domenica 19 nov
  • Mucca precipitata dalla parete rocciosa a Monte Pellegrino

    Mucca precipitata dalla parete rocciosa a Monte Pellegrino

    Ieri mattina una mucca è precipitata dalla parete rocciosa di Monte Pellegrino sui chioschi di souvenir del piazzale davanti al santuario di Santa Rosalia.

    Il nucleo soccorso alpino speleologico dei Vigili del fuoco è intervenuto per liberare il bovino.

    Palermo
  • 15 commenti a “Mucca precipitata dalla parete rocciosa a Monte Pellegrino”

    1. C’è un film che si intitola “Piovono mucche”. M’è tornato in mente! 😉
      Ciao,
      Emanuele

    2. ma io dico ma si può inventare una notizia in questo modo??? mahhhh. almeno la prossima volta scrivi, chessò, avvistati Batman e Hello Kitty a Capo Gallo

    3. io penso a quello della bancarella che si è visto arrivare una mucca in testa……

    4. daiiii , ma è vero ??? 🙂

    5. Effe è accaduto.

    6. Ecco 2 foto del fatto. Io c’ero!

      http://www.fluidr.com/photos/44618608@N02

    7. pora bestia.. speriamo si riprenda

    8. Si è ripresa. L’ho vista pascolare tranquillamente mezz’ora dopo. Un pò tramortita ma mi è sembrata in buone condizioni di salute. A quanto pare, se ho capito bene, è pure in cinta.

    9. sono contento per la mucchina e speriamo che nessuno se la mangi (grazie a Dio la carne non mi piace neanche), altrimenti è tutta ipocrisia! immagino la signora bassina che non vuole mai che si tcchino i suoi souvenir di ceramica esposti e che si ritrova d’improvviso la mucca sopra la bancarella e tutti i suoi oggetti in terracotta (piatti, ciotole, pale di fichidindia, trecce di frutti, etc) in polvere. le saranno venuti gli attacchi di panico

    10. povera mucca….

    11. a me sembrano due fotomontaggi belli e buoni

    12. Giulio, non sono fotomontaggi. Tranquillo.

    13. ma hanno già dichiarato lo stato di calamità naturale? è intervenuta la protezione civile?

    14. @martinelli:
      belle foto, che filtro di photoshop usi per ottenere quell’effetto?

    15. @ thomas

      Grazie.
      Non uso filtri. Esaspero ombre e luci, poi gioco sui livelli e curve, saturazione e maschere di livello, fino ad ottenere una specie di pseudo HDR.

    Lascia un commento (policy dei commenti)