22°C
martedì 17 set

Archivio del 18 Luglio 2007

  • Un messaggio di Cammarata per via D’Amelio

    Diego Cammarata, sindaco di Palermo, ha inviato un messaggio di ricordo e di solidarietà ai familiari delle vittime della strage di via D’Amelio, di cui domani ricorrerà il quindicesimo anniversario:

    «Quindici anni fa il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta venivano uccisi dalla violenza mafiosa, pagando con la loro vita la scelta di combattere ogni forma di violenza e di illegalità. La strage di via D’Amelio seguiva di poco l’uccisione di Giovanni Falcone e di Francesca Morvillo e degli uomini della scorta, segnalando il livello più alto della sfida che la mafia ha lanciato allo Stato. […] In questi anni nessuno ha dimenticato né ha scelto l’indifferenza o l’ignavia: Palermo non si è mai rassegnata e, pur ferita, ha trovato la strada per reagire. Gli arresti dei capi della mafia, che rappresentano un grandissimo risultato conseguito dalle forze dell’ordine e dalla magistratura, hanno dimostrato alla città che l’invincibilità della mafia è soltanto un mito. Ma c’è di più: nell’ultimo decennio i palermitani hanno imparato a coltivare i valori della legalità e a valorizzare la memoria, trasformando la stagione delle stragi – in cui la mafia sembrava aver minato anche i fondamenti del nostro vivere civile – in un patrimonio collettivo che ci ha reso tutti più forti e consapevoli e ha indotto i nostri giovani a rifiutare l’arbitrio ed il malaffare, la prevaricazione e la violenza che sono alla base dell’organizzazione mafiosa. […] Nel ricordo dei tanti caduti nella lotta a Cosa Nostra, si è svolto quest’anno anche il Festino di S. Rosalia con la partecipazione di centinaia di migliaia di cittadini che hanno avuto una ragione in più per dimostrare la propria devozione alla Santa Patrona. […] Ai familiari di Paolo Borsellino e di tutte le vittime della mafia, che piangono quotidianamente i loro morti, va – oggi e sempre – la solidarietà e la gratitudine mia e dell’intera città».

    Palermo
  • “Total Request Live OnTour” da Mondello

    Da oggi a sabato 28 luglio TRL – Total Request Live trasmetterà dalle 18:00 alle 19:00 dalla spiaggia di Mondello su MTV per la tappa conclusiva di Total Request Live OnTour. Condurranno Alessandro Cattelan e Melissa Satta. La tappa palermitana è patrocinata dal Comune di Palermo.

    Oggi saranno ospiti gli Jarabe de Palo, domani Piotta, venerdì 20 Micol Barsanti e Mondo Marcio, lunedì 23 Francesco Facchinetti, mercoledì 25 i Gemelli Diversi, giovedì 26 Tormento e i The Second Grace, venerdì 27 Francesco Renga e sabato 28 Le Vibrazioni e Max Pezzali.

    Venerdì 27 dalle 21:00 toccherà al terzo concerto TRL Extra Live con Mondo Marcio e gli SM58.

    “Total Request Live OnTour”

    Palermo
  • Verso un barcamp in Sicilia

    Si sono già svolti alcuni incontri preliminari per la realizzazione di un barcamp in Sicilia.

    Per BarCamp s’intende un tipo di incontro caratterizzato dalla mancanza di una scaletta prefissata di relatori e in cui non esiste un pubblico passivo.
    I partecipanti all’evento sono invitati a partecipare in maniera attiva alle varie discussioni, per condividere pensieri ed idee.
    L’obiettivo è quello di riunire persone e mettere in comune la conoscenza, sia essa una tecnologia oppure un’idea.

    Lasciate in questo post un commento se siete interessati a partecipare al TrinacriaCamp e indicate la località dove preferireste che si svolgesse.

    Sicilia
  • Palermo è fimmina

    Ci sono città che le attraversi e non senti niente: i ponti, le strade, le piazze…torni a casa e già ti sei scordato tutto…manco un pezzo di cielo o un albero o una nuvola ti è rimasta nella memoria. Eppure il cielo, gli alberi e le nuvole sono dappertutto. Però succede. Città piene di traffico, di luci, di rumori, ma vuote, talmente vuote che sembrano immaginate. Vero è. Ti può capitare. Pensaci.
    A Palermo no. Palermo è diversa.
    Palermo è fimmina.
    Lo senti dall’odore che ti piglia allo stomaco, alla bocca, al naso su fino a riempirti la testa. Ti può capitare di sentirti ‘mbriacu camminando a Palermo. T’imbriachi di sale, di mare, di sole, di frittola e di meusa; t’imbriachi di scirocco, di scruscio di tamburi, di campane che rintronano, di vuci martellanti, di zoccoli di cavalli e di robbi stinnuti…
    Palermo è fimmina e ti rapisce, manco te ne accorgi e sei già suo, perso dentro i suoi colori: ti tinge di rosso corallo e di viola, di azzurro mare e di blu notte, di giallo arraggiato e di bianco accecante, di virdi scuzzuni e di virdi spiranza… spiranza di vita, di aria, di luce, di ciauru di gelsomino e di basilicò… Continua »

    Palermo
  • Venerdì, vigilia di “Festino” 2007

    Mi chiancìu ‘u cuori a bìriri Paliermu chin’e munnizza, unn’e gghiè, o’ Stasbùrgu com’a Aàvusa. Puozzu capiri ruòppu ‘u Fistinu, ‘a confusioni, assai gienti…. A’ Cuba nicarieddra un ghiardìnu i limiùna siccu, senz’acqua, lassatu n’trìrici e tuttu ricintatu di munnizza, pianti servaggi siccàti ca spàccanu i marciapiedi, oramai patruna ri màghini posteggiati supra e decorati ri cacàti ri cani cu ‘i patruna lagnùsi e malirucàti.
    Mobìlia ri cucina e stanz’e liettu ittàti mezz’a strata, cartazzi, cartùna, sacchitieddri e sacchi sdivacàti insièmmula a marùna rutti e privulàzzu. Ravanzi ‘o Spitali da via Pindemonte, ‘i maghini na tutti rui ‘i marciapièri e ‘a gienti ca camina mezz’a strata, menz’e maghini ca cùrrunu.
    U Pulitiàma chinu ri carti intierra, buttigghi vacanti r’acqua e ‘i cestina vacanti….
    Ruòppu ‘u Garraffièllu, n’o mienzu r’u Cassaru, una muntagna ‘i munnizza arriva a tuccàri ‘i decorazioni r’u settecièntu r’un finistruni r’u primu pianu.
    Màghini abbannunàti, puru iddri chin’e munnizza, ma no unni pirdìu ‘i scarpi ‘u Signuri, no, ma a’ Via Notarbartolo, a’ Via Campolo, o’ Strasburgu, una cunnùtta sbummicàta in Via Alloro ca lassà un fetu ‘i muòriri e ti fa ‘i levasapùri ruoppu un paninu c’a mièusa. Continua »

    Ospiti
  • Mondello – Quelli della pasta al forno

    Ogni mistero è stato svelato secoli fa, nel libello anonimo «Che bordello a Mondello». E noi non lo sapevamo. La sensazionale scoperta culturale – il manoscritto è stato ritrovato tra le due fette di un pane e panelle – ci permette di offrire ai lettori di Rosalio una panoramica esclusiva delle specie che animano la borgata d’estate. Tutte scientificamente descritte, nell’inestimabile pubblicazione. È con vera emozione che presentiamo alcuni stralci del manuale, vergato nel Seicento da un naturalista anonimo in volgare e in latino. L’obiezione è scontata: ma nel Seicento Mondello così com’è ancora non c’era. Il cavillo regge fino a un certo punto. La preziosa opera dimostra che Mondello è sempre esistita, anche quando non esisteva.
    Capitolo primo – i pastafurnari (Maximarum tegliarum pastae ragù ovusque manducatores).
    L’intellettuale secentesco – di cui conosciamo solo il soprannome, «Brociolonio» – si sofferma parecchio, all’inizio del manoscritto, sui consumatori di pasta al forno che, per comodità pure rispetto alla definizione scientifica in latino, chiama semplicemente «Pastafurnari». E c’è un motivo. Secondo l’autore, costoro rappresentano il primo nucleo abitativo della borgata marinara. Gli usi e i costumi dei suddetti avrebbero influenzato le generazioni future, del tutto ignare, incolpevoli e inconsapevoli. Continua »

    Palermo
  • “In ricordo delle vittime di via D’Amelio” a Piana

    Oggi alle 17:00 all’agriturismo Portella della Ginestra della cooperativa “Placido Rizzotto” a Piana degli Albanesi (bene confiscato alla mafia) si terrà l’incontro In ricordo delle vittime di via D’Amelio – Lavoro, dovere morale e giustizia sociale a cui parteciperà il presidente di Libera don Luigi Ciotti. Al termine dell’incontro verrà piantato presso l’agriturismo un albero in memoria delle vittime del 19 luglio 1992.

    Interverranno all’iniziativa anche i soci delle cooperative del circuito Liberaterra che operano sui terreni confiscati, i ragazzi dei campi estivi di volontariato, molte associazioni del territorio palermitano e una delegazione di familiari delle vittime di mafia che fanno parte del settore Libera Memoria.

    Palermo
  • Campionati nazionali Mistral a Mondello

    Da oggi a sabato si svolgeranno i Campionati Nazionali Open Giovanili e Master Mistral a Mondello. L’organizzazione è curata da Albaria.

    La rassegna di Mondello sarà valida per l’assegnazione dei titoli nazionali assoluti IMCO e MJOD (maschile e femminile), – Giovanili Youth (under 20), Junior (under 17, under 15, under 13), Master (over 35 uomini – over 30 donne). Verrà assegnato il premio speciale Mistral Open (MOD, MJOD, Prodigy). Gli atleti appartenenti alle diverse categorie saranno impegnati tutti insieme, con la possibilità anche per un giovane di conquistare il prestigioso titolo nazionale Mistral.

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram