mercoledì 22 nov
  • Lombardo parla all’Ars di mafia e affari

    Raffaele Lombardo

    Raffaele Lombardo interverrà tra pochi minuti all’Ars.

    È possibile seguire la seduta del parlamento su Radio Radicale, Rai News 24, Sky Tg 24, Antenna Sicilia, Telecolor, Rei tv, Telejonica/Rete 8, Trm, Cts, Tele Tirreno Sat, Video Regione, Video Mediterraneo, Teleakras, Video Sicilia, Tele 8 e online.

    Lombardo aveva detto: «Martedì davanti all’Ars diremo chi sono i politici legati alla mafia e agli affari: dimostreremo che non siamo noi quelli da indagare ma altri».

    AGGIORNAMENTO n.1: Lombardo ha preso la parola, ha precisato di non avere finora ricevuto un avviso di garanzia e parla di un’«aggressione mediatica […] congegnata da menti raffinate».

    AGGIORNAMENTO n.2: Lombardo sta contestando puntualmente le affermazioni del collaboratore di giustizia che lo chiama in causa a Catania.

    AGGIORNAMENTO n.3: Lombardo dice che il collaboratore di giustizia Frisenna aveva parlato di Salvatore Torrisi e Pino Firrarello in un’intercettazione.

    AGGIORNAMENTO n.4: Lombardo si rivolge ai deputati chiedendo ironicamente se qualcuno di loro gli abbia chiesto di intervenire a favore di un affare o se lui abbia chiesto loro di intervenire, lascia intendere che il rapporto con l’Assemblea non è fondato sugli scambi e dice che il Governo non tratta privilegi, premi e tangenti.

    AGGIORNAMENTO n.5: Lombardo rivendica di avere «assestato alla mafia i colpi più micidiali».

    AGGIORNAMENTO n.6: Lombardo si dice disposto a rendere conto di ogni sua azione.

    AGGIORNAMENTO n.7: Lombardo parla dell’intervento sulla Sanità e sulla riduzione dei costi.

    AGGIORNAMENTO n.8: Lombardo parla di formazione professionale, di blocco delle assunzioni, di energia e di rifiuti e di come queste politiche non abbiano a suo dire favorito Cosa nostra.

    AGGIORNAMENTO n.9: Lombardo continua a parlare di rifiuti e dice che nella relazione consegnata alla Procura di Palermo ci sono nomi e i cognomi, discariche e «autorevolissime raccomandazioni».

    AGGIORNAMENTO n.10: Lombardo si rivolge al ministro della Giustizia Angelino Alfano e ai parlamentari e chiede che non si abolisca lo strumento delle intercettazioni né lo si limiti.

    AGGIORNAMENTO n.11: Lombarda parla della finanziaria a auspica che risolva il precariato che fa da terreno fertile al clientelismo.

    AGGIORNAMENTO n.12: Lombardo dice di essere l’«uomo in grande difficoltà» che è stato definito, come la Sicilia e i siciliani, ma di non esserlo dal 29 marzo (data in cui è diventata di pubblico dominio l’inchiesta di Catania; n.d.R.).

    AGGIORNAMENTO n.13: Lombardo chiede di perdonare qualche intemperanza del suo carattere, errori e vizi.

    AGGIORNAMENTO n.14: Lombardo parla di un tavolo trasversale che ha lavorato per fare cadere il Governo e la legislatura «con tutti i mezzi».

    AGGIORNAMENTO n.15: Lombardo usa toni beffardi con chi ha parlato di un suo rinvio a giudizio.

    AGGIORNAMENTO n.16: Lombardo auspica una Sicilia libera da tutte le mafie, che riprende il suo cammino dopo secoli di torpore.

    AGGIORNAMENTO n.17: Lombardo cita Silvio Milazzo e le accuse che gli si rivolgevano (“ribaltone”, immobilismo, sinistra al Governo).

    AGGIORNAMENTO n.18: Lombardo chiama al lavoro i riformisti «nell’assemblea e nel Governo».

    AGGIORNAMENTO n.19: Lombardo parla di un rapporto limpido con il Pd, senza inciuci e compromessi come accade nella sua provincia di provenienza e fa riferimento a consulenze e favori.

    AGGIORNAMENTO n.20: Lombardo parla di rivoluzione e torna a parlare di ascari politici che hanno sovrainteso a saccheggi elettorali e delle risorse della Sicilia e dice che sono alleati dei campieri e dei capimafia, vigilando sul saccheggio e sullo sfruttamento entrambi.

    AGGIORNAMENTO n.21: Lombardo dice che si deve combattere contro i pupi, che «si può fare» e che infangando lui hanno infangato l’onore della sua terra e dei suoi figli e figlie. Aggiunge che tiene anche alla sua libertà e alla sua vita.

    AGGIORNAMENTO n.22: «La Sicilia ha il diritto di vincere e noi di servirla, costi quel che costi», così termina l’intervento.

    AGGIORNAMENTO n.23: intervento completo trascritto e in video.

    Sicilia
  • 44 commenti a “Lombardo parla all’Ars di mafia e affari”

    1. Non si carica niente.

    2. vogliamoooooooooooooo nomi e basta

    3. come non detto: “I nomi e i cognomi, i nomi e i prestanomi sono contenuti in una relazione che abbiamo presentato alla Procura della Repubblica di Palermo”.

    4. come volevasi dimostrare, 3 ore di teatro, recitazione degna di una fiction, attesa inutile. Lombardo fai ridere, con la faccia che ti ritrovi non riusciresti a farti passare per santo né ora né mai

    5. Ma quanti nomi, ‘a virità! 😛

    6. mi sarei accontentato anche di una presa per il cul.. del tipo i nomi sono: Mimmo Miceli ed altri già condannati ma così mi sembra una di quelle pubblicità ingannevoli…

    7. Firrarello e Torrisi, ‘un v’abbastanu?

    8. Sì, sì, continuiamo a fare gli antimafiosi snob. Nel frattempo questo governo, il primo autonomo da non so quanti anni o secoli, qualche colpo agli interessi della mafia lo sta dando.
      W Lombardo! W la Sicilia!
      Agli uccellacci invidiosi orlandiani, a cose finite, gli spieghiamo che cosa si è fatto in questa rivoluzione.

    9. almeno per una volta la Sala d’Ercole era al completo. grazie presidente della sicilia orientale!

    10. finalmente nomi nomi nuovi:
      “È stato coinvolto nelle tangenti per la costruzione dell’ospedale Garibaldi a Catania, alla fine degli anni novanta. Nell’aprile 2007 la prima sezione del tribunale di Catania ha condannato Firrarello a due anni di reclusione per corruzione e turbativa d’asta.”

    11. @Massimo

      a volte mi chiedo come la Sicilia possa riuscire ad essere la fogna che è, senza che nessuno faccia nulla per cambiarla. Poi leggo interventi come il tuo, e tutti i conti mi tornano…

    12. @Andrea:
      certo, chi non la pensa come te è mafioso.
      Ed è il tuo modo di pensare che salverebbe la Sicilia!
      Come direbbe Totò: ma mi facci il piacereee

    13. @KKKK

      non mettermi in bocca parole che non dico. Io mi riferisco alla mentalità, al modo di porsi, alla superficialità nell’affrontare un argomento. In fondo la Sicilia è una terra dove, se ti fai poche domande e arrivi a facili compromessi, puoi farti strada anche molto facilmente. Facciamo parte di un pianeta a se stante all’interno di questo paradiso decadente chiamato Italia. E’ difficile capire gli sviluppi futuri. E’ vero in passato c’è stato il fascismo, ma anche una guerra che lo ha portato alla fine. In passato c’è stata la DC, ma anche mani pulite e una magistratura che era ancora nelle condizioni di poter fare il suo lavoro. Oggi quale potrebbe essere in fattore scatenante per un’inversione di tendenza? Io non ne vedo. Vedo solo mafia, ignoranza, ipocrisia, complicità, voto di scambio, compromessi ovunque. L’intero sistema italiano è impregnato di questo schifo, e moltissimi anziché protestare, appoggiano. Tanto è più comodo votare il ricco e potente anziché l’onesto. Ben venga questa realtà di cui altri, non certo io, vogliono far parte. Tanto finisce sempre che i cervelli emigrano, e qui ristagna solo lo scarto

    14. sono veramente deluso.
      non sono andato al lavoro di pomeriggio. mi sono messo in poltrona più comodo di fantozzi; pop-corn, cocacola e rutto libero…. avevo già tra le mani un block-notes nuovo per potere scrivere TUTTI i nomi … e non ho riempito neanche la prima riga!?

    15. alcune cose sono state dette.forse tra le più importanti.

    16. l’unica cosa chiara è che i termovalozziratori sono a tuttora un interesse esclusivo di alcuni e una esigenza non richiesta di molti, che come sempre dove ci sono soldi nostri gli squali sono in attesa..che il presidente della Regione non sa che pesci pigliare per la seconda Finanziaria di seguito, che il suo governo è un accozzaglia di persone non bene identificate, che ha fatto una una rivoluzione contro la mafia e cita Falcone per sentirsi antimafia ma nessuno si è accorto di niente tranne KKK e massimo..e soprattutto dopo la vittoria della Lega iniziano a tremare tutti qui e finalmente dico io!!
      ovviamente si poteva parlare di altro, cose che noi cittadini vorremo sapere, tipo Fiat? Italtel? lavoro sommerso? evasione fiscale? piano casa-abusivismo edilizio? ponte sullo stretto è veramente così importante fare arricchire sempre le stesse famiglie coi soldi nostri?

      grazie Lombardo per aver sfruttato l’attenzione di noi poveri cretini per dirci che sei meglio di Falcone..Immacolato e uomo d’onore..sempre lo stesso disco..
      essere a 5000 km di distanza non serve..povera terra mia
      🙁

    17. @Andrea:
      quando scrivi “Tanto è più comodo votare il ricco e potente anziché l’onesto” affermi l’assioma grazie al quale oggi non esiste un opposizione in Italia (figuramoci in Sicilia!).
      “Essere Onesto” non è condizione sufficiente per governare. Devi essere anche capace. Non si può continuare a contrapporre a politici di un certo livello, persone incapaci ma oneste!. Io mi ritengo cristallino in termini di onestà, tuttavia quando voto non posso considerare come fattore discriminante il solo fatto che “quello potrebbe essere disonesto”.
      Dimmi una cosa: ma tu ti faresti operare al cuore da un infermiere onesto invece che da un cardiochirurgo disonesto? Io credo proprio di no…
      Infine voglio ricordarti, che Lombardo non è stato ancora condannato per niente! E che non ha neppure un avviso di garanzia. Tuttavia tu lo reputi già corrotto o addirittura mafioso. E’ questo che non tollero. La giustizia in Italia è diventata una sorta di farsa da entrambe le parti e questo è terribile.
      L’altro giorno ho visto le Iene, e ho scoperto un tizio ONESTO che si è fatto 23 giorni di carcere perchè il magistrato non si è preso neppure la briga di leggere il referto medico.
      Il magistrato non sarà mafioso ma sicuramente è un incapace…ma non paga per le sue cattive azioni.

    18. L’unico nome che si fa spesso è Lombardo.

    19. @ Andrea,
      la tua rabbia da orlandiano “rosicone” è talmente tanta che non ti accorgi di avermi offeso platealmente e gratuitamente nel tuo precedente post. IO sarei la causa della Sicilia che non cambia??? Che ne sai di me? Misura le parole, intanto. Ma non te ne voglio più di tanto.
      Tu giudichi le persone dalla “faccia” (tuo primo intervento). Speriamo che quelli che giudicano le persone dalla faccia non prendano mai il potere. Non è questa la giustizia che voglio per la mia Sicilia. Voglio una giustizia giusta, in cui i mafiosi vadano in carcere. Non una lavagna in cui uno sputasentenze scrive “buoni” e “cattivi”.
      Se tu ti accontenti, peggio per te.
      Lombardo sta combattendo gli interessi della mafia. Questo è un fatto, ormai storico. Ed è accertato persino nelle intercettazione dei mafiosi risentiti che non se lo aspettavano proprio (come non se lo aspettavano i democristiani, guarda che coincidenza).
      In questo momento ho il diritto di essere con lui, di invocare la solidarietà di tutti i siciliani e di non essere bollato come mafioso o paramafioso da un saputello qualunque che non sa cosa io possa fare ogni giorno nella lotta per la legalità.

    20. @KK

      il tuo paragone col cardiochirurgo non regge. Perché un cardiochirurgo disonesto ti può anche operare facendo bene il suo lavoro, ma se poi si intasca mazzette questo tu non lo puoi sapere, e non è rilevante per la tua salute. In ogni caso di malasanità in Italia si muore, e ti ricordo la clinica degli orrori di Milano che ne è un esempio lampante. Per quanto riguarda la politica il discorso è diverso, Lombardo non è stato condannato per nulla, verissimo. Ma già il fatto che da mesi ormai a palazzo si consumano solo squallidi giochetti di potere per decidere chi deve prendersi in mano la Sicilia è un sintomo grave. E altrettanto grave è l’indifferenza di tantissimi siciliani che non arrivano neanche a capire che il politica l’onestà intellettuale e morale è il punto cardine per una vera rinascita. Non te ne fai nulla di una persona intelligente e capace se poi deve mettere queste doti a servizio del mero interesse personale o, nei peggiori casi, interesse mafioso. La Sicilia non è una democrazia, è soltanto un dominio feudale della mafia, e mai come oggi è così forte. Per questo il discorso teatrale di Lombardo, secondo cui da quando c’è questa specie di governo regionale sono stati inferti i più duri colpi alla mafia (cazzatta allucinante, mi piace quando si prendono meriti che non hanno, visto che sono le forze dell’ordine che fanno il loro lavoro), quando mai come oggi la mafia è così forte.

