domenica 22 ott
  • Stop a bici e moto fino a 150cc in viale Regione

    Un’ordinanza del servizio traffico del Comune di Palermo vieta di transitare nelle carreggiate centrali di viale Regione Siciliana a biciclette e a ciclomotori fino a 150cc.

    Velocipedi, ciclomotori e motocicli di cilindrata inferiore a 150 centimetri cubici e motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 centimetri cubici potranno percorrere soltanto le carreggiate laterali secondarie della circonvallazione. Fanno eccezione il ponte Corleone, privo delle due corsie di servizio, e i tratti di carreggiata centrale compresi tra il viadotto stesso e i varchi d’uscita più vicini.

    Palermo
  • 66 commenti a “Stop a bici e moto fino a 150cc in viale Regione”

    1. Credo che stiano iniziando a circolare troppe…sostanze strane in quei palazzi…non ci sono vigili e si inventano simili s…..ate…ma perchè non usano le loro già scarse risorse per fare almeno l’uno per cento di quello che andrebbe fatto in città? Come sono belli i capannelli di vigili che chiacchierano in ogni dove…

    2. Quindi le carreggiate centrali sono assimilate all’autostrada. Mi aspetto allora il limite di velocità a 110 Km/h, per poi frenare di colpo quando i pedoni attivano i semafori.
      Vi prego, bloccate i pusher all’ingresso del Comune!

    3. mah… non so che dire.
      In effetti le bici in quelle corsie sono molto pericolose, per se stesse. Lo dico da persona che andava a scuola con la bici e ogni giorno percorreva l’asse motel agip – città mercato (ai tempi si chiamava ancora così) e spesso ho rischiato la vita.
      Ma i motocicli inferiori a 150 perchè? Io stessa avevo un motociclo cilindrata 100 che sarei anche intenzionata a ricomprare, ma stando così le cose…

    4. Niente motorini e scooter in corsia centrale? Allora togliete i semafori e gli attraversamenti…

    5. Troppa gente è morta in viale Regione Siciliana perchè in sella a motocicli, travolta da auto o mezzi pesanti, o perchè andava troppo veloce (o troppo lentamente).
      Altrettanto numerosi sono i pedoni che ogni anno perdono la vita su quella che è la strada più pericolosa della città.
      Da qualche parte si deve pur cominciare.
      Mi trovo d’accordo con questa iniziativa, sempre che venga attuata con il necessario e costante controllo da parte della polizia municipale.

    6. Se pensano di risolvere i problemi così allora siamo davvero messi male..

    7. passi per i ciclisti che onestamente in v.le regione sono un pericolo per se e per gli altri (io fossi ciclista me ne terrei a debita distanza)…ma gli scooter? Un SH 150 fa più di 110 km/h…con il limite a 70 non vedo il problema! Se lo spaccianoi per un problema di sicurezza delle 2 ruote…allora anche un CR da 300 all’ora è in pericolo dato che anche quello deve andare a 70!
      Mbah…stiamo andando sempre più nel paradossale!

    8. ps: per quanto riguarda i “ponti di attraversamento”: un ponte in lamiera zincata ha un costo irrisorio, ci vuole poco tempo per istallarlo e puoi metterene uno ogni tot metri senza problemi…ma Diegone voleva un’opera d’arte…ed allora misero inmano ad un architetto shraniero il progetto…ricordate? 4 milioni di euro per una serie di ponti aerei paurosi che, tuttavia, atraversavano fisicamente la strada in pochi e dipsarati punti!

    9. Ok, ok…Circonvallazione come autostrada?
      In autostrada però non ci sono semafori!
      Ma certo che abbiamo delle menti a palazzo!

    10. Sono d’accordo con questa limitazione (anche se molti commenti giustamente ne sottolineno una certa incoerenza). Ma fare cose più semplici tipo multare chi non mette il casco o non usa la cintura di sicurezza?

    11. Faccio la voce fuori dal coro. Da mamma sono contenta: i numerosi mezzi pesanti che cambiano corsia senza nemmeno guardare gli specchietti sono il principale pericolo per gli invisibili mezzi su cui viaggiano i nostri figli. In città sono più controllabili. Chi viaggia su moto di grossa cilindrata, intanto è adulto e ha un mezzo che gli permette di scansare il pericolo più velocemente. Del resto, le cronache sui giornali le leggiamo tutti, non ultima la ragazza ventenne agganciata e trascinata per centinaia di metri da un autoarticolato davanti Grande Migliore qualche settimana fa. Via con le critiche…..ascolto, anzi leggo.

