martedì 12 dic
  • Crisi, crisi e crisi

    C’è crisi, lo ascolti ai TG a tutte le ore, lo leggi sui giornali, lo leggi sui blog; su facebook e lo ascolti alla radio. A dire il vero adesso, grazie ad Emma e a Sanremo lo cantano anche le bambine

    Insomma una tragedia.

    Dopo l’annuncio della non apertura dell’Addaura Reef, a tenerci con il fiato sospeso è stato il caso “La Cuba”; l’ultima serata, il popolo della notte panormita disorientato da questo fulmine a ciel sereno; attoniti ripetavamo a noi stessi: «No, La Cuba NO!!!»… La notte più lunga della nostra vita, e poi… Niente un Bluff! Per fortuna, oserei dire. È già abbastanza doloroso leggere di tutti coloro che quest’estate non sapranno dove andare senza l’Addaura Reef, un vero peccato un’ingiustizia alla palermitana. Qualcuno un pensiero lo rivolge a quei 25 o poco più, dipendenti (stagionali) che resteranno senza lavoro.. Con l’occasione vorrei ricordare anche i dipendenti di Grande Migliore, di Brico, di Bellotti e via dicendo. Ora che ci penso però, di loro su Facebook non ho letto nulla, così come non ho letto neanche una parola sulla chiusura di Palazzo Riso.

    Crisi, crisi è colpa della crisi; una crisi mai vista dal secondo dopo guerra.

    Pensate che c’è chi ha dovuto scegliere se mettere in vendita il SUV o la barca. Ed a parte il danno di dover rinunciare a prendere il sole in barca questa estate, c’è anche la beffa.. La barca non se la compra nessuno perché chi i soldi ce li ha deve fingere di non averli!!!! Con tutti i controlli fiscali che ci sono in giro, sia mai una fiamma gialla che ti becca sul fatto: µHey tu stai comprando una barca?!? E i soldi dove li hai presi?».

    Ora che ci penso anche le banche, o almeno la mia, ormai sono pericolose. Se prelevi contanti ti chiedono a cosa ti servono, se li depositi ti chiedono dove li hai presi e se di assegno si tratta ti chiedono anche il certificato di nascita di chi lo ha firmato! Al mio cassiere di fiducia al 29 di Febbraio quando mi ha chiesto la causale del prelievo ho risposto ridendo: «Stasera c’è il Si vince tutto». Ho preteso lo scrivesse, se non altro se mi credono saranno contenti no?

    Ècosì che si ferma l’economia!

    Vogliamo parlare di chi invece, deve accontentarsi di guardare la partita del Palermo in un misero, antiquato LCD da 50 pollici quando siamo già al 3D di ogni qualità e misura?

    Le partite… Pensate a tutti quei poverini che hanno dovuto disdire l’abbonamento alla Pay Tv… Che dramma! Però a quello ci ha pensato Lui, lui che nonostante gli abbiamo maltrattato il Papi, reo di averci amato troppo, ha voluto farci un regalo… con 10 euro possiamo guardare un’intera giornata di campionato! Si può fare no? Infondo due “spaghetti a carrittera” sono pure caratteristici e la sera latte e biscotti per andare a letto leggeri.

    E poi i forconi, i cassaintegrati, i disoccupati, i netturbini, le discariche chiuse, comuni senza sindaci e con dubbi bilanci, la bomba ad orologeria Gesip pronta ad esplodere da un momento all’altro, non ci si capisce più niente, ogni giorno un bollettino di guerra. Una guerra che non si vede ma che ci sta logorando dentro.

    Sapete cos’è che più logora me? Il fatto che sembra quasi che lamentandosi ognuno di noi stia aspettando che la profezia dei Maya relativa alla fine del mondo, si avveri sul serio.

    C’è chi è disfattista, chi è troppo terrorizzato e chi invece pare stia aspettando il momento clou della crisi per alzare il dito e dire: «Ecco io lo avevo detto».

    Quello che stiamo attraversando è semplicemente un naturale processo storico; crisi? Abbiamo una Tv per camera, due cellulari a testa, un computer a persona, la pay tv, l’adsl, la connessione sullo smartphone e mi fermo qui.

    Verranno tempi peggiori ma ne verranno di migliori ed io personalmente preferisco pensare a questi ultimi.

    Ospiti
  • 35 commenti a “Crisi, crisi e crisi”

    1. …torna presto!! non trovarti un fidanzato a milano mi raccomando! rischi di dimenticare il sapore del panino con le panelle appena fritte su di una moto ape e mangiato sula riva del mare.

    2. Grazie Monica, adesso ho capito che è tutto stranamente normale…
      Scusa ma non posso argomentare oltremodo, con una mano non riesco ad inzuppare bene bene le macine nel latte caldo sino al punto in cui sono molli, ma non crollano all’interno della tazza, provocando lo zampillio e rischiando di sporcare la tovaglietta con picaciu che amo tanto…..e sai che fatica scrivere sulla tastiera con una mano?

    3. Uno dei migliori articoli degli ultimi tempi. Monica ha messo nero su bianco quello che ho sempre pensato e che, in realtà, non c’è tutta sta crisi. A Ottobre l’iva passa al 23%, questo significa che, se va bene, la benzina costerà 2 euro netti. Eppure sono convinto che continueremo a vedere le strade piene di auto di gente che deve fare 2 km e i CBRisti continueranno a fare le “aperture” al semaforo. C’è crisi, non si arriva a fine mese, però quando vai a casa di questa gente in crisi vedi il TV 50 pollici led (comprato a rate), la figlia 15 enne con l’iPhone da 600 euro, il figlio 17 enne con lo scooter e magari pure lui l’iPhone, papà e mamma ognuno con la sua macchina, abbonamento a Sky perché il calcio se lo devono vedere a tutti i costi, anche a costo di non comprare il pane. Forse girano meno soldi, ma la verità è che è aumentato il benessere, è aumentata la soglia di soldi sotto la quale si ha la percezione di essere poveri. Pensate se dovessimo rinunciare al cellulare per comprare da mangiare. Pensate se dovessimo rinunciare all’automobile per pagare l’affitto. Non sia mai! Signori, il peggio deve arrivare e ancora molti non se ne sono resi conto, da parte mia ormai mi sono rimodulato a una compressione feroce di tutte le mie spese, una riduzione dei consumi al minimo indispensabile e francamente, nonostante ho uno stipendio comunissimo, finora a fine mese ci sono sempre arrivato, abbondantemente.

    4. adesso siamo arrivati al punto che
      uno giudica la situazione del paese
      sulla base di come vive la sua situazione personale?
      Un po` di decenza non guasterebbe.

    5. @XYZ
      Io ho fatto solo un esempio. E’ che non sopporto le contraddizioni. Se i soldi ce li hai buon per te, spendili che fai girare l’economia. Ma mi fa rabbia vedere certuni che urlano che non arrivano a fine mese fare le rate per comprarsi l’iPhone o la moto sportiva quando magari, nel portone accanto, c’è chi DAVVERO ha difficoltà a comprare da mangiare.

    6. Io sono d’accordo sul merito della questione e cioè che questa non è ancora una vera e propria crisi, che i soldi continuino a girare. Sui tempi migliori, non so… Comunque, l’articolo mi piace, lo trovo intelligente (per quel che conta).

    7. una volta ho incontrato uno che era uscito dall’ospedale,e parlava a tutti della sua malattia,anche dopo guarito,e per tanto tempo dopo.
      Se uno subisce un terremoto,e` facile che pensi che siamo alla fine del mondo.
      Io ho voluto dire che non si puo` dare giudizi basandosi sulla propria condizione personale.
      La crisi c’e`,nel senso che il mondo cambia continuamente,chiudono imprese decotte,cioe` imprese che non sono riuscite ad innovarsi,
      (pensa un po` perfino la gloriosa Kodak,per portare un esempio estremo e significativo).
      Restando in Italia gli indicatori dicono che il Pil
      cala,i disoccupati sono in aumento,i precari pure,
      per i giovani il futuro e` molto grigio.
      Se poi qualche imbecille prosciuga le risorse familiari per andarsene in giro in SUV con quello che costa il carburante,non e` questo il parametro
      di riferimento.
      Oggi l’Italia scopre che si ruba nella P.A.,che ci sono sprechi,che ci sono evasori.
      In queste condizioni che vorresti avere,il boom economico?

    8. Totalmente d’accordo con XYZ. Non si può dire “non c’è questa crisi” solo perchè l’ambiente benestante in cui si vive non ne risente in modo significativo. Guardate le statistiche nazionali e regionali e poi fatemi sapere se navighiamo nell’oro e negli iphone

    9. Buondi’ e grazie a coloro hanno manifestato interesse, se pur critico, al mio post. Intervengo al volo dal mio IPhone 4gs per precisare che non sono certo io a poter negare il fatto che esiste una crisi Economica mondiale. Il mio discorso e’ ben diverso 🙂

    10. Lo sapevo, ho sporcato tutto! Maledette macine del mulino bianco! Sembrano di risistere all’inzuppata e invece quando sei li li per portarla alla bocca…sblaammmm sulla tovalgietta.

    11. Da parte di un siciliano costretto dalla “crisi” prima a tornare a casa dai suoi genitori e poi a emigrare in UK: questo articolo mi ha dato il voltastomaco. E’vero che ci sono tanti idioti che si comportano come è scritto nell’articolo, ma è anche vero che ci sono tanti che se la passano veramente male. Un pò di decenza per favore. Scrivo questo commento con un computerino autocostruito con 200 euro, non con un Iphone da 2000.

    12. Dimenticavo: ho una Tv in comune con i compagni di casa, un Nokia 3310 da 15 euro (indistruttibile), un computer autocostruito, niente pay tv, adsl da 5 euro al mese, niente abbonamento sky, niente connessione e niente smartphone. Se la signorina frequenta impiegati regionali o altra gente che può permettersi tutti quei giocattoli high tech, buon per lei. Ma, per favore, non vada a sbandierarlo su internet. Mi ricorda un pò il B. che si chiedeva candidamente “Ma quale crisi? I ristoranti per VIP che frequento io sono sempre pieni!”

    13. Hai ragione! Le macine nn sono più quelle di una volta!si vede che tu i soldi li hai e! Prova cn il pane duro!!;)
      @laydo. Mi dispiace per il tuo stomaco ma credo tu nn abbia assolutamente colto la mia ironia.

    14. Io vivo a Parigi, ma ogni volta che torno a Palermo mi fa piacere vedere (nell’ordine); Prada, Louis Vuitton, Hermès…il tutto intervallato da gioiellerie e negozi di orologi…e vi assicuro che il panormita con jeans sotto il culo e capello stile ‘leccata di mucca” li frequenta assiduamente, relegando gli “infimi” morti di fame ad accontentarsi di Uomo Club e Giglio (quelli che un tempo erano i negozi dove farsi vedere).

      E mi parlate di crisi? Che chiudano tutte le municipalizzate e mandino a casa cocopro e cocoricò vari, e se fossi io metterei il pagamento con carta di credito obbligatorio a partire da 100 euro…poi voglio vedere se Cayenne e R1150R intaseranno ancora le strade cittadine!

    15. Grazie Monica per questo profondo messaggio. Partire dalla chiusura della Cuba e dall’ Addaura Reef, per poi arrivare alla mancanza di lavoro e al malessere di una città quasi fantasma che si nasconde all’ombra dei centri commerciali, mi sembra come partire a una cena a base di caviale e arrivare alle solite scuregge. Grazie ancora e se non sai dove andare questa estate sarei lieto se accettassi il mio invito da Ninu u siminzare, famosissimo gestore balneare vicino ai bagni virzi direzione villabate.

    16. Scusa Monica, ma a me l’articolo non sembrava assolutamente ironico. Ho dovuto avere a che fare con impiegati regionali e con politicanti siculi, fanno esattamente gli stessi discorsi con aria seria e convinta…

    17. »»───knee───►

    18. bravo compà … non si puo sentire (o meglio leggere)..”NO la Cuba NO” …”senza l’Addaura Reef un ingiustizia pelermitana”…è rimasta sveglia fino alle 5 di mattina perche oggi evidentemente non ha nulla da fare, mentre mi zio Tanino è da stamattina che gira con l’ape a raccogliere cartoni….e manco se ne trovano piu buoni…questa si che è una ingiustizia

    19. Pinuzzo grazie, non ho ancora deciso per questa estate ma ti terrò presente!

    20. E’ un pò come se mi avessi rubato le parole di bocca..”Verranno tempi peggiori ma ne verranno di migliori ed io personalmente preferisco pensare a questi ultimi.”

    21. Mi raccomando Monica fatti sentire in tempo cosi organizzo una bella giornata ai bagni, noleggio un paio di salvagenti a vela, passito di categoria , e pane e panelle a volonta. Ascolta se vuoi perchè non porti qualche amico tuo dell’ Addaura Reef magari qualche figlio di consulente della regione pagato per delle attività inutili che ha fatto, o qualche figlio di diregente comunale che ben ha gestito questa città. Mio zio Ninuzzo ci terrebbe a conoscerlo.

    22. Non ho amici che frequentano l ‘Addaura Reef, io ci ho fatto la cameriera per qualche extra! L’invito vale lo stesso!

