domenica 19 nov
  • 5 commenti a ““L’arte rinnova i popoli e ne rivela la vita””

    1. Questa frase e’ illuminante in un’epoca in cui i fondi per la cultura sono ridotti al lumicino,la gente fa carriera perche’ va a letto con qualcuno,la cultura -come la sanita’ – e’ privatizzata e ridotta a interessi ed espressione di parte(perdendo la propria naturale liberta’).

    2. La frase, proprio perché campeggia sul frontone di un edificio pubblico, non avrebbe potuto avere contenuti “al ribasso”. Al di là della contemporaneità, ricordo che in ogni tempo l’arte ha avuto i suoi aspetti umanamente deboli. Publio Virgilio Marone (Virgilio, insomma), autore dell’Eneide ed eletto a guida da Dante, inserì in quel suo poema il concetto di discendenza divina di Ottaviano Augusto, alla cui mensa si nutrì per anni…

    3. …dal quale impero dobbiamo ad esempio la nascita del pensiero giuridico e delle regole che informano tutta la societa’ occidentale….se l’impero nascesse oggi sotto altri duci…sarebbe il trionfo del bunga bunga e al posto di Virgilio ci sarebbe Lele Mora…
      Comunque la risposta e’ proprio nel timpano :l’arte vera rinnova i popoli e non li sclerotizza,li prepara alla vita e ne dimostra la vitalita’ e la liberta’

    4. ..al quale impero

    5. Che emozioneeee…il MIO teatro!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

"L'arte rinnova i popoli e ne rivela la vita", 5.0 out of 5 based on 1 rating