lunedì 23 ott
  • Presentata la proposta di Regolamento unico dei mercati

    È stato presentato ieri mattina a Palazzo Galletti la conferenza stampa di presentazione della proposta di RUM, Regolamento Unico dei Mercati che mira a mettere ordine in tutto il comparto delle attività economiche mercatali. Il regolamento affronta in modo organico il tema dei mercati rionali, di quelli storici e di quelli generali, come l’ittico e l’ortofrutticolo.

    Oltre a confermare la previsione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, con la realizzazione di un unico polo mercatale a Bonagia con i mercati ortofrutticolo, ittico e florovivaistico, il regolamento introduce diverse novità:

    • viene introdotta una specifica indicazione delle finalità cui mirano i Mercati;
    • viene prevista la possibilità di diversa gestione dei mercati
      (diretta ed indiretta);
    • viene introdotta l’incompatibilità fra ruolo di dipendente comunale e svolgimento di attività commerciali incompatibili;
    • opportunità di esternalizzazione dei servizi di parcheggio,
      facchinaggio ecc.;
    • sono stati fissati i criteri di aggiudicazione per la messa a bando degli stand liberi;
    • è stato stabilito che la commisurazione delle tariffe si rifarà al principio di pareggio di bilancio e all’economicità della gestione;
    • inserita la contrattazione con le associazioni di categoria per gli aspetti legati alla quantificazione dei minimi commerciali;
    • sono stati introdotti gli indici minimi di significatività
      dell’attività commerciale, al raggiungimento dei quali sono tenuti i
      Concessionari
    • relativamente al mercato ittico – per garantire maggiore controllo igienico-sanitario, oltre al piano generale, viene imposto un piano HACCP per ciascun concessionario;
    • si dà avvio alla realizzazione della rete Wi-Fi a disposizione degli operatori commerciali;
    • introdotta la previsione della costituzione di un Consorzio tra
      Concessionari a cui affidare la vendita dei prodotti agroalimentari
      per la Grande distribuzione;
    • previsti l’ampliamento dei servizi offerti dalla cassa mercato (medio-credito) e la possibilità di istituire una cassa esclusiva per
      gli operatori dei mercati.

    Un elemento strategico del Rum è la sezione dedicata ai mercati storici (Ballarò, Capo, Vucciria, via Bandiera, Montalbo e il mercato delle Pulci). Sono previste agevolazioni anche per le botteghe storiche, con l’inserimento in itinerari turistici e la consegna del marchio Panormus. Inoltre, il Regolamento Unico dei Mercati, sul commercio su aree pubbliche prevede l’istituzione di distributori automatici, l’introduzione di norme di sicurezza e la creazione del mercato dell’usato e di quello dell’agricoltore che incentiverà i prodotti a chilometro zero garantendo maggiori controlli anche sulla provenienza dei prodotti.

    Palermo
  • Un commento a “Presentata la proposta di Regolamento unico dei mercati”

    1. Spero tanto che la Piazzetta Franchi-Ingrassia possa diventare un punto d’incontro non solo per dare lavoro ai tanti ambulanti di Palermo ma che venga creato anche uno spazio per gli artisti di strada proprio in un luogo simbolo dell’inizio della carriera artistica dei 2 attori palermitani dove si esibivano con la classica “posteggia”.Giuseppe Li Causi-Collezionista film di Franco & Ciccio nonchè promotore dell’intestazione della piazzetta.

    Lascia un commento (policy dei commenti)