martedì 12 dic
  • Orlando sulla Gesip: “La situazione è gravissima”

    Leoluca Orlando

    Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha dichiarato ieri a proposito della situazione della Gesip, partecipata che garantisce diversi servizi in città: «Stiamo studiando quale formula giuridica permetta una gestione unica ed organica dei servizi alla città, con un consistente risparmio economico ed una razionalizzazione delle attività. Proprio per questo domani (oggi n.d.R.) si svolgerà il primo incontro fra i nuovi amministratori delle aziende partecipate da me nominati. La priorità dell’Amministrazione è garantire i servizi alla città e ai cittadini, servizi che sono essenziali in qualsiasi comunità. La priorità dell’Amministrazione non è garantire pagamenti salariali in modo indiscriminato ma garantire lavoro produttivo e salario a chi quel lavoro svolge. La situazione è gravissima e i prossimi giorni saranno decisivi per arrivare ad una soluzione condivisa. Per questo a partire dalla prossima settimana si svolgerà in modo costante un tavolo tecnico con le organizzazioni sindacali che esaminerà un piano i sviluppo delle attività dal 2012 al 2017. Questo piano riguarda la Gesip, ma contiene ovviamente dei riferimenti anche alle altre Aziende e al Comune nel suo insieme perché solo in un quadro unitario di risorse ed interventi si può trovare la soluzione ai problemi. È in essenza un piano che riguarderà tutte le aziende, i servizi che esse erogagno, i lavoratori che quei servizi garantiscono. Oggi ho distribuito a tutte le sigle sindacali e alla stampa tutta la corrispondenza intercorsa col Governo nazionale per chiarire quali siano stati l’impegno e l’attenzione che il Comune ha dedicato al tema, chiarendo sempre e fin da subito quali sono le priorità dell’Amministrazione, il suo approccio programmatico di lungo periodo, il fatto che la centralità del problema è nei servizi da erogare alla città e ai cittadini. Il problema non nasce oggi ma nasce due anni fa, quando dal bilancio comunale è sparita la voce “Servizi” che vuol dire che non sono stati tagliati i fondi per la Gesip ma per dare servizi ai cittadini. La verità è che da almeno due anni l’Amministrazione comunale ha fatto una scelta politica che è stata quella di far calare il valore delle Aziende, riducendo la qualità dei servizi forniti e mantenendo i lavoratori in situazioni di incertezza, per poterle piazzare sul mercato a favore di qualche sciacallo che oggi sta lì con l’acquolina in bocca pronta ad azzannare finalmente le proprie prede. Proprio per questo, anche alla luce della recente sentenza della Corte Costituzionale che ha ribadito che non si possono mercificare i servizi pubblici essenziali, la Giunta varerà una delibera con cui si ribadirà il radicale cambiamento di strategia e di indirizzo politico. Allora lavoriamo a costruire il percorso più corretto e lineare dal punto di vista giuridico per garantire i servizi nel tempo, tenendo presente che in atto è solo il Comune ch eroga le somme necessarie e che quindi non ha senso la moltiplicazione delle responsabilità e dei centri di decisione. Da oggi quindi cambia l’impostazione politica. Da domani (oggi n.d.R.) con la prima seduta del tavolo di coordinamento fra le Aziende si costruisce il percorso operativo».

    Palermo
  • 13 commenti a “Orlando sulla Gesip: “La situazione è gravissima””

    1. Siandaco Orlando lei ha ragione perchè diversi padre di famiglia debbono portare il pane a casa. Ma i precedenti ammnistratori hanno mai pensato di qualificare questo personale e renderlo capace di uscire dalla gesip e iniziare un lavoro privato. Sindaco non dobbiamo nascondere il sole con un crivu perchè per parecchi di questi dipendenti la Gesip è un secondo lavoro. Faccia fare una indagine alla guardia di finanza e scorpirà cosa si possono permettere i dipendenti Gesip. Basta fare delle fotografie alle macchine con cui arrivano al lavoro o agli scioperi. Io sono disoccupato ma mai mi sognerei di prendere in giro la collettività come fanno questi dipendenti della gesip.

