onestamente, mi fai molta pena perchè non guardi aldilà dei tuoi enormi paraocchi. Per te esiste solo il bianco ed il nero (pardon, il rosso ed il nero) ma incocci male con me.

    91. …non si può impedire alla fogna di non puzzare…

    92. coppolino
      è normale che il furgone arrivato dopo dei centri qualcosa sopra c’è l’aveva,ma voi siete arrivati per primi dentro la piazza con il vostro furgone armato,avete cominciato a picchiare ragazzi inermi per attirare quelli dei centri,e in tutto questo la digos li presente,muta
      li da genitore manifestante con passati che tu sai,ho tolto la cinta e a una para ci fici agghiuttiri i rianti.
      Poi quando sono entrati quelli dei centri,era una cosa fra voi,e sinceramente non mi è fregato piu nulla,perche credimi,si poteva per una volta lasciare stare ed unire i due colori per fare qualcosa di piu interessante.

      ma menare dei ragazzi inermi,no…ma poi li ha visti quelli del blocco ??

      sono loro la nuova destra italiana?

      molto ma molto meglio i ragazzi di cuore nero milano,che conosco benissimo

      ma io da vecchia mentalità non potevo restare a guardare mentre si picchiavano ragazzi inermi con l’aiuto dei blu.

    93. ripeto sono questi che vi rappresentano??

      ma poi ultrà ?? e chi ci trasi??

      ROMA – Irruzione alla Rai, minacce ai giornalisti di Chi l’ha visto? Gli ultrà di destra contestano la messa in onda ieri sera su Rai3 dei filmati che, mostrando l’aggressione mercoledì scorso ad un gruppo di giovani in piazza Navona contro il decreto Gelmini, chiedevano agli spettatori di identificare i violenti.

      Questa notte, una trentina di ultrà di destra, con il viso coperto da passamontagna, hanno scavalcato i cancelli della sede di via Teulada, lanciando uova marce contro le pareti.

      Sono fuggiti prima che arrivasse la Polizia, ma stamane, telefonate di rivendicazione e minaccia a nome di Forza Nuova sono giunte alla redazione di Chi l’ha visto? Per i volti di quegli aggressori del Blocco Studentesco mostrati durante la trasmissione, gli estremisti hanno promesso ai redattori altri “gesti di intimidazione”: “Vi abbiamo identificato a voi ed ai vostri familiari”.
      (4 novembre 2008)

    94. x Antony977
      la madre degli stolti è sempre incinta.
      X Nat
      Mi spieghi perchè dici: “AVETE” “SIETE”.

    95. x Nat
      Io non mi riconosco in questa gente, io sono di destra, ma una destra sociale, pacificatrice, una destra rivolta alle fasce meno abbienti, una destra che non si fa forte della mazza e della catena. Ma sono anche per la giusitizia e per la verità dei fatti. Se qualcuno ha sbagliato deve pagare (polizia compresa), ma nessuno può far passare il messaggio che quelli dei centri sociali a Piazza Navona erano i giustizieri della notte, erano gli angioletti pronti a difendere gli studenti inermi dall’orco cattivo. Erano là pronti a menare, il loro furgone era là dalla mattina, erano là armati di tutto punto e con i visi travisati. Coincidenze? Mah, ho molti dubbi

    96. Coppolino, ma che ci vanno a fare dei “bravi ragazzi” in piazza con le mazze? questo video l’avrai sicuramente visto ma te lo rimando.
      http://www.lucabecattini.it/2008/10/vds-anno-zero-scontri-a-piazza-navona/
      si vedono cose inquietanti: il poliziotto che dice “Francesco vai via”. le forze dell’ordine che non intervengono. tu come la chiami questa strategia?
      credo che sia palese a tutti tranne te che questi scontri erano voluti e strumentali, era ovvio che la sinistra antagonista non sarebbe stata con le mani in mano, purtroppo!
      di chi è la regia di tuto questo?
      possibile che rimani arroccato sulle tue posizioni a difendere l’indifendibile? quelli che ritieni la “tua gente” sono in questo momento strumentali al POTERE che più volte hai detto di combattere.
      sarabbe sano prenderne le distanze e sottolineare la gravità di quanto successo, questi sono squadristi, tu?
      noi siamo su sponde opposte ma ti pensavo diverso!
      .
      http://chiarelettere.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=post&pid=2076597
      mi spiace, ma neanche io ci credo.

    97. avete-siete
      lo ero-non lo sarò mai più
      cosi va bene?

    98. guarda coppolino

      anche io apprezzo alcune cose della destra sociale
      in quel di casa pound apprezzo quello che fanno per alcune famiglie,e per il mutuo sociale
      ma è anche vero che il diritto alla casa è anche per quegli extraccomunitari che lavorona e si spaccano il culo per la nsotra nazione in modo onesto,pagando le stesse tasse che paghiamo noi.
      non apprezzo quando la tua destra sociale,scende in piazza picchia ragazzini con il solo intento di avere uno scontro in piazza con quelli dei centri social e cosa ncora peggiore con l’aiuto dei blu.

    99. Hai ragione Salvo Coppolino. “nessuno può far passare il messaggio che quelli dei centri sociali a Piazza Navona erano i giustizieri della notte, erano gli angioletti pronti a difendere gli studenti inermi”. Neanche si può fare passare che gli aggressori sono i rossi ed i neri si sono difesi, perché le cose sono andate in modo opposto. I neri hanno aggredito per primi, purtroppo in quei minuti le forze dell’ordine non erano presenti a piazza Navona, i rossi hanno contrattaccato, e magari già da un pezzo gli prudevano le mani, e le forze dell’ordine nel frattempo sono entrate nella piazza e sono intervenute. Questa è la dinamica degli eventi, cosa ci sta dietro non lo sappiamo, sicuramente non è il genere di relazioni socio politiche che auspico. Per me destra e sinistra sono come le mani, una più debole ma precisa e sensibile l’altra più forte ma approssimativa. all’essere umano servono entrambe, può fare a meno di una ma viene detto invalido.

    100. Io mi faccio una domanda: è solo una coincidenza che gli unici scontri siano avvenuti proprio mentre il consiglio dei ministri approvava il decreto? Vuoi vedere che le mazze tricolori (un’ignominia!) erano delle “armi di distrazione di massa”…

    101. Nel continuare a seguire questo dibattito ho vomitato.
      No non è come pensate, non è metaforico per lo schifo che emerge, ho vomitato sul serio, mi è presa una cosa allo stomaco, credo sia rabbia mista a paura e .. non so definire bene.
      Io credo, e mi auguro, e anche vi invito a fare un passo avanti.
      Quel che è successo è sotto gli occhi di tutti, c’è chi vuol soffermarsi sul ” si ma anche tu” e per assurdo, per andare oltre, mi sta anche bene.
      Ma ora, abbiamo immagini chiare, foto, filmati, che non lasciano ALCUN dubbio su CHI.
      Che succederà?
      Non vi fa paura se non succede niente?
      Perchè nel dibattito nessuno si è chiesto cosa succede ai fermati?
      Perchè non chiediamo TUTTi che gli vengano inflitte pene severe?
      .
      No perchè …… che sia chiaro a tutti che la mia nefanda previsione del ” è finito tutto entro 3 anni ” è destinata ad anticiparsi e TUTTI ne dovremmo avere paura.
      .
      No perchè se tal francesco & co si mettono in “posa” la giustificazione è solo che hanno dietro una “forte” copertura politica.
      Ora, se tale francesco che non parla agli animali ma parla DA animale, se questo tale, non viene buttato in galera ………………………………
      bè ……. anche se non ve ne frega niente sappiate che il sottoscritto farà di tutto per trasferire in tempi brevi la famiglia all’estero ……..
      MA ….. io torno, ca++o se torno, e mi butto nella bagarre.
      Determinato.
      .
      Attenti, non accetiamo che accada, ATTENTI, la storia … la stiamo scrivendo……
      vediamo di usare l’inchiostro giusto.