    12. Quindi secondo loro, io in bici dovrei fare entra ed esci dalla corsia centrale(molto più pericoloso che marciarci normalmente, anzi direi che gli svincoli sono l’unica parte davvero pericolosa), o in alternativa farmi le varie gincane di rotonde, con annessa bella salitella, incrocio ecc.
      Una legga che salvaguardia il ciclista e gli altri c’è già; dice che questo deve tenere strettamente la destra e se un’auto deve sorpassarlo, deve farlo stando ad almeno 1m di distanza. Certo fare rispettare questa o…che ne so, il limite di 70 o 50kmh sarebbe stato più dispendioso, meglio eliminare solo chi subisce la violazione. è come se un medico curasse i tumori uccidento i pazienti.

    13. Ok, e l’asfalto??
      In autostrada non è così…colabrodato!!!!
      Ma invece di Spararle..perchè non pensano ad un ponte provvisorio ( il genio militare ne costruisce a decine all’estero) per saltare il tappo di via Perpignano?Così mentre decidono come spartirsi i NOSTRI quattrini si risolve un problemino…

    14. @darius: un ponte provvisorio su via perpignano???? per le auto?? Hai idea di cosa comporta progettare,calcolare e costruire un ponte che regga la viabilità di viale regione??

    15. @carlo: i tutor sono quelli che calcolano la velocità media su un tratto!

    16. d’accordo per le bici,non è strada per andare in bicicletta, ma i scooteer 125 perchè no?
      Ponti per i pedoni facilmente costruibili sarebbe un’ottima soluzione.
      Ps invece di lamentarsi sempre ammatola,non potreste formare un’associazione e esporre quello che non va al sindaco piu’ cool che ci sia?

    17. ERA ORA
      Qualche giorno fà ho visto un vespino al centro della carreggiata in fase di sorpasso.

    18. le bici ok…in effetti è pericoloso…ma perchè gli scooter?????non ha senso…il limite è 70…quindi…
      e poi…ma come..mi metti targhe alterne per ridurmi lo smog e costringi un cinquantino nelle corsie laterali dove perennemente non si cammina a far respirare a pieni polmoni…azz…..magari mi legge e mette la ztl pure in viale regione…….

    19. @Beny:ti spiego:se consideri un ponte di media lunghezza con pendenze non ripide può sopportare tale mole di traffico,i mezzi pesanti ( oltre i 7,5T x intenderci) dovrebbero chiaramente utilizzare le laterali.Cmq l’idea non è mia ma di un ingegnere con le p…e sarebbe una soluzione protempore in attesa del miracolo “sottopassaggio”…il genio militare già dispone dei mezzi necessari..è solo una proposta.

    20. Sono tutti impazziti… ad iniziare dal nostro “amato” sindaco fino ad arrivare all’ultimo chiodo della carrozza che è al comune!!! NON CAPISCO PERCHè VIETARE AI 125cc. di corcolare??? Magari per i ciclomotori di 50cc., o per le biciclette ancora lo si può capire… Se vogliono che circolino solo le cilindrate da 150cc. a salire, che almeno portino il limite a 110 Km/h, oltre a togliere i semafori perdonali… Io tengo come sempre a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla rielezione del sindaco più cool d’Italia…

    21. @Mr Right: concordo in pieno con te, aggiungerei di multare chi parla con il cell alla guida!

    22. Giusto Lamberto..ieri quasi mi schiaccia una signora mentre stavo attraversando la strada: era senza cintura, al cellulare, e stava praticamente passando col rosso…quando smettereremo di vedere (e subire) queste cose?

    23. Marina è come parlare al vento…il comune potrebbe anche decidere di dare un bonus da mille euro a tutti i cittadini, avrebbero lo stesso di che lamentarsi 🙂

    24. vi lamentate perchè magari voi usate il motorino in viale regione e adesso nn sapete come fare,

      ma nn potete dire che nn sia una cosa vera
      lo so io quanto è pericoloso circolare in viale regione col motorino, se un veicolo pesante cambia direzione all ‘improvviso nn ci stai niente a finire sotto le ruote

      e altrettanto vero che così facendo, si dovrebbero togliere i semafori.

