26°C
mercoledì 28 lug

Archivio del 21 Settembre 2007

  • Benedetto fermo-immagine

    E vabbè, tutto è bene quel che finisce bene. Anche se a un certo punto abbiamo benedetto l’interruzione video su La7 che ci ha “privati” di una ventina di minuti di noia incommensurabile. E’ troppo dire che l’esordio del Palermo in coppa Uefa è stato a dir poco sconcertante? Primo tempo da dimenticare, secondo praticamente pure. L’unica buona notizia è questo Caserta, uno che a Catania aveva già fatto ottime cose e che potrebbe diventare l’uomo in più del nuovo Palermo di Colantuono.
    Che cosa può essere successo? Forse i nostri hanno snobbato i semi-dilettanti cechi credendo di giocare una amichevole. Se è così è meglio darsi una regolata: i rosanero, almeno fino a questo momento, non hanno dimostrato di essere una grande squadra. A parte il primo tempo di Livorno (dove i difensori hanno fatto fare a Miccoli e Amauri qualsiasi cosa), il gioco continua a latitare e bisognerà presto svegliarsi visto che domenica a Cagliari non sarà affatto una passeggiata di salute. Piuttosto, la partita è cambiata (solo un po’, ma meglio che niente) con l’ingresso di Simplicio, Amauri e dello stesso Caserta. Brienza ha fallito, Bresciano non è quello dell’anno passato, Tedesco così così, Migliaccio meglio tacere. Vuol dire che il Palermo delle seconde linee non è all’altezza della situazione? Può essere e temo che bisognerà farsene una ragione.
    P.S. – Non ho fatto nessun riferimento a Guidolin e Zamparini. Starò invecchiando.

    Palermo
  • Far west

    Mi sento nel far west. Credo di essere sempre stata una persona abbastanza attenta a non farsi fregare le cose. Attenta ma non ossessiva. Ciò nonostante, in un anno qualcuno è riuscito simpaticamente (e abilmente) a fregarmi: 2 pendrive, 1 ruota della bicicletta, 1 bullone della ruota dell’auto (perché sua volta qualcuno l’aveva fregato dall’auto del ladro, come accadeva dieci anni fa con gli “scudi” degli Scarabeo Aprilia…) ma soprattutto il mio motorino. Dopo tredici anni di onorato servizio. Era uno Scarabeo rosso, con il paravento e il bauletto. Ormai mi saluta da lassù. Le sue parti meccaniche già saranno state trapiantate in altri motorini, e lì vivranno di nuova vita. I pezzi di un ciclomotore che complessivamente non valeva ormai più di trecento euro, saranno venduti a cinquanta euro ciascuno. Da qui il “business” (ovviamente non intendo insinuare che ciò accada in tutte le officine, ma evidentemente in qualcuna sì). Giusto? Magari sono totalmente fuori strada…
    Il fatto che nel 2007 a Palermo qualcuno sia costretto (mi piace pensare che lo sia) a razziare ad altre persone per vivere, fa semplicemente rabbrividire. In ogni caso non li giustifico – un modo onesto per campare, se lo si vuole davvero, lo si trova – e mi sento di augurare a coloro che mi hanno sottratto qualunque oggetto da 25 anni fa a oggi, MA SOPRATTUTTO IL MIO MOTORINO, le cose contenute in questo video…

    Palermo
  • Bianchi, neri e…aragosta!

    E così anche questa estate sta volgendo al termine. Si rientra mestamente in città, si ricomincia a lavorare.
    Il caldo torrido, pesante e appiccicoso si è fatto sentire ad ondate sin dalla fine di giugno, con picchi di 42°-44° all’ombra. Unica soluzione per la sopravvivenza: andare al mare a rinfrescarsi un poco.
    Ma mare vuol dire anche sole e abbronzatura…almeno per la maggior parte della gente.
    E infatti già dai primi di luglio si sono incominciate a vedere per strada abbronzature improbabili di vario genere: il famoso tipo da “muratore” con parte superiore integrale, il tipo “prima uscita stagionale” con spalle sui toni del rosso Valentino, l’abbronzatura da “guidatore”, ossia braccio sinistro nero e tutto il resto bianco nella norma, poi c’è la classica “aragosta” parlante e c’è il tipo “dorato/uniforme” che caratterizza tutte quelle persone che hanno una grande facilità ad abbronzarsi. Nel giro di poche ore la loro pelle passa dal dorato intenso al nero.
    Oggi comunque la persona meno abbronzata in città ha più o meno il colorito di James Brown.
    Poi ci sono io.
    Il problema si ripresenta puntuale come un orologio svizzero ogni santo anno e non c’è modo di evitarlo: la mia pelle è bianca, e quando dico bianca intendo veramente bianca!
    Bianchissima. Quel bianco che è simile al candeggio e che tutti guardano con una certa circospezione. Continua »

    Ospiti
  • Fine lavori allo Stadio delle palme

    Terminano oggi i lavori di manutenzione straordinaria allo Stadio delle palme. I lavori hanno riguardato la pista esterna rifatta in battuto di tufina compreso l’impianto luci, quella interna per le gare e delle pedane di lancio, l’adeguamento delle torri-faro e la realizzazione degli allacciamenti fognari.

    Lo stadio verrà intitolato a Vito Schifani, agente della scorta di Giovanni Falcone ucciso nell’attentato del 23 maggio 1992, che era un buon atleta sulla distanza dei 400 metri.

    Oggi pomeriggio si svolgerà un collaudo generale.

    Palermo
  • Cammarata premiato per la mobilità sostenibile

    L’associazione Città ciclabili ha premiato il sindaco di Palermo Diego Cammarata con una bici blu personalizzata per l’adozione di politiche mirate a incentivare la mobilità sulle due ruote a pedali. Insieme a Cammarata sono stati premiati altri 8 sindaci italiani.

    Il sindaco ha ricordato l’impegno «per la creazione di due percorsi ciclabili, uno di circa seimila metri da via Archirafi all’ingresso della Favorita e l’altro di settemila metri da piazza John Lennon a piazza Acquasanta».

    Palermo
  • “Curtigghio – Suoni dalle Isole” a Ustica

    Da oggi fino a domenica a Ustica si svolgerà Curtigghio – Suoni dalle Isole, manifestazione patrocinata della Fondazione Federico II e della Provincia Regionale di Palermo e inserita in Provincia in festa.

    L’ideazione dell’evento è di Lello Analfino e Antonio Randazzo.

    Insieme a percorsi enogastronomici tipici siciliani, stand e serate in discoteca (con i deejay di Radio Time) si terranno i concerti che vedranno sul palco Tinturia, Akkura, Q-Beta, Alì Babà, Mala Manera, Om, Manola Micalizzi Project e altri ancora… Presenta Massimo Minutella.

    La manifestazione supporta l’AIL.

    “Curtigghio”

    Palermo
x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram