17°C
mercoledì 3 giu
  • Nello Musumeci

    Coronavirus, Musumeci firma l’ordinanza che dà il via alla fase 2 in Sicilia

    Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha firmato l’ordinanza che avvia la graduale riapertura preannunciata nei giorni scorsi dopo il “lockdown” per prevenire il contagio da Coronavirus. L’ordinanza, in vigore dal 4 al 17 maggio, si muove all’interno delle linee guida fissate da Roma, seppure con qualche “forzatura”. A cominciare dal permesso alle famiglie di potersi trasferire nelle seconde case, a patto che non facciano la spola con la principale abitazione, ma vi rimangano per la stagione. Disco verde anche per l’asporto ai ristoranti, pasticcerie, gelaterie, bar e pub, con il divieto di consumare nei locali e nelle adiacenze. Si può accedere al cimitero e acquistare fiori e piante.

    Un’attenzione, nell’ordinanza, anche verso gli animali da affezione per i quali sarà consentita la toelettatura.

    Novità pure per le società sportive che sono autorizzate a iniziare attività amatoriali di corsa, tennis, pesca, ciclismo, vela, golf ed equitazione.

    Rimangono congelate le limitazioni all’accesso nell’Isola almeno fino al 17 maggio. In quella stessa data il governatore Musumeci spera anche di strappare al premier Conte il permesso di riaprire le loro botteghe ai parrucchieri per uomo e per donna.

    Restano invariate le disposizioni relative all’obbligo di quarantena.

    AGGIORNAMENTO: la dichiarazione del presidente Musumeci.

    Fase 2, da lunedì una graduale riapertura

    Da lunedì in #Sicilia una graduale riapertura

    #Coronavirus #CoronavirusSicilia #Covid19 #Covid19Italia Costruire Salute Nello Musumeci

    Posted by Regione Siciliana on Friday, May 1, 2020

    Palermo, Sicilia
  • 2 commenti a “Coronavirus, Musumeci firma l’ordinanza che dà il via alla fase 2 in Sicilia”

    1. Salve ,mi chiedo, se il sussidio partite iva di negozi chiusi per covid 19 e stata data???? a pioggia perché escludere le partite iva di chi percepisce una pensione, derivata da contributi di anni di versamenti e che per vivere e costretto a lavorare anche oltre i 70 anni? la mia pensione ….di 545 euro al mese, di cui debbo detrarre 400 al mese per alimenti (separato con figli minori) dal 12 marzo non lavoro e non ho diritto a niente, magari non tutti avranno il contributo, vorrei fare parte di questi colleghi sfortunati ,invece che un escuso.!!!!!! grazie Nuccio MOLINO.

    2. La regione Piemonte darà un bonus di €2.000,00 a fondo perduto ai ristoratori,bar,parrucchieri e tanti altri.Spero che la regione Sicilia prenda esempio e ci aiuti in questo momento così terribile per tutti i commercianti.Moglie di un parrucchiere

  • Lascia un commento (policy dei commenti)