    25. @konnichiwa: il discroso del camion vale tanto per una vespino quanto per un CBR 1000!!
      ps: ho uno scooter 300 quindi non parloper “raggia” 😀

    26. E’ uno strazio apprendere dai tg che ragazzi in bici o scooter , vengono falciati sulle strade, specie alla Circonvallazione!Quindi sono d’accordo su alcune limitazioni, ma le stesse dovrebbero essere applicate a chi fa della strada la sua pista da corsa!
      Perchè non multare pesantemente chi guida solo con una mano, mentre con l’altra tiene il telefonino?
      O chi passa col rosso? O tiene in città velocità elevate?

    27. Ragazzi anzichè accusare i vigili per tutte le str…… che accadono a Palermo è ora ke sappiate ke ki pensa questi provvedimenti non è un Vigile Urbano ma bensì un Tecnico dell’Assessorato Al Traffico cioè un dipendente comunale che carico di lacune pensa di risolvere i problemi spostandoli di qualche metro , tanto poi se sbaglia ci sono i vigili che sono bravi a rimediare ai loro errori “vedi rotatoria L. Da Vinci semafori spenti ” e pedoni in balia di tutto. Pazienza che ci volete fare tanto la colpa è dei vigili!!!!!!!!!!!!!!!

    28. la colpa dei vigili è quella di fare le tre scimmitte: non vedo, non sento, non parlo.

    29. bravo Davide noto ke tu sai di ki sono le colpe …………. ma allora cosa ti ho detto .
      E poi mi vengono a dire che …… evitiamo c’è da piangere

    30. Secondo me la nostra giunta pensa al nostro bene! Assimila il suo pensiero a quello del grande capo spirituale, ed ha deciso di darci allegria, ottimismo e gaudio in questa grossa crisi! E cosi’ inventano la delibere più strane, tutto per farci fare delle grosse risate!!! Come sono altruisti!!
      Dai parliamoci seriamente…questo è un provvedimento serio? A parte il fatto che ieri intorno el 19.00 al motel agip, totale blocco del traffico, sorpassi selvaggi, sgommate, clacson ecc ecc, il vigile di turno in quella postazione era ambilmente impegnato a guardare la televisione col fioraio accanto il Mc Donald…il vero problema della nostra circonvallazione è questo? Gli scooter o altri mezzi a due ruote “minori”?

      La nostra circonvallazione o viale regione Siciliana, è andatta a sopportare un traffico pari a quello di 50 anni fa!! Poi vogliamo dirla tutta?
      In uno scorrimento veloce dove si sono mai visti i semafori pedonali? Se non sbaglio sono pure proibiti dal codice stradale, ma qui a Palermo siamo al di sopra delle leggi!! O almeno la nostra giunta!
      tanto per dirla tutta si potrebbe aggiungere che Palermo è l’uica città, capitale di regione, d’Italia a non avere una tangenziale! E’ davvero assurdo che provenendo da Trapani per andare a Messina si debba essere costretti ad attraversare la città, e lo stesso nel percorso inverso! Come se fossimo semplicemente un grosso paese attraversato da una strada provinciale!
      io credo sai questo il vero problema! hanno speso miliardi per fare e rifare il sottopassaggio Motel Agip, è lo hanno fatto pure sbagliato, ed è del tutto inefficiente! ne spederanno altrettanti per quello di via perpignano, sperando che stavolta gli ingegneri sappiano leggere il progetto per il verso giusto e non lo tengano al contrario! Fra tutti questi soldi non sono mai riusciti a trovare l’ idea per realizzare una tangenziale per smaltire il traffico esterno in entrata a Palermo? E mai si sono chiesti di magari adeguare il nostro “scorrimento veloce” con sovrapassaggi pedonali come in tutte le città del pianeta terra?

      Troppo complicato?

    31. Giusto a vietare le bici…Allora dirottiamole sulle piste ciclabili…!Ops…Piste ciclabili.Ho detto una parolaccia.Rosalio mi perdonerà.Vero?! Corsie della circonvallazione equiparate all’autostrada…effettivamente per quanto corrono,se non lo facciamo già di nostro,adesso ce lo stanno consentendo.Asfalto?!Quale?Cosa?Chi?Nenti vitti…Nnti sacciu!
      I vigili? Non spariamo sulla croce rossa! O erano i vigili…?
      Il Comune? Un vuoto esistenziale da colmare…

    32. Che cosa ci cambia nella vita se si prendono le corsie laterali con gli scooter ? Io lo faccio sempre e questo provvedimento non mi scalfisce affatto.
      Tranquilli … si faranno dei sovrapassi pedonali a breve in viale regione siciliana, dove potranno passare pure le bici, come in molte altre città (mi ricordo Bilbao). Così ci saranno potenziali morti in meno. Ma qualcuno criticherà anche i sovrapassi, sicuro come la morte.
      Una cosa e’ certa: i palermitani sempre a frignare sulla mobilità locale.
      Mettono la ZTL, e guerra alle ZTL perchè si paga, mettono le targhe alterne senza pagare, e piagnistei per le targhe alterne perchè non si circola piu’ con l’auto.
      E c’è smog e viene il cancro ai polmoni, ma bici, o a piedi … noooooo e che siamo mao mao che ci alziamo un ora prima e lasciamo l’auto a casa!!! Figuriamoci.
      Per ora i vigili sono “Stoccolma style” dalle multe che prendono quotidianamente a raffica, … naturalmente anche a lamentarsi su questo!
      Sono partiti i cantieri del raddoppio del passante ferroviario, del tram e dell’anello ferroviario, e fra poco saranno nel centro, e sicuramente i palermitani non guarderanno ai benefici dei prossimi anni, ma solo al disagio momentaneo che avranno per accompagnare i poveri figli a scuola (una volta ci andavamo a piedi a scuola, anche se dovevamo attraversare diversi isolati e grandi strade, ma ora i figli si iscrivono nelle migliori scuole anche a 10 km. di distanza, perchè sotto casa c’è la scuola dei malacarne e degli scanazzati).
      L’AMAT ha comprato un po’ di bus nuovi, e sempre a criticare il trasporto pubblico come se la causa non fossero le auto che invadono le corsie dei bus.
      A Palermo l’unica cosa da cambiare è la testa del 75% dei palermitani !!!
      E io non voto nè voterei mai Cammarata! E mancu Orlando (perchè non vivo nè di “status” cool nè di “nostalgie”)!

    33. Stefania Petyx, mito di Striscia e non solo, perche’ non fai un servizio passeggiando tranquillamente in bici per le piste ciclabili e fai vedere come i porci degli automobilisti le invadono senza dignita’, come i farabutti fruttivendoli (abusivi! non i regolari) o ambulanti ci stazionano sopra fragandosene di tutto.

      Mi sa che se intervieni Tu qualcosa si smuove…

      Salvaci dall’inefficienza e dal logorio del fancazzismo vigilare.

      Grazie

    34. Grandi idee Grandi progetti Menti incredibili al Comune..piccolo quesito:se ad un tuo amico che viene da fuori devi spiegare come raggiungere Monreale dalla circonvallazione provenendo da Trapani…come gli fai capire quando o dove deve svoltare a destra per raggiungere C.so Calatafimi lato monte e poi salire??????Mi sa che si sono dimenticati…alla fine a Monreale cosa c’è di tanto importante…Sindaco e Assessori il vino per voi a 50euro al litro…

    35. Certo che l’ultima trovata da parte del comune è davvero buffa , mantiene il grave disagio dei semafori pedonali all’altezza di Via Giotto sulle carreggiate centrali così facendo chi esce dall’Autostrada si vede all’improvviso sbarrare la circolazone dall’attraversamento pedonale da parte di cittadini che sono costretti a sfidare la sorte ogni volta che provano a superare le quattro carreggiate .Ora si inventa la circolazione tipo autostradale in Viale Regione Siciliana e obbliga sopratutto chi abita in periferia ad usare l’auto e non le due ruote visto che la circolazione è vietata sulle carreggiate centrali.
      Bravi , bravi , bra…… evitiamo

    36. No ma anzi il provvedimento è gentile. Io avrei inserito una postilla dove a chi supera i limiti di 70 o fa sorpassi a destra o si sente tutto Alboreto ci si spari a tutta la sua razza fino alla settima generazione.

    37. Per me il provvedimento in principio è corretto: cercare di aumentare la velocità media di percorrenza adeguando le strade di conseguenza ed eventualmente adottando limitazioni ai veicolo più lenti. Tuttavia, non essendo autostrada (limite 130) al più andrebbe vietato a bici e ciclomotori 50cc. Mezzi di cilindrata superiore (i 125 cc) sono in grado di procedere a velocità adeguata al limite di 100 km/h.
      Ci vorrebbe buon senso ed educazione da parte di tutti…il problema non sono (solo) gli automobilisti o (solo) i motociclisti, etc. ma la percentuale troppo spesso predominante di incivili e ignoranti delle regole di queste categorie.
      Buon senso ci vorrebbe anche da parte della nostra amministrazione in merito.
      Ha infatti significato di contro il limite di soli 50 km/h nelle corsie laterali?
      Ad esempio il tratto via Belgio-Tommaso Natale è largo come tre corsie, ha un muro sulla sinistra (di contenimento della corsia centrale, per cui è ovvio che non vi è possibilità di alcun attraversamento pedonale), è fuori dall’abitato, è a senso unico.
      Quindi è più sicuro di una strada statale a doppio senso dove si rischia lo scontro frontale e dove il limite è molto più alto (90 Km/h).
      Tuttavia è li che si appostano le pattuglie dei vigili.
      E’ vero che la circonvallazione è pericolosa (magari in altre zone lato CT non lato TP), ma perchè chi vi si schianta magari supera non i 50 km/h ma i 150 km/h!
      Può mai essere equiparata a qualunque strada urbana? 90/100 km/h in circonvallazione sono come farli in via Libertà o sue traverse? Qualcuno vuole prendersi la briga di provare a percorrere quel tratto a 50 e vedersi superare in discesa pure dai ciclisti in tutino? 70 km/h sarebbe il limite di buon senso.
      Al più mettere eventualmente un limite di 50 solo in quei particolari tratti che lo dovessero richiedere ma non lasciare un unico limite di 50 e magari appostarsi proprio dove la strada è più larga e sicura…

    38. intanto tengo a precisare che le biciclette non sono un pericolo nè in viale regione nè in nessun altra strada URBANA, il pericolo sono tutti quelli che guidano pensando ad oltrepassare il muro del suono!!! io utilizzo viale regione (corsia centrale) da 10 anni con la bicicletta e non sono mai stato un elemento di pericolo, mi direte che altri lo sono, ma sinceramente prendersela con le biciclette è un pò ridicolo , mi sembra il personaggio di gioele dix (l’automobilista inc…ato che insulta chiunque si frapponga tra lui e la strada).
      Un’altra considerazione sui motorini: il fatto che a palermo (e in tutto il mondo, ma in quantità minori) esista gente che non sa guidare uno scooter ma si ostina a farlo, oppure lo sa guidare “troppo” bene e si sente valentino rossi non è una buona motivazione per prendere questo provvedimento sia perchè esistono persone che utilizzano gli scooter per quello che sono senza creare il minimo disturbo o rischio sia perchè altrimenti il discorso vale anche per le auto, i camion, i furgoni, …
      concludo con l’amara considerazione che questo provvedimento aumenterà gli incidenti e non li diminuirà, perchè senza motorini e biciclette il gran premio è assicurato.
      e mi raccomando… poi ci vediamo tutti alla camera mortuaria per le premiazioni!!!