    23. Va la vita!
      Magavi mi hai sevvito un mavtini agghiacciato e io ti ho anche rimpvoverato pevchè il giacchio non lo gvadivo!!!

    24. Ah, quindi la Cuba non chiude?
      E nessuno ha parlato di Elauto, ho saputo che “accapputtò”!

    25. Bhe Monica non saprei … questo cambia un po di cose, primo tra tutte la delusione di zio ninuzzo.
      Comunque credo che servire perle ai porci sia già una punizione troppo dura , non vorrei aggravarla ancora di piu’… poi fai tu

    26. ” La notte più lunga della nostra vita,”… siete proprio messi male.

    27. …E che chiuda pura “La Cuba”.. localino in fin dei conti della “Palermo bene”.
      Parliamo di cose molto più serie..
      Aziende che chiudono e lasciano nella fame migliaia di Famiglie…
      I signori di villa Sperlinga si sono già arricchiti.
      Meditate gente meditate.
      Pensiamo più a dove passare il sabato sera che ad altro.
      P.s. Non vi nascondete dietro la parola “Istituzione della movida palermitana”.
      Buona fortuna.

    28. Ciao a tutti, sono il “proprietario” dell’Addaurareef, proprietario praticamente di nulla! Volevo solo dire che il Reef quest’anno non aprirà non per la crisi, ma per l’assoluta inefficienza dell’amministrazione che non è stata in grado di bandire una gara d’appalto in tempi utili.
      Spero che a Palermo sia eletto un sindaco degno di essere chiamato tale.
      Buona giornata.

    29. Perchè, Daniele ? Prima secondo te c’era un sindaco ? E chi era ?

    30. Vi invito a rimanere in tema.
      Laydo ti invito a essere rispettoso nei tuoi commenti.
      Grazie.

    31. …???

    32. come sempre arrivo in ritardo …
      allora come prima al contrario di sig. Pister, sig.na Monica, Le auguro di trovare fidanzato a Milano, (magari a Parigi …) poi qualcuno prima ò poi si accorgerà che tutti questi locali non possono esistere senza quelli che producono e vendono lontano da Sicilia … perché noi possiamo compravendere tra di noi … ma soldi devono arrivare dal altra parte (sbaglio?) perciò, mi dispiace che gente sta perdendo lavoro … ma noi prima dobbiamo produrre i beni che ci portano soldi a casa, e quando portiamo soldi a casa possiamo anche pagare servizi , intrattenimento, va bene alcuni comprano scarpe, altri iPhone4s turbo 16v, ma sostanzialmente prima dovrebbero creare i miei amici tubisti, saldatori, carpentieri … produrre, e poi tutti quelli bravi manager che ci vendono ca@@ate … dovrebbero vendere nostri prodotti in Francia … Inghilterra … e quando rientrano soldi (S.E&O ….) possiamo anche fare la spesa, spendere qui a casa , ciò è pagare quelli che aspettano … quelli che scrivono …. Insomma non sono preoccupato per i locali e commercianti … appena operai hanno da spendere … prenderanno anche altri la sua parte …
      E adesso sulla Privacy … Io anche quando ho soldi non devo nascondergli perché guadagnati onestamente , ovviamente quelli che devono nascondere qualcosa ci tengono della privacy … barrano … scrivono stesso articolo prima il 9 gennaio , e poi cambiano qualche virgola e ripubblicano il 12 marzo …
      Sig.na Monica : “Vogliamo parlare di chi invece, deve accontentarsi di guardare la partita del Palermo in un misero, antiquato LCD da 50 pollici quando siamo già al 3D di ogni qualità e misura?
      Le partite… Pensate a tutti quei poverini che hanno dovuto disdire l’abbonamento alla Pay Tv… Che dramma!”
      Questo ha causato crisi … da un latto poveraccio che non ha la casa … dal altro “poveraccio” che doveva ristrutturare la casa solo per fare spazio per TV che costa e occupa spazio come la macchina …
      Ma non è solo Palermo ò Italia … tutto il mondo si è diviso in due categorie : quelli con iPhon, e quelli senza ….

    33. quando penso a questo tipo di gente ipocrita mi viene da sorridere e mi ritengo fortunato perchè per fortuna provengo da una famiglia con problemi economici!:)

    34. in effetti io non vedevo l’ora che arrivasse quel 21 dicembre….peccato una grande occasione sprecata

    Lascia un commento (policy dei commenti)