domenica 19 nov
  • Protesta degli studenti: bloccati stazione e aeroporto

    Gli studenti medi e universitari che protestano contro la riforma Gelmini hanno bloccato la Stazione centrale di Palermo e l’aeroporto “Falcone e Borsellino”.

    Protesta degli studenti: bloccati stazione e aeroporto

    Gli studenti sono arrivati con la linea metropolitana all’aeroporto e sono riusciti ad accedere al piazzale est. Gli aerei atterrano ma al momento non decollano.

    Potrebbero verificarsi ulteriori disagi per i collegamenti autostradali.

    AGGIORNAMENTO n.1: La Gesap, società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone-Borsellino, comunica che, sebbene si sia verificata una protesta degli studenti universitari nell’aerostazione, non c’è stata nessuna interruzione delle attività sul traffico aereo in partenza e in arrivo. Gli studenti, infatti, sono stati bloccati e contenuti dalle forze dell’ordine in una parte del piazzale di parcheggio degli aerei. La Gesap, inoltre, assicura che la struttura aroportuale è stata ed è funzionante a pieno regime.

    AGGIORNAMENTO n.2: Mondadori Multicenter è stato assaltato dal corteo degli studenti con lancio di uova e di vernice.

    Palermo
  • 61 commenti a “Protesta degli studenti: bloccati stazione e aeroporto”

    1. Classico caso da risolvere con una para di manganellate educative.

    2. @freddy mi auguro che il tuo sia un commento ironico.

    3. Arrivano quattro studenti e bloccano un aeroporto, ma perchè li hanno fatti entrare nel piazzale aeromobili?
      Repubblica delle banane.

    4. Meglio quei “4 studenti” che le persone che restano con le mani in mano a casa a lamentarsi ogni giorno per la “repubblica delle banane”.

    5. Sarò breve. C’è gente che deve portare bambini e familiari in visita ad ospedali di tutta italia, gente che partecipa a concorsi, gente che ha appuntamenti di lavoro fissati da mesi, gente che a Roma ha coincidenze per voli in tutto il mondo, e voi pensate veramente che questi abbiano il diritto di bloccare un aeroporto? manifestare si, ma giocare con la vita e/o il lavoro degli altri no. No Faelivrin, il mio non era un commento ironico.

    6. Sono d’accordissimo con Freddie! Chi ha reale necessità di spostarsi in treno o in aereo non deve essere bloccato dagli studenti… che peraltro, dalla foto, sembrano proprio quattro gatti!

    7. Quoto pienamente Freddie.
      “diritto” a manifestare.. va bene. Ma che questo non diventi un “abuso”! e che si faccia con cognizione di causa.
      In proposito, lavoro in pieno centro, e in queste settimane di banali “manifestazioni” ne sto vedendo a bizzeffe. Gruppetti di ragazzini che dovrebbero solo lamentarsi del niente che fanno nelle scuole.

    8. daccordo con la barbrela…

    9. Ci sono atti di disobbedienza civile che si rendono necessari in determinate condizioni.

    10. Quegli studenti sono prima di tutto cittadini e stanno protestando anche per i precari,per tutte quelle persone che SCAPPANO dalla Sicilia per una visita medica,per la gente che deve scendere da casa con largo anticipo per recarsi a lavoro perché i mezzi pubblici non funzionano,in poche parole per il futuro dell’Italia che sta andando davvero a rotoli.Sono sempre stata contraria a questo genere di proteste ma qualcuno deve pur farsi sentire in qualche modo e credo sia arrivato il momento giusto per una mobilitazione generale.L’italia peggiora di giorno in giorno, seguo la vicende da Parigi perché io faccio parte della massa di Siciliani che ha preferito lasciare il paese della corruzione e della staticità e non mi consola vedere che qui tutto funziona…Ancora una volta l’Italia é spaccata in due,con soli 8 voti di scarto il governo Berlusconi ha ottenuto la fiducia…8 voti…la situazione é piuttosto allarmante.

    11. Quotone per freddie e cadi0 ed aggiungo che oggi Mondello era piena di ragazzini…ma a Mondello non c’era in programma NESSUNA manifestazione.

      La cosa, oltretutto, è inquietante per lo stato dell’apparato di sicurezza dello scalo…se riescono ad infilarsi in pista una centianaia di idioti pensa pensa un terrorista

    12. Bravi ragazzi. Una protesta che non crea disagi non è una protesta.
      Quando i viaggiatori sono costretti a rimanere a terra perché tale sigla sindacale negozia un aumento di stipendio, non mi sembra che intervenga la polizia con i manganelli.
      Quando i fondi telethon sono stati utilizzati per aiutare l’alitalia, ci chiediamo dove fossero i “benpensanti” che adesso richiedono l’utilizzo dei manganelli.
      Ragazzi, continuate a sostenere con le azioni le vostre idee.

    13. @Fabio:
      il fondamento della democrazia è il volere dei molti che prevale su quello dei pochi.
      In questo caso abbiamo pochi studenti che cagionano danni a molti. Perchè ? per protestare. Ma in base a che cosa?
      Ho fatto anche io la scuola e poi anche l’università e so per certo che il 70% (e sono buono) dei ragazzi non ha neanche idea di cosa ci sia scritto in quella riforma. E allora perchè *per divertimento* devono crearmi un danno così grande?
      Ma tu hai visto come hanno ridotto le scuole? Distrutte. E poi chi pagherà? Ovviamente non loro.
      Chi protesta/sciopera si assume delle responsabilità, in quanto il lavoratore non percepisce stipendio per quei giorni. Ma così? Hai l’enorme vantaggio di una vacanza autorizzata ed una gita a punta raisi con cui vantarsi con gli amici.
      Non è protesta. E’ un gioco.
      E tutto questo a prescindere dal fatto che abbiano o meno ragione.

    14. i ragazzi non possono manifestare e il vostro presidente del consiglio può fare il cazzo che vuole?? NO COMMENT

    15. Gli studenti dovrebbero imparare che la loro libertà e il loro diritto di manifestare finiscono laddove iniziano il diritto e la libertà di tutti gli altri di prendere un aereo, di prendere un treno, di andare a lavoro e non rimanere bloccati per ore al centro della circonvallazione, il diritto degli altri studenti di studiare a scuola ecc. ecc. ecc..
      Sulle manganellate mi dispiace: ma sono d’accordo anch’io!

    16. Quindi la tua protesta é credibile se hai uno stipendio, se invece stai studiando perché un giorno tu possa averne uno non ti resta che stare in silenzio e subire!!!
      Io non posso credere invece ai miei occhi…

    17. @kk:
      non credo che sia un gioco. E comunque ho accettato più di buon grado il rimanere bloccato nel traffico per una protesta fatta dai ragazzi che si battono per il loro futuro rispetto alle volte in cui mi sono trovato un cassonetto buttato davanti alla macchina quando a protestare erano ex pip che rivendicavano un salario e non un lavoro.
      Ringrazio per la risposta pacata ed un’apertura mentale che nei primi interventi di questo blog non si era riscontrata.

    18. A mio parere si dovrebbe solidarizzare con gli studenti (e non solo) che sono scesi in piazza in questi giorni. La società civile tutta è chiamata a protestare contro un attacco senza precedenti a diritti che si credevano acquisiti ormai da tempo. La protesta non è un atto estemporneo, nasce da un disagio, secondo me, autentico e perciò mi stupisce che molti guardino a questo “risveglio” delle coscienze quasi con fastidio. Posso,inoltre, ragionevolmente affermare che ciascuno di noi affronta ogni giorno disagi ancora maggiori in una quotidianità fatta di piccoli grandi atti di prepotenza e prevaricazione.

    19. E vai con le “manganellate”..del resto cosa ci si aspetta da tale situazione socio-politica? L’ha anche detto il direttorissimo Emilio Fede, a proposito delle manifestazioni di qualche settimana fa: Un popolo civile, quale noi siamo, dovrebbe menare questi studenti.

      http://youtu.be/Otmm9q2yEqo

    20. Settimane fa, commentando un post simile, chiedevo quali fossero i risultati CONCRETI ottenuti grazie a questo genere di manifestazioni studentesche. Attendo ancora una sola misera risposta…
      Finora sembra che a essere danneggiati siano solo privati cittadini che nulla hanno a che vedere con le scelte Ministeriali, oltre agli studenti che non vanno a scuola.

    21. ma se manco sanno per cosa stanno protestando…..
      cosa ha la riforma gelmini di cosi tanto tremendo rispetto a quello che tutti gli altri NON hanno fatto negli anni????

      perchè non si protestava quando sono state inventate questa cavolo di lauree triennali che hanno dato posti di lavoro inutili perchè hanno inflazionato l’avere una laurea…????

      era comodo perchè sono stati creati corsi di laurea inutili per dare lavoro agli amici parenti??

      cosa c’e’ di sbagliato nel fare in modo che un ricercatore non possa rimanere ricercatore a vita facendo lo schiavetto???

      cosa c’è di sbagliato nel fare in modo che i rettori non possano rimanere seduti sulla sedia a vita?

      cosa c’e’ di sbagliato nel fare in modo che i parenti dei professori non possano partecipare ad alcuni concorsi per posti che dovrebbero essere pubblici???

      boh sarò strano io………, ma ricordo che feci le elementari con una maestra sola e ho acquisito determinati valori ormai persi….. io me la sarei presa con chi ha deciso i cambiamenti in passato creando una scuola/università inutile…..

      Forse era meglio fare come in Inghilterra …triplicare l’iscrizione all’università e lasciare ai propri posti i figli e i parenti dei professori

    22. Senza considerare che l’interruzione di pubblico servizio (INTERNAZIONALE) deve essere subito aggredita dalle forze dell’ordine perchè 4 pisciatelli non si possono permettere di bloccare un aeroporto INTERNAZIONALE…..

      Ahimè le forze dell’ordine sono troppo buone ……e ci lamentiamo che non abbiamo democrazia……
      questi si permettono di bloccare viale regione…… come quei 4 gatti di via perpignano e nessuno da una buona sana dose di manganellate…….
      Solo allo stadio sono buoni a darle sempre anche senza motivo…

    23. Lavoro nella scuola, un liceo di questo mondo: dal 18 novembrenon si fanno lezioni seriamente; se chiedi perché protestano dicono “contro la Gelmini” e basta!
      Avebbero liberato le scuola stamattina, in attesa della sfiducia; adesso che il governo “ha retto” che fanno? Continuano ad occupare fino a fine legislatura?

    24. @ barbrela: uno studente è per definizione uno che studia! non uno che protesta! mi pare che ad oggi a nessuno sia stato impedito di studiare seriamente (se lo vuole) né a scuola né all’università!
      protestare per difendere uno stipendio è diverso, non per altro il diritto di sciopero dei lavoratori è previsto per legge… non mi pare sia prevista la stessa cosa per gli studenti!

    25. caro/a Barbrela per soli 24 mila voli (24 mila voti) Prodi vinse le elezioni….che vuol dire???
      la maggioranza è a convenienza???

      ps: non stimo Berlusconi, ma almeno siamo coerenti….

      Il “sig.” di pietro ha parlato oggi di voti comprati…

      MI SONO ROTTO LE PALLE DELLA CULTURA DEL SOSPETTO , IL SIG. DI PIETRO PORTI DATI OGGETTIVI E INCONFUTABILI O TACCIA….

      non si rendono conto che cosi fomentano solo il popolino, la gente ignorante (tanta in Italia)……

    26. Scusate, sono d’accordo per le proteste,posso essere d’accordo con gli studenti,(che forse manco sanno per cosa protestano….)ma ogni giorno a Palermo c’è nè una e la città è già abbandonata a se stessa,non è vita questa! Rimanere bloccati nel traffico un giorno NO e cinque SI,non è piacevole…Esiste anche il resto del mondo vale a dire,anziani,disabili,bambini,quei pochi che ancora lavorano…..Non si può paralizzare un’intera città,non è civile!!!

    27. Se qualcuno pensa che essere studente per definizione significa studiare,sara’ anche vero per lui mi domando che essere cittadino significa farsi i fatti propri? o al contrario impegnarsi con coscienza critica per una societa’ migliore? nutriamo e campiamo degli yes man o dei pensanti ?

    28. Concordo col fatto che la maggior parte (io direi il 90%) degli studenti non sappiano neanche di cosa si parli, ma non per questo non hanno il diritto di manifestare.

      Quello che mi sembra assurdo e grave é che riescano a bloccare un aeroporto, posto che dovrebbe essere iper protetto e non accessibile con tanta facilità. Ma tanto si parla di Italia (e Sicilia), posti dove l’impossibile e l’inimmaginabile sono all’ordine del giorno

    29. Massa di commenti degni del Palermitano medio: mi tocchi il mio (piccolo piccolo e vergognosamente provinciale) = sei un fango.
      Io andrei a manganellare quelli che hanno denunciato il pizzo, un sacco di padri di famiglia adesso sono senza lavoro, che ne pensate, eh?
      Sono sicuro che chi dice che gli studenti non sappiano di cosa parlano, si sia preso la briga di fare un’analisi della questione, sia cioe’ andato personalmente a contrrollare: oppure ve lo ha detto Emilio?

    30. @Fabio G.:
      Come sempre invece di rispondere ed argomentare insulti.
      Hai letto gli slogan e hai visto le interviste ai ragazzi? Molti non sapevano neppure del miliardo di euro messo a disposizione da Tremonti. Altri parlavano di un aumento delle rette universitarie.
      Eppure erano lì a tirare le uove alla Mondadori.
      Questo è per te l’idea di Palermitano NON medio?
      Come hanno scritto altri io per primo non vedo nulla di terribile in questa riforma. Forse mi sbaglio ma ciò non significa che tu hai il diritto di non farmi lavore o di lanciare bombe carta.

    31. E adesso spiegatemi che ci azzeccano gli atti di vandalismo contro la Mondadori con la libertà di scioperare e di manifestare le proprie idee.
      Attendo risposte!

    32. Ragazzi Intanto non eravamo 4 gatti,Ma eravamo SOLO il Regina Margherita ed eravamo 500..e credetemi che abbiamo uscito i coglioni(*la maggior parte siamo femmine)! Comunque invece di scrivere commenti assurdi, e dire che eravamo pochi..stupidi ecc…perchè non venivate?? Siete voi quelli RIDICOLI!

    33. Tutte le forme di protesta civile, democratica anche eclatanti sono il sale della democrazia. Ben vengano le prese di coscienza di fasce giovani della nostra società, meglio di vederli incollati e smidollati davanti ai monitor e alle tv.
      Il rispetto delle regole è però fondamentale.
      Lanciare bombe carta, vernici per imbrattare, dare fuoco a cassonetti, invadere le piste degli aeroporti e le stazioni,bloccare il traffico con manifestazioni spontanee, tuttò ciò non è democrazia.
      E fa il gioco di chi sta al governo, che potrà dire ecco la piazza “della sinistra” , sono situazioni già vissute nella storia recente.
      La protesta può essere eclatante senza danneggiare larghissime fasce della cittadinanza.
      Isoliamo gli stupidi, i violenti,i provocatori.

    34. Io mi chiedi il motivo per il quale gente si prende la briga di scrivere cose non vero… capisco che i commenti sono liberi ma…. Non mi sembra di aver letto che gli studenti hanno bloccato l’aereoporto, nessun volo è stato bloccato!! O non sapete leggere… I treni?? E chi li prende… Hanno l’affidabilità e la puntualità degli autobus dell’AMAT. Ma tanto che ve ne frega a voi tutti grandi lavoratori cresciuti negli ultimi anni di cosa ci state lasciando?? Voi dovete lavorare.. Ma a noi chi ci pensa?? Chi ci ha ridotto così?? Gente che negli ultimi 20 anni non ha avuto il coraggio di alzare la testa e farsi sentire!! Voi grandi professionisti 40-50enni che avete calato solo la testa da sempre… Voi che ci state lasciando questa bellisima eredità… Bastaaaaaaaaaa!!! Sono fiero di chi sta protestando civilmente… Sono fiero degli studenti palermitani che per farsi sentire bloccano la città… Nella speranza che la gente comuni si incuriosisca e si informi dei motivi… Speranza inutile… Ognuno guarda solo al suo orticello… Senza rendersi conto che questo squallore che a voi sembra distante prima o poi lo coinvolgerà direttamente…

    35. Ma chi ti ha detto caro Vincenzo P.che noi “grandi professionisti”40/50enni abbiamo calato sempre la testa,tu c’eri?! Quanti anni hai? Per quanto mi riguarda, ho il “culo per terra” quanto TE! Se poi ritieni giusto bloccare con cortei e proteste l’intera città, fregandotene altamente delle fasce più deboli esistenti in questa Città,che sono quelle che pagano quasi giornalmente il prezzo di tutto questo caos,sei distante anni luce! Per quanto riguarda i treni: qualche disgraziato,che non può permettersi di viaggiare comodamente in macchina magari come te,ci sarà!

    36. A Palermo si rimane bloccati nel traffico e si è limitati nell’esercizio delle proprie libertà per insipienza ed inettitudine della classe dirigente che governa la città. Il tutto nell’indifferenza del popole bue. Ogni tanto qualche protesta viene fatta da gruppi di mascalzoni che pretendono diritti senza avere fatto il proprio dovere ed io mi dovrei scandalizzare se degli studenti protestano anche senza avere completamente ragione?

    37. freddie mi piacerebbe tanto darti una manganellata sul muso =)

    38. gli studenti sembravano 4 gatti dalle foto, gli studenti non sanno di cosa stanno parlando…Ma informatevi, viveteli i fatti e poi parlate che per voi sono soltanto buffonate! io credo che ci sia bisogno di gente che tenti di cambiare la storia anche se i modi si possono discutere perchè per esempio non sono d’accordo con quella decina di incappucciati che hanmo buttato i cassonetti a terra

    39. W la polizia e W i manganelli contro i teppisti.

    40. oggi a catania una persona è morta mentre aspettava che passasse un corteo di studenti che protestavano contro la riforma gelmini.La loro è una protesta fatta solo per perdere tempo e poi alla fine dell’anno scolastico si lamentano se vengonmo bocciati, giustamente, perchè hanno fatto tutto questo casino bolccando un’intera città

    41. @ daniele… mi sa che qualche bel colpo di manganello in testa lo abbiano dato a te da piccolo… e chiunque ragioni come… Fortunatamente non tutti ragionano così…

      @tutti.. Avete ragione, gli studenti universitari hanno una tanta voglia di perdere tempo, ore di lezione, di okkupare facoltà, rettorato, municipio, palazzo della regione… Sapete quanti vantaggi ne avranno… uuuuuu

    42. sono belli gli studenti in piazza, sono VIVI, mi danno speranza, specialmente oggi, in questo giorno di abigeato politico e di arroganza del potere, che può comprare tutto, anche la sopravvivenza politica, seppur ridicola, e con solo tre voti.
      *
      sui facinorosi ci andrei piano.
      parlo di roma e non di palermo, ma qualcosa mi inquieta, specialmente dalla foto sette in poi….
      http://www.repubblica.it/scuola/2010/12/14/foto/scontri_a_roma_un_finanziere_impugna_la_pistola-10197055/1/
      *
      sul fatto che gli studenti siano stupidi e non sanno per che cosa manifestano ci andrei cauta: forse lo sanno fin troppo bene, e non ne possono più di sentire un ministo che dice che con la cultura non si mangia, ora la pretendono!

    43. @ Vito
      una persona e’ morta di infarto mentre aspettava che passassero i manifestanti: scusi, ma che ci potevano fare i manifestanti? Lo hanno forse aggredito in qualche modo? I picciotti di Catania per rispetto hanno deciso di sospendere tutte le proteste nei giorni a venire: questa e’ Dignita’, mettere da parte i propri interessi personali per qualcosa di piu’ grave, niente a che fare con i suoi pretestuosi commenti.

      @ Vincenzo
      Non cadere nelle provocazioni di ‘sti quadri antichi, ascuta a mmia e lasciali sbattere (dovrei farlo anch’io).

    44. ma cosa state dicendo???? hanno protestato forse 1/1000 degli studenti palermitani, stanno protestando solo chi NON SA NIENTE DELLA RIFORMA…
      stanno protestando i PECORONI che vogliono solo perdere giorni di scuola……gli studenti non dei centri sociali e senza parenti di rettori/professori , sono dentro le scuole a STUDIARE….

      vorrei capire cosa c’entrava oggi la protesta con la riforma?????????????
      vincenzo p quelli che hanno 40-50 anni di cui parli (ma forse non hai manco idea ) hanno fatto la lotta per i diritti che ora abbiamo nel 68…..
      voi siete pecoroni, nel momento in cui farete quello che è stato fatto nel 68 (ovviamente impossibile) vi dirò che fate bene, ma per ora siete solo 4 gatti che non sanno neanche per cosa protestano

    45. Và bene scioperare e paralizzare il centro città e viale Regione, ma arrivare sulla pista dell’aeroporto mi pare eccessivo. Ma poi che cazzo ci stanno a fare quelli della KSM ed i comandi delle forze dell’ordine? Non sono loro che devono garantire la sicurezza negli aeroporti? Andiamo bene!

    46. Il vero pobbrema della protesta è il ciaffico bloccato che assieme alla siccità e al vuccano è il vero probbrema della cittàdipaleimmo.

    47. Scusate l’errore si scrive broccato

    48. che teste di caxxo.
      Manganello e olio di ricino!

    49. Capisco la rabbia ma questo serve a poco, ne pagano le spese solo i poveri commessi!

    50. Intorno al minuto 5:00, non capisco cosa dice il poliziotto al ragazzo fermato

      http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/12/14/guerriglia-urbana-nel-centro-di-roma/81925/

    51. @antonio, faccio finta che davvero non hai capito e rilancio 😉
      dice: “l’hai preso? bravo.”
      (frammenti esplicativi di una città messa a ferro e fuoco dai soliti ig/noti)

    52. sul fatto che fosse un ragazzo fermato e non (forse) un collega avevo sorvolato, ma forse un “aiutino” in più era doveroso.

    53. @stalker
      parlando con diverse persone di mia conoscenza, devo constatare purtroppo che appena nomini i “provocatori” molti nemmeno hanno idea di cosa stia parlando, e se spiego cosa siano mi guardano come se parlassi di ufo e profezie Maya. Vedi la cura studioaperto? Credo proprio quindi che i tuoi commenti non siano compresi da molti lettori.
      @KK
      Io offensivo “come sempre”? Ma se lascio un commento l’anno, di che stai parlando? Avro’ un omonimo.

    54. @Fabio:
      il “come sempre” era riferito al comune modo di reagire tipico dei giorni nostri (sia a destra che a a sinistra) in cui si da per scontanto che se uno ha una idea diversa alla nostra deve per forza essere stato indottrinato da qualcun’altro. Forse l’esperienza da me vissuta è diversa dalla tua e per questo ha portato a conclusioni diverse?

    55. il guai dell`aereoportoi di palerm e che sono stati fatti investimenti coi soldi nostri per renderlo un minimo sicuro eppure continua a succedere di tutto..
      un aereo fuoripista che non viene soccorso se non dopo 45 minuti dall`incidente, studenti che scavalcano l`area arrivi senza che i 5 finanzieri e i polizziotti o le guardie di sicurezza siano capaci di fermarli..

      il problema delle porte scorrevoli e della gente che entra l`ho visto sempre.
      una volta l`ho anche fatto presente che le persone entravano per salutare i parenti appena arrivati che aspettavano i bagagli al nastro..mi ha risposto ne fermiamo uno e ne passano 10..
      gli ho detto ma sanzioni arresti??
      ma no sono solo parenti..

      il fatto che questi dirigenti dell`aereoporto si riempiono la bocca con il fatto che siamo scalo internazionale, ma purtroppo e` il biglietto da visita.
      caos, assenza di parcheggi gratuiti sosta breve, scarsita` di collegamento, pochi servizi offerti, e vigili urbani impotenti..

    56. agli studenti dico state protestando cosa???
      e` 20 che le scuole subiscono tagli e le proteste non li hanno mai fermati..
      e` da 20 anni che gli insegnanti sono resi impotenti, e privati di autorita`..
      e 20 che sono consedireti una categoria inferiore..
      e 20 che ci prendono in giro con universita` dai nomi improbabili a ciu ci siamo iscritti in massa..

      il problema e` che l`universita` e la scuola non sono piu` un diritto ma un dovere..
      prima andavi a scuola ed eri fortunato..adesso vai a scuola o all`universita` altrimenti sei un disoccupato in mezzo alla strada..

      non c`e` niente da protestare!!
      c`e` da cambiare noi tutti mentalita` e ritornare al concetto che studiare e` un diritto, ma lavorare e` un dovere!!

