28°C
lunedì 14 giu

Archivio del 6 Febbraio 2006

  • Veri toco assai

    L’altra volta ci ho pensato. Perché mi è sceso giù come da un angolo recondito del cervello e l’ho buttato lì: “è tochissimo”, ho detto. “È una gran tocata”, ho fatto poi, a raccontarlo, “non puoi capire è veramente toco”. Dovrei indagare la radice linguistica della parola toco, che ha un omologo efficace nelle espressioni “figo”, “fighissimo”, “‘na figata pazzesca” che si usano continuamente altrove nella penisola. Noi, con il toco, possiamo davvero vantare un’espressione autoctona. Negli anni Ottanta, qualcuno tornò dall’America e impose il nice, anzi il nais, ai palermitani, mi ricordo che si diceva continuamente è “veri nais”, forse qualcuno la dice ancora, per manifestare amore per l’inglese americano o per gli anni Ottanta, o per entrambi i fenomeni (oppure perché gli piace assai). Ci sono espressioni ormai desuete tipo “la mia tacca”, che stava per gruppo di amici, e denominava sia un uso assolutamente personale della parola tacca, sia un movimento alternativo alle più convalidate comitive. Altra definizione sorpassata, “la comitiva”, nel thesaurus del pc, è perfettamente resa con sinonimi tipo combriccole mentre per “tacca” mi rimanda ad incisione, segno incavato, traccia. Che “la tacca” fosse un modo per lasciare il segno nei rapporti amicali?

    Palermo
  • “Un certo Papadopulo”

    Ormai lo sapete. A Palermo, quando dobbiamo “posare” uno, gli diamo del “signore” e il gioco è fatto. Trovate un tifoso, uno solo, che oggi non definisce l’ex allenatore rosanero “il signor Del Neri”. È un classico. Era toccato prima al “signor Toni” — a proposito, ha segnato anche domenica, 22 gol in 23 giornale, minchia, e mi sia consentito il francesismo — Tocca spesso al “signor Zamparini” quando non si tiene e spara a zero contro tutti e tutti. Toccherà anche al nuovo tecnico se arriveranno tempi bui.

    Ci si chiede: ma se dare del “signore” ha un’accezione negativa, ci sarà pure un modo per fare i complimenti a qualcuno nella tipica vulgata palermitana? E certo che c’è, basta passare ogni tanto dal signor Franco (signore, senza virgolette, va bene…) e ascoltare il fan club del Figaro “de noantri”. «Avete visto? Abbiamo cacciato il “signor Del Neri” e ci siamo qualificati in Coppa Italia massacrando il Milan. E se non era per quel colpo di culo di Paredes — la prodezza degli avversari non è contemplata nel vocabolario del tifoso rosanero — ci andavamo a prendere i tre punti pure a Reggina e a quest’ora stavamo qui tutti belli contenti». Continua »

    Ghiaccioli...online!
  • Via Notarbartolo, senso unico in un tratto

    Da oggi senso unico di marcia in direzione mare in via Notarbartolo nel tratto compreso tra via Generale Di Maria e via Petrarca. Sarà consentita la svolta a sinistra nelle vie Nunzio Morello e Giacomo Leopardi. Provenendo dalle vie Libertà e Duca della Verdura sarà possibile imboccare via Notarbartolo in direzione monte (verso via Leonardo da Vinci) ma con svolta obbligatoria a destra in via Petrarca.

    Le variazioni alla circolazione stradale rimarranno in vigore fino alla conclusione dei lavori di restyling dei marciapiedi.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram