lunedì 11 dic
  • Meteobilli. Il tempo di lunedì 6 febbraio: oggi stativi a casa

    Su Facebook ho creato un gruppo che si chiama Meteobilli dove ogni giorno posto la mia versione delle previsioni del tempo per l’indomani. Mi sono messo d’accordo col dottore Siino per mettere le previsioni pure su Rosalio. Vi vorrei assicurare che malgrado il babbio, le previsioni si basano su dati scientifici. Quindi vi potete fidare

    Meteo di lunedì 6 febbraio 2012

    Carissimi amici, non è conto che potete essere così pillicusi che mi fate le scorcie se quando mai niente sgarro di mezzora la carrettata d’acqua che ci siamo assuppati, è giusto? Statevi belli quieti e fidatevi che, o bevi o inviti, la cosa ve la racconto esatta
    Dunque: vi posso assicurare che domani a Palermo più di otto gradi non ci saranno. Certo non ce ne possiamo andare a passiare il cane a Mondello. Oltretutto, dicono gli esperti che mi danno le notizie, dovremmo aggiornare con l’acqua e con un Maestro che ci assicuta strate strate. Nelle mattinate non vi dovete fidare di qualche furtiva affacciata di sole perché quando guardate la finestra e decidete «ora esco col motore» appena siete a due tre chilometri dalla macchina, si mette a piovere. Garantito. Di pomeriggio niente dubbi perché piove paro paro, senza speranza e c’è pure vento forte. Quindi vi colate pure dentro la macchina. Come vi dissi venerdì: stativi a casa.
    Poi c’è la questione dello «zero termico» che ve la voglio spiegare. Questa cosa è che a un certo momento si prende un termometro si mette, che so, sopra un aquilone e si contano i passi di romanello che l’aquilone si tira. Quando il termometro segna zero gradi ci butta una voce e ci dice: ferma che arrivamu. E chi di dovere segna che lo zero termico è, metti, a 700 metri. Questa situazione dice che è importante quando si tratta di capire se il malotempo porta neve. Specialmente dove non ci siamo abituati. Ora, come tutti sapete, se ci sono 15 gradi sotto zero, certo non nevica perché dovrebbero cadere ghiaccioli all’arancia attipo «Forza Palermo». In certi posti per nevicare devono aspettare no che la temperatura scende ma che acchiana. Insomma, di solito la «fascia della neve» è sempre circa 300 metri sotto lo zero termico. Ora se questo è, metti, a 600 metri, facile è che ci scappa un poco di neve a un’altezza di trecento metri tipo Giacalone, San Martino, alla Chiana. Allora, domani lo zero termico è previsto a 650 metri. I conti li fate voi e stabilite che gli involtini a Pioppo li andate a prendere un altro giorno. Per non parlare dei megacannoli a Chiana.

    Palermo
  • 2 commenti a “Meteobilli. Il tempo di lunedì 6 febbraio: oggi stativi a casa”

    1. è che in fondo in fondo siamo un poco invidiosi della neve che hanno “là sopra”

    2. @Federica
      Sì… Pensa che io la neve, per la prima volta, l’ho vista a 30 anni. E sono dovuto andare in Emilia Romagna! Ma prova a immaginare cosa succederebbe se a Palermo ci fosse una vera nevicata? Si bloccherebbe tutto! Già bastano due gocce di pioggia e la città va in tilt, figuriamoci la neve!

    Lascia un commento (policy dei commenti)