martedì 19 set
  • Cantieri culturali della munnizza

    Sono palermitano dalla nascita e vivo in quella che può essere definita «una città da cartolina x l’arte, il patrimonio artistico, le bellezze naturali, la cultura…ecc…».
    Il giorno 27 c.m. ho accompagnato degli amici turisti (residenti a Riva del Garda) verso i Cantieri della Zisa (Museo del cinema e Goethe Institut) e poi dovevamo andare al Castello della Zisa recentemente rimesso in ordine dopo i recenti episodi vandalici.
    Pensate il mio sconforto quando, scesi alla fermata di piazza Principe di Camporeale (dopo aver visto il Teatro Massimo e il Teatro Politeama), dopo pochi metri “lo spettacolo naif altra faccia di Palermo”.

    Cantieri culturali della munnizza

    Mortificato ho cercato di dire che si trattava dell’ora in cui i rifiuti venivano conferiti nei contenitori e poi svuotati la notte…
    Comunque ho detto loro che facevo una foto per fare una segnalazione e che possibilmente il servizio AMIA era in periodo di ridotto personale per le ferie!!!.
    Insomma DA PALERMITANO MI SONO DATO DA FARE CON LA FANTASIA….
    Gli amici, sbigottiti, timidamente mi hanno fatto rilevare che «ma è una marea, ci vogliono tre cammion, perché la foto non mostra sulla destra tutti i contenitori…e fuori dai contenitori, e le macchine abbandonate e…la puzza era veramente notevole…
    Cerco di tergiversare e camminare veloce girando a sinistra…meno male che il Castello è un gioiello…
    Rientriamo con l’autobus e alla fermata di via Aurispa avvistiamo una discarica…vedi foto…

    Cantieri culturali della munnizza

    Qui i cassonetti non c’erano…e non so come spiegare….. discarica abusiva…ma nell’autobus non si sentiva l’olezzo!!!
    Rosso di caldo e di rabbia mi chiedo: anche se avessi usato la macchina, ogni angolo di palermo sempra invasa da questa ONTA, possibile doversi vergognare? Ma non abbiamo personale per il triplo delle altre città?
    Perché Riva del Garda si caratterizza con i FIORI e NOI CON I COLORI DEI SACCHI DELLA MUNNIZZA?
    Vorrei poter essere orgoglioso di dire “sono palermitano”, ma mi mortifico e non riesco più a sperare, perchè penso che nemmeno il nuovo sindaco, con tutta la buona volontà potrà sistemare le cose.
    O si ha il senso civico del dovere e tutti fanno la loro parte, perché tutto il personale al Comune di Palermo è pagato e le società partecipate anche con la quattordicesima, o nessuno di noi avrà un futuro da cittadino palermitano, italiano ed europeo come vorremmo.

    Ospiti
  • 45 commenti a “Cantieri culturali della munnizza”

    1. Colpa di quel sindaco inesistente di Cammarata………..ah no scusate ora c’è Orlando.

    2. Prima di postare commenti su di chi è colpa e di chi no….attualmente l’AMIA non è sotto il controllo amministrativo/gestionale del comune, sebbene questo sia l’azionista di maggioranza. L’AMIA attualmente è commissariata, in quanto rischia il fallimento….le cause del fallimento sono da ricercare in quel “bravo” amministratore di nome Galioto, ora premiato senatore, che aveva ben pensato di aprire una sede a Dubai, oltre a tanti altri mille sprechi. Quindi se oggi palermo è “sotto a munnizza” non è colpa dell’amministrazione attuale che nulla può in tema di scelte amministrative e gestionali.

    3. È di oggi la notizia che un impiegato dell’amia di carini è stato arrestato perchè in casa aveva chissà quanti chili di droga. Un secondo lavoro ci vuole ma almeno fare il primo bene no eh?