    39. …onestamente non capisco il motivo di questo provvedimento…

    40. Se la decisione è stata presa per la tutela della vita dei conducenti di bici e moto di piccola cilindrata è una cosa giustissima, viale regione è una via pericolosissima che richiede molti controlli.Bisogna che si rispettino anche le corsie di emergenza, se il Comune vuole fare cassa con le multe quelle sono una miniera d’ oro, mi chiedo perchè non agisce per farle rispettare. Non capisco perchè si scatena una critica infernale ogni volta che la giunta prende delle decisioni scaturite da esigenze superiori come ad es. la salute dei cittadini , è da criticare perchè non prende decisioni ancora più drastiche in tal senso, vengono criticate aspramente anche le targhe alterne che sono la soluzione minima al problema dello smog, a mio avviso queste dovrebbero essere allargate in molte altre zone della città, a mio parere la giunta Cammarata è poco decisionista, questa dovrebbe stabilire delle priorità e chiedersi se è più importante la salute dei cittadini o favorire i commercianti. Nel frattempo i cittadini dovrebbero chiedersi anche loro se è meglio circolare liberamente o beccarsi un cancro ai polmoni.Ovviamente alcune decisioni sono solo tampone in attesa dell’ urgente realizzazione di un piano di mobilità idoneo ad una città di importanza europea quale è Palermo. Nb. chi scrive vive in provincia (però giornalmente si sposta a in città per esigenze di lavoro)ed osserva forse con più spirito critico la realtà urbana di una città diventata invivibile e dove i cittadini si impegnano poco per la tutela della propria salute che dovrebbe essere prioritaria al confronto del blocco traffico.

    41. E’ un ottimo provvedimento quello di togliere di mezzo i motorini e le biciclette dalla tangenziale. Potranno benissimo percorrere le corsie della circonvallazione.

      Ora però desideriamo che sopprimano i semafori pedonali, soprattutto quelli più vicini ai cavalcavia pedonali/viari del sottopasso recente Leonardo Da Vinci: quello tra Bernini e Piazzale Giotto e quello tra l’hotel Holiday In ed il palazzo colorato di via Nazario Sauro. Quelli si possono togliere ed indurre i pedoni ad usare uno dei ponti sul più recente sottovia.

      A volte non mi fermo, a volte rallento soltanto, altre volte mi fermo e dico a quegli imbecilli di usare il ponte anzichè questo semaforo. Quì ci colpa pure il Comune che non li vuole disattivare.

      NO AI SEMAFORI SULLA TANGENZIALE. SI TOLGANO !

    42. Su questa tangenziale ci sono dei limiti di velocità, ma sono quasi sempre ignorati, perchè le prestazioni di quest’arteria vanno ben oltre i 70 km/h.
      Io vado a 90 km/h in autostrada e non faccio eccezione pure sul Viale Regione, ovvero le corsie centrali.
      E vi dirò di più, io raggiungo questa velocità in sola corsia di Marcia Normale, figuriamoci allora a quanto vanno quelli in Sorpasso, chiaramente un po più veloci, ma potrebbero anche raggiungere i 110 km/h o addirittura i 120. Il record è di una Suzuki, una moto che in tangenziale (non nelle autostrade vere e proprie) raggiunse i 150 km/h, di notte chiaramente quando non c’era traffico.
      Chiaramente nelle curve questa velocità è impossibile, per esempio nel curvone di Corso Calatafimi che è segnalato da apposite frecce, lì il limite dev’essere di 70. Ma per il resto della tangenziale va benissimo un limite a 100.

    43. Marco, ma perchè non vai a 80 km/h come faccio io ? Per me 90 km/h serve solo in dfase di sorpasso sulla corsia omonima. Risparmi più benzina, non credi ?

      Sono d’accordo sul limite a 100, ma si dovrebbe fare altrettanto nel kilometro tra la prossimità di via Perpignano (dove ogni minuto ci sono sempre code percolpa di quel quadrivio, ma di notte di meno, anche se ci stanno) e quel semaforo pedonale con Piazzale Giotto sulla destra. Quì è inteso in direzione Mazara, ma le code si formano anche in direzione Stretto anche se in misura leggermente inferiore. Prima di quel limite bisogna rendere uttta percorribile l’arteria. E poi fregatene, tanto se hai detto (ed io già lo so) che quasi tutti ignorano questo limite… kissenefrega.

    44. Fantastica decsione.

      Forse molte “menti” che come al solito si lamentano di tutto non hanno notato che per guidare i 150cc devi essere maggiorenne quindi in questo modo bloccano tutti i minorenni dalle corsie centrali.

      A piccoli passi si va risolvendo il problema, il prossimo deve essere quello di chiudere tutti i semafori!!! E’ una cosa assurda si bloccano 100/200 macchine a volta per fare attraversare 2/3 persone.

    45. Tor romeo dice che spesso si ferma al semaforo per dire a “quegli imbecilli” che devono attraversare a p.le Giotto di recarsi “al ponte sul più recente sottovia” (sic!). Potresti specificare meglio a che distanza si trova? Ho l’impressione che l’imbecille sia da individuare in altro soggetto.

    46. Io con la bici sulla circonvallazione non ho mai circolato e non ci vado manco se mi pagano. Vi immaginate dovessi incontrare Tor Romeo a 80 km/h oppure Marco a 90? e quel suzuki a 150? O meglio la signora ICS che parla al cellulare e supera a destra? No grazie, resto a pedalare al di fuori della corsia centrale.

    47. quoto zelig e mohicano, sulla tangenziale in bici non ci andrei manco morta. pare che molti autosauri i ciclisti e i pedoni li stirerebbero volentieri.
      esseri per loro inutili che intralciano il traffico, magari devi rallentare per due nanosecondi per poi rimanere imbottigliato nel traffico un chilometro dopo!!!!
      mai essere bersaglio di simili frustrazioni, meglio vie secondarie!
      senza rancore, ma meglio pararsi il…….

    48. ho l’impressione che le morti purtroppo aumenteranno…se ragionano tutti come Tor Romeo!

    49. in bici non c’è niente di più bello che avere uno appiccicato dietro con il clacson a manetta e tu che fai finta di non sentirlo e non ti sposti… 🙂

    50. altra dimostrazione del totale disorientamento dell’amministrazione. Se è un’autostrada si aboliscano i limiti da 50 e 70 km/h che servono anche per lucrare con gli autovelox. Se non è autostrada e non lo è allora si mantengano i limiti e si facciano rispettare, anzichè inventarne una nuova ogni giorno!!
      p.s. Oggi, sabato, giorno senza targhe alterne e prova generale natalizia. Bel fiume di macchine ognidove…continuamo così…

    51. Purtroppo oggi, macchine ovuqnue…..Viale Strasburgo e via Ruggero Settimo erano un tappeto di macchine.
      Se è questo ciò che vogliono i promotori della raccolte firme contro le targhe alterne, è ben evidente la tutela dei propri interessi.
      @TOR ROMEO appena prendi dalla cinconvallazione avvisami…..eviterò di passarci per precauzione

    52. Per i Tecnici del Comune : vi informo ke l’altro ieri ho percorso la SV 624 Scorrimento Veloce Palermo/Sciacca e lì vi giuro l’ANAS non vieta la circolazione alle moto di cilindrata 125…… verificate e poi aggiornatevi,prima di fare c…………..

    53. guardate il sito di questo comitato civico, nato proprio per il problema della circonvalalzione:

      http://www.noalmurocirconvallazione.it/

    54. Francamente non è che cambi la vita a qualcuno camminare nella corsia centrale o laterale. I motocicli e ciclomotori interessati camminano dalla corsia centrale per il semplice fatto che camminano dalla corsia d’emergenza/preferenziale.
      Adesso che dovranno prendere dalla corsia laterale, potranno rosicare.Cmq considerando tutti gli incidenti stradali che vedo il sabato sera nella circonvallazione, in cui in gran numero sono coinvolti i motori, è un provvedimento dovuto

    55. @ strano ma vero: forse perche non vi sono le corsie laterali?????????

    56. @manuel fantoni : io non comprendo come tu abbia potuto conseguire la patente di guida . Il V.le Reg. Siciliana non è un’autostrada ma una strada comunale e per tale motivo il limite di velocità non può superare quello previsto dal Codice della Strada , pertanto i ciclomotori o le bici la possono percorrere tranquillamente e non avere paura di transitarvi .

    57. @ strano ma vero.
      credo che sulle strade urbane di scorrimento si possa arrivare ai 70 km/h…
      Penso anche che le corsie laterali della circonvallazione rientrino senz’altro in questa definizione.

      LIMITI ORDINARI PER CATEGORIE DI STRADE – ART. 142
      Il comma 1 dell’art. 142 prescrive che non si possono superare le seguenti velocità massime:

      Strade urbane: 50 km/h

      Strade urbane di scorrimento: 70 km/h (il limite di 70 km/h per le strade urbane di scorrimento vale se la strada è stata oggetto di apposita delibera della Giunta Comunale e se esiste apposita segnaletica).
      Strade extraurbane secondarie: 90 km/h

      Strade extraurbane principali: 110 km/h (una strada extraurbana, per potere avere il limite massimo di velocità di 110 km/h non solo deve rispondere a tutte le caratteristiche strutturali e funzionali indicate dall’art. 2 comma 2, lettera B del Codice, ma deve essere stata oggetto di espressa delibera. In mancanza, il limite di velocità è di 90 km/h).
      Strade extraurban

      Autostrade: 130 km/h

      (in caso di precipitazioni atmosferiche di qualsiasi natura, la velocità massima non potrà superare i 110 km/h per le autostrade e i 90 km/h per le strade extraurbane principali. Sulle autostrade a tre corsie più corsia di emergenza per ogni senso di marcia, gli enti proprietari, in presenza di idonee condizioni e previa installazione degli appositi segnali, potranno elevare il limite massimo di velocità fino a 150 km/h.

    58. @R.M. : sei bravo a copiare gli articoli del codice , ma alla fine cosa vuoi dire in merito al divieto per le moto.

    59. @ strano ma vero.
      ovvio che per citare faccio copia/incolla! ma che vuoi dire? che mi attribuivo la paternità del Codice della Strada?!
      premesso che non capisco neppure perchè ti rivolgessi a manuel fantoni, facevo notare che i limiti nelle strade urbane non sono necessariamente 50 km/h (e più che altro mi riallacciavo al mio intervento sulle corsie laterali della circonvallazione).
      Quanto avevo da dire sui limiti per moto e bici l’ho già espresso in un mio precedente commento. Se vi sono tratti stradali in cui limite di velocità è doppio delle velocità massime possibili per certi mezzi (bici e 50cc, non sono d’accordo per i 125cc) per la loro stessa incolumità magari è più prudente che le evitino.

    60. Non vorrei sbagliarmi, ma un’ordinanza comunale di questo tipo dovrebbe essere motivata (ordine pubblico e/o incolumità dei cittadini) e comunque di carattere temporaneo.
      Qualcuno è in possesso del testo, così abbiamo qualcosa di certo su cui litigare?

    61. @R.M. : scusa ma io non ti ho accusato di qualcosa , volevo solo capire sè ti è chiaro anche a te il concetto di strada urbana e non di autostrada

    62. @strano ma vero.
      Mi è abbastanza chiaro.

    63. Allora, li hanno messi questi divieti ? Io ancora non vedo neppure la segnaletica AMAT. Come al solito tirano per le lunghe, mentre nell’arteria centrale ci scappa un morto in più e guarda caso potrebbe succedere anche ad un motorino da 50cc.

      @zelig: i ponti sul Sottopasso di Leonardo da Vinci (aperto nel 2004) hanno dei marciapiedi separati dalla strada con dei paletti rossi e bianchi, quella zona è pedonale ed io quando sono andato alla Fiera di Natale trovandomi quasi di fronte alla Via Bernini non ho MAI dico MAI (neppure in passato) attraversato nella maniera antica e pericolosa, cioè premendo il bottone del semaforo pedonale, quando invece c’è un ponte che aspetta di essere attraversato dai pedoni e dalle macchine sopra. Il fatto è che in autostrada (o nelle tangenziali) non è sensato fermarsi completamente a meno che ci stanno code per lavori in corso, come non ha senso quell’ostacolo che comunque è poco rilevante rispetto all’incrocio di via Perpignano dove lì c’è la fermata obbligatoria se è rosso per non fare un incidente grave. Io semmai rallento se è rosso: se non ci sta nessuno vado, se sta passando un pedone mi fermo, lo lascio passare (anche se malvolentieri, perchè esiste un ponte) e subito dopo passo io. Lo fanno altre persone pure, ma in fondo anche loro sono stufi di questo problema che è risolvibilissimo !

    64. PS: se ci si deve proprio fermare per motivi personali si usano appositamente la corsia d’emergenza, lasciando così libere le corsie di sorpasso e marcia.

    65. @mohicano, hai presente le piste ciclabili (anche se non inaugurate ufficialmente) ? Puoi comunque percorrere le corsie della circonvallazione, così non corri rischi (di essere multato o di essere investito). Io non ce li vedo gli scooter e le biciclette e soprattutto Pedoni, in tangenziale.

    Lascia un commento (policy dei commenti)