    21. @Massimo

      no, non sei TU, è la tua mentalità che rovina questa terra. Ma dove speri di arrivare urlando “W Lombardo, W la Sicilia”? Ti senti al Grande Fratello? Qui si parla di politica, non si tifa per una squadra di calcio. Purtroppo questo è quello che vi hanno insegnato: vedere la politica come un tifo, anziché guardare ai risultati e analizzare il contesto in cui vivete per vedere se c’è una politica che cambi veramente le cose. Non so nulla di te, ma di risposte come le tue ne ho sentite a migliaia in questi anni, tanto quanto basta per inquadrare subito il tipo di mentalità. Dici che Lombardo combatte gli interessi della mafia? Bene, dimostralo anziché scadere in affermazioni populistiche. Ma dove vivi? Credi che in questa terra muova un dito nessuno se prima non c’è il consenso mafioso? Tu puoi pure essere con lui, a me non frega proprio nulla. Ma alle tue provocazioni da bambino di prima elementare cosa dovrei rispondere? Chiunque abbia una visione diversa dalla tua diventa automaticamente un “orlandiano rosicone”?

    22. kk tu parli sempre di lombardo come bravo amministratore, ma tutta questa brava amministrazione io nn la vedo: la riforma sanitaria che va molto a rilento non è stata una riforma ma una necessità di tagliare spese, la sicilia spende in sanità come nessuna regione italiana..i tagli hanno portato alla crisi delle piccole clinichette che facevono analisi e fisioterapia con le convenzioni e adesso te le devi pagare, e poi ha portato all’accorpamento di strutture e chiusura di ospedali periferici.
      la riforma amministrativa si parlò di un taglio negli uffici regionali…etc etc, non mi sembra abbia fatto nessuna rivoluzione.

      spiegami in cosa Lombardo è un bravo amministratore.
      se mi dimostri che ha ridotto la disoccupazione, combattuto l’evasione fiscale, migliorato il sistema sanitario, e snellito e migliorato la pubblica amministrazione, possiamo iniziare a parlare sul serio
      altrimenti qui non ci capiamo.
      perchè non capisco cosa è un buon amministratore secondo te??

    23. lombardo a casa, subito.
      i nomi dei politici collusi non vanno fatti oggi, dopo che il presidente ha saputo di essere indagato.
      doveva farli prima, se avesse avuto coscienza di buon siciliano
      e siccome non lo ha fatto, deve vergognarsi tanto quanto quelli che sono vicini alla mafia

    24. secondo me chi chiede le dimissioni di lombardo non ha la vaga idea di quanto siamo nella melma per non chiamarl ain altor modo come cittadini sicliani e di quanto l’assenza di governo per un altro anno ci manderebbe definifitvamente a fondo?
      L’ultima ancora che l’europa ci ha lanciato: POR 2007 2013 non è ancora partito (n.d.r simo nel 2010)
      Lombardo si dimetta quando condannato in primo grado. Nel frattempo lo si lasci preoccupare delle cose della Sicilia. Affinchè si possa giudicare il suo operato. E non le voci della sua collusione con la mafia. Non l’ho votato, ma voglio che il mio futuro possa essere deciso da un Presidente eletto dai miei concittadini (che spesso non condivido) e non da un magistrato che fa trapelare notizie riservate.
      Faccio solo notare che avere stoppato gli inceneritori, per qualunque ragione lo abbia fatto, rappresenta un enorme vantaggio per le nostre tasche e per la salute nostra e delle prossime generazioni.

