25°C
martedì 22 set
  • Coronavirus: "lockdown" allentato dal 4 maggio, alcune aperture dal 27 aprile

    Coronavirus: “lockdown” verrà allentato dal 4 maggio, via alla fase 2

    Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato stasera alla nazione annunciando un allentamento delle misure straordinarie per il contenimento del Coronavirus in Italia a partire dal prossimo 4 maggio. Inizia la cosiddetta fase 2.

    Diventerà possibile incontrare i congiunti utilizzando la mascherina. Sarà consentita l’attività motoria anche distanti dalla propria abitazione ma sempre individualmente o comunque a distanza di almeno un metro (fanno eccezione persone conviventi nella stessa casa), si potrà uscire con i figli e con persone non autosufficienti per brevi passeggiate. Sarà possibile spostarsi nel proprio comune o nella propria regione per i motivi finora consentiti (lavoro, salute, necessità) o per incontrare e ricongiungersi a congiunti e sarà nuovamente possibile rientrare al proprio domicilio o residenza anche fuori regione (escluse le persone con sintomi). Apriranno parchi e giardini con misure restrittive.

    Domani ripartiranno attività propedeutiche per le attività produttive. Il 4 maggio ripartiranno la manifattura, l’edilizia e il commercio all’ingrosso. Gli esercizi commerciali al dettaglio riapriranno il 18 maggio. Bar e ristoranti potranno fare asporto ma si ipotizza una riapertura l’1 giugno, insieme a parrucchieri, barbieri e centri estetici. Musei, mostre e luoghi culturali all’aperto riapriranno il 18 maggio. Riprenderà la celebrazione di funerali alla presenza degli stretti familiari (15 massimo) con mascherina. Non riprenderanno per il momento le funzioni religiose. In tutti i casi dovrà essere rispettata la distanza di almeno un metro e resteranno vietati gli assembramenti.

    Verrà calmierato il prezzo delle mascherine (0,5 euro quelle chirurgiche). È previsto un meccanismo di sicurezza con il reinserimento di misure più strette al crescere dei contagi.

    Bisognerà attendere eventuali restrizioni o aperture da parte della Regione

    I casi a Palermo sono attualmente 377.

    AGGIORNAMENTO: dopo le polemiche è stato chiarito che per congiunti si intendono parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Rosalio su facebook, Twitter e Instagram