domenica 19 nov
  • Qualità della vita

    Quello della qualità della vita è diventato un tema ricorrente. Ne parlano, nel poco tempo che sottraggono agli affari propri e al litigio inconcludente, gli uomini politici, i potenti di ogni sorta e i vippi che istupidiscono giornali, tivù e plebaglia. Ne parlano, appunto, come di cosa distante e assente dal loro vissuto quotidiano dato che nessuno di loro né dei loro intervistatori, ha mai il buon senso di fare differenza tra la vita dei privilegiati e quella dei non privilegiati, con relativa ed ovvia differenza di qualità…
    Ad ogni modo, non fidandomi più delle statistiche elaborate, su profumata commissione, da facoltose signore rappresentanti di istituti specializzati in sondaggi d’opinione, né tanto meno delle chiacchiere in tivù, ho pensato di indagare in prima persona su ciò che la qualità della vita rappresenta per noi cittadini normali, privi di privilegi, fama, fortuna e potere. A questo scopo, ho utilizzato il Giornale di Sicilia. Un sondaggio facile, di quelli che può fare chiunque. Mi sono concentrato sugli articoli, brevi e non, che interessano tutti noi che facciamo i conti con la spesa, il problema del futuro dei nostri figli, i disservizi. Ho selezionato le notizie che definiscono quella cornice di quotidianità in cui viviamo e segnano la profonda differenza dalla vita che conducono nel Paese di Bengodi, in un giorno qualunque come, ad esempio, giovedì 26 agosto 2010, quanti in qualunque modo si sono procurati denaro, fama e potere e qui, in Sicilia come in Italia, hanno trovato un luogo di orgiastico gaudio. Riassumono, in sostanza, la qualità della vita dei normali cittadini costretti a non godere di alcuna forma di eccezionalità:

    1. Scadono i sussidi, torna l’incertezza per 3mila ex pip
    2. Rubò energia, condannato a lavorare gratis
    3. Pochi camion, erbacce e rifiuti restano in strada
    4. Assistenza, tagli a raffica: stop al trasporto dei disabili
    5. Un sub ucciso da un gommone. Drogato il pilota
    6. Rapinato gioielliere
    7. Gallerie al buio sulla Palermo-Messina
    8. Frode e false fatture
    9. Muore a 7 mesi in ospedale, indagine a Messina
    10. Anti-riciclaggio: da Bankitalia multe da 2 milioni a dirigenti di istituti
    11. Sos del sindaco: escalation di incendi ed estorsioni
    12. Vigili al campo rom: è invivibile, va chiuso
    13. Reati amministrativi: boom al Sud, la Sicilia è seconda dopo il Molise
    14. Poliziotti minacciati
    15. Coltiva marijuana nel giardino di casa
    16. Vendute su internet 500 opere false
    17. Prese tre brasiliane con 50 chili di coca
    18. La città tra buche e strade rotte
    19. Le riparazioni dai tempi lunghi. Barriere rubate
    20. Le strade sconnesse
    21. Amia Essemme pulirà i mercatini. Il presidente: denuncerò chi sporca
    22. Chiesti interventi per fermare i topi in tre strade
    23. Corsa contro il tempo per l’agibilità della scuola Maneri
    24. Erbacce diffuse in via Ispica
    25. Multati 2 commercianti abusivi in viale Campania
    26. Erbacce tagliate e lasciate a terra. Pochi i camion, raccolta a rilento
    27. Bonifiche anti-discariche nei vicoli del centro storico
    28. Truffa con falsi incidenti stradali
    29. Sette posteggiatori abusivi bloccati: chiedevano 5 euro
    30. Assalto alle Poste. Tre banditi fuggono con 550 euro
    31. Bandito in azione in via La Loggia
    32. Donna derubata a bordo del bus 102
    33. In via Brunetto scuola nel mirino: scassinata la porta
    34. Paziente derubato al civico. Preso un cellulare
    35. Collisione tra auto e moto

    Tornate voi, domani o in futuro, a ripetere questo esperimento, a rilevare la qualità della vita che conducete. Magari ci aiuterà a scegliere meglio quali rappresentanti votare, quali programmi vedere, quali giornali leggere, quali scelte fare per un futuro migliore. Voi che ne dite?

    Ospiti
  • 8 commenti a “Qualità della vita”

    1. Lodevole l’intenzione di provocare autoconsapevolezza. Peccato che, come si è sentito da dichiarazioni fatte in TV da parte di esponenti medi della classe lavoratrice, il voto venga dato a chi la spara più grossa (tanto non c’è niente di male,no?)

    2. Lodevole l’indagine e l’intenzione di provocare impegno e coerenza.

    3. cosa succederà , quando la quinta vasca di Bellolampo ,si riempierà?????

    4. si sara’ realizzata la sesta.

    5. Grazie Giampiero per la ricerca effettuata sulla qualità della vita della nostra città, anche se ci hai risparmiato altri disservizi in altri settori. Penso che l’analisi che viene fuori dal tuo articolo e la conoscenza del territorio debba essere, per come nel passato ci siamo detti, una verifica su chi ci amministra, per domani fare tesoro dell’esperienza del passato, per scegliere in maniera oculata, per il futuro, i nostri amministratori cittadini. A tal proposito la proposta ddell’on.le Faraone può essere una valida alternativa per far ripartire la nostra città.

    6. Buona idea, luminosa e luttuosa allo stesso tempo.
      Grazie per avere colto e defiito con assoluta semplicità come i rappresentanti politici, troppi, siano de tutto “scollegati” dalla realtà del cittadino comune.

    7. salvatore
      mi sorprende che sei rimasto forse l’unico a non avere capito che gli amministratori vengono selezionati dalle oligarchie dei partiti,
      che il cittadino poi avalla col proprio voto in nome del Leader di partito.
      Quindi il cittadino non sceglie un bel niente.

    8. credo che questa foto renda bene il senso del post
      .
      http://www.flickr.com/photos/48441769@N06/4959605774/

    Lascia un commento (policy dei commenti)