    25. Ora sono un bambino di scuola elementare? Mi sa che non conosci le regole elementari di buona conversarzione proprio tu, caro Andrea. Il tuo livore per chi la pensa diversamente da te squalifica soltanto i tuoi interventi.
      Guardati allo specchio, guardati da fuori, fai questo sforzo.
      Potresti scoprire che è questa tua mentalità a paralizzare la Sicilia. La cultura del sospetto, lo snobismo antimafioso. A che servono in pratica? A niente.
      Ma che ti devo “dimostrare”? Che nella spesa sanitaria c’era puzza di cadavere? Lo sai che significa amministrare una Regione ereditata da Cuffaro? E con questa Assemblea?
      Mi sa che non ne hai la più pallida idea.
      Io dico “W” perché nessun Presidente della Regione aveva mai avuto tutto questo coraggio, tutto in una volta, di sfidare di colpo gli interessi criminali che avvincono la nostra terra. Non sei d’accordo? Pazienza. La guerra si fa anche con quelli che si ostinano a non capire.
      Sanità, rifiuti, energia, comincia a mettere insieme queste cose. E poi privatizzazione dell’acqua (lo hai sentito questo passaggio??), formazione professionale, burocrazia regionale.
      Dov’è che Lombardo non sta agendo come avrebbe dovuto fare un Presidente da almeno 20 anni? Dov’è che non sta esagerando solo perché gli equilibri politici sono precari?
      Forza Lombardo!! W la Sicilia!!

    26. Dimenticavo: W Cracolici e Miccichè! Così diversi per estrazione politica, ma così coraggiosi entrambi nell’anteporre gli interessi della loro vera patria a quelli di una parte politica opaca e compromessa nella quale sono pure cresciuti.
      Anche loro vanno incoraggiati e sostenuti.
      Perché se la Sicilia torna indietro è LA FINE.

    27. @Massimo

      mi pare evidente che sei in pieno stato confusionale. Stai elogiando tutta una classe politica che non ha fatto un bel nulla per la Sicilia, se non farla affondare come non mai, e continui a dire che questi sono eroi che hanno il coraggio delle loro azioni. Io la guerra la faccio nel mio piccolo ogni giorno facendo quello che posso per questa città, la guerra non la faccio a chi la pensa diversamente da me. Quello che non capisci è che non si tratta di un attacco personale nei tuoi confronti, ma di un attacco alla mentalità che tu e moltissimi altri portate avanti, danneggiando questa terra senza manco accorgervene. La vera lotta sta nel portare cultura e onestà in questa terra, non nell’urlare “ai comunisti” ogni qual volta trovate uno che non tifa per il vostro psuedo-partito di collusi. Ps: non sono orlandiano, non sono di sinistra, non sono di destra, sono per la politica onesta e capace. Quando verrà qualcuno in grado di rappresentarmi, allora potrò dire di essere dalla sua parte, perché a me non me ne frega nulla della persona, io voglio i risultati

    28. “Sulle minacce contro la sua persona, di cui aveva parlato ieri, Lombardo dice di essere stato, forse, frainteso.” ahahahaha

    29. Penso che tu sia in buona fede. Che siano collusi però resta una tua personalissima e infondata convinzione.
      P.S. Non ho nulla di particolare contro i comunisti, oltre a non esserlo.

    30. @Andrea:
      il problema di quando parli di politica onesta e capace è che sei tu l’arbitro di cotanta onestà. Non importa sapere se il politico (chiunque sia) sia davvero disonesto perchè TU hai sentenziato che Lombardo o Miccichè o chivuoitu sono corrotti.
      E’ ovvio come il sole che tu non hai avuto mai a che fare con la Sicilia intesa come “palazzi”. Io si. E ti posso dire che quello che sta provando a fare Lombardo per ora è incredibile per la Sicilia! Ovviamente tu guardi dall’esterno e allora ti pare tutto lo stesso, ma non è così. Tu lo sai quanto è difficile fare la riforma sanitaria quando l’ 80% delle voci di spese sono stipendi? Tu lo sai quanto è difficile ottimizzare la spesa sanitaria quando in un singolo ospedale minuscolo ci sono 8 primari che gestiscono 2 posti letti a testa? Ti ricordo che la legge nazionale non permette il licenziamento. Li puoi spostare. E allora devi trovare dove serve un ennesimo primario. L’accorpamento delle Ausl in Asp ha creato un malcontento enorme tra “gli addetti ai lavori” perchè ha ridotto il numero di dirigenti e ha messo in mobilità un sacco di *pezzi grossi*. Quasi tutti dell’UDC di Cuffaro che per questo è furioso contro Lombardo!
      Vuoi che ti parlo dei corsi professionali? Tu lo sai che prima di Lombardo ti bastava avere un amico nel palazzo per avere un anticipo sull’organizzazione di un corso professionale regionale anche se poi non lo organizzavi o se non partecipava nessuno? Era tutto discrezionale! Poi è arrivato Lombardo e ha messo delle regole: tu lo sai che è successo un finimondo?? Lo volevamo ammazzare (a lui e alla dirigente che aveva messo le regole!).
      E te ne potrei raccontare mille altre!
      Per capire quanto è difficile amministrare la Sicilia (anche quando si è onesti) ti propongo di andare qualche volta (se non lo fai già) alle riunioni di condominio: il bene è comune (il condominio per l’appunto) eppure per prendere una decisione che sia valida ci si scanna come cani!
      Ecco adesso moltiplica per 1000, aggiungi (e in questo ti do pienamente ragione) la naturale indolenza dei Siciliani, e avrai un quadro più completo della situazione!

    31. com’e’ che nessuno parla di un argomento fondamentale,e cioe’ del fatto che senza i ripianamenti dello Stato in Sicilia ci sarebbe il putiferio?Qui si parla di imparzialita’ e poi si porta l’esempio della Puglia,ignorando quello che
      e’ successo in Veneto,Lombardia,Piemonte,regioni che contribuiscono in maggior misura al Pil e dove c’e’ una Lega Nord che ha conquistato anche i ceti popolari seguendo i loro problemi ed assecondando le soluzioni.Adesso sembra che la Lega Nord sbarchera’ anche a Napoli,dove si parla di un leghista candidato a Sindaco.
      Ora considerando che la sopravvivenza della Sicilia dipende dalle rimesse centrali,che sono possibili grazie alle fatiche ed alle rimesse del Nord,per me sarebbe auspicabile che elementi che hanno fatto esperienze positive nel triangolo industriale
      venissero in Sicilia ed applicassero le loro ricette nell’amministrazione della cosa pubblica rompendo gli equilibri nefasti che hanno portato a questa situazione per cui uno vota a dx e si ritrova nel governo regionale elemendi di sx.
      Con tutto il rispetto di quelli che a sx sono alla ricerca di una identita’.

    32. Giorgio, sei male informato.
      Lo Stato non dà le risorse alla Sicilia, blocca anche quelle che le spettano, però raccoglie in Sicilia tutto quello che può.
      Le risorse per la cassa integrazione, che sono centralizzate, non sono elargite al sud ma solo al nord, idem per i FAS, ancora scandalosamente bloccati.
      Poi, con la complicità della Consulta, si negano alla Sicilia quelle imposte che sono maturate in Sicilia ma che, per i meccanismi di riscossione, sono esatte altrove.
      Insomma ci stanno prendendo per fame.
      Certo non abbiamo le carte in regola, se guardiamo al passato, ma quel passato era funzionale allo sfruttamento che il Nord ha sempre fatto del Sud: briciole agli ascari, il grosso al nord.
      Se non vedi che l’Unità d’Italia è fondata sopra uno sfruttamento coloniale interno, se pensi che sia solo una questione di buona amministrazione, mi sa che sei un po’ fuori strada.
      Sulla presenza di venduti al Sud che tengono il sacco alla Lega Nord non mi esprimo più di tanto.
      Il dato scomodo, e nascosto, è che la Sicilia di oggi è saccheggiata dall’Italia e che da sola avrebbe i conti a posto.
      Ora tutti diranno che non è vero, ma va’… OK, OK ma è così. E lo testimoniano anche i Conti Pubblici Territoriali che sono stati pubblicati dal Servizio Statistica della Regione e che sono on line pronti per essere consultati.

    33. VORREI TANTO ESSERE MALE INFORMATO !
      .
      Qualche tempo fa,autorevoli testate di stampa,hanno
      pubblicato che la Lombardia da’ 6 x ricevere 1
      e la Sicilia da’ 1 x ricevere 6.
      Tenuto in conto il fatto che la ricchezza in Italia
      viene fuori prevalentemente da 4 or 5 regioni,a me sembrano numeri plausibili.
      .
      In quanto alls Sicilia,il conto sarebbe presto fatto,se ci fosse TRASPARENZA.
      100 di uscite dovrebbero essere contrapposte a 100
      di entrate proprie.
      Le stesse uscite non sono mai venute fuori in un quadro sintetico,ma chiaro ed esaustivo.
      E si sa che,quando non si presentano i numeri,si
      puo’ sostenere qualunque tesi.
      .
      Ultimamente Lombardo rivendicava 10 miliardi di euro /anno di accise sulla raffinazione di prodotti
      petroliferi,che non entrano direttamente nei conti della regione.
      Ma anche se ci mettessimo questi 10 m.di,saremmo
      all’autosufficienza?
      Fuori i numeri!
      .
      In ogni caso con i ripianamenti dei Bilanci degli Enti Pubblici Locali,nella realta’ dei fatti
      ben altre somme tornano alla Sicilia.
      Sicilia che e’ accusata di spreco di risorse e
      produzione di cattivi servizi,clientelismo ed inefficienze su tutti i fronti.

    34. @Andrea:
      nel tuo ultimo post si è capito perfettamente come la pensi. E’ inutile anche discuterne. Di risultati ce ne sono stati e anche tanti. Tuttavia tu non li vedrai mai perchè non vuoi vederli. Ovviamente parli di Vendola come se lui lì avesse fatto chissà che cosa. Eppure il suo assessore alla sanità è finito in carcere per corruzione. Tutto il mondo è paese.
      Infine come punto a tuo favore ci metti “lo sguardo”…domani metterai il colore della pelle? E gli ebrei che facciamo?
      Ti faccio presente che allo stato dei fatti Vendola (che ha anche ricevuto un avviso di garanzia) è *pulito* nè più nè meno di Lombardo. Eppure Vendola lo consideri come un esempio e Lombardo no… vedi un pò quanto sei obbiettivo…
      Ah, se poi tu sai cose che nè noi nè gli inquirenti sanno circa la corruttela di Lombardo e soci, dovresti fare il tuo dovere di “ottimo siciliano” (come ti definisci tra le righe) e andare a denunciare. Certo non so per lo sguardo furbetto ci sia una legge…

    35. @KK con la differenza che Vendola per gli scandali della sanità in Puglia, ha costretto a far dimettere i suoi assessori, anche magari quelli che non c’entravano nulla, senza nemmeno aspettare avvisi di garanzia, col solo scopo di difendere l’immagine del governo regionale. Una cosa che si fa in Europa in tutti i paesi civili, ma che in Italia non sanno manco dove sta di casa! Questa è la differenza tra un politico rispettabile che FA (cosa ha fatto Vendola? Ti parlo solo delle fabbriche e dell’energia eolica, infatti la Puglia è diventata la prima regione italiana per lo sviluppo di energia eolica) e un chiacchierone come Lombardo, che si presenta dicendo che vuole fare nomi e cognomi dei collusi con mafia, e poi tira fuori due nomicchi di persone probabilmente sacrificabili. Suvvia, non prendiamoci in giro. Sappiamo tutti di che pasta sono fatti i politici siciliani, e più hanno consenso più “c’è i scantarisi”. Per ora c’è una guerra nel centro destra tra PDL e futuro partito del sud, tra i quali militerà Micciché (altro personaggio veramente rispettabile, al pari di Cammarata e compagnia bella), per ottenere il controllo della Sicilia. Stiamo tranquilli che dopo st’ultima mazzata saremo il primo vero regime mafioso al mondo. Gli italiani sanno reinventarsi sempre

    36. che lomabrdo abbia contro l’UDC lo sappiamo tutti, ma insomma l’UDC in questo momento ha altri problemi tipo sopravvivere..
      che abbia contro buona parte del PDL mi sembra anche abbastanza logico, il pdl è più forte nella sicilia occidentale e Lombardo ha preso troppi impegni con i suoi amici a Catania lasciando un bel vuoto di appalti dall’altra parte, esempio lampante l’aereoporto di catania che pur non adeguato al traffico internazionale succhia investimenti e porerà ad un isolamento del capoluogo di regione a danno degli utenti perchè catania è connessa malissimo con il resto dell’isola e con le principali attrazioni culturali e turistiche.

      il PD non esiste quindi che faccia opposizioni o appoggi questo nuovo governo il terzo in 3 anni a chi importa..

      insomma avanti tesi dei complotti contro lombardo, intanto la Sicilia muore, illegalità a bizzeffe e disoccupazione crescente che alimenta il lavoro nero senza diritti, grande rivoluzione!!

    37. è da tempo che se ne parla la sicilia ha bisogno di un commissariamento, che alla fine ci tolga lo statuto speciale, che ormai storicamente ha fatto il suo tempo..e ha creato solo lentezza burocratica e immobilismo.

      ci vogliono tecnici finanziari molto in gamba,che per un paio di anni si occupino solo di mettere in sesto le casse regionali, e poi una volta in regola i conti, elezioni regionali e rilancio su base dei programmi..
      lasciando alle amministrazioni locali il compito di creare connessioni e scelte indipendenti di sviluppo.
      lo stanno facendo nelle madonie da qualche tempo e un pò funziona..

    38. Tutto molto interessante, dalle affermazioni di L. a i vostri commenti, x questo desidero contribuire. Innegabile che siano state fatte tante cose, altrettanto vero che da fare c’è molto di piu’ banalmente potrei prendere come esempio il manto stradale liscio che miete vittime quasi giornalmente, e che quando viene rifatto, non dura nulla perche’ le caratteristiche non sono quelle che dovrebbe avere, ma mi rendo conto che cio’ va fuori tema,inoltre cio’ che puo’ essere critico per me non è detto che lo sia per la comunità. Non posso che quotare Giorgio quando reclama la Trasparenza… Però posso con dati di fatto dire a mia su un’affermazione :
      AGGIORNAMENTO n.7: Lombardo parla dell’intervento sulla Sanità e sulla riduzione dei costi.
      Tutto vero costi ridotti, tanto che la settimana scorsa ho dovuto comprare delle medicine che dovevano essere somministrate ad una paziente RICOVERATA…E non vado oltre.. riflettete gente…

    39. guarda che ho invocato la TRASPARENZA
      almeno sui grandi numeri
      che sono la base fondamentale per impostare
      un qualsiasi ragionamento.
      Anche se sollecitati in piu’ occasioni,questi numeri non saltano fuori.
      Intanto la Confindustria “implora” il Governo
      per un taglio alla Spesa Pubblica e per dare supporto alle Attivita’ Imprenditoriali.
      Evidentemente,essendo la coperta corta,c’e’ chi tira da una parte e chi dall’altra.

    40. non è facendo pagare le medicine a chi è ricoverato perchè sta male il problema della sanità..gli sprechi sono in ordine di apparecchiature milionarie comprate e mai usate, buracrazie infinite che mangiano soldi e creano disservizi,mancanza totale di trasparenza nella gestione dei soldi all’interno delle strutture, inoltre le spese sanitarie crescono tantissimo perchè tantissimi sono a reddito zero perchè non dichiarano redditi e usufruiscono delle agevolazioni per tutto a spese di chi sta male veramente.

      farmi pagare le medicine o 167 euro per una radiografia in una struttura privata non migliora niente, parlo da cittadino che vorrebbe usufruire di un servizio.

      la riforma sanitaria è stato solo tagliare senza neanche molta logica.
      mentre i problemi del 118 restano e i paesi dell’entroterra sono isolati e per le emergenze devono fare centinaia di km per raggiungere i grandi ospedali.
      A Petralia Sottana si sta smantellando un ospedale che per costruirlo ci sono voluti 30 anni e milioni su milioni, che serve un’area montana vastissima ma con non più di 100000 abitanti che adesso devono scegliere tra cefalù o Termini 60-80 km di strade di montagna..
      stessa cosa a marsala dove l’ospedale rischia di fare la fine di quello di agrigento, chiusura per inagibilità, mancano piani e manca trasparenza nelle strutture e nella loro gestione..(per ovvi motivi)

    41. ci sono Regioni,al Nord, con una Sanita’ virtuosa,sia per contenimento dei costi,sia per la qualita’ delle prestazioni.E’ a quelle regioni che bisogna guardare.
      In quanto a certi commenti che tentano un’analisi
      politica sui risultati delle recenti elezioni regionali,voglio dire che non si devono perdere di vista gli elementi fondamentali,che sono la minore affluenza alle urne per lo screditamento della classe politica nel suo insieme,e la inequivocabile
      affermazione della Lega Nord,cresciuta anche nei valori assoluti.
      Quella degli astenuti,o indecisi, e’ una grossa compagine,e nessuno puo’ prevedere come e se si muovera’ alle prossime elezioni.
      Se si votasse domani mattina,a chi andrebbero questi voti?

    42. @Giorgio: sono d’accordo con te,La Trasparenza deve esserci. La mancanza della stessa induce al sospetto. Riguardo alla sanità,L. dice riduzione dei costi,l’altro dice di aver chiuso con un bilancio in positivo e i ricoverati di devono andare a comperare i farmaci? ” e non vado oltre ”
      Quanto detto da Tonjo mi fà venire i brividi, io se la sett scorsa,se con l’ambulanza avessi dovuto percorrere le distanze cui fà riferimento,avrei perso mia moglie,perchè saremmo arrivati tardi…Vogliamo osservare quanto sta accadendo in questi ultimi giorni? lavori su piazza Indipendenza,andate a parlare con chi guida le ambulanze o con chi le ha viste ferme “bloccate nel traffico”in situazione di emergenza,impossibilitate a raggiungere il Policlinico o il Civico..Cantieri notturni no? troppi soldi da spendere realmente per pagare i lavoratori? … Qui non si capisce piu’ nulla …

    43. Ma adesso che ha fatto tutti stì nomi….non correrà seri pericoli? 😉

    Lascia un commento (policy dei commenti)