    4. Quindi se ho ben capito l’amministrazione comunale nella fattispecie del sindaco non può chiedere cortesemente, al commissario pro-tempore dell’ azienda AMIA i cui impiegati sono strapagati dal comune, di raccogliere la munnizza e portarla ovunque.
      Ma allora è tutto il sistema che non funziona e chiunque sia il sindaco di turno se c’è un ingranaggio che non funziona si blocca tutto.
      Finchè qualsiasi cosa sarà dipendente da un’altra, se ogni scusante di colpe attuali deve ricadere su scelte precedenti,allora avremo poca speranza di cambiare il sistema Italia.

    5. PEr adesso Orlando e’ impegnato in altre cose.
      Sat preparando la campagna elettorale per la lista dei sindaci che lo sappiano fare.
      Infatti lui lo sa fare ecome avete visto subito ha risolto il èproblema della immondizia a Palermo.
      Una volta Cammarata doveva presenziare alal celebrazione religiosa per la prima comunione della figlia ( riporto e rammento solo notizie di c ronaca abbondantemente conosciute ). Egli telefono’ e fece arrivare una squadra immediatamente per ripulire una via che risultava privata ,suscitando poi scandalo.
      Se Orlando, invece di far poesia, decidesse di scendere per strada o mandare qualcuno a vedere di persona le condizioni della citta’ farebbe cio’ che ha detto di saer fare. Ma secondo me non lo s a fare. Oppure ha deciso di condannare i palermitani a una ulteriore estate tra la munnizza, tanto per evitarci lo shock del cambiamento repentino.Grazie orlando. Tu si che lo sai fare.
      Pochi gesti di buona volonta’ farebbero di quesat citta’ un’altra citta’.

    6. Sono situazioni imbarazzanti. In una frazione di secondo scene simili fanno perdere l’entusiasmo agli accompagnatori e ai turisti e l’orgoglio per le bellezze artistiche immediatamente si sgonfia come quando all’improvviso apri il forno e, prima del tempo, tiri fuori il pan di Spagna.

    7. qui ormai la questione principale non e` se vergognarsi o meno.Qui la questione e` che Bellolampo ancora oggi emette gas mefitici
      e si e` creata una cappa di grigio sporco
      che sovrasta la Citta` di Palermo mettendo a repentaglio la salute dei cittadini.
      Anni di incuria del territorio richiederanno anni per la bonifica.Non e` raro trovare terra bruciata in tante piazzuole cittadine,vedi Villa Turrisi
      o via Diomede,ed e` il sistema adottato per sgomberare le erbacce,col risultato di ritrovarsi anche le siepi delle villette,rovinate.Non e` raro trovare marciapiedi completamente divelti per l`azione delle ruspe che sporadicamente compaiono nelle tante situazioni di emergenza.

    8. Folklorista e numeroprimo forse vi è sfuggito che l’AMIA è in amministrazione controllata… Il comune può chiedere interventi, e sono sicuro che già è stato fatto, ma a livello gestionale decidono i commissari come muoversi…E’ vero a Palermo la situazione della spazzatura è insostenibile, ma è anche vero che pochi palermitani fanno una raccolta differenziata seria….. Più differenziata = meno spazzatura nei cassonetti…. Ps è stato deciso di conferire la spazzatura in altre discariche, ma da un punto di vista gestionale scordatevi turni regolari, oltre agli straordinari degli operai, bisogna tenere conto della benzina per raggiungere le discariche, gli oneri di discarica, il tempo necessario per raggiungere le discariche e ritorno…quindi, morale della favola, sino a rientrata emergenza credo che i commissari tenderanno a fare interventi tampone.

    9. ..vabbe’, siamo alle solite..i soliti SCARICABARILE IN PERFETTO STILE CAMMARATA.

      Giu’ le mani da Palermo ?
      =Mani legate
      Ma che e’ venuto a fare ,Lui che lo SA FARE se non lo PUO’ Fare ?

      Palermo sara’ amata se gli amministratori aiuteranno ad amarla.
      Fetente com’e’ passa il prio

    10. Dice Numeroprimo: “Finchè qualsiasi cosa sarà dipendente da un’altra…”

      Ebbene si, è proprio così: nell’attività amministrativa le cose sono interdipendenti e le scelte del passato ricadono sul presente e sul futuro.

      Prova ne sia la scelta di recuperare il centro storico: fatta più di quindici anni fa, produce i suoi effetti ancora oggi.

      Le decisioni politiche si ripercuotono necessariamente sul futuro e per invertire una rotta che conduceva verso la distruzione occorre tempo. Tanto più che, come scritto da qualcuno, l’AMIA in questo momento non è sotto il controllo dell’Amministrazione comunale.

      Quanto tempo ci vorra?
      Qualche giorno fa ho partecipato ad una riunione dove un esponente politico dell’opposizione faceva notare ad un assessore che “…nonostante fossero passati sei mesi dal ritorno di Orlando…”
      L’assessore ha prontamente replicato: “Sei mesi? Sono passati appena DUE MESI!!!”

    11. “… come ha scritto qualcuno…”
      “…vorrà?”

    12. Salve a tutti,
      ma nessuno si preoccupa dell’attuale situazione che sta colpendo Palermo?
      Ovvero, la discarica è in fiamme indomabili da ormai giorni con il conseguente rilascio nell’aria che tutti respiriamo di diossina.
      La diossina è tossica e loro ci stanno dicendo che la tossicità non è al momento presente!?!?!?!
      Cioè?
      Il Comune di Palermo mi dice di non dare fuoco ad un solo sacchetto di netturba perchè sarebbe nocivo per la diossina sviluppata e contestualmente afferma che un’intera vasca della discarica di Bellolampo in fiamme secondo l’ARPA non è pericolosa?
      Quanto ancora deve durare questa forma di anti-allarmismo sinonimo di presa per i fondelli per tutti noi?
      Ma la politica che livelli di fantasia deve ancora raggiungere per essere mandata a c…..are da noi cittadini umili e lavoratori e oggi anche intossicati?
      Tra qualche anno cominceremo a morire di cancro ai polmoni e non chiediamoci il perchè!
      Bisogna intervenire e immediatamente, non basta un canadair che porta milioni di litri di acqua al giorno.
      Bisogna sotterrare con sabbia o terra il rogo ma non abbiamo dove prenderla e come riempirla.
      Fermo restando che se riempiamo una vasca della discarica dove metteremo l’immondizia poi?
      Già abbiamo alcune zone della città con contenitori che trasbordano di schifezze perchè i compattatori non riescono a svuotarsi da giorni…
      Riflettiamo amici, riflettiamo.

    13. Da quanto mi sembra di aver capito la vasca che ha preso fuoco è una vasca ormai non usata da anni….quindi non c’è un problema di riempirla con sabbia e terra. è già piena…
      piuttosto che dare colpe al comune, chiederei a gran voce che venga licenziato chi doveva vigilare e non lo ha fatto permettendo ad un piromane di appiccare il fuoco…seconda cosa, come mai non era presente un adeguato servizio antincendio? chi era il responsabile antincendio in quel momento? Qui non parliamo di un’area abbandonata ma di un’area controllata….

    14. ma che caxxo ci fate venire i turisti a palermo? c’è da sprofondare dalla vergogna a vedere le facce dei turisti destreggiarsi in questa gigantesca città-latrina. lo vado scrivendo in alcuni forum dove degli utenti palermitani irresponsabili (per non dire altro….) continuano ad ingannare utenti no palermitani facendo vedere una palermo che non esiste e ignorando volutamente di informare circa l’enorme schifo che c’è in questa città-cloaca (scarichi fognari, incendio bellolampo, sporcizia nelle strade, nei marciapiedi, nelle riserve naturali, in fondo al mare, nelle spiagge, persino in cima a montepellegrino, discariche ovunque, posteggiatori abusivi, farsa pedonalizzazioni, etcetc)

    15. Niente allarmismi.Niente scaricabarile.
      Quì c’è qualcuno che ha preso serie decisioni sul futuro della città.
      Qualche giorno indietro si parlava che la discarica avrebbe avuto al massimo due anni per raggiungere il colmo e poi bisognava trovare qualche alternativa.
      A questo punto qualcuno che lo sa fare ha trovato la soluzione: Svuotare la vecchia vasca con un metodo facile e veloce.
      Sia chiaro che sto scherzando.
      Ma continuare nella politica del “non è colpa mia” danneggia la città e l’ Italia intera.

    16. @Numeroprimo:
      Quale sarebbe questa politica del “non è colpa mia”?
      Puoi portarci un esempio?

    17. Scusate, vista l’ambiguità di tutti quelli che dovrebbero vigilare sulla nostra salute, tutti dalla regione al nucleo NBRC o come altro si chiama, vi invito a saturare di proteste i seguenti contatti:

      rp@minambiente.it

      Ministero della Salute
      URP Ufficio relazioni con il pubblico
      Telefono: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 ai numeri 06.5994.2378 – 06.5994.2758
      E-mail dal sito http://www.salute.gov.it/servizio/sendMail2.jsp

      Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm)
      E-mail: info@ccm-network.it

      Per il nostro bene!

    18. Giuseppe Tucci, l’Amia è in amministrazione controllata e decidono i commissari come muoversi, quindi neanche i commissari si sanno muovere e il comune non riesce ad influenzarli.
      Giustamente colpa dei palermitani che non sanno fare una raccolta differenziata seria, peccato che ancora non è prevista in tutta la città.
      La discarica è andata a fuoco, colpa di ignoti e di chi la custodiva, non si sa se il rogo e spento e non si sa se si è prodotta e si produce diossina.
      Non ci può fare nessuno niente, i cittadini devono inviare mail per protestare, ma non possiamo lamentarci del comune.
      Ma….avete intenzione di continuare cosi?

    19. Condivido la problematica della raccolta differenziata che non è implementata nella modalità del porta a porta su tutto il territorio cittadino….ma a tal proposito li dove non c’è il porta a porta esistono le campane, e se queste mancano il palermitano potrebbe chiederne il posizionamento, e qualora decine di richieste andassero a vuoto, per amore della propria città si potrebbe conferire il differenziato nella prima campana disponibile.Abito in zona viale regione e non avendo nel circondario campane della carta, spesso mi carico la macchina per poi gettare il tutto nella prima campana disponibile.. Perchè va bene lamentarsi, protestare ma bisogna anche rimboccarsi le maniche se si ama realmente questa città.

    20. ..il solito scaricabarile Orlandiano

    21. Scusa….almeno argomenta quali siano le colpe di Orlando nell’attuale situazione a Bellolampo…siete bravi a dare colpe, ma nessuno che argomenti seriamente…. mah….

    22. Non e’ solo l’attuale situazione a Bellolampo.
      Quella e’ la ciliegina.
      Una citta’ sporca, veramente sporca ,come tale e quale quella del peggior Cammarata.
      Una situazione per cui Orlando non sta mettendo mano all’immediata riorganizzazione delle partecipate, ma che discuteva a fare di riallocazione del personale ?
      Orlando ha preso in giro i palermitani, e i frutti si stanno vedendo.
      Non sono bastati due mesi per pulire la citta?
      Gli argomenti sono le sue promesse illusorie.

    23. Caro folklorista, è assolutamente legittimo che tu voglia fare una campagna “contro” nei confronti dell’attuale sindaco. Però mi permetto di darti un consiglio e di invitarti alla misura, al fine di non risultare ridicolo e quasi patetico nelle tue continue accuse contro Orlando. Ti ricordo che questi è sindaco da appena due mesi ed in due mesi cambiare Palermo da latrina a città è fuori portata, anche di domineddio. Abbi pazienza, così come l’hai avuta in passato, quando ti andava tutto bene perchè non potevi dare la colpa ad Orlando, vedrai che malgrado la maggioranza dei palermitani remi contro e auspichi di rendere la città sempre più latrina qualche cambiamento verso la civiltà si vedrà, piano, piano.

