domenica 4 dic
  • Concluso il progetto sul fiume Oreto, il Comune “diserta” il convegno

    Si è concluso sabato 28 giugno il convegno del Wwf Palermo Conosciamo il fiume Oreto e la sua valle con un interessante dibattito politico che ha avuto per tema la tutela dell’ambiente e per oggetto il bacino del fiume Oreto. Il convegno ha chiuso il ciclo di visite ed escursioni organizzate dal Wwf Palermo all’interno di un progetto che si è realizzato da febbraio a giugno, per favorire la conoscenza diretta del territorio da parte dei cittadini palermitani, sotto la guida di esperti di escursionismo, di natura, di ambiente, di paesaggio.

    Il primo giorno è stato caratterizzato da una serie di dottissime relazioni sul fiume Oreto e la sua valle, esse hanno spaziato dalla geomorfologia all’idrologia, dalla botanica alla fauna, dai monumenti oretei all’agricoltura. Questa fase di discussione sulle conoscenze naturalistiche e scientifiche del fiume e del suo bacino, ma anche su quelle storiche e architettoniche, si è realizzata con ottimi risultati, suscitando nell’auditorio notevole interesse per una realtà quasi nascosta e di particolari noti solo agli esperti di ciascuna materia.

    Nel secondo giorno c’è stato il dibattito con le istituzioni e i cittadini per cercare di trovare delle soluzioni pratiche volte a salvare il grande patrimonio storico naturalistico. La Regione Siciliana è stata presente con Maria Pia Bottino, delegata dall’Assessore Regionale del Territorio e Ambiente. È intervenuto anche il presidente della Commissione Territorio e Ambiente all’Ars, Giampiero Trizzino, il vicensindaco di Altofonte, Giuseppe Castellese e il presidente della II Circoscrizione comunale di Palermo, Antonio Tomaselli.

    Non hanno purtroppo partecipato i comuni di Palermo e Monreale. Il Comune di Palermo, nonostante abbia messo a disposizione la splendida struttura dell’ex deposito locomotive di S. Erasmo, situata proprio alla foce dell’Oreto, non ha trovato tempi e modi per partecipare al convegno, ci aspettavamo che comunque un suo rappresentante politico potesse intervenire.

    Il Comune di Monreale, in risposta al nostro comunicato stampa di chiusura del convegno dove si esprimeva il nostro disappunto, ha diramato una nota nella quale si esprime rammarico per la mancata partecipazione a causa di gravosi impegni amministrativi e riconosce l’Oreto come problema importante e prioritario, dichiarandosi disponibile al rilancio del tavolo tecnico sul fiume, già esistente, composto dai tre comuni di Altofonte, Monreale e Palermo. È una presa di posizione importante a favore della causa Oreto.

    Riteniamo quindi che il convegno, da noi organizzato con notevoli sforzi organizzativi e anche finanziari, sia il primo atto della ripresa di un discorso che da troppo tempo si trascina irrisolto, mentre l’abusivismo e l’illegalità rischiano di cancellare definitivamente questo patrimonio.

    Ospiti
  • Un commento a “Concluso il progetto sul fiume Oreto, il Comune “diserta” il convegno”

    1. Emblematico di come i politici LOCALI siano profondamente disinteressati e ignoranti in merito alle potenzialita’ e prospettive di sviluppo e turismo che offrono queste zone naturali intorno a Palermo.Quando si e’ ottusi si e’ ottusi e basta .

    Lascia un commento (policy dei commenti)