giovedì 17 ago
  • Stanno finendo le cucuzze

    Attenzione, la situazione è grave. Stanno finendo le cucuzze.
    Sciopero degli autotrasportatori da tre giorni ed è già allarme “carenza scorte”. Ora, per carità, noi siciliani saremo anche i più penalizzati, disperati, abbandonati…ma quello che chiedo è UN PO’ DI CALMA PLEASE!!!! Sarà perchè mi sono svegliata in un tripudio di clacson visto che ho la sorte di abitare al secondo piano e sopra un distributore di benzina che ormai assomiglia più a un autoscontro che ad un erogatore del prezioso oro liquido. Sarà che sono a secco di benzina perchè ieri ho detto “i soliti allarmisti”, e oggi sono a piedi. Sarà perchè piove pure e considerato che devo girare l’intera città diciamo che camminare a piedi non è proprio una soluzione e, preciso subito, purtroppo non ho la bici a portata di mano. Detto questo mi chiedo. Ma noi, la sappiamo affrontare un’emergenza? Vi risparmio la fatica di riflettere, mi permetto di rispondere io per voi.
    NO!
    Il panico ci assale “oddio sono finite le scorte alimentari, oddio la benzinaaaa”. Capisco mia nonna che per sì e per no, avendo 84 anni lei lo stipetto delle scorte alimentari con riso, zucchero e sale non se lo fa mancare mai. Ma d’altra parte la povera donna ha vissuto le guerre, mi pare anche normale che sia “scannaliata”. Ma noi? generazione internet, possibile mai che davanti ad uno sciopero degli autotrasportatori la prima reazione che ci viene in mente è l’isterismo della vecchia zitella che non ha potuto soddisfare le proprie voglie recondite? Calma. Lo sciopero finirà e se non finirà saremo tutti a piedi, tranne chi sarà dotato di una pompa di benzina privata, ma non credo siano molti a potersi vantare di questo possesso. E se anche qualcuno dispone di un impianto di carburante privato, mi chiedo, ma dove deve andare in giro in macchina da solo che tanto nessuno può muoversi?
    Allarme frutta e verdura. Sento il tg mentre bevo il caffè e preferirei annegare nella tazzina che sentire “entro sabato finiranno tutte le scorte!” Panicoooo. Ora dico, se voi, in questo momento aprite il vostro frigo o gli sportelli della cucina, pensate davvero che morirete di fame? Davvero non c’è assolutamente nulla che potrete mangiare? Morirete di fame nelle prossime 4 ore? Io non credo proprio. Ma io so quale sarà la soluzione a tutto. Come sempre, una donna ci salverà. Quando le mogli dei camionisti s’abbutteranno che non possono cucinare le zucchine ripiene con un tonante “A vo finì????” Riporteranno tutto all’ordine. Le cucuzze rimpingueranno le nostre tavole e il pericolo carestia sarà, finalmente, scampato. Fino alla prossima volta.

    Palermo
  • 10 commenti a “Stanno finendo le cucuzze”

    1. ordinare una pizza?

    2. azz, anch’io ho detto “i soliti allarmisti”…. spero di nn dovermi pentire della cosa :S

    3. “Ma noi, la sappiamo affrontare un’emergenza?”

      ‘Nsomma… i nostri nonni ai loro tempi ne hanno affrontate tante.
      Noi, se ci si impalla il computer andiamo in panico.
      Se ci spostano la fiction preferita in seconda serata soffriamo come cani.
      Se va via l’acqua calda andiamo direttamente all’altro mondo.

    4. Ma sì!E’ tanto per movimentarsi un pò la vita! Ricordo che anni fa capitò la stessa cosa, non ricordo il motivo (forse stava per scoppiare la terza guerra mondiale) e mi capitava di incontrare i vicini di casa con i carrelli traboccanti di generi di prima necessità!Avevano gli occhi sbarrati e mi guardavano con sospetto, a me che me ne andavo in giro tranquilla con un cestino mezzo vuoto!

    5. Io ho ordinato un pieno di Super su E-bay

    6. Fare i “tragediatùri” è uno sport nazionale…
      Per ovvi motivi politici, non mi pronuncio sull’opportunità dello sciopero degli autotrasportatori, ma posso garantirvi che Palermo è l’ultimo posto al mondo in cui si può rischiare di morire di fame!!!

    7. la vera notizia è che non potrò più gustare l’ottima insalata di carote intere della signora Affronti..

    8. Brava Maria Letizia, bel post, gli Italiani siamo ” gargi”, i Palermitani ancor peggio, mostriamo subito il fianco e facciamo una X ( spara qui) sui nostri punti deboli.
      ..perquanto…, non ti preoccupare, a Palermo le cucuzze sono come le banane, NON SI TOCCANO.
      JonnY Stecchino docet. 😉

    9. Ha davvero ragione!! Troppi allarmismi!! E complimenti per il finale! E’ proprio vero saranno le donne a salvarci come sempre! Quelle vigorose e forti donne che con qualche parola sanno sempre rimettere tutte cose al loro posto!! Come faremmo senza di loro?!?!?
      Senza quelle mamme premurose capaci di viziarci ma al contempo di farci crescere, senza quelle donne che spesso nel silenzio celano una saggezza infinita e che nelle parole mostrano una dolcezza assoluta, quelle donne che lottano per quello in cui credono e vanno contro tutto e tutti con tutte le loro energie quanno hanno una battaglia da combattere!!! Dai più piccoli ai più grandi gesti da esse compiuti, è comunque a loro che dobbiamo la nostra storia!!

    10. Ad Alessandro in nome di tutte le donne ;
      Grazie per ciò che hai scritto , per come lo hai scritto , per il cuore che ci hai messo, .
      anche con scioperi e banconi vuoti, per non parlare dei borselli vuoti , vi è mai mancata la scodella calda a tavola ?
      A Letizia ,
      sempre acuta , ironica , attiva , sollecita…. è sempre interessante leggerti !!!
      EVVIVA LE DONNE !!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)