mercoledì 20 set
  • 30 commenti a “Il Papa a Palermo: viabilità, strade chiuse al traffico e percorso”

    1. Vergogna per tutto quello che l’amministrazione comunale è riuscita a fare in una settimana e solo in occasione del Papa. Vergogna.

    2. per favore qualcuno può occuparsi del problema dei villabatesi rimasti senza abutobus amat? si è cercato di contattare striscia ma niente…magari Stefania può fare qualcosa…aiuto…

    3. http://www.amat.pa.it/ In occasione della visita del pontefice a Palermo il 3 ottobre, l’Amat ha provveduto a modificare i percorsi di 40 linee di bus in base ai provvedimenti di chiusura del traffico veicolare disposti dall’ufficio Traffico del Comune.

      Subiranno variazione di percorso le seguenti linee: 101, 102, 103, 105, 106, 107, 108, 122, 124, 134, 139, 164, 224, 225, 250, 305, 603, 614, 615, 619, 625, 628, 645, 662, 675, 677, 702, 704, 721, 731, 806, 812, 824, 833, 837

      Le linee 104, Gialla, Verde e Rossa, il Giro Città non saranno in servizio.

      Clicca qui per vedere la specifica delle modifiche delle linee

      Per il collegamento tra i parcheggi (Basile, Lennon, Emiri e Francia) e il liuogo di svolgimento della manifestazione religiosa, e solo per il 3 ottobre, l’Amat ha istituito navette gratuite dirette senza fermate intermedie:

      Parcheggio Basile – Stazione Centrale: dalle 6 alle 18, frequenza ogni 5 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Via Dante – Parcheggio Basile: dalle 18 alle 21, frequenza ogni 5 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Parcheggio degli Emiri – piazza XIII Vittime: 6 alle 18, frequenza ogni 8 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Via Dante – Parcheggio degli Emiri: 18 alle 21, frequenza ogni 8 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Parcheggio J. Lennon – piazza XIII Vittime: 6 alle 18, frequenza ogni 6 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Via Dante – Parcheggio J. Lennon: 18 alle 21, frequenza ogni 6 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Parcheggio Francia – piazza XIII Vittime: 6 alle 18, frequenza ogni 10 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità);

      Via Dante – parcheggio Francia: 18 alle 21, frequenza ogni 10 minuti (variabile in funzione delle condizioni di viabilità).

      Si precisa che a seguito delle chiusure delle strade di cui all’ordinanza sindacale n. 1509 e 1510 del Comune di Palermo il Giro Città notturno dal 01/10/2010 al 03/10/2010 ed il Giro Città diurno del 03/10/2010 non verrà effettuato.

    4. salve a tutti, anch’io da villabatese denuncio lo schifo che sta vivendo il nostro paese.. qualcuno ha le palle di farsi sentire??

    5. E’ inammissibile che questa visita condizioni la vita di un’intera città e della provincia.

    6. quel palco al politeama che blocca il cuore di una città…simbolo di assoluta protervia.

    7. non trovo nulla di scandaloso in tutto quello che viene fatto per il papa. trovo vergognoso che non venga fatto ogni giorno ( strade pulite vigili per strada città in movimento …in senso buono )

    8. vietare il transito dei pedoni al politeama è scandalaso!!!

    9. Se abitaste a Roma, con tutte le personalità che la visitano, non scrivereste queste cose oppure vi verrebbe un fegato grande quanto la Piazza Rossa di Mosca.

    10. so di essere fuori tema ma…santo piripillo ci voleva la visita di un capo di stato per vedere la città quasi decente?sono appena rientrata da una città del centro sud,per la precisione Cagliari,appena atterrata sarei voluta risalire sul primo volo ed andare via! strade pulite,poco traffico,parcheggi,strisce pedonali ad ogni strada con la gente che si ferma!!!qui dall’aeroporto in poi tutta una tragedia! e la cosa mi fa incacchiare!!!!!!!ma poi,scusate,tutti sti bus?facendo un calcolo mi sembra che ne circoleranno il doppio del solito…..ma ove li tengono nascosti?dono del vaticano???

    11. Non poteva atterrare direttamente sul prato del Foro Italico? C

    12. Con un tasso elevato di disoccupazione ,con l’immondizia e discariche che da mesi e mesi si vedono a Palermo ,adesso per il papa c’è una accoglienza straordinaria che se ho ben sentito sta costando 2 miliardi di euro che poi pagheremo noi cittadini .Tutto per un solo uomo ! neanche Gesù ebbe questi onori .Mi vergogno e sono addolorata per la mia città perchè penso che c’è gente che in questo preciso istante non si può comprare neanche il pane

    13. @Marilena: non 2 milardi, bensi 2000, anzi, diciamo tutto il PIL 2010 degli Stati Uniti…

    14. gesù sarebbe venuto a piedi,gesù x essere amato non vuole questa pubblicità,se lo desideriamo elo invochiamo ci aiuterà sempre.

    15. ma il Prefetto di Roma quando esce il Papa o qualche altra autorità vieta il transito anche ai pedoni ? mha ho l’impressione che un evento di fede lo stiamo facendo diventare una sfilata di carri allegorici …. finiamola di rendere impossibile la vita a gente comune . Tutto dovrebbe essere naturale e non fare sembrare la nostra città la succursale di Kabul ?

    16. E se viene Obama, chi succieri????

    17. tranne Federico II e il problema effettivo dei Villabatesi il resto non si può sentire……il solito disfattismo i soliti luoghi comuni da provinciali…..a sentire alcuni siccome c’è la povertà e Palermo ha mille problemi il Papa non doveva venire oppure dovevamo accoglierlo male, giusto per migliorare vero????? ma finiamola per piacere..semmai impegnamoci tutti affinchè lo straordinario di questi giorni diventi ordinario, vedrete che ne gioveremo tutti poveri in testa!!!!!

    18. Per cominciare mi complimento con Peppuccio per quest’ultimo commento che è proprio in pieno stile cattolico: pieno di rispetto verso il prossimo, verso le opinioni altrui e pieno di amore e gioia…
      Per inciso non è che siccome a montecitorio fanno i loro porci comodi allora si devono autorizzare sprechi di denaro per ogni capo di stato, soprattutto se quello in questione predica – o dovrebbe predicare – umiltà, altruismo e ricchezza d’animo. E poi non capisco perchè un sacco di gente si sente sempre indignata dalle critiche fatte per queste spese, come se si stesse incolpando il Papa. La gran parte delle polemiche riguardano la nostra amministrazione che evidentemente ritiene più importante una singola persona – che ovviamente non metto in dubbio essere una personalità di spicco, ma ricordiamoci che comunque è una figura burocratica e non è più vicino a Dio rispetto ad un prete di periferia, il Papa viene eletto e non per una sua vocazione maggiore, ma semplicemente per decisione del conclave- che un milione di abitanti, e quindi riesce a trasformare la città in uno splendore ” pi fari bella fiura” per poi rilasciarla nello schifo da dopodomani in poi, il tutto sperperando anche molti più soldi di quanti fossero necessari. Ad esempio mi spiegate il senso di due palchi a distanza di un km? Era forse offensivo fare l’incontro coi giovani il pomeriggio dove in mattinata si sarebbe svolta la messa? Le coperture per i birilli del foro italico? I colori forse sono irrispettosi? E così via…peraltro, per quanto non sia un simpatizzante della chiesa, non credo proprio che il Papa si sarebbe lamentato se appunto ci fosse stato qualche particolare in meno, non ce lo vedo nel fare un comunicato di sdegno perchè non ha trovato palchi adeguati per le sue conferenze. Tutto il problema invece sta nella politica. Se avessero ad esempio risparmiato un po’, probabilmente avrebbero potuto continuare, con gli stessi soldi, a pagare gli addetti ai lavori per avere ancora la città pulita come in questi giorni chissà per quanto tempo. Invece, da bravi siciliani, facciamo la facciata perfetta “chi vasinnò poi a genti c’avi a diri, chi s’avi a pinsari?”, e poi appena gli ospiti se ne vanno ricominciamo a stare nella nostra situazione del cavolo. In definitiva condivido con il preparare la città all’arrivo del Papa, ma senza fare sprechi…o meglio, per rimanere in tema, “ci vuoli u ventu in chiesa, ma no astutari i cannili!!!”

    19. http://www.ilpapaapalermo.com/
      hackeraggio trasparente in fieri!
      2.5 ml sono tantini in effetti…

    20. Come si diceva nei messaggi per il Gay Pride di Palermo: sono sempre più fastidiose queste frequenti processioni (che altro è questa, se non una quintessenza di processione?) a creare disagi, non un Gay Pride una tantum.

      CVD.

    21. Cronaca live via twitter già dalle 8 su @ SmashkinsLive

    22. @MMM
      ti proporro’ come regista della vita in diretta

    23. @ il folklorista

      non capisco…

    24. Un chiarimento: mia madre vorrebbe andare di pomeriggio al Politeama a vedere il Papa (a piedi); ho capito bene che non si può?
      O serve un pass particolare?

    25. A Palermo ci vuole la visita di un Papa ogni giorno

    26. @ silvio… a piedi si può, in pratica la zona non accessibile è quella a 30m dal palco

    27. da domani i palermitani saranno più depressi,non xchè il papa è andato via,ma x il semplice motivo che si ritornerà nella monnezza.

    28. accogliere il Papa con i dovuti onori sono daccorddo ma il troppo è troppo visto nella grave crisi in cui ci troviamo

    29. se il percorso papale e le varie aree rimozione/sosta vietata sono quelle rese pubbliche a tutti e che voi stessi avete pubblicato, PERCHè HANNO RIMOSSO ALL’ALBA DEL 3 TUTTE LE AUTO DI CORSO TUKORY??? se la pensano e fanno…e noi paghiamo!!!

    30. molti di voi si sono concentrati su ciò che è stato fatto, su quanto è stato speso senza pensare alla ricchezza che questo incontro ha dato alle 25omila persone che da varie parti della Sicilia è venuta. La visita del Papa è stata per noi fedeli un incontro desiderato e voluto. I fedeli hanno avuto la possibilià di vivere una giornata all’insegna della gioia, della speranza senza dover fare km.
      Finalmente qualcuno si interessa di noi, accende i riflettori sulla nostra Sicilia e noi nn sappiamo fare altro che lamentarci. Con ciò nn voglio giustificare i disagi creati ai cittadini di Villabate, ne a tutti gli altri ma purtroppo il comune di palermo non riesce ad organizzarsi nel quotidiano figuratevi in questi casi particolari.
      Io ho potuto vivere questa giornata non per mia scelta e mi dispiace che altri non siano riusciti a respirare l’aria di festa che il Papa ha portato a casa nostra.

    Lascia un commento (policy dei commenti)