domenica 23 nov
  • Poker o bluff?

    Vabbe’, ora tutti quanti stanno a parlare di scudetto o, come minimo di Champions League. C’era da aspettarselo: dopo quel primo tempo brasiliano, come facciamo a tenerci? Magico Palermo, rosanero fantastici, altro che calcio pane e salame di quel pretino di allenatore che avevamo prima. Champagne e bollicine, “Zampa” è contento e chi si è visto si è visto. Ma dobbiamo crederci davvero a questo poker livornese? Io spero di sì, perché ho visto movimenti da fuoriclasse di quei tre lì davanti e considerando che Amauri e Cavani sono reduci da gravi infortuni, l’idea di migliorare ancora non sembra poi così campata in aria. Solo che quando una squadra gioca così bene, nove volte su dieci dipende da un’altra squadra che gioca molto male. Diciamo che Orsi, lo sprovveduto tecnico livornese, non ha preparato al meglio questa partita. I suoi difensori hanno fatto fare ai nostri tutto quello che volevano e il primo tempo si è trasformato in un autentico massacro.

    Dobbiamo fidarci di questo 4-2? Boh, mica sono un indovino. Certo, resta quel secondo tempo non proprio esaltante (ma quando hai fatto quattro reti agli avversari, e pure in trasferta, non infierisci) e talune distrazioni che sarebbe meglio non avere in futuro. Su una cosa, però, mi sembra che possiamo essere tutti d’accordo. Se alla prima di campionato il Palermo ha avuto la sfiga di trovare la squadra più in forma del momento, alla seconda si è ampiamente rifatta trovandosi contro la più smandrappata di tutte. E dunque, prima di parlare di cose più grandi di noi, sarebbe meglio aspettare ancora qualche giornata. Scusatemi, ma vincere così a Livorno non riesce proprio a esaltarmi quanto vorrei. Però almeno ci siamo messi in cammino. Ed è già qualcosa. Ah, meno male che non hanno venduto Rinaudo. Fino a poche settimane fa se lo sarebbero sbolognato molto volentieri. Scommettiamo che prima della fine dell’anno andrà in Nazionale?

    Ghiaccioli...online!
  • 23 commenti a “Poker o bluff?”

    1. La squadra di Colantuono sarà spregiudicata, quindi concederà sempre qualche occasione agli avversari; questa la situazione tattica, ben diversa è la situazione nella concentrazione, alcuni gol presi sono stati causati dalla deconcentrazione, bisogna lavorare su quello…per il resto non dobbiamo mica vincere lo scudetto ma fare un buon campionato e andare piu’ avanti possibile nelle coppe, per cui in questa ottica ancora il Palermo non è criticabile da nessuno, soprattutto dopo uno 0 a 2 contro una squadra in formissima (la Roma) e il 4 a 2 di domenica…FORZA PALERMO

    2. Il poker è gratificante, ma confermo molte delle cose dette la scorsa settimana, se Miccoli si mette al servizio della squadra è meglio, Cavani indispensabile, difesa …indifesa.
      A questo punto penso che la cartina al tornasole sia il “toro” alla prossima.
      Ciao Lucio.
      O.T.
      @ Rosalio.
      Buon onomastico a tè e…tanti auguri a mè.

    3. No. vi prego. Non trasformate rosalio in un forum-club rosanero. Perché lo sappiamo che siete tutti ottimi analisti sportivi, allenatori virtuali ed esperti di calcio di livello sopraffino.
      Ma andate a parlarne da un’altra parte, sì?

    4. @giuseppe: ma anche non leggere i post che non interessano?

      @lucio luca: d’accordissimo su tutto quello che hai scritto, tranne che sul finale. A mio parere Rinaudo non è da Palermo, nè tanto meno da nazionale. Appena è entrato Rossini (mica Inzaghi o Crespo) abbiamo preso un gol su percussione centrale. Ha perso tutti (e dico tutti) i duelli di testa. Ci mancava poco e si faceva buttare fuori per fallo da ultimo uomo. Insomma, a parte il gol, prestazione insufficiente per me.

      FORZA PALERMO!!!

    5. La vertà sta in mezzo..
      probabilmente non è ne il palermo che è stato schiacciato ne primo tempo dalla roma, ne lo schiacciasassi del primo tempo di livoro..

      bisogna aspettare ed avere fede.

      I presupposti però ci sono…

      Se il napoli scudettato aveva il trio delle meraviglie MaGiCa (Maradona Giordano e Careca)….noi possiamo vantare una prima linea AMiCa…
      a cosa non ci si aggrappa…:-)

    6. Giuseppe noi gradiamo che se ne parli anche qui.

    7. @giuseppe: ma fammi il piacere…

    8. Allora Lucio,.. come avevamo concordato, alla prossima spostiamo Jankovic alto a dx, Brienza a uomo su Corini, Amauri a zona su Bovo e Dellafiore, Colantuono naturalmente libero, Zamparini multato, ed i tifosi canteranno il repertorio n° 3,5,7.
      Per tè alla prossima..riposo, i ” ghiaccioli” ..li fà Giuseppe. :-D

    9. Perchè qui ogni volta che si vince so scarsi l’altri e caz..zo e allora non me piace cosi,quanno si vince se vince.

      Queste sono le parole dette da colantuono oggi in conferenza,sig lucio luca,le memorizzi e pensi a godere domenica per domenica,noi siamo (per fortuna) ne juve ne milan ne inter,siamo il Palermo e siamo abbituati a soffrire domenica per domenica.
      Avanti col torino adesso,cu tiampu si maturanu i zuarbi

    10. Oops. Scusa Rosalio, dimenticavo che Palermo senza la maglietta rosanero non sarebbe la città che tutti conosciamo. Purtroppo. O per fortuna. Fai tu.
      Come ulteriore spunto sarcastico faccio notare che nemmeno uno dei post dell’esperto sportivo di questo sito è dedicato ad altri sport che non siano il calcio.
      Troppa specializzazione?

    11. Caro Giuseppe, non sono un esperto sportivo, sono uno che cazzeggia sul pallone. Questo mi è stato chiesto e questo tento di fare. Senza allinearmi al parere della maggioranza ma dicendo sempre quello che penso. Cosa che ho sempre fatto qui e sul giornale per cui mi onoro di lavorare. Detto ciò, se qualche volta ti è capitato di leggere “Repubblica” ti sarai accorto che di tutto mi occupo tranne che del Palermo, a parte una rubrichetta che tra l’altro quest’anno non faccio nemmeno più perchè mi sono trasferito. Io non sono esperto di nulla e tu, invece?
      ucnmaiscomparsi, sinceramente di quello che dice Colantuono mi importa poco e nulla. Non mi piace il noi quando si parla di pallone, preferisco il loro. Io non sono il Palermo, lo sono Miccoli, Amauri, Cavani, Colantuono e tutti gli altri. Quelli che hanno vinto a Livorno ma continuano a prendere due gol a partita. E questo lo dice anche Zamparini, il loro presidente. Bacioni

    12. Caro Lucio, come detto la mia era una battuta sarcastica. Se anche tu fossi stato un cronista di calcio professionista… di certo non avresti avuto nulla di cui doverti giustificare.
      Rosalio ha ragione, qui si affrontano temi di varia natura, a volte seri a volte faceti e a volte, ahimè, si parla di calcio. Cosa che improvvisamente fa diventare l’atmosfera inspiegabilmente simile a quella dei vari bar dello sport o dei negozi di barbiere. Così ho manifestato il mio dissenso, il mio sconforto.
      Magari la prossima volta “skippo” il post, così siamo tutti più contenti.
      Un saluto, sperando di non averti offeso professionalmente.

    13. Giuseppe, io sinceramente non capisco… mi spieghi perché cadi nello sconforto se un post parla di calcio?

    14. Pietro, mi sconforta assistere alle diatribe, all’entusiasmo, la competenza e il fervore con cui avviene scambio di pareri ed opinioni sull’argomento. Mi sconforta che siano di calcio i giornali più venduti in italia, che sia il calcio l’unico argomento (a parte il tempo) di cui mediamente due italiani che non si conoscono possano esser sicuri di poter parlare. Mi sconforta il tifo cittadino per squadre di proprietà straniera nelle quali giocano al massimo un paio di giocatori di quella città, mi sconforta questo immedesimarsi ed inorgoglirsi per un prodotto commerciale che non ha più radici territoriali, la cui storia ed i cui componenti cambiano radicalmente ogni paio d’anni.
      Potrei continuare, ma credo che ci siamo capiti…

    15. giuseppe,è da una vita che in Italia funziona così, il calcio unisce più di ogni altro elemento, non credo che tu abbia molte altre alternative, a parte quella di andare a vivere su un atollo delle Maldive!
      Capisco il tuo sconforto ma, credimi,ci sono persone che sanno discutere di calcio senza diatribe, senza bisogno di infervorarsi nello scambio di argomenti ma mantenendo un decoro ed una civiltà come se si stesse discutendo del “tesoretto” o dello “scalone” delle pensioni.
      Prova a fare una visitina sul sito “tifosirosanero.it” e te ne accorgerai.

    16. Capiti, con tutto il rispetto, non direi. E ti spiego perché: le cose che dici nel tuo ultimo messaggio mi sembrano tutte giuste. Questi dati sono effettivamente sconfortanti. Peró credo che le tue critiche siano indirizzate nella direzione sbagliata. Proprio in un forum come Rosalio in cui ci si confronta su svariati temi, a volte con leggerezza, altre con serietá, senza conoscersi realmente e con il solo presupposto di essere legati in qualche modo a Palermo, tu vieni a cercare gente che sappia parlare solo di tempo o di calcio??? E poi andiamo, per un post di taglio calcistico in mezzo a tanti altri che hanno nulla a che fare con il pallone, il tuo sarcastico allarmismo (cito: “No. vi prego. Non trasformate rosalio in un forum-club rosanero. “) mi sembra eccessivo ed un po’ “vuoto”.
      Inoltre, leggendo ció che hai scritto, dai l’impressione di associare idealmente qualunque persona parli di calcio ad un possibile beota incapace di guardare al di lá della punta del proprio naso. É davvero questo ció che pensi? Spero di no, mi sembrerebbe una generalizzazione troppo facile, degna di quel mondo alimentato dagli slogan dei prodotti commerciali di cui parlavi prima.
      Infine permettimi di fare un piccolo appunto: la validitá delle tue opinioni rischia di essere nascosta dal tuo incedere che ha dell’irrispettoso. Siamo in una piazza virtuale, non dovresti chiedere alla gente di andare a parlare da un’altra parte solo perché ti sconfortano i loro temi di conversazione.
      Cordialmente e senza nessun sarcasmo.

    17. vabbè, picciò, vedrete che Giuseppe diventerà un ultrà e farà festa con noi… alla prossima

    18. Come ci riuscite?
      Riuscire a dare ragione a qualcuno e allo stempo tempo suggerire che però intendesse forse qualcosa di completamente diverso ed offensivo finendo poi per convertire una preghiera in un atto irrispettoso…
      E’ come dire che uno può dire qualsiasi cosa, tanto poi c’è sempre il modo per inferire, estrapolare, ipotizzare l’opposto o tutti gli altri significati non espressi, che non aveva inteso lui stesso ma che gli si possono nondimeno rinfacciare.
      Proprio perché Rosalio è un posto decente (e forse perché in estate, ovvero da quando ho cominciato a seguirlo, calcio non ve ne è stato) ho espresso la preghiera (!!!) di non trasformarlo in posto diverso (vedi post precedenti).
      Non mettetemi in bocca anche le cose che non ho detto, non foss’altro perché se avessi voluto dirle lo avrei fatto.
      Ciaux

    19. Vabbé ti saluto Giusé, rileggiti (stavolta con cura, giusto per non passare per disattento) il mio messaggio precedente a proposito del dare o no ragione… e poi vieni anche a spiegarmi che vuol dire “pregare” qualcuno che sta parlando per i fatti suoi, fuori da casa tua e senza disturbarti, di andare da un’altra parte, apostrofando tutti, con ironia da quattro soldi, “ottimi analisti sportivi, allenatori virtuali ed esperti di calcio di livello sopraffino” (non é che se la chiami “preghiera” diventa automaticamente una forma rispettosa di rivolgerti alla gente che non conosci).
      E comunque grazie per rivolgerti a me parlando al plurale. Ti metto in bocca qualcos’altro che non “intendevi”: mi hai giá messo in qualche altra categoria sociale, risultato di un’altra profonda analisi socio-antropologica (assieme a tutti gli altri che, come me, “ci riescono”)?
      ciao

    20. Uhmm, se non altro alla fine non si è parlato di calcio più di tanto, in questo thread… ;-)

    21. Giueseppe il tono del tuo commento non era certamente quello di un garbato, e magari ironico, invito a non trasformare questo spazio in qualcos’altro ( sarebbe stata una giusta riflessione), quanto quello di una sentenza, gia pronunciata prima del dibattimento, nei confronti di un mondo in cui non ti riconosci e che non ti appartiene. Ma Rosalio ti appartiene in modo esclusivo? Il mondo del calcio, in ogni caso, non è chiuso in se stesso, e le tue preoccupazioni vanno estese alla politica, alla cultura, alla comunicazione, ecc.ecc. Non viviamo certo in una società a compartimenti stagni, e mi permetto di osservare che l’insano fanatismo e la settarietà che tu paventi possano filtrare dai nostri commenti di tifosi incalliti e incivili, fanno capolino anche nel tuo cortese invito a toglierci dalle scatole. Cordialmente

    22. ciao Lucio. Entrando nel merito della questione io credo che il Palermo stia cambiando pelle e incomincia a proporre un calcio diverso più corale e propositivo. L’era Guidolin ci ha abituati a vedere una squadra che si specchiava sull’avversaria e che provava a colpirla di rimessa, il gioco a centrocampo era quasi inesistente cosi’ come quello sugli esterni. Adesso certi meccanismi vanno oliati e alcuni giocatori importanti devono entrare in condizione, però le premesse sono esaltanti perchè questa squadra quando attacca può far male a chiunque. La mia unica perplessità è nella coppia dei centrali difensivi. Presi singolarmente sono due ottimi giocatori, ma Rinaudo e Barzagli hanno lo stesso passo e sono in difficoltà quando devono uscire rapidamente ad accorciare o anticipare l’avversario in possesso palla, di conseguenza la difesa tende a stare più bassa di come dovrebbe e questo ci crea qualche problema quando lasciamo l’iniziativa agli avversari. Io non rinuncerei a Zaccardo centrale in attesa di sistemare le cose a gennaio.

    23. AVANTI ULTRAS !!!

      AVANTI PALERMO !!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.