    2. FINALMENTE qualcosa di sensato esce dalla bocca di zio Leoluca. COstratto dagli eventi a riorganizzare AFFOSSANDO speranze di cambiare tutto per lasciare tutto com’e’.
      Faccia il sindaco, cio’ che deve fare.
      QUesta e’ la via !
      Io sono d’accordo ,e speriamo che tragga le giuste conseguenze e traduca fedelmenete in fatti queste che ancora sono parole, ma di tono francamente diverso rispetto alle masanelliaggiate di questi primi mesi del suo governo palermitano.
      Orlando ,vada avanti su qusto

    3. La masaniellanitudine è peculiarità rara: io a volte riesco a malapena a beppegrillizzare, ma masanielliggiare è oltre.

    4. ..in effetti forse e’ meglio masanelli..azzate
      🙂
      Comunque ,questa volta sembra avere intrapreso la via giusta
      http://livesicilia.it/2012/08/28/gesip-ecco-il-piano-segreto-cassa-integrazione-e-part-time

      e su questo , se andra’ avanti,sara’ appoggiato

    5. Per gli Orlando Boys and Girls

      Fulmini a ciel sereno
      .
      http://livesicilia.it/2012/08/29/comunali-ricorso-al-tar-a-rischio-22-consiglieri-idv

      Comunque io non sono d’accordo.

    6. Folk grazie per aver ampliato il tuo Orlando Boys anche al genere femminile 🙂
      cmq si non sono d’accordo nemmeno io.
      spero che il piano sulla gesip andrà avanti! finalmente forse una via d’uscita a questo annoso problema, che, diciamo la verità, è un ostacolo enorme per la nostra città e il suo miglioramento.
      e anche per chiunque faccia il sindaco, perchè ha un peso sociale ed elettorale notevole

    7. “spero che il piano sulla gesip andrà avanti! finalmente forse una via d’uscita ”
      Infatti, questo suo attendismo per “provare”il polso a Monti e cercare di non perdere consensi a Palermo era fuori luogo e privo di speranza.( non tutti saranno contenti della cassa integrazione ..ma ci vuole come il pane, e non vedo perche’ debbano andare in CI solo gli operai dei Cantieri Navali o della ex KEller (per dire qualche nome ) e non i dipendenti di fattorie elettorali comunali e regionali.

    8. Dimentichi anche di ricordare che sono ex delinquenti e drogati. Sicuramente questo aspetto non li deve svantaggiare (in quanto si spera che abbiamo messo alle spalle il loro brutto passato) ma certamente non li deve nemmeno avvantaggiare per le loro (possibili) reazioni violente a danno della città tutta.

    9. Colorina, solo una parte di questi proviene da aree di svantaggio sociale,molti ,la maggior parte erano proprio semplici disoccupati

    10. ah ok, chiedo venia allora. pensavo fossero tutte persone con problemi di quel tipo.

    11. @Colorina:
      ma anche se fossero stati tutti svantaggiati, mi spieghi per quale motivo debbono lavorare male ed essere pagati?
      La Gesip muore per colpa della Gesip. Vi sembra un caso che a Palermo quando si parla di Gesip si alzino gli occhi al cielo?
      Mettiamola così: queste persone hanno avuto una possibiità che molti non hanno mai avuto e se la sono fumata. Adesso però si ricordano che “tengono famiglia”…

    12. @Kersal: infatti se leggi bene i miei commenti puoi vedere come la pensiamo allo stesso modo. la gesip è un enorme onore per la nostra città, si potrebbe chiudere un occhio se tutti i suoi lavoratori lavorassero davvero e producessero effetti positivi per Palermo, ma così fino a questo momento non è stato. le unità in esubero, o chi non lavora, deve essere licenziato..come fanno le aziende purtroppo in questo momento di crisi.

    13. Mannali tutti a casa a sti 4 lagnusi!!!!!!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)