    102. in attesa che il mio “candido commento” ( pacienza, come si dice a Palermo? fatti a nuomina e và curcati)
      ci ha pensato il senatore dell’utri a dare forza al mio discorso.
      Io credo che qualcuno voglia mettere il piede sull’acceleratore.
      Ormai sono convinto, c’è una sorta di “progetto superiore” organizzato .
      Occhio ragazzi, vi prego, chiunque dotato di intelletto ( dx e sx), non permettete che 4 figli di pu++ana mandino tutto alle loro mamme.

    103. calpurnio, appunto.
      e complimenti per la sintesi.

    104. Secondo me è andata così:
      Roma ore 22,00 del giorno prima gli scontri. Club amici di ricino.
      Picciotti, domani a piazza navona ci sono i studenti che protestano, facciamo una cosa, armiamoci e partiamo che non si sa mai magari qualche bolscevico vuole creare scompensi e noi ci stocchiamo i rini e per si e per no ci mettiamo il ferro dietro la porta e dentro l’iveco.
      Roma stessa ora club amici del kefiah
      Picciotti domani a piazza navona c’è la manifestazione. sicuro che qualche tignuso s’apprisienta, noi per si e per no, per non sapere né legere né scrivere ci mettiamo il ferro dietro la porta e dentro il ducato non si sa mai che accuminciano a volare vastunate cheffà am’affari malafiura vero?
      Poi, una parola tira l’altra e una mano lava l’altra e tutte e due applicano timpulate è successo quello che doveva succedere e che succederà ancora, perché digiamolo, mala tempora currunt e curnutunt.

    105. Quoto Totò
      (io sono x il pratichese).
      Il fatto grave caro Totò, mi sembra il “prima di tutto questo”.
      Chi ha permesso a “ciccio”, chi ha PROMESSO a “ciccio” ” vai tranquillo che te ne esci pulito”.
      CHI ha permesso a “ciccio” di entrare là dentro?
      CHI ha permesso a “queglialtri che fronteggiano ciccio” di entrare là dentro?

    106. Scusatemi, mi sono letto tutti i commenti e ora ne faccio uno io. Mi pare evidente che il sig. Coppolino (che non so assolutamente chi sia, ma che parla come un politico, per la sua capacità svicolante) si guardi bene dal dire qualcosa sul fatto più importante:

      i ragazzoni del Blocco hanno bastonato e chinghiato dei ragazzini.

      Finché lui o chi ha la stessa opinione non commenta su QUESTO preciso fatto (e non su quello successo dopo), sulla sua coerenza con il concetto di ONORE dei fascisti (che personalmente non condivido, ma che capisco), allora non si va avanti nella discussione (e mi pare che il Coppolino abbia proprio questa intenzione, mi pare un altro Giovanardi).
      Che poi fascisti e comunisti si pigghianu a vastunati ci è sempre stato, e li i discorsi si sprecano.

    107. Vedete com’è facile spostare l’attenzione dal problema leggi scuola e università per ritrovarsi a parlare solo di fascisti, comunisti, chi le ha a date a chi, chi le ha prese, chi è stato, chi non è stato? Ribadisco il mio pensiero: di fronte alla violenza gratuita, fuggire e basta. Vedrete che figura di merda faranno i manganellatori di turno….

    108. @Coppolino “la madre degli stolti è sempre incinta”.

      Coppolino, non mi sembra di averle dato la stessa risposta quando lei ha postato un video, nè io nè altri.Fra l’altro il video che ha postato è di parte, che censurava determinate azioni.
      A questo punto visto il continuo negare dell’evidenza…….”raglio d’asino non sale in cielo”

    109. x Fabio G
      dici che ti sei letto tutti i commenti. Allora avrai notato che ho già dato la mia opinione sugli scontri prima di Piazza Navona. Chi va ad un evento pacifico armato di mazze, passamontagna e con l’idea di cafuddare a destra e a sinistra è un co..ne che va isolato, di qualsiasi colore esso sia. Io non mi riconosco in questa gente, essere di destra (ed io lo sono) non è un sinonimo con essere violenti, sono due cose assolutamente lontane tra di loro, tranne nella mente di quelli che ancora associano la destra a squadrismo, quindi a fascismo, olio di ricino e via dicendo.
      X Goku
      Ultimamente devo dirti che le tue paure sono anche le mie. Non mi piace chi usa il suo potere per tacitare gli altri. Non mi piace chi, con la scusa dell’ordine pubblico, vuole prevenire anzichè punire. Non mi piace chi se ne infischia dell’opinione publica perchè è convinto di camminare sulle acque e molitiplicare i pani ed i pesci. Non mi piace chi si atteggia ad un novello Owen pensando di allineare tutti e indottrinarli con le sue frasi paranoiche. Non mi piace chi dice di fare opposizione e poi si accorda sottobanco. Non mi piacciono troppe cose e qualche timore su un futuro poco sereno affiora sempre di più.
      Per il resto possiamo stare quì a discutere ore ed ore, ma dobbiamo essere tutti coscienti che in gioco non c’è il governo, l’opposizione, il posticino di sottogoverno. Nooo, in gioco c’è qualcosa di molto, ma molto, ma molto più serio: la libertà di dire quello che c..o voglio.

    110. x Coppolino:
      e che c’entra con quello che ho detto io?
      Come dice giustamente Stalker (che solo oggi scopro essere donna, ma non c’entra niente), c’era la volontà di trasformare la piazza in arena, e questo mi sembra più che evidente fin dal primo minuto. Che la violenza si debba condanare, non mi pare ci voglia un prmio nobel per capirlo.
      Comprendo anche che il blocco si faccia manipolare dai politicanti ora al potere, ma accettare di prendere a mazzate i BAMBINI col solo scopo di provocare inevitabili scontri con i centri sociali, questo me lo spiega lei come è possibile? E per favore mi dia un parere su questo, non su altro (e sia chiaro che lo chiedo a lei non perché la reputo d’accordo, ma solo perché ho capito che questa gente la conosce). Grazie

    111. ma ..ma …ma davvero per voi l’ONDA è tutto questo?
      nessuno pensa quello che potrebbe diventare adesso?
      si placherà oppure proverà modi EFFICACI per protestare e per riuscire a….

      intanto
      riccardo orioles
      La Catena di San Libero
      5 novembre 2008 n. 374

      ________________________________________

      Di che cosa è fatto un sessantotto

      Mah, questo secondo me è un sessantotto. Non è, ovviamente, il ’68
      (che a sua volta dichiarava: “Non sono il Quarantotto!”), è
      semplicemente uno dei tanti sessantotti che periodicamente si
      verificano, cambiano il mondo in basso e vengono venduti e esorcizzati
      in alto. Di che cosa sono composti i sessantotti?