    24. In passato chi ti dice che abbia avuto pazienza ?
      Di Cammarata si era tante volte detto peste e corna che risultava ridicolo ripetersi.
      Invec siamo davvero ridicoli noi palermitani. Un sindaco che sia tale e lo sappia fare avrebbe gia’ per lo meno assicurato l’igiene ambientale strigliando chi di dovere.
      Sembra invece troppo occupato nella spoliazione sistematica degli uffici mettendo personale di suo gradimento.
      Il fatto e’ che vi siette talmente abituati all’immondizia e alla sporcizia che non ne percepite piu’ l’urgenza della soluzione .
      Anche qui, non soltanto sembrare ridicolo e’ un mio diritto, ma anche mettere sotto pressione una amministrazione che dice di SAPER FARE e invece pensa atutt’altro.
      In due mesi..DUE MESI ancora Palermo e’ sommersa dall’immondizia !!
      Inverecondo.
      Una citta’ come Palermo si pulisce bene da cima a fondo in 7 giorni.
      E Orlando un a volta ,ma tanto tempo fa,lo sapeva fare.

    25. mettetevi il cuore in pace. finche Orlando non dimostrera’ di aver cominciato a lavorare sul serio io denuncero’ ogni assenza e ogni mancanza rispetto al suo programma.

    26. http://www.gds.it/gds/sezioni/cronache/dettaglio/articolo/gdsid/206766/

      Ancora qua a scherzare col fuoco.
      Il problema AMIA andava preso di petto dal secondo giorno di nomina a sindaco. E non e’ il problema del personale , come molti ancora ingenuamente continuano a ritenere ,ma di SALUTE PUBBLICA.
      Davanti a questi disatri ambientali non ci sono distinzioni di responsabilita’.Gli amministratori sono tutti responsabili, e per primo il sindaco in carica

    27. @ Il Folklorista ma dici sul serio? La munnizza che c’è per ora per le strade è una situazione determinata da un’emergenza…non parliamo di scioperi di operai ma di un’incendio nella discarica che serve il comune di Palermo…quest’incendio, se ancora non lo hai capito, impedisce ai camion di entrare in discarica. Attualmente il servizio procede a singhiozzo perché i camion devono andare fuori Palermo per conferire la Spazzatura, e le trasferte hanno un costo. E grazie a Galioto l’AMIA non ha più un quattrino, per la cronaca, Galioto è stato il presidente dell’AMIA che ha aperto una sede a Dubai, ha dato in affitto la gestione dei cestini getta carta, ha appaltato lavori per creare i cassonetti a scomparsa (flop), ha acquistato gli scooter che dovevano aspirare gli escrementi dei cani….se proprio vuoi essere utile scrivi una lettera al Sen. Galioto e a Cammarata chiedendo un risarcimento danni.
      Palermo si pulisce in 7 giorni? Sembra il titolo di un film del tipo “7 chili in 7 giorni”…visto che Palermo si pulisce cosi facilmente prendi scopa e paletta e datti da fare….

    28. GEntile Tucci
      sei sempre il solito Orlando Boys
      Ma stai scherzando tu ?
      La munnizza a Palermo c’e’ ininterrottamente da almeno due anni a questa parte, senza interruzioni di sorta. E ancora, con questo inconveniente , non hai visto niente.
      PAlermo si pulisce in 7 giorni.
      Certo, da 5 giorni ad ora e’ piu’ difficile . Ma se legi i giornali e scendi per strada la munnizza non gliel’ho messa io.
      Ma scusa , forse dimentico sempre che tu solo ” capisci” certe cose.Mentre gli altri “non capiscono “.
      La solita maleducazione

    29. A me sembra che tu stia strumentalizzando ad Hoc, un’emergenza dove il comune di Palermo può fare poco. E’ vero, gli ultimi anni di AMIA sono stati veramente un calvario, ma nell’ultimo periodo la situazione sembrava essersi, bene o male, viste le problematiche economiche, assestata. I turni di raccolta della spazzatura erano regolari, e lo dice uno che di certo non vive in centro….Mi dispiace aver urtato con la mia maleducazione la tua sensibilità, ma ti invito ad esporre cosa il comune può fare, oltre a quanto non sia stato già fatto…..e nello specifico la richiesta di un concreto intervento inviata al ministero dello sviluppo che attualmente “governa”per mezzo dei commissari l’AMIA…

    30. Palermo non si pulisce solo con regolari turni di raccolta.(peraltro MAI avvenuta una cosa del genere,palesi continui disservizi ovunque e anche per la differenziata in quei quartieri dove e’ attiva)Non vedo spazzare piu’ le strade non so da quanti anni,i cassonetti non vengono piu’ disinfettati .Che fine hanno fatto le macchine spazzatrici del piano stradale ? perche’ non vengono aggiustate ,se sono rotte ?Perche’ non si acquistano altre macchine ? Orlando ha sbndierato un maxi finanziamento per l’amat e il parco macchine, perche’ non destina una parte dei fondi immediatamente alle spazzatrici ? Palermo e’ sporca lungo i marciapiedi, non solo ai punti raccolta.
      L’assestamento di cui parli c’e’ stato negli ultimi s mesi della sindacatura CAmmarata(dopo la grave crisi dell’anno scorso ), e non si sono avuti sostanziali miglioramenti . Forse qualche quartiere “raccomandato” ha ricevuto maggiori attenzioni ..ma un quartiere non e’ la citta’.

    31. Giuseppe Tucci non si tratta di dare la colpa ad Orlando, ma le lamentele devono essere comunque esposte al Comune. Non si possono mettere le mani avanti, per proteggere cosa, non capisco.
      Se attualmente c’è una situazione di emergenza a causa della discarica e si maggiorano i costi per il servizio neanche io posso farci niente. In ogni caso in fallimento o meno che sia l’Amia continuano a prodursi costi, il personale continua a maturare retribuzioni e dunque come cittadina non vedo alcun risparmio in nessun caso. Tenendo fermi o in ferie i dipendenti non si risparmia.
      Se i commissari hanno dei torti nella gestione vuol dire che non vanno bene neanche loro. Da chi sono stati nominati?
      In ogni caso è il Comune il referente dei cittadini.
      Lascia perdere per adesso la raccolta differenziata che si dovrebbe fare secondo te con grande sacrificio. Se vuoi portarti la spazzatura all’estero sono scelte tue, l’amministrazione comunale deve provvedere ed organizzare come di giusto.
      I tempi per migliorarla ci sono, ma le emergenze devono essere affrontate.

    32. Palermo filiale di Beirut,qualche anno fa con le bombe,ora con la munnnizza! Saluti.

    33. Ci sono chiaramente un problema AMIA, mancanza di fondi al Comune, ma permettetemi di dire: 1) dove non c’è la raccolta porta a porta, esistono le campane, regolarmente riempite di qualsiasi cosa indiscriminatamente (e questi siamo noi cittadini) 2) Chi butta sacchetti, siringhe, lavatrici, porte, stampanti, medicinali, batterie di auto sui marciapiedi e nelle aiuole? 3) L’incendio di Bellolampo è una cosa gravissima da tante prospettive; ma purtroppo, ho la sensazione che sia un’azione deliberata per interessi criminali sulla gestione dei rifiuti; spero di sbagliarmi.
      Non sto giustificando l’Amministrazione, che ha tante responsabilità e – secondo me – sul fronte “pratico” potrebbe far notare più buona volontà – dico solo che più che lamentarci, è utile fare il nostro.

    34. Tucci
      adesso che fai,prendi per i fondelli il palermitano?
      Uno che scrive:

      li dove non c’è il porta a porta esistono le campane, e se queste mancano il palermitano potrebbe chiederne il posizionamento

      secondome
      prende per i fondelli il cittadino.
      La raccolta e` un servizio,e dietro i servizi ci dovrebbe stare un MANAGER.
      Per fare la RD si prende lo stradario e si collocano TUTTE LE TIPOLOGIE DI CAMPANE PER LA RD in siti dedicati.
      Se questo non avviene,il patito della RD che deve fare?Andare a caccia di campane?
      Per fare la RD le campane vanno vuotate non a tempi prestabiliti,ma quando sono sature e questo lo si fa con qualcuno che dovrebbe essere responsabilizzato a farsi un giro e verificare.
      Invece il giro se lo fanno i lapinari dell’Amia che tirano dritto proprio dove ci sono i cumuli di
      rifiuti,cosa da me constatata appena ieri mattina.
      In quanto ai detriti per ricoprire la vasca che e` in combustione,vadano a riprendersi le montagne
      di materiale da scavo che hanno messo sui litorali di Vergine Maria e di Romagnolo-Bandita.
      Cosi` almeno bonifichiamo un po` di costa.

    35. Città di m…………….a

    36. Purtroppo l’Amia e’ stata commissariata dal Governo quindi finche’ il giudice del tribunale fallimentare di Palermo non depositerà la sentenza per il non fallimento dell’amia questi cosiddetti ” commissari straordinari ” ,che sino a adesso non hanno risolto nulla , non si leveranno dai piedi. Per il folklorista vorrei sapere la zona dove abiti tu e verificherò di persona se come dici tu le strade non vengono spazzate da anni. Ripeto finche questi signori commissari che ci costano se non sbaglio. € 200.000,00 all’anno a persona non si leveranno dai piedi il comune non potrà effettuate nessun cambiamento strutturale. Spero che i primi a essere messi alla porta siano gli attuali dirigenti che a mio parere quando c’era quel ladro di Galioto hanno taciuto sui loschi traffici che questo individuo commetteva!!!!!

    37. ok, a breve riceverai l’invito ufficiale per vederci, perchè una bella denuncia alla polizia postale non te la leva nessuno. non sono stata violenta nei miei commenti, mi dispiace per te ma devo agire adesso.

    38. scusate commentatori, ovviamente ho sbagliato post

    39. Silvio. qua non ci lamentiamo soltanto, non serve anulla , non e’ uno sfogatoio. E’ un luogo di critica e sollecitazione .
      @Giovanni 13
      caro Giovanni, vedi, a parte la mia zona, che non mi interessa comunicare ma e’ abbastanza vicina al centro citta’e molto abitata E’ ASSOLUTAMENTE EVIDENTE CHE LE STRADE DI TUTTA PALERMO NON VENGONO piu’ SPAZZATE, tranne qualche eccezione in centro.
      Sei tu a dover dimostrare il contrario.Riguardo alla mia zona Ti assicuro che lo spazzamento meccanico NON e’ piu’ praticato da almeno cinque anni e quello manuale almeno d a due.L’ultima volta avvenne (eccezionalmente)credo per la visita del papa.
      Ma ti invito a afre Tu un giro per la citta’ e vedere lo schifo. Non parlo dei luoghi di ammasso e raccolta, parlo appunto della spazzatura diffusa fatta di piccole cartacce, fazzolettini, cicche, varie e indefinibili etc

    40. Immaginavo che non avresti detto la zona in questione perché ho capito che sei invidioso del fatto che quelli hanno un lavoro pagato dal comune e tu no. Ne conosco molti come te che denunciano i lavoratori di ogni genere solo per invidia e incompetenza. Ciao e buone ferie.

    41. Giovanni
      sei solo un provocatore , ma con me batti a coppe invano .
      Io non ho criticato lavoratori.Probabilmente ci saranno molti che si imboscano, ok;ma con le macchine spazzatrici dove ci si puo’ imboscare ? Evidentemente non ci sono mezzi o sono sfasciati. Riguardo ai lavoratori ,oltre agli imboscati, ci sara’ anche una severa disattenzione dei loro controllori e di chi organizza sul territorio il loro lavoro.
      E Forse tu sei uno di quelli ?

    42. Scusate cari utenti…in qualsiasi realtà democratica mondiale, LA GENTE SCENDE IN PIAZZA E PROTESTA. Vogliamo farlo anche noi?
      Si accettano proposte…

    43. Mi sembrano utili questi indirizzi per partecipare a forme organizzate di pressione civile

      http://www.benecollettivo.it/

    44. ma perchè aspettiamo sempre l’aiuto dal cielo?
      ma noi comuni cittadini che facciamo per migliorare le cose? ci lamentiamo e basta, anzi ci lamentiamo e cresciamo i nostri figli come incivili…
      manifestare non esiste, non sappiamo neanche conversare di politica,c’è un disinteresse totale per la cosa pubblica, la verità è che il solo pensiero di noi palermitani e manciari, maritarisi e figghiari… per il resto ci può cascare il mondo di sopra non interessa a nessuno!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)