martedì 19 set
  • Nuovo accumulo di percolato a Bellolampo

    Nella discarica di Bellolampo si è formato un nuovo accumulo di percolato. L’enorme lago formatosi nei mesi scorsi era stato prosciugato ma le piogge dei giorni scorsi hanno causato il ripresentarsi del problema.

    La Procura di Palermo sta indagando sul sindaco di Palermo Diego Cammarata e sui vertici dell’Amia per la gestione della discarica il cui stato potrebbe minacciare anche la falda acquifera.

    AGGIORNAMENTO: l’Amia ha chiarito in una nota che «non esiste in atto un’emergenza percolato a Bellolampo. Sia le vasche che i silos non presentano giacenze e procede regolarmente lo smaltimento del liquido che si forma quotidianamente in discarica. […] Si è semplicemente riformata giovedì scorso, a seguito delle piogge, una piccola pozza al limite della discarica, all’altezza di una depressione che lambisce la via Inserra, che anche questa volta si sta provvedendo a prosciugare».

    Palermo
  • 2 commenti a “Nuovo accumulo di percolato a Bellolampo”

    1. dal pergolato(percolato) nasce L’uva che produrrà vino.Dal letame nascono i fiori,un giorno i palermitani si sveglieranno “ubriachi “dal profumo dei fiori.accussì à finiscinu rì lamintarisi

    2. E della vasca numero 5? cosa ne sarà?

    Lascia un commento (policy dei commenti)