martedì 23 ott
  • Inaugura il Parco archeologico Castello a mare

    Stasera alle 21:00 inaugura il Parco archeologico Castello a mare (via F. Crispi, ingresso da via Patti). Si terrà uno spettacolo di musica e luci.

    La zona è stata riqualificata con la demolizione dei padiglioni industriali adiacenti che precludevano la vista del mare a scavi che hanno fatto riemergere le parti dei bastioni prima non visibili.

    Palermo
  • 16 commenti a “Inaugura il Parco archeologico Castello a mare”

    1. ma cosa hanno riqualificato, scusatemi ma non l’ho capito. il mare continua a non vedersi e le baracche delle offine nautiche , il mercato ittico e il palazzone brancagel (per quest’ultimo non nutrivo nessuna speranza di demolizione) sono ancora tristemente al loro posto

    2. le solite cagatte fatte a metà di chi ha come unico interesse mangiarsi i finanziamenti europei. arrivedorci

    3. officine*

    4. Sapientone ti invito a utilizzare un linguaggio più consono. Grazie.

    5. Più che sapientone mi pare rosicone.

    6. ehi,
      in compenso oggi è servito al Nostro sindaco per scappare dal suo nuovo ufficio!

      l’ho visto sciupato…
      molto meno abbronzato che a Dicembre.

      (SIC!)

    7. Il fatto è positivo. Spero però che si riesca a liberare anche la rimanente parte dell’area (come ha detto Sapientone con linguaccio più colorito!).

    8. Bir Hakeim ti invito a rimanere in tema. Grazie.

    9. il lamentoso panormita del 5 agosto 2009.
      Meglio di come era prima …..no ?
      Piano piano…(araciu araciu)… cosa credi che a Palermo si riescano a realizzare le opere come si realizzano a Barcellona o a Stoccolma ?
      Anzi per tram e passante ferroviario stanno andando con tempi scandinavi !
      Insomma se sei “Sapientone” queste cose le dovresti sapere ! 😉
      E anche lamentandosi lo stato delle cose non cambia 🙂
      Ah …ma dimenticavo, dopo il Palermo calcio, il lamento è lo sport panormita preferito.

    10. adesso aspettiamo con ansia anche un Parco tecnologico…

    11. @Marcodisalvo.
      I lavori per tram e passante ferroviario vanno avanti con tempi scandinavi? Il progetto del tram fu presentato al tempo della seconda sindacatura Orlando, a fine anni novanta, e la prima gara d’appalto era pronta per essere pubblicata già nel 1999. Dopo quasi 10 anni, finalmente, sono iniziati i lavori. Tempi similari, o forse peggiori, si hanno per il passante ferroviario. Fatta questa precisazione va effettivamente dato atto che al momento i lavori stanno andando realmente avanti.
      Comunque, per tornare al Castello a mare, sono d’accordo con te che quest’opera va apprezzata, è un altro importante tassello per rivedere il mare a Palermo. Poteva essere fatto di più? Sicuramente. Ma intanto godiamoci questo.

    12. intendevo i tempi decorrenti dalla data di inizio lavori ad oggi, non quelli trascorsi per la diatriba filosofica tram/metro alla fine degli anni 90. Quegli anni, sotto il punto di vista delle opere della mobilità, furono solo fumo e niente arrosto.

    13. @Josh71, nel 1999 non c’era alcun bando di gara pronto per i Tram, tanto che i definitivi finanziamenti europei si ebbero solo nel 2001.Senza dimenticare poi la bocciatura del genio civile per la lina su corso Calatafimi 😉

    14. @antony.
      Già nel 1999 l’Amat annunciava che di lì a pochi mesi ci sarebbe stata la pubblicazione del bando per le tre linee di tram. Poi, con i soliti tempi italiani, ci sono voluti anni per vedere il bando pubblicato, e altri anni per vedere finalmente gli operai al lavoro.

    15. perdonami, ma come fa l’amat ad annunciare il bando se il tutto era ancora in discussione in consiglio comunale nel ’99?

    16. una schifezza allucinante, piu della metà della superficie totale è terra brulla, nel bel mezzo del “parco” c’è un manufatto moderno (attualmente coperto da panni scuri) totalmente estraneo al contesto, i ruderi archeologici che sembrano essere stati restaurati parzialmente, del waterfront nessuna traccia (tranne che per il piccolo scorcio di mare della Cala), tutt’intorno gru cantieri nautici e “dulcis in fundo” il palazzo brancagel. MA CHE ROBA è???????? :X

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.