    57. quello che mi chiedo e`: realmente quanti di questi ragazzi, leggono libri e giornali, vanno a teatro, al cinema (ma non per vedere vacanze di natale sullo spazio profondo), a un concerto al politeama o ad un museo e fanno sport oltre al calcio..sono sicuro che una parte partecipa all`industria culturale, ma la maggioranza se gli chiedi chi e` pirandello, ti rispomdono che e` un architetto..
      questa cosa della cultura ad orologeria mi preoccupa..
      quando poi alla zen gli insegnati abbandonati a se stessi subiscono incendi delle macchine perche` parlano di una alternativa alla criminalita` che si chiama legalita`!!

    58. KK:
      evidentemente ho interpretato la frase “come al solito non argomenti, ma insulti” come rivolta a me, che vuoi fare.
      Dopodiche’, rileggiti i commenti e onestamente giudica quelli offensivi e quelli no (sempre che tu voglia, chiaro): c’e’ chi insinua apertamente che gli studenti abbiano causato la morte del cristiano a Catania, chi dice “manganello a tignite'”, chi li prende tutti per scansafatiche e ottusi incapaci di pensare, ascoltando (qui la dottrina) solo quello che viene proposto in tivvu’ come la sacrosanta verita’.
      Ma che idea ha la gente dei propri figli! Chi li avrebbe cresciuti nell’ignavia e nella lagnusia, se non i padri e le madri?
      Ti rendi conto di quanto possa essere umiliante sentirsi dire “Zitto, che’ non sai nemmeno di che stai parlando”? E se quel picciotto lo sapesse, invece? E ricordo a tutti che non si tratta SOLO di studenti, ma anche di RICERCATORI e INSEGNANTI, i quali (correggimi se sbaglio) sono diventati ormai nemici del ministro e quindi (di nuovo la dottrina) anche dei tiggi’ della Sacra Tivvu’.

    59. @ Fabio G.:
      In questo caso sei tu che devii il discorso!
      Partiamo dall’inizio:
      1. nessuno ha detto che non debbano dissentire con la riforma ma solo che “c’è modo e modo” per dissentire. Le scuole vengono distrutte in questi giorni di occupazione: che motivo ce n’è? Puoi anche occupare e non distruggere non trovi?
      2. ti faccio notare che non si tratta di TUTTI gli insegnati e TUTTI i ricercatori in quanti molti (tanti, c’è chi dice la maggioranza) condivide la riforma. E allora come la mettiamo? Lo vedi che sei assolutista?
      3. Chi ha parlato di TG o TV? Io le cose le ho viste sul campo. Io ho letto gli slogan nei cortei. Io ho visto i genitori andare davanti al Garibaldi coi propri figli e i professori per provare a fare rientrare l’occupazione. Eppure secondo quanto dici tu questa riforma la odiano tutti!.

    60. KK
      1. hai ragione
      2. dai numeri che ho trovato, diverse migliaia di insegnati e ricercatori hanno aderito alle varie petizioni (o come le vogliamo chiamare, non importa) CONTRO il decreto, mentre solo 3-400 si sono dichiarati favorevoli, fra cui i RETTORI. Se hai altri dati ti prego di comunicarmeli.
      3. molti commenti citano “interviste”, “dichiarazioni”, “risposte sbagliate”: mi vuoi dire che questa gente e’ andata nelle universita’ a parlare con gli studenti oo si e’ affidata alla TV?
      I genitori che cercano di fermare l’occuppazione ci sono sempre stati e sempre ci saranno: ci sta ed e’ piu’ che giusto che proteggano il loro bimbo (che hanno cresciuto evidentemente come un ottuso, se dobbiamo dar conto ai vari commenti, non certo miei, sulla stupidita’ degli studenti), ma non e’ detto che abbiano ragione.
      Attendo un GENITORE, magari sessantottino, che mi spieghi PERCHE’ i ragazzi non dovrebbero protestare.
      Detto questo, mi pare che stiamo deviando abbastanza dall’argomento, direi di chiuderla qua (senza offesa, KK)

    Lascia un commento (policy dei commenti)