lunedì 30 mag
  • Controllo del territorio 4

    I Vandali conquistarono la Sicilia nel 468 e pare che da allora non abbiano più lasciato completamente l’Isola dove loro agguerriti discendenti continuano ad operare secondo la cultura propria di questa gente.

    Giorni fa, alcune strutture del Parco Ninni Cassarà appena inaugurato sono state nuovamente vandalizzate, come lamentato da Mobilita Palermo che in questi anni aveva fatto un’appassionata telecronaca dei lavori, per la scarsa diligenza di un’Amministrazione che se talvolta riesce a mettere, pur a distanza di anni, l’ultima pietra, di certo non ha ancora imparato cosa voglia dire sorveglianza oppure manutenzione delle opere pubbliche.

    A inizio 2012 ho però un nuovo motivo di speranza in questa lotta contro i barbari che vivono in mezzo a noi, fornita dalle applicazioni delle tecnologie digitali al servizio del senso civico. Ciascuno di noi potrebbe contribuire in modo semplice, anche attraverso uno smart phone, e a costo zero per l’Amministrazione a tenere sotto controllo il territorio urbano attraverso il sito Decoro Urbano.

    Il Movimento 5 Stelle, attraverso il suo portavoce, Riccardo Nuti, ha proposto qualche settimana fa al Comune di Palermo di convenzionarsi (in modo, ripeto, totalmente gratuito) con questo sito per dar modo, da una parte ai cittadini più attivi di monitorare discariche improvvisate, affissioni abusive, vandalismi ecc. e dall’altra, a chi di dovere, di intervenire prontamente per porre rimedio.

    Il sito Decoro Urbano offre infatti una geolocalizzazione con descrizione delle segnalazioni e ne rappresenta, di fatto, un archivio informatizzato pubblico e trasparente. Personalmente, ho cominciato a usarlo in attesa che questa Amministrazione o, se non questa, la prossima, si decida ad avvalersi della collaborazione dei cittadini invece di mettere in bilancio una costosa rete di telecamere che rischiano però di spostare i problemi solo di qualche metro, al di fuori del loro sguardo.

    Palermo, Sicilia
  • 12 commenti a “Controllo del territorio 4”

    1. quando avremo amministratori e dirigenti in versione 2.0 tutto ciò sarà possibile

    2. Ho visto le strutture all’interno del parco Ninni Cassarà: quello che dovrebbe essere il caffè letterario presenta alcune porte a vetro ridotte in frantumi…mi chiedo: la vigilanza non “vigila”?

    3. Tra le sei categorie di segnalazioni non saprei dove inserire alcuni fenomeni di abusivismo che afliggono la città…

    4. “affliggono”

    5. Mi scuso se faccio una premessa personale, ma serve per dire quanta rabbia mette addosso questa città. Ieri sera al mio primo giro in città di questo ennesimo soggiorno (ci casco sempre e mi chiedo se un giorno riuscirò a tagliare il cordone e partire sul serio definitivamente, dopo 25 anni di andate e ritorno che eccitano ma nello stesso tempo… etc) ho rivissuto la stessa rivolta di quando avevo 22 anni e decisi che era meglio andarsene per non finire male e me ne andai a terminare gli studi altrove. Per non finire male perché era una rivolta vera senza chiacchiere. E ieri solo la galera mi ha fatto ragionare seppure soffrendo per il disgusto. E’ mai possibile che per colpa del buonismo cretino in uso in questi tempi quello che per noi ragazzini era un monumento simbolo, che stimolava l’immaginazione quando gli adulti di allora ne parlavano, l’Ecce Homo ( S. Antonio Abate, del 1220, Parrocchia del Senato Palermitano, conosciuta più comunemente come l’Ecce Homo), è diventato un souk squallido una distesa di cianfrusaglie senza storia e senza valore, un accampamento di tende brutte sul marciapiede che occultano la facciata di uno dei monumenti simboli di Palermo? E più sorridevano tra loro i venditori del souk, che se ne fregano del rispetto della storia e dell’identità di un popolo, più aumentava la rabbia; come uno sberleffo.
      Si aggiungono alla devastazione causata dai palermitani.
      TROPPA RABBIA.
      Finora li ho considerati pseudo-politici buontemponi, gente senza capacità, ancor meno talento, in cerca di sistemazione che scambia la politica – che dovrebbe essere una cosa seria – per l’ufficio di collocamento. SONO PEGGIO, MOLTO PEGGIO.

    6. Non so adesso quanto possa costare,ma c’è anche il servizio di Ustream,il sito dell’albaria lo usa e si vede molto bene ed è sotto gli occhi di tutti 24 ore su 24

    7. Bagheria è convenzionata a Decoro Urbano già da settembre scorso con 12 segnalazioni di cui 5 risolte http://bagheria.decorourbano.org/

    8. Palermo e decoro urbano? OSSIMORO.
      Saranno 9 mesi che in via G. Marinuzzi la giungle, la munnuzzi, i tavoli, le sedie, gli abiti ed altro “indecoro” urbano fa bella mostra.
      Hanno chiamato nell’ordine: AMIA, AUSL, VVFF, POLIZIA MUNICIPALE, COMUNE….manca solo il vaticano…

    9. il bello è che si fanno la bocca grande con trionfali inaugurazioni, e con la città invasa dai manifesti del parco Ninni Cassarà…ma offendo la nostra intelligenza 😀

    10. ho una domanda per il dottor DIdonna: perché in quasi ogni suo post parla in termini positivi del movimento 5 Stelle di grillo? mi sembra un po di parte per uno che si pone appunto “super partes””

    11. Mario, ma quale “super partes”! Didonna è un furbacchione e ormai quasi tutti l’hanno capito…

    12. Vi invito a rimanere in tema e vi ricordo che questa non è una chat. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.