lunedì 11 dic
  • Tarsu, la saga continua

    Non c’è pace per la Tarsu di Palermo, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Il Consiglio comunale ha più volte votato l’aumento tra l’incredulità dei cittadini che si trovano a pagare per un servizio che è lapalissianamente carente, l’ultima volta era giugno e la seduta mise a dura prova i consiglieri.

    Il Tar Sicilia ha più volte bocciato l’aumento creando parecchia confusione. Il pagamento era ancora dovuto? Per quale anno?

    Adesso la questione riguarda i ricorsi: a quanto si apprende la Commissione tributaria sta dando ragione a raffica ai contribuenti circa l’illegittimità dell’aumento. Ma non ci si ferma a questo: l’intera cartella viene stoppata dal ricorso e andrebbe reiterata. Ma non si fa in tempo e intere annate (2007, 2008 e 2009) vengono perdute.

    Che effetto avrà sul già fragile bilancio comunale?

    Palermo
  • 7 commenti a “Tarsu, la saga continua”

    1. default

    2. io non ho fatto alcun ricorso
      e mi sono visto recapitare un assegno
      con l’ammontare della maggiorazione pagata
      con riferimento all’anno 2006.
      .
      Ho pagato con maggiorazione
      2007
      2008
      2009
      2010
      .
      Cosa succedera’?

    3. mi spiace contraddirla ma il 2010 ancora non esiste, ha pagato si l’ avviso di pagamento per l’ anno di rif. 2009 che le è arrivato nell’ anno 2010 e più precisamente tra giugno e settembre… buona giornata a tutti e che Dio ce la mandi buona

    4. anche questa, una sorta di pizzo per pagare un bel po’ di nullafacenti di AMIA & Co.

    5. Chi è il responsabile di tutto ciò?

    6. X Roberto: Provi ad andare in consiglio qualche volte, vedrà quanti nullafacenti stanno li dentro se non sono già andati via dopo l’appello.

    7. FRANCESCO
      grazie per la rettifica.Effettivamente nel 2010
      ho pagato la tassa da riferire all’anno 2009.

    Lascia un commento (policy dei commenti)