Profilo e post di Vincenzo Faddetta

e-mail: vincenzo.faddetta@gmail.com

Biografia: Vive a Villabate, studia architettura e ama il cinema e la fotografia.

Odia i chiodi di garofano, il rumore degli starnuti e scrivere biografie.

Viaggia quando può, scrive spesso, parla sempre.

Cambia spesso idea. Anzi no. O forse sì?

Vincenzo Faddetta
  • La sezione aurea

    La sezione aurea

    Alla soglia dei 27 anni mi sono ormai rassegnato a convivere con tutta una serie di abitudini. Alcune piacevoli e altre che invece non hanno ragione d’esistere ma per qualche strano motivo mi ostino ad assecondarle.

    L’aver deciso di frequentare la facoltà di Architettura non mi ha decisamente aiutato, anzi. Piccoli accenni di nevrosi ora sono vere e proprie ossessioni, deficit che mi rendono un disadattato nella società contemporanea. Col tempo io mi sono adattato a questo mio nuovo status maniacale. Gli altri no.

    Qualche sera fa ero in centro con un amico, scegliamo un locale per un aperitivo e ci sediamo ad un tavolino in legno, 40×40 cm, decorato con geometrie varie. Si chiacchiera del più e del meno e poi lui decide di poggiare il telefono sul tavolo, violando tutte le regole della simmetria e della composizione. Cazzo, ma la sezione aurea la conosci? Continua »

    Palermo
  • carte siciliane

    Come da tradizione

    Come da tradizione, a partire dall’8 dicembre e fino al 6 gennaio, le case palermitane si trasformano in bische clandestine.

    «Le carte le porti tu? Io ne ho solo sette mazzi».
    «Ok, ne porto altri sette insieme alle fiches».
    «Ah porta pure la tombola!».
    «Già presa. Nel sacchetto c’è anche Mercante in Fiera che non si sa mai».

    L’atmosfera, in tutti i salotti, è più o meno sempre la stessa.

    Stufe a gas, camini e termosifoni accesi insieme per far raggiungere alla stanza l’unica temperatura concepita dal siciliano: 38 °C. Dodici tavoli accostati, di diversa forma e dimensione, ne formano un lungo 37 metri, che parte dal balcone della vicina, attraversa il bagno e finisce in soggiorno. Continua »

    Palermo