sabato 21 ott
  • Polemica tra Davide Faraone e l’avvocato di Antinoro

    Davide Faraone

    È polemica tra il consigliere comunale e deputato regionale del Partito Democratico Davide Faraone e l’avvocato dell’ex assessore regionale ed europarlamentare dell’Udc Antonello Antinoro dopo il deposito di un’informativa del 2008 in cui i Carabinieri di Palermo ricostruivano un incontro a casa di Agostino Pizzuto, arrestato pochi giorni dopo per mafia.

    L’avvocato Massimo Motisi ha depositato l’informativa, già nota, che parla di una riunione pre-elettorale tenuta che vide la partecipazione di Faraone, di Antonino Caruso, poi arrestato e condannato per mafia col rito abbreviato, e di Vincenzo e Antonino Troia, pure loro coinvolti nell’operazione Eos.

    Faraone ha dichiarato: «L’avevo messo in conto: sapevo che la mia candidatura a sindaco di Palermo avrebbe scatenato una campagna di fango costruita ad arte da poteri forti che in questi dieci anni hanno gestito la città attraverso un sistema politico-affaristico-mafioso. […] Per quell’informativa, trattata dalla difesa di Antinoro come un talismano, non ho mai ricevuto alcuna comunicazione né formale, né informale. È evidente che si tratta di un’operazione che ha solo uno scopo: gettare ombre sulla mia storia che è trasparente come l’acqua».

    Motisi ha quindi replicato: «È stato il pubblico ministero, esaminando un suo teste, a chiedere notizie circa vari personaggi politici che sarebbero stati avvicinati da soggetti poi risultati essere vicini a Cosa Nostra. La difesa si è limitata a controesaminare il teste e a far acquisire, con il consenso dello stesso pm e della parte civile, l’associazione Addiopizzo, l’informativa dei Carabinieri. Nessuna ombra ho inteso gettare sulla storia dell’onorevole Faraone, che non ho neppure il piacere di conoscere».

    Palermo
  • 4 commenti a “Polemica tra Davide Faraone e l’avvocato di Antinoro”

    1. ma che strano!!! Vuoi vedere che chiunque faccia politica in Sicilia qualche contatto con la mafia lo ha avuto?

    2. Adesso sono sicuro che l’integerrima Petix farà un bel servizio. Ah… no è quella “antimafia” che non toccherà mai. Tra i simili non ci si colpisce….

    3. Vorrei capire dove sta, rispetto alla mafia, la connivenza, la contiguità, se non l’appoggio plateale di chi fa politica nella Sinistra, a differenza di quanto accade spesso dall’altro lato. Scusi Artalex, ma il suo commento è fuori luogo, a maggior ragione se parliamo di una persona integgerrima come Faraone.

    4. Sarà un caso che queste accuse arrivino proprio quando Faraone ha annunciato che intende candidarsi a sindaco?

    Lascia un commento (policy dei commenti)