      1) Arrivano di sorpresa (Asor Rosa: “Rivolte studentesche in
      Italia?
      Impossibile. Americanate”. Rinascita, febbraio 68).
      2) I giovani, quasi tutti i giovani, ne fanno parte da subito, senza
      pensarci, con naturalezza.
      3) Il governo è fortissimo e quasi senza opposizione. Si crede eterno.
      4) I politici dapprima non li vedono, poi cercano goffamente di
      corrergli dietro.
      5) Gli studenti sono presbiti, vedono sfocato da vicino (nel
      sessantotto del ’68 il primo slogan è stato “potere
      studentesco”,
      adesso si comincia col “siamo tutti studenti”).
      6) Però non sono miopi. Hanno le idee chiarissime (e in quel momento
      “estreme”) sui tempi lunghi. Nei volantini torinesi del
      ’68 c’è tutto
      quello che sarebbe successo nei trent’anni successivi, inquinamento
      e
      capitalismo selvaggio compresi. E nei documenti della Pantera di
      Palermo…
      7) Non credono nella violenza, e perciò sono molto pericolosi. Il rock
      è stato molto più esplosivo del terrorismo. I capelloni erano molto
      più “eversivi” dei maoisti. Del ’68, non a caso, si
      ricordano i
      leaderini fighetti e i (pochi) terroristi. Non i consigli di fabbrica
      e i corsi liberi nelle facoltà di punta.
      8) Per fermarli bisogna dunque introdurre la violenza (nel ’68 le
      bombe di piazza Fontana, nel ’77 i ragazzi sparati da fascisti e
      servizi deviati).
      9) Per venderli e esorcizzarli bisogna far “diventare
      importanti”
      alcuni di loro, trasformarli da ragazzi in personale politico.
      10) Bisogna cioè offrire loro il modello di organizzazione politica
      che vige nel sistema. In un sistema di partiti, bisogna indurli a fare
      partitini (i “gruppi” post-68). In un sistema maschile,
      bisogna
      esaltare in loro virtù “virili” (“spranghiamo i
      fascisti/la polizia/ i
      comunisti”). In un sistema gerontocratico, bisogna imporgli i
      linguaggi delle generazioni precedenti (per esempio gli slogan a
      rima).

      PEQUOD

    112. le ideologie sono morte, ormai, Coppolino. L’hanno capito anche gli italiani.
      Serve davvero solo buonsenso, non radicalismi ed estremismi ormai fuori dalla storia, ed inutili, relativamente alla situzione che tutti viviamo.
      Serve ragionevolezza, e buon senso.
      Concordo che ci sia un movimento anti-occupazione, solo perché l’occupazione é sempre stata dagli anni ‘8’ in poi solo una scusa per non andare a scuola.
      Gran parte dei ragazzi che hanno manifestato, neanche si sono letti bene il decreto 133 ed il testo della finanziaria, vedi L.112. Sono contro cosa?
      Non argomentano. E per me chi non argomenta cerca scuse.
      Poi, si possono trovare gli spazi di discussione, senza impiegare le ore scolastiche, oppure chiedendo tre ore alla settimana, ma pubbliche, insieme ai docenti, o a chi voglia discutere insieme realmente delle cose. Con tanto di verbale, stile riunione di condominio delle cose discusse.

    113. Pequod, io sto cercando proprio di difendere quest’ONDA vitale, questo respiro nuovo, questa voglia di esserci e dire la propria, difenderla dai giochi di palazzo che ha sempre paura delle IDEE e della LIBERTA’, dopo anni di appiattimento ed omologazione al pensiero unico a reti unificate.
      Questo palazzo poi è particolarmente poco incline al dissenso, alla protesta, è disposto a far bastonare ragazzini per “distrarre” la massa, come dice calpurnio.
      Vorrei denudare il RE.
      Solo questo, anche se mi rendo conto che è un lavoro immane, però non posso stare zitta di fronte a tutto questo. Corsi e ricorsi storici, forse oggi ancora più biu visto il qualunquismo dilagante e la recessione economica che ci morde il sedere, solo che adesso ci sono mezzi per far sentire altre voci ed altre campane, la rete in questo è potente, e chi non vede o è in malafede o è davvero cieco.
      Solo una cosa… nel 77 ero in 4° ginnasio a Roma, il Virgilio, liceo “caldo”, e ne ho viste e fatte tante, ora sono in un piccolo buco di culo sperduto della sicilia, ma non mollo e parlo, non solo in rete, e spero sempre che qualcosa possa cambiare, qui e ora più che mai!
      @uma, mai creduto nel buon senso, almeno, in quel buon senso che molti intendete che traduco in qualunquismo.
      So che buon senso suona meglio, ma a me suonerà sempre male, è come stare alla finestra e poter sempre dire di tutto quello che accade: io sono una persona di buon senso.
      Citando il grande Gaber: libertà è partecipazione…non stare sopra a un albero…..

    114. biu=bui

    115. stalker
      Citando il grande Gaber: libertà è partecipazione…non stare sopra a un albero…..

      pequod
      …….nessuno pensa quello che potrebbe diventare adesso?
      si placherà oppure proverà modi EFFICACI per protestare e per riuscire a….

      ……………..
      ………..parliamo la stessa lingua.
      poi se ti dicessi dov’ero in 4°ginnasio nel 1975….da non crederci…sopra un albero.

    116. pequod, ma che m….. ci facevi nel ’75 sopra un albero? non mi dire questo…
      http://www.youtube.com/watch?v=1xngXlB-roY
      si babbìa per sdrammatizzare 😉
      scusate l’OT
      by

    117. beh!stalker nel 1975 sicuramente si,poi…poi è andata meglio…
      buona giornata e YES WE CAN….
      YESSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS

    118. x fabio G.
      Io non sono d’accordo che quello che hanno fatto i ragazzi del blocco (hai ragione, li conosco tutti) lo hanno fatto per provocare gli scontri con quelli dei centri sociali. Fisicamente è una follia perchè cercare uno scontro 60 contro 300/400 significa andare incontro a legnate ferme. No, non è andata così! Io penso che gli incidenti precedenti e le aggressioni ai ragazzini (ok Stalker, ho cercato sul sito altre immagini e, ammettendo che hanno avuto un comportamento bastardo, condanno in maniera assoluta il loro comportamento che non riconosco e mi vergogno di essere loro amico) siano nati dalla volontà di qualcuno di provocare i centri sociali i quali, come loro consuetudine, avrebbero reagito in maniera tale da giustificare l’intervento delle FF.OO.
      Non è una novità che i tutori dell’oridne precostituito (per citare De Andrè) oggi basano il loro potere sul fattore ordine pubblico, sulle paure della gente, sui timori delle violenze tipo Genova e Napoli. Non credo che ci sia alle spalle la longa manus dei Servizi, penso più a qualcuno che vuole ricreare in Italia il clima tipo anni 70/80 in cui la voce del dissenso era giudicata pericolosa e lesiva della pax all’interno dei palazzi che contano. Io sono convinto di questo, alla luce anche dell’assurdo modo di fare opposizione esistente oggi in Italia. La gente non crede più ai mammasantissima che dicono sempre no e che poi, sottobanco, si accordano su tutto. E l’expolit di uno come Di Pietro lo si può giustificare solo con la voglia che ha la gente di sinistra, con la scomparsa dei classici partiti della sinistra estrema (Verdi, PDCI e RC) di avere qualcuno che faccia casino su tutti i fronti e che dia forti segnali di antiberlusconismo assoluto.
      Io credo che la mia esamina non sia lontana dalla realtà, sperando comunque che tutto quanto successo a Roma non abbia un seguito di ripicche, violenze ed attacchi tra ragazzi di destra e di sinistra: farebbero solo il gioco dei burattinai di cui sopra.

    119. Piazza Navona – terzo video verità.

      http://www.youtube.com/watch?v=-_tFb9YozXo

      Un compagno ha rivelato che mentre avanzavano verso i ragazzi del blocco studentesco (30 in tutto) ha detto agli altri che gli stavano accanto:

      “ma sono pazzi?? perchè non scappano?”

      Le Termopili hanno insegnato qualcosa anche dopo migliaia di anni. Per difendere il diritto ad esistere non si scappa mai!

    120. occupare è illegale.Si lede il diritto allo studio della maggior parte degli studenti dell’Umberto.Mi sembra che un occupazione fatta da pochi studenti sia antidemocratica.E’cosi che vogliono voti le sinistre?Ma poi chi occupa mi vuole spiegare esattamente il decreto Gelmini(se lo sa).

    Lascia un commento (policy dei commenti)