domenica 17 dic
  • 27 commenti a “Ho sognato la metropolitana a Palermo”

    1. Potresti sempre chiedere ad Orlando che vantava di essere “Alcalde” di Palermo (Buenos Aires) la sua realizzazione…in attesa puoi sognare la rotonda cool di viale Leonardo da Vinci che non funziona ed i passaggi pedonali di prossima creazione in viale regione opportunamente disegnati per far mangiare vari amici cool.

    2. insieme alla metro a palermo avresti dovuto sognare anche la gente che la prendeva…la gente che nn va’ in macchina in aeroporto dove i parcheggi sono ormai saturi…i ragazzi che non vanno in macchina in università…la gente che usa i mezzi per arrivare in centro per lo shopping del sabato…
      Non basta solo cambiare il volto della città con strutture e infrastrutture, è necessario anche cambiare le menti delle persone.

    3. I sogni non costano nulla…infatti!

    4. chissà una vera metropolitana a palermo,lo permetterà mai la mafia ed i suoi amici politici?

    5. E perchè la mafia non dovrebbe permetterlo? Sai quanto ci mangerebbero?

    6. “Non basta solo cambiare il volto della città con strutture e infrastrutture, è necessario anche cambiare le menti delle persone.” non sono d’accordo per il semplice motivo per cui se non esistono le infrastrutture non posso comportarmi come se ci fossero.
      Credo invece che sia più opportuno non prendere in giro i palermitani chiamando metropolitana un treno e autobus quelle macchine agricole che passano ogni 35minuti.
      Realizziamo una metropolitana “vera” e vedrai che il palermitano comincia a lasciare l’auto a casa se gli assicuri che ogni 3 minuti c’è una corsa che ti porta in 8 minuti da una parte della città all’altra.

    7. Oh Tony, ma nei cartelloni del nostro amato sindaco, metro e tram non erano già dati per fatti????

    8. Credo che il problema non è economico, politico, amministrativo…
      Palermo si trova vicino al mare, e il livello della città non è troppo alto…
      È molto più facile di fare una tram, però…si sà, quando a Palermo si deve costruire qualcosa si deve pagare il triplo della media italiana…e la restaurazione del centro storico? I fantom-cantieri? I soldi regalati all’aziende mafiose? Ecco,…la soluzione potrebbe essere anche un’AMAT più efficiente e con il traffico limitato per le macchine nel centro di Palermo / tariffe speciali come nel centro di Londra

    9. Diciamo che la verità sta nel creare le infrastrutture E nel comprendere(tutti) che è inammissibile prendere l’auto pure per andare al bar sotto casa.
      Dunque la verità…sta sempre in mezzo! 🙂
      Molte volte il “comodismo” prevarica il buon senso.

    10. E’ legale che una città come Palermo sia ridotta per com’è ridotta? Qual è il concetto di legalità? Quello che ci porta a far smantellare (soltanto) le bancarelle degli extracomunitari, quello che mette in galera i ladri di polli?
      Ma per Palermo e per la Sicilia si dovrebbe utilizzare una sola sentenza che, al contrario di un’altra che è passata alla storia, reciterebbe così: io so e NON ho le prove. Le prove a Palermo sono un pleonasma. Buona serata a tutti.

    11. Negli anni in cui ho vissuto a Milano ho visto la costruzione della linea 3. Cantieri enormi ed eterni, costi che come al solito mi pare siano lievitati abbondantemente dai primi preventivi in poi (ho trovato una bella citazione di un architetto norvegese che collaborò agli interni: “La prima linea era pensata per una massima durata, nella seconda linea si è voluto risparmiare sostituendo i pannelli con della lamiera.. arrivati alla terza linea si è passati a marmo e contro soffitti sulla banchina, facendo di tutto per alzare i costi.”)

      Meglio metrò leggera, tram e simili, e meglio ancora fare innanzitutto funzionare meglio i mezzi di superficie che già ci sono.

    12. rispondo a nicolò:Palermo è una città vecchia, e in tutti questi anni non si è fatto nulla per migliorarla,è ostaggio delle lobby dei commercianti che usano le varie categorie di appartenenza per impedire che il centro della città prenda un volto europeo votato allo shopping come tutti i centri delle grandi città europee,Sig Nicolò purtroppo gli enormi ritardi hanno portato questa città ad essere considerata una tra le più disordinate d’Italia,come dicevo prima si sono guardati troppi gli interessi di pochi a discapito della valorizzazione di una grande realtà monumentale e artistica quale è Palermo,chiedete ai politici se hanno attuato il famoso decentramento di uffici comunali e regionali oggi in posti impossibili,oggi tutti chiedono a gran voce la metropolitana o il tram come salvatori della patria,senza guardare che le strade sono pressoche inesistenti e in alcuni casi fatiscenti,Palermo avrebbe bisogno di un buon piano traffico e oltre la metro la realizzazione di importanti opere di collegamento alternativo per allegerire le assi portanti di tarffico.

      Padre Abidal Goulem

    13. bene… considerando la nostra arretratezza cronica con le infrastrutture rispetto al resto d’Italia…… avermo la nostra metropolitana quando nel resto del mondo di viaggerà in astronave!

    14. ma davvero credete che la metropolitana sia la priorità di questa città? sapete quanto verrebbe a costare? UN MILIARDO DI EURO! e sapete un’amministrazione efficiente quante cose utili potrebbe fare con quei soldi?
      ci sono già ora le condizioni per rendere la mobilità a palermo efficiente. basterebbe solo un pò di coraggio e delle persone intelligenti al governo della città..

    15. Che cavolate… una cosa patetica.
      Ciaooo
      Rosaleon

    16. L’altro Dario, perdonami, sono spese che si possono fare per Milano per Roma o per Napoli, ma non per Palermo? Questo stai sostenendo?
      La metropolitana é necessaria ad un sistema città come il nostro, moltissimo. Significherebbe facile mobilità per quasi tutti, in tempi rapidissimi, abbandono delle nevrosi da traffico (altro che andare in bicicletta), significhetrebbe raggiungere parti ancora apparentemente lontane della città ed avvicinarle, in molti sensi.
      siamo una città ormai di 1 milione di abitanti costretta a servizi da citta di 200.000. Direi che sarebbe il caso di avere servizi adeguati alla struttura cittadina in cui viviamo.

    17. per carità uma, se davvero facessero la metropolitana sarei il primo a usarla e ne sarei contentissimo. ma vedi se ne parla da trent’anni, tu credi che la faranno? io no. e per questo penso che con un miliardo di euro si potrebbero montare telecamere per monitorare gli ingressi in una vera ztl e assicurare il rispetto delle preferenziali, raddoppiare il numero degli autobus e perchè no, appaltare alcune linee di tram veloci di superficie, cosa che nelle città più avanzate d’europa stanno già facendo al posto delle metropolitane, perchè costano metà della metà e rendono uguale.
      ma noi no, noi dobbiamo rimanere prigionieri dei nostri sogni primitivi da boom economico degli anni sessanta e farci imbonire dal primo venditore di aria fritta che passa…

    18. Invece la battaglia deve essere mantenuta, Dario, non per assicurarsi palliativi, ma per ottenere la cosa migliore.
      non vedo perché combattere per i palliativi, dovremmo combattere per avere il massimo.
      E qui lo dico, se questa utopia diventerà mai possibile, il priimo che si lamenta perché i lavori per la metro, congestionano il traffico quotidiano, gli dò del conservazionista e dell’immobilista, così qualcuno su questo blog si lamentava per i lavori del parcheggio multipiano al tribunale.
      SE siamo incapaci di fare sacrifici per un malessere istantaneo in vista di un benessere comune prossimo inutile che si discuta.

    19. dario, città più avanzate d’Europa, credo abbiano già la metro ed il tram sia una struttura suppletiva, ma poi a quale città più avanzate d’Europa ti riferisci? Con quanti abitanti? Quantifichiamo le cose.
      Funziona molto bene Roma sul sistema di vialibilità pubblica, ha un sistema misto, metro, tram, bus, ben collegati fra loro, ossia dove non arriva la metro c’é il tram, spesso a servire le zone più lontane dal centro e quindi meno impegnate dal traffico di superficie, logicamente.
      Funziona bene paradossalmente anche Napoli, che non ha mai abolito, come abbiamo fatto noi, tram e funiculari. Hanno casomai allargato le sedi stradali per fare più corsie dopo il tram, hanno mantenuto le funicolari, hanno una metropolitana di superficie che é un po’ lenta ma sfrutta almeno dalla stazione centrale alle aree più decentrate di Napoli (mergellina, Posillipo, Bagnoli), la vecchia linea ferroviaria urbana ( da noi cancellata).
      Dario, funzionano in tutte le città di una certa dimensione i sistemi misti e coordinati fra loro, e con le ovvie dislocazioni dei diversi sistemi in relazione al traffico veicolare o alle necessità urbane.
      Ti richiedo sempre quali siano le grandi città Europee e di che dimensione di abitanti che bbiano scelto il tram come unica soluzione alla mobilità pubblica, non le specifichi, e non ne specifichi il senso della loro scelta. Spero mi aggiornerai.

    20. ok ti aggiornerò. in questi giorni mi documenterò meglio e ti riferirò in maniera dettagliata..

    21. E quindi parlavi senza realmente conoscere, vedo, il che é indice di una pessima tendenza qualunquista. Documentati, prima di sparare.

    22. grazie mille per l’attacco gratuito… volevo soltanto parlare con una cognizione di causa più completa per fare un servizio alla NOSTRA discussione. non credo tu sia professore di urbanistica al politecnico di milano per cui rispetta il tuo interlocutore che ti rispetta.
      ripeto che in questi giorni mi documenterò meglio e ti dimostrerò che HO RAGIONE, ma con i fatti, non con gli insulti, e poi sempre che mi vada di dedicarti del tempo a questo punto..

    23. No, ma vivo le città, da utente, ne capisco le mobilità, e ne vivo le disfunzioni o le funzioni, da architetto, che cmq ha una minima cognizioni dei problemi delle strutture di viabilità da insediare, Dario.
      Ho solo risposto ad una cosa che tu hai dato per data, senza documentarti, né per averla vissuta,né per esserti documentato. e L’hai data come assoluta e migliore di altre cose, non conoscendola affatto.
      La mia osservazione era questa, prima conosci, poi parla. Non ti ho mai insultato. Ti ho dato del qualunquista e del superficiale.
      Aspetto, ma sul serio, di essere contraddetta, perché magari conosco poco le strategie di soluzione e mi farebbe piacere conoscerne altre.

    24. Le osservazioni di Uma,che condivido,hanno il raro pregio di esser documentate,nel contrastare il pressapochismo diffuso(che,ovviamente,aumenta con Internet,insieme alle cose buone).Anche Padre Abidal dice cose condivisibili,per quanto amare.

    25. Però come è hot questa cool Palermo di Cammy|Facci ridere,Diegghy!

    26. C’è un bel ‘dibattito’sul blog del Sindaco!

    27. Balarm. Voci da una città in ostaggio..da leggere, dategli un occhiata, per chi ama Palermo.

    Lascia un commento (